impianto idranti esistente ante 10779

Normativa Antincendio, Rilascio CPI, ecc.

Moderatore: Edilclima

Rispondi
patri
Messaggi: 980
Iscritto il: gio ott 02, 2008 09:57
Località: CO

impianto idranti esistente ante 10779

Messaggio da patri » mer ott 16, 2013 18:56

Buongiorno,
per chiudere una SCIA i VVF richiedono dichiarazione di conformità e attestazione dei requisiti di una rete idrica antincendio realizzata nei primi anni '90, prima dell'entrata in vigore della 10779:1998.
A memoria non ricordo altre norme tecniche prima di quell'anno (correggetemi se sbaglio).
L'attività non necessita di impianto idranti ma lo stesso è stato indicato a progetto senza prestazioni specifiche.
L'impianto non rispetta i requisiti delle varie 10779, in particolare per il fatto che la protezione esterna è affidata a colonne UNI45, pur avendo delle ottime prestazioni in termini di portata e pressione.
Cosa si può produrre per chiudere la pratica? Una dichiarazione simile ad un CERT-IMP, una dichiarazione di rispondenza, una dichiarazione dell'installatore?

Grazie
"Non ti arrendere perchè non trovi tutto ciò di cui hai bisogno fatto su misura e a portata di mano, ma prendi ciò che hai, usa il tuo ingegno e servitene al meglio"
BP in Adventuring to Manhood

Terminus
Messaggi: 7248
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: impianto idranti esistente ante 10779

Messaggio da Terminus » mer ott 16, 2013 20:05

Antecedente alla UNI 10779, ma successiva alla L.46/90 ?
Allora serve la DICO con tanto di progetto.
Altrimenti la DIRI sostitutiva, sempre accompagnata da progetto (ed almeno da collaudo in pressione e verifica delle prestazioni, aggiungo io)
Il progetto dell'alimentazione idrica era da farsi secondo UNI 9490.

patri
Messaggi: 980
Iscritto il: gio ott 02, 2008 09:57
Località: CO

Re: impianto idranti esistente ante 10779

Messaggio da patri » mer ott 16, 2013 20:55

Grazie Terminus per la risposta.
Di fatto l'impianto, anche se successivo, non ricadeva nell'ambito di applicazione della 46/90 in quanto edificio non civile (ecco il perchè del dubbio sull'utilizzo del modello CERT-IMP).

L'alimentazione idrica rispetta appieno la UNI 9490 per cui, sebbene non mi sia mai capitato di farla per questo tipo di impianti, seguirò il tuo consiglio di rilasciare una DIRI sostitutiva.

Grazie ancora.
"Non ti arrendere perchè non trovi tutto ciò di cui hai bisogno fatto su misura e a portata di mano, ma prendi ciò che hai, usa il tuo ingegno e servitene al meglio"
BP in Adventuring to Manhood

Terminus
Messaggi: 7248
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: impianto idranti esistente ante 10779

Messaggio da Terminus » mer ott 16, 2013 21:46

Beh allora, visto che sei fuori dalla L.46/90, la DIRI sarebbe tirata per la giacchetta (essendo sostitutiva di qualcosa che non era richiesto).
Meglio il CERT.IMP., che è nato proprio per quello, corredato della documentazione di cui sopra (alla fin fine sempre di una certificazione del tecnico si tratta, solo che nel secondo caso dovresti farla come tecnico antincendio).

patri
Messaggi: 980
Iscritto il: gio ott 02, 2008 09:57
Località: CO

Re: impianto idranti esistente ante 10779

Messaggio da patri » gio ott 17, 2013 09:28

Già, anche se il vecchio modello CERT-IMP è nato dopo il 1998... vedrò di tirare insieme qualcosa di sensato.
Grazie ancora dei preziosi consigli
"Non ti arrendere perchè non trovi tutto ciò di cui hai bisogno fatto su misura e a portata di mano, ma prendi ciò che hai, usa il tuo ingegno e servitene al meglio"
BP in Adventuring to Manhood

valerio188
Messaggi: 18
Iscritto il: gio set 05, 2013 15:29

Re: impianto idranti esistente ante 10779

Messaggio da valerio188 » lun lug 31, 2017 09:15

patri ha scritto:
mer ott 16, 2013 18:56
Buongiorno,
per chiudere una SCIA i VVF richiedono dichiarazione di conformità e attestazione dei requisiti di una rete idrica antincendio realizzata nei primi anni '90, prima dell'entrata in vigore della 10779:1998.
A memoria non ricordo altre norme tecniche prima di quell'anno (correggetemi se sbaglio).
Scusate se uso questo vecchio topic ma la domanda che vorrei fare è simile a quella già postata da patri:

Qual era la normativa di riferimento per le reti di idranti ante 10779:1998 ma successive alla 46/90?

Tom Bishop
Messaggi: 1609
Iscritto il: mar dic 30, 2008 17:13

Re: impianto idranti esistente ante 10779

Messaggio da Tom Bishop » mar ago 01, 2017 05:17

Da quello che ricordo non c'era nulla.
Tom Bishop

Terminus
Messaggi: 7248
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: impianto idranti esistente ante 10779

Messaggio da Terminus » mar ago 01, 2017 09:19

Per le alimentazioni idriche si usava la UNI 9490, anche se formalmente era per impianti a sprinkler.

valerio188
Messaggi: 18
Iscritto il: gio set 05, 2013 15:29

Re: impianto idranti esistente ante 10779

Messaggio da valerio188 » mar ago 01, 2017 10:31

Terminus ha scritto:
mar ago 01, 2017 09:19
Per le alimentazioni idriche si usava la UNI 9490, anche se formalmente era per impianti a sprinkler.
Quindi per il dimensionamento e per le prestazioni (n° di idranti contemporanei, portata, pressione residua e durata) prima della UNI 10779 del 1998 non c'era nessun riferimento normativo?

patri
Messaggi: 980
Iscritto il: gio ott 02, 2008 09:57
Località: CO

Re: impianto idranti esistente ante 10779

Messaggio da patri » mar ago 01, 2017 15:02

No, si faceva riferimento alle sole norme VVF
"Non ti arrendere perchè non trovi tutto ciò di cui hai bisogno fatto su misura e a portata di mano, ma prendi ciò che hai, usa il tuo ingegno e servitene al meglio"
BP in Adventuring to Manhood

valerio188
Messaggi: 18
Iscritto il: gio set 05, 2013 15:29

Re: impianto idranti esistente ante 10779

Messaggio da valerio188 » mar ago 01, 2017 15:56

patri ha scritto:
mar ago 01, 2017 15:02
No, si faceva riferimento alle sole norme VVF
Ed in caso di attività senza una Regola Tecnica Verticale?

Tom Bishop
Messaggi: 1609
Iscritto il: mar dic 30, 2008 17:13

Re: impianto idranti esistente ante 10779

Messaggio da Tom Bishop » mer ago 02, 2017 05:30

valerio188 ha scritto:
mar ago 01, 2017 15:56

Ed in caso di attività senza una Regola Tecnica Verticale?
Valutazione rischi
Tom Bishop

Terminus
Messaggi: 7248
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: impianto idranti esistente ante 10779

Messaggio da Terminus » mer ago 02, 2017 08:48

Più che altro si andava dal funzionario del Comando e si concordava con lui quanto necessario all'approvazione della pratica......

etec83
Messaggi: 496
Iscritto il: sab lug 13, 2013 16:39

Re: impianto idranti esistente ante 10779

Messaggio da etec83 » mer ago 02, 2017 13:47

C'era anche questa lettera circolare del 1993:

http://www.sindirvvf.it/Documenti/Norme ... attiva.htm

Ma non che aiuti molto per la domanda in oggetto.

etec83
Messaggi: 496
Iscritto il: sab lug 13, 2013 16:39

Re: impianto idranti esistente ante 10779

Messaggio da etec83 » sab mar 24, 2018 20:01

Qualcuno sa per caso di una norma sperimentale del comitato tecnico italiano materiali antincendio o CTIMA n°12?
Su qualche vecchio progetto per le prestazioni delle idranti ho visto citata questa norma, ma non l'ho mai trovata.
Ad esempio mi ricordo per gli UNI 70 in qualche vecchio progetto veniva citata come CTIMA 12/76 e prevedeva la contemporaneità di 2 idranti con portata di 450 lt/min.

Però non ho mai trovato nulla di più.

fstbianchi
Messaggi: 65
Iscritto il: ven feb 13, 2015 16:47

Re: impianto idranti esistente ante 10779

Messaggio da fstbianchi » sab ott 13, 2018 09:49

La CTIMA 12 era una norma sperimentale.

fstbianchi
Messaggi: 65
Iscritto il: ven feb 13, 2015 16:47

Re: impianto idranti esistente ante 10779

Messaggio da fstbianchi » sab ott 13, 2018 10:33

Buon giorno; ho riscontrato che un condominio ha un'approvazione progetto del 1996 di cui nessuno era a conoscenza e per il quale NON è mai stato richiesto CPI.
Ad oggi serve presentare SCIA.
DUBBI CHE VOGLIO CHIARIRE CON il VS. AIUTO:
_ è presente impianto idranti con 3 bocche DN45, realizzato nel 1997, quindi prima della dell'uscita della 10779; non c'è alcuna DI.CO.. Io sostengo che serva fare CERT IMP verificando 50% idranti (unica indicazione esistente derivante dalla RTV) e fare istallare un attacco di mandata VVF, come richiesto dalla RTV. Siete d'accordo? o l'attacco VVF, non essendo mai stato indicato in progetto (approvato), NON lo considero neanche nel mio CERT IMP?

grazie.

Avatar utente
weareblind
Messaggi: 757
Iscritto il: gio lug 30, 2009 09:49

Re: impianto idranti esistente ante 10779

Messaggio da weareblind » sab ott 13, 2018 11:54

Per le prestazioni del condominio vedi tabella 1 riga 2 del D.M. 20/12/2012

Terminus
Messaggi: 7248
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: impianto idranti esistente ante 10779

Messaggio da Terminus » sab ott 13, 2018 13:19

Prima dovresti chiarire cosa intendi per condominio: edificio di civile abitazione o autorimessa ?
Hai un parere approvato nel 1997, quindi con le norme verticali tutto'ora vigenti (io con RTV intendo i capitoli della sezione V alla RTO DM 03/08/15, ma non credo che tu vooglia intendere questi).
Nelle norme hai scritto per bene quali sono le prestazioni da verificare: il 50% è citato nella norma autorimesse.
Non devi utilizzare il DM 20/12/12, in quanto il tuo impianto è antecedente, così come la sua approvazione.
L'attacco VVF è previsto da tutte le norme, ed era anche previsto nella vecchia 9490, quindi va installato.
Dovresti avere la DICO, in sua mancanza è possibile redigere una DIRI, che ha valore anche fuori dagli uffici dei VVF. Per questi va bene anche il CERT.IMP.

Avatar utente
weareblind
Messaggi: 757
Iscritto il: gio lug 30, 2009 09:49

Re: impianto idranti esistente ante 10779

Messaggio da weareblind » sab ott 13, 2018 14:08

Terminus ha scritto:
sab ott 13, 2018 13:19
Non devi utilizzare il DM 20/12/12, in quanto il tuo impianto è antecedente, così come la sua approvazione.
Se trova scritta la prestazione nel progetto approvato 1997, si. Se no...

fstbianchi
Messaggi: 65
Iscritto il: ven feb 13, 2015 16:47

Re: impianto idranti esistente ante 10779

Messaggio da fstbianchi » sab ott 13, 2018 15:38

Scusate...Per condominio intendevo autorimessa condominiale e per RTV intendevo DM 1986.
Nel progetto non è indicato nulla, semplicemente perché NON esiste relazione, ma solo una tavola grafica.
Grazie, opto per CERT. IMP.

Terminus
Messaggi: 7248
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: impianto idranti esistente ante 10779

Messaggio da Terminus » sab ott 13, 2018 17:20

weareblind ha scritto:
sab ott 13, 2018 14:08
Terminus ha scritto:
sab ott 13, 2018 13:19
Non devi utilizzare il DM 20/12/12, in quanto il tuo impianto è antecedente, così come la sua approvazione.
Se trova scritta la prestazione nel progetto approvato 1997, si. Se no...
L'attività è stata approvata nel 1997 ed è provvista di norma verticale che specifica le prestazioni. Il fatto che non sia stato scritto nulla in proposito nel progetto approvato, non significa che non si applichi il DM 01/02/86.
Solitamente i comandi specificano nei pareri che per ogni aspetto non esplicitato nel progetto, valgono le norme verticali specifiche, oltre a quelle generali.
Se mai si dovesse applicare il DM 20/12/12, quindi 10779/12845, l'impianto sarebbe da rifare in toto.

Avatar utente
weareblind
Messaggi: 757
Iscritto il: gio lug 30, 2009 09:49

Re: impianto idranti esistente ante 10779

Messaggio da weareblind » sab ott 13, 2018 19:32

Nel progetto potrebbe esserci una prestazione superiore al D.M. 1 febbraio 1986, il che farebbe in questo caso testo. In assenza, confermo la prestazione 1 febbraio 1986.

fstbianchi
Messaggi: 65
Iscritto il: ven feb 13, 2015 16:47

Re: impianto idranti esistente ante 10779

Messaggio da fstbianchi » mer nov 14, 2018 12:31

Buon giorno a chi legge;
ho autorimessa 1° interrato approvata nel 1982, quindi ante DM1/2/86, ante UNI9490:1989 e ante UNI 10779:1998, ma post DM 20/11/81.
Ottenuto CPI nel 2004, sempre rinnovato. Arrivato a me, NON procedo con rinnovo perchè situazione agli atti presenti al Comando NON è conforme allo stato di fatto (n°auto da 47 a 58 per aumento numero box, filtri a prova di fumo NON regolari, US non regolari), NON CHIEDETEMI COME HANNO FATTO A RILASCIARE IL CPI.
Devo presentare VAL PROG per variante e adeguamento.

Punti che voglio affrontare con voi:
_ RETE IDRANTI AUTORIMESSA: La rete idranti esistente (non c'è DI.CO., progetto o schema alcuno) copre l'autorimessa (6 bocche UNI45) e poi sale nell'unico vano scala del condominio (H ant. 12<H< 24 ml. 6 livelli ft); non esiste attacco motopompa VVF. Con la VAL PROG apporto delle varianti essenziali all'attività di autorimessa (aumento N°auto parcate e supero le 50, rivedo uscite e filtri), ma la rete idranti NON la tocco. Secondo voi devo prevedere l'istallazione di un attacco mandata VVF, anche se la rete NON la modifico? (per quell'epoca andava bene così-1982 approvazione).

_ IPOTESI MONTANTE IDRANTI NEL VS: avevo in mente di sostituire gli idranti con dei naspi 35 lt./min. (in caso gli idranti non avessero le prestazioni). Sul montante ci sono 6 UNI45 (1 per ogni liv fuori terra), quindi facendo così modificherei il 50% della tipologia degli apparecchi istallati (ATTUALI 6 UNI45 autorimessa+ 6 UNI45 vano scala); è modifica sostanziale punto 1.2 DM 20/12/12, secondo voi??? oppure no, perchè la rete di fatto non si tocca?!!

_ SURPRESSIONE: se da verifiche che devo ancora eseguire risultasse che le prestazioni ai piani alti fossero difficili da rispettare, cosa posso fare??
1_ sopprimo montante che NON figura da nessuna parte (neanche in comune);
2_ istallo una pompa?? ma non ho locali!!

Grazie a chi vorrà partecipare.

etec83
Messaggi: 496
Iscritto il: sab lug 13, 2013 16:39

Re: impianto idranti esistente ante 10779

Messaggio da etec83 » mer nov 14, 2018 14:35

- se la rete non la modifichi e sul CPI era indicata la presenza di un impianto idranti UNI 45 e non di un attacco VV.F, di fatto con ciò dimostri che l'impianto era esistente, non vedo perchè aggiungere un attacco autopompa.
Ovviamente gli idranti nel progetto approvato devono coincidere con lo stato di fatto.

- ma l'edificio soprastante rientra nel campo di applicazione del DM 246/87? in caso negativo devi preoccuparti solo delle prestazioni dell'impianto nell'autorimessa, in caso positivo se sostituisci gli idranti ai piani con i naspi, ai sensi del DM 37/08 e del del DM 20.12.2012 è una trasformazione pertanto l'impianto subisce sicuramente una modifica sostanziale e dev'essere adeguato alla UNI 10779.

- se l'edificio non rientra nel campo di applicazione del DM 246/87 puoi fregartene e verifichi che abbia le prestazioni richieste solo in autorimessa.

Terminus
Messaggi: 7248
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: impianto idranti esistente ante 10779

Messaggio da Terminus » mer nov 14, 2018 23:26

Perchè aggiungere l'attacco VVF ?
Se non tocchi l'impianto e se l'attacco non era citato da nessunissima parte, allora passi; ma se apporti una qualche modifica all'impianto, anche se a stretta lettura della 10779 non saresti tenuto, considerato anche che l'intervento sarebbe (tranne casi strani) di semplice attuazione, ritengo consigliabile installarlo.

Idranti nel palazzo: con h<24m non vi è obbligo di impianto. Se è stato in qualche modo citato nel progetto VVF o nella pratica edilizia allora è un altro paio di maniche ed occorre sincerarsi di cosa è stato previsto. E di conseguenza cosa oggi occorre verificare.
Se non c'è nulla di tutto questo, bypassalo completamente.

Surpressione: devi verificare cosa ti può dare l'acquedotto e poi fai le tue misurazioni; anche se solo nell'autorimessa, spera vivamente che le misure ti tornino.
Ho una situazione analoga per le mani: autorimessa abbastanza recente, autorizzata e rinnovata: misuro oggi e non ho pressione sufficiente agli idranti (già in sede di progetto/approvazione era stata considerata una fornitura con 2 bar :shock: ......). In questo caso un eventuale sostituzione idranti-naspi non risolverebbe la situazione, anzi la peggiorerebbe.

fstbianchi
Messaggi: 65
Iscritto il: ven feb 13, 2015 16:47

Re: impianto idranti esistente ante 10779

Messaggio da fstbianchi » gio nov 15, 2018 18:10

Ho chiesto all'Ente che gestisce acquedotto....non rilasciano nessuna dichiarazione, ti danno al massimo la statistica delle ore di interruzione servizio......

In autorimessa non ho problemi con 3 aperti sono sopra ai 2 bar di residua alla lancia.

Per il condominio, come dite voi non mi preoccupo, al di la di fargli cambiare lancia e manichette che sono dell'epoca di costruzione......se poi vogliono chiuderli (non sono menzionati da nessuna parte), gli ho detto che è una scelta condominiale.

Grazie.

Avatar utente
weareblind
Messaggi: 757
Iscritto il: gio lug 30, 2009 09:49

Re: impianto idranti esistente ante 10779

Messaggio da weareblind » gio nov 15, 2018 19:06

Ciao, che provincia? Io chiedo a manetta ste dichiarazioni e puntualmente arrivano...

fstbianchi
Messaggi: 65
Iscritto il: ven feb 13, 2015 16:47

Re: impianto idranti esistente ante 10779

Messaggio da fstbianchi » ven nov 16, 2018 17:58

CIAO, OGGI HO CHIAMATO E RIMANDATO RICHIESTA.
VI AGGIORNO POI QUANDO MI RISPONDONO, CHE COSA C'E' SCRITTO

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti