Gestore dei carichi per induzione

Normativa elettrotecnica, progettazione impianti, prodotti

Moderatore: Edilclima

Rispondi
SuperP
Messaggi: 10672
Iscritto il: lun set 11, 2006 10:06

Gestore dei carichi per induzione

Messaggio da SuperP »

Ciao,
una dritta.
Impianto tutto elettrico con ponteza 6kW.
Casa elettrica, auto elettriche etc.
Nessun problema nella gestione, anche con l'induzione limitato a 4kW, basta usare la testa.
Ma non si sa mai. Più che altro è l'uso a volte "smisurato" da parte della moglie...

Immaginiamo di aumentare potenza a 6kW del piano induzione. Con un classico gestore dei carichi, se non erro, quando arrivo a una potenza tipo 6.3kW mi stacca una utenza, giusto? Ma può staccare quella utenza stessa? Non credo, andrebbe in loop. Si spegnerebbe e poi ripartirebbe subito MA se si mantengono le stesse impostazioni ...

Secondo voi si può fare qualcosa? Non si può tipo usare qualche aggeggio che modula la potenza che arriva al piano induzione fino ad avere, al limite, una potenza di circa 6.3kW (il contatore non stacca)?

In questo modo, anche se imposto l'induzione a 7.2 kW ed accendo tutto, da solo modulerebbe.

Grazie della dritta
:?: I miei corsi e libri su involucro, termotecnica e VMC https://www.paolosavoia.com/corso-online
:?: Il blog delle curiosità https://www.paolosavoia.com/blog
:!: Linkedin https://www.linkedin.com/in/paolo-savoia-320b1458/
Esa
Messaggi: 3040
Iscritto il: sab dic 03, 2011 22:53

Re: Gestore dei carichi per induzione

Messaggio da Esa »

Esistono i modulatori di carico (relè SCR), ma occorre un'utenza resistiva e in grado di non "patire" per la riduzione della potenza. Su una lavatrice non si può fare, su un forno neppure (ne va di mezzo la corretta cottura dei dolci, ad esempio).
Sulla cucina ad induzione, non so.
In ogni caso, le utenze coinvolte vanno individuate e ordinate in base alle priorità.
Se avessi resistenze per riscaldare (ambienti, acqua), tutto si semplifica.
Tom Bishop
Messaggi: 5209
Iscritto il: mar dic 30, 2008 17:13

Re: Gestore dei carichi per induzione

Messaggio da Tom Bishop »

Modulare un piano a induzione con un gestore carichi non è ad oggi possibile.
Puoi dare delle priorità di sgancio su più utenze con tempi di inibizione e intervento.
https://catalogo.bticino.it/low_res/485 ... N0869B.pdf
Con impianti radianti io faccio solitamente staccare le PDC (quando lo consentono, purtroppo non tutte lo permettono)
Tom Bishop
Tom Bishop
Messaggi: 5209
Iscritto il: mar dic 30, 2008 17:13

Re: Gestore dei carichi per induzione

Messaggio da Tom Bishop »

Certo pensandoci sarebbe interessate un piano a induzione con potenza massima regolabile con un segnale di corrente o di tensione dal sistema di controllo carichi. Però ad oggi non li hanno ancora inventati anche se sarebbe una cosa banale da fare.
Tom Bishop
Esa
Messaggi: 3040
Iscritto il: sab dic 03, 2011 22:53

Re: Gestore dei carichi per induzione

Messaggio da Esa »

sarebbe interessate un piano a induzione con potenza massima regolabile
Come fare, poi, per programmare la cottura dei cibi? Se spegne/riduce il sistema, l'acqua potrebbe non essere più in ebollizione ...
SuperP
Messaggi: 10672
Iscritto il: lun set 11, 2006 10:06

Re: Gestore dei carichi per induzione

Messaggio da SuperP »

Tom Bishop ha scritto: dom feb 05, 2023 07:28 Con impianti radianti io faccio solitamente staccare le PDC (quando lo consentono, purtroppo non tutte lo permettono)
Si questo è da anni che lo facciamo, me ne avevi parlato tu tanto tanto tempo fa.
Tom Bishop ha scritto: dom feb 05, 2023 07:54 Certo pensandoci sarebbe interessate un piano a induzione con potenza massima regolabile con un segnale di corrente o di tensione dal sistema di controllo carichi. Però ad oggi non li hanno ancora inventati anche se sarebbe una cosa banale da fare.
La colonnina di ricarica dell'auto che ho lo fa senza problemi. Non mi sembra una cosa folle, ma di elettrico capisco davvero poco. Ho avuto "problemi" da bambino con i fili di rame e da allora quando spelo un filo vado a spegnere la cabina di media tensione :lol:
Esa ha scritto: dom feb 05, 2023 08:26 Come fare, poi, per programmare la cottura dei cibi? Se spegne/riduce il sistema, l'acqua potrebbe non essere più in ebollizione ...
Dovresti provare ad avere un piano induzione... non è che hai sempre bisogno di 7.2kW di potenza elettrica, sarebbe come un 6 fuochi a gas da 15kW! E' solo per evitare che i picchi facciano scattare.
Parte 5 minuti il phon da 2kW (a me non capita :) ), la lavastoviglie fa partire la r.e. sempre da 1.5kW, parte la pdc in acs che fa 2kW... in quel momento deve modulare.
La cosa strana è che manualmente è settabile la potenza, da 2.5, 4.0, 6.0, 7.2 kW tipicamente.
:?: I miei corsi e libri su involucro, termotecnica e VMC https://www.paolosavoia.com/corso-online
:?: Il blog delle curiosità https://www.paolosavoia.com/blog
:!: Linkedin https://www.linkedin.com/in/paolo-savoia-320b1458/
Tom Bishop
Messaggi: 5209
Iscritto il: mar dic 30, 2008 17:13

Re: Gestore dei carichi per induzione

Messaggio da Tom Bishop »

Oggi ho incontrato il tecnico commerciale di Panasonic che segue la mia zona. Mi ha detto che le loro PDC sono dotate di un ingresso 0..10V che può essere utilizzato per ridurre la potenza collegandolo ad un sistema di gestione dei carichi. La ritengo una soluzione interessante, in alcuni casi.
Tom Bishop
Avatar utente
NoNickName
Messaggi: 7583
Iscritto il: gio giu 17, 2010 12:17

Re: Gestore dei carichi per induzione

Messaggio da NoNickName »

Tom Bishop ha scritto: mar feb 21, 2023 19:28 Oggi ho incontrato il tecnico commerciale di Panasonic che segue la mia zona. Mi ha detto che le loro PDC sono dotate di un ingresso 0..10V che può essere utilizzato per ridurre la potenza collegandolo ad un sistema di gestione dei carichi. La ritengo una soluzione interessante, in alcuni casi.
Rozza e primitiva, ma utile.
Altri, un po' più raffinati, non delegano, ma si preoccupano in prima persona di analizzare la potenza impegnata e modulare la pdc o in base alla massima potenza prelevabile da rete, o in base alla massima potenza erogata dal fotovoltaico.
"Discutere con certe persone è come giocare a scacchi con un piccione. Puoi essere anche il campione del mondo ma il piccione farà cadere tutti i pezzi, cagherà sulla scacchiera e poi se ne andrà camminando impettito come se avesse vinto lui.”
SuperP
Messaggi: 10672
Iscritto il: lun set 11, 2006 10:06

Re: Gestore dei carichi per induzione

Messaggio da SuperP »

Tom Bishop ha scritto: mar feb 21, 2023 19:28 Oggi ho incontrato il tecnico commerciale di Panasonic che segue la mia zona. Mi ha detto che le loro PDC sono dotate di un ingresso 0..10V che può essere utilizzato per ridurre la potenza collegandolo ad un sistema di gestione dei carichi. La ritengo una soluzione interessante, in alcuni casi.
E che te ne fai da marzo ad ottobre?
Ci carichi il sanitario, ok. Ma non basta una programmazione oraria? E poi la pdc se richiede potenze in esubero per fare acs cosa fa, va sempre al minimo?
Io ho smesso di preoccuparmi dell'inseguimento solare... e ho 2 auto elettriche sotto
Programmazione oraria e stop di tutto.
Poi certo, se hai esuberi è forse meglio accumulare e non cedere in rete, ma siamo sicuri che accumulare energia con la pdc sia conveniente? Deve andare 60°C per caricare di 10°C un bollitore che perde 1°C/h e che si usa 5 ore dopo? Siamo sicuri?

QUi https://www.paolosavoia.com/post/f7500032 alcune riflessioni su dove e come accumlare, ma soprattutto quanto
Ho anche un foglio di calcolo per fare velocemente le valutazioni
:?: I miei corsi e libri su involucro, termotecnica e VMC https://www.paolosavoia.com/corso-online
:?: Il blog delle curiosità https://www.paolosavoia.com/blog
:!: Linkedin https://www.linkedin.com/in/paolo-savoia-320b1458/
Tom Bishop
Messaggi: 5209
Iscritto il: mar dic 30, 2008 17:13

Re: Gestore dei carichi per induzione

Messaggio da Tom Bishop »

SuperP ha scritto: mar feb 21, 2023 22:34
Tom Bishop ha scritto: mar feb 21, 2023 19:28 Oggi ho incontrato il tecnico commerciale di Panasonic che segue la mia zona. Mi ha detto che le loro PDC sono dotate di un ingresso 0..10V che può essere utilizzato per ridurre la potenza collegandolo ad un sistema di gestione dei carichi. La ritengo una soluzione interessante, in alcuni casi.
E che te ne fai da marzo ad ottobre?
Ci carichi il sanitario, ok. Ma non basta una programmazione oraria? E poi la pdc se richiede potenze in esubero per fare acs cosa fa, va sempre al minimo?
Io ho smesso di preoccuparmi dell'inseguimento solare... e ho 2 auto elettriche sotto
Programmazione oraria e stop di tutto.
Poi certo, se hai esuberi è forse meglio accumulare e non cedere in rete, ma siamo sicuri che accumulare energia con la pdc sia conveniente? Deve andare 60°C per caricare di 10°C un bollitore che perde 1°C/h e che si usa 5 ore dopo? Siamo sicuri?

QUi https://www.paolosavoia.com/post/f7500032 alcune riflessioni su dove e come accumlare, ma soprattutto quanto
Ho anche un foglio di calcolo per fare velocemente le valutazioni
Sarà che non ho le tue competenze ma non ciò capito una cippa. Stavo parlando d'altro e tu mi vieni a dire come accumulare energia dal FV, boh :lol:
Tom Bishop
SuperP
Messaggi: 10672
Iscritto il: lun set 11, 2006 10:06

Re: Gestore dei carichi per induzione

Messaggio da SuperP »

Tom Bishop ha scritto: mer feb 22, 2023 06:29 Stavo parlando d'altro e tu mi vieni a dire come accumulare energia dal FV, boh :lol:
Il lavoro dopo cena uccede!
Sorry

PS: limitare l'assorbimento della PDC con un gestore dei carichi 0-10V per non far scattare il contatore e non spegnere la pompa di calore come farebbe un gestore dei carichi ci sta
Usare quel 0-10V per andare a fare inseguimenti solari e caricare accumuli vari, no.
:?: I miei corsi e libri su involucro, termotecnica e VMC https://www.paolosavoia.com/corso-online
:?: Il blog delle curiosità https://www.paolosavoia.com/blog
:!: Linkedin https://www.linkedin.com/in/paolo-savoia-320b1458/
Rispondi