Esimenza 10200 asseverata tribunale

Normativa nazionale, contabilizzazione dei consumi, ripartizione delle spese

Moderatore: Edilclima

Rispondi
Gianper
Messaggi: 289
Iscritto il: mer gen 31, 2007 15:20

Esimenza 10200 asseverata tribunale

Messaggio da Gianper » sab gen 12, 2019 13:41

Scusate, ma la relazione di esimenza 10200 timbrata e firmata dal professionista, deve essere bollata all'italiana con marca da 16 euro e sottoscritta pure dal tribunale o comune ?

Avatar utente
Lurensh
Messaggi: 146
Iscritto il: sab ott 11, 2014 11:32

Re: Esimenza 10200 asseverata tribunale

Messaggio da Lurensh » dom gen 13, 2019 11:06

Gianper ha scritto:
sab gen 12, 2019 13:41
Scusate, ma la relazione di esimenza 10200 timbrata e firmata dal professionista, deve essere bollata all'italiana con marca da 16 euro e sottoscritta pure dal tribunale o comune ?
No

Gianper
Messaggi: 289
Iscritto il: mer gen 31, 2007 15:20

Re: Esimenza 10200 asseverata tribunale

Messaggio da Gianper » lun gen 14, 2019 15:00

Infatti anch'io avevo capito, leggendo i passaggi della UNI, che la relazione asseverata dal tecnico fosse l'unico passaggio necessario, ma nella mia zona ho trovato più relazioni di esimenza sottoscritte oltre che dal redattore anche da tribunali e/o amministrazioni comunali.
che sia eccesso di zelo ??

a_brettyou
Messaggi: 535
Iscritto il: dom ago 16, 2009 08:41

Re: Esimenza 10200 asseverata tribunale

Messaggio da a_brettyou » lun gen 14, 2019 18:15

No, è ignoranza.

Paracelso
Messaggi: 5
Iscritto il: mar set 25, 2018 10:11

Re: Esimenza 10200 asseverata tribunale

Messaggio da Paracelso » ven feb 01, 2019 08:13

Scusate ma la relazione di "esimenza" è quella secondo art.9 comma 5 che stabilisce la non fattibilità tecnica od economica?
In questo caso la conseguenza è la non obbligatorietà di suddivisione spese secondo 10200 ?

Lo chiedo perchè la nostra "esimenza" dichiara il condominio esente dalla suddivisione secondo quanto indicato all'art 9.5.d del decreto.

Che non è affatto la stessa cosa.

In questo secondo caso infatti la suddivisione secondo millesimi di proprietà permarrebbe per tutti i millenni a venire.
Tanto varrebbe dichiarare abrogata la direttiva EU.

O mi sbaglio?

Avatar utente
NoNickName
Messaggi: 4059
Iscritto il: gio giu 17, 2010 12:17

Re: Esimenza 10200 asseverata tribunale

Messaggio da NoNickName » ven feb 01, 2019 09:03

L'esimenza andrebbe rivalutata per capire se i motivi sussistono ancora. Ammettiamo tuttavia che i motivi non siano rimovibili, in questo caso la suddivisione si fa secondo quanto stabilito in assemblea, salvo quanto prescrive in questi casi il dlgs141 in merito alle percentuali.
Comunque dire l'articolo 9.5 o l'articolo 9 comma 5 è esattamente la stessa cosa, paracelso.
Chi si affida ad un professionista “legittimamente attende di ricevere una prestazione diligente, art. 1176 cc”. Non si può esigere che il cliente controlli il lavoro del professionista “quali che siano le sue competenze o qualifiche professionali”.

Paracelso
Messaggi: 5
Iscritto il: mar set 25, 2018 10:11

Re: Esimenza 10200 asseverata tribunale

Messaggio da Paracelso » ven feb 01, 2019 11:10

Grazie , NoNickName , ma evidentemente mi sono espresso male nel porre il quesito.

Per quanto ne so , con una dichiarazione di "esimenza" si è esentati dalla installazione dei dispositivi e dalla suddivisione spese secondo 10200.
(vedi anche faq del mise domanda N 6).

Fin qui tutto OK.

Quindi , secondo me , si dovrebbe applicare il concetto della suddivisione 70/30 come da 9.5.d del 141-16 ................. oppure come l'assemblea deciderà votando all'interno dei gradi di libertà che il decreto le concede : 80/20(?) , 85/15(?) etc. restando liberi di decidere il criterio di suddivisione della quota involontaria.


Il fatto è che la nostra "esimenza" conclude dichiarando che non siamo tenuti a suddividere le spese secondo 9.5.d. , che è un pò diverso dal dire "esentati dalla 10200".

Infatti così facendo l'assemblea ritiene ed interpreta (secondo me a torto) che nulla sia applicabile "in todo" e che quindi sia legittimo continuare a ripartire puramente ed esclusivamente secondo i millesimi di proprietà per l'intero ammontare .

Chi ha ragione secondo voi?

Avatar utente
NoNickName
Messaggi: 4059
Iscritto il: gio giu 17, 2010 12:17

Re: Esimenza 10200 asseverata tribunale

Messaggio da NoNickName » ven feb 01, 2019 11:44

Paracelso ha scritto:
ven feb 01, 2019 11:10
Fin qui tutto OK.
No. L'esimenza non è dalla contabilizzazione. L'esimenza è dall'installazione di dispositivi di contabilizzazione.
Paracelso ha scritto:
ven feb 01, 2019 11:10
Il fatto è che la nostra "esimenza" conclude dichiarando che non siamo tenuti a suddividere le spese secondo 9.5.d. , che è un pò diverso dal dire "esentati dalla 10200".
E' possibile non utilizzare la 10200, nel caso di differenza di fabbisogno specifico maggiore al 50%, nel caso di non convenienza ex-15459, se si utilizza un altro sistema che possa attribuire con certezza il 70% o più dei consumi agli effettivi prelievi.
I millesimi non sono un metodo valido.
Chi si affida ad un professionista “legittimamente attende di ricevere una prestazione diligente, art. 1176 cc”. Non si può esigere che il cliente controlli il lavoro del professionista “quali che siano le sue competenze o qualifiche professionali”.

Paracelso
Messaggi: 5
Iscritto il: mar set 25, 2018 10:11

Re: Esimenza 10200 asseverata tribunale

Messaggio da Paracelso » ven feb 01, 2019 13:37

hoooooooo....
Finalmente una risposta esaustiva.
Grazie di esistere NoNickName.....

a_brettyou
Messaggi: 535
Iscritto il: dom ago 16, 2009 08:41

Re: Esimenza 10200 asseverata tribunale

Messaggio da a_brettyou » dom feb 03, 2019 20:39

Paracelso ha scritto:
ven feb 01, 2019 13:37
hoooooooo....
cos'è che hai? Suggerisco ripasso regole di ortografia.
NoNickName ha scritto:
ven feb 01, 2019 09:03
Infatti così facendo l'assemblea ritiene ed interpreta (secondo me a torto) che nulla sia applicabile "in todo" e che quindi sia legittimo continuare a ripartire puramente ed esclusivamente secondo i millesimi di proprietà per l'intero ammontare .
L'assemblea interpreta correttamente.
Se ne parla dal 2016.
Ultima modifica di a_brettyou il dom feb 03, 2019 20:43, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
NoNickName
Messaggi: 4059
Iscritto il: gio giu 17, 2010 12:17

Re: Esimenza 10200 asseverata tribunale

Messaggio da NoNickName » dom feb 03, 2019 20:43

E tu impara a quotare.
Chi si affida ad un professionista “legittimamente attende di ricevere una prestazione diligente, art. 1176 cc”. Non si può esigere che il cliente controlli il lavoro del professionista “quali che siano le sue competenze o qualifiche professionali”.

a_brettyou
Messaggi: 535
Iscritto il: dom ago 16, 2009 08:41

Re: Esimenza 10200 asseverata tribunale

Messaggio da a_brettyou » dom feb 03, 2019 20:48

NoNickName ha scritto:
ven feb 01, 2019 09:03
L'esimenza andrebbe rivalutata
NoNickName ha scritto:
ven feb 01, 2019 09:03
E' possibile non utilizzare la 10200, nel caso di differenza di fabbisogno specifico maggiore al 50%, nel caso di non convenienza ex-15459, se si utilizza un altro sistema che possa attribuire con certezza il 70% o più dei consumi agli effettivi prelievi.
I millesimi non sono un metodo valido.
e tu impara a non scrivere... sciocchezze.

Avatar utente
NoNickName
Messaggi: 4059
Iscritto il: gio giu 17, 2010 12:17

Re: Esimenza 10200 asseverata tribunale

Messaggio da NoNickName » dom feb 03, 2019 20:51

Io cito la legge. Tu straparli.
Chi si affida ad un professionista “legittimamente attende di ricevere una prestazione diligente, art. 1176 cc”. Non si può esigere che il cliente controlli il lavoro del professionista “quali che siano le sue competenze o qualifiche professionali”.

a_brettyou
Messaggi: 535
Iscritto il: dom ago 16, 2009 08:41

Re: Esimenza 10200 asseverata tribunale

Messaggio da a_brettyou » dom feb 03, 2019 20:57

Ronin ha scritto:
sab feb 02, 2019 14:55
sicuramente si può avere qualche caso in cui una persona troppo piena di sè espone le sue lacune in maniera incauta

Rispondi