ALTEZZA RIDOTTA CENTRALE TERMICA - DEROGA

Normativa Antincendio, Rilascio CPI, ecc.

Moderatore: Edilclima

Rispondi
GMP
Messaggi: 110
Iscritto il: sab lug 08, 2017 13:01

ALTEZZA RIDOTTA CENTRALE TERMICA - DEROGA

Messaggio da GMP » sab giu 15, 2019 19:36

Buongiorno,

Dovrei presentare SCIA per una Centrale Termica interrata in categoria A, solamente che lo stato di fatto non è conforme ne al progetto approvato ne al D.M. 12/04/1996.

L'accesso alla centrale termica avviene tramite una scala a cielo aperto (Piove) delimitata da entrambi i lati da muri in cls e per una parte in sommità da un grigliato pedonale di accesso al condominio.

Prima di arrivare alla porta di ingresso della CT (avente altezza inferiore a 2 m) scendendo la scala si incontra ad un'altezza di circa 160 cm un grigliato metallico (percorso di accesso al condominio).

Di conseguenza avrei due problemi relativi all'altezza, uno relativamente alla porta e l'altro relativo all'intercapedine di accesso.

Ora, non volendo fare un pratica edilizia per il rifacimento della scala di accesso in cemento armato in quanto a causa di problemi strutturali risulta pressochè impossibile vorrei chiedere deroga e come misure alternative avrei pensato la seguente soluzioni:

1) installare un impianto di rivelazione fughe gas asservito ad un'elettrovalvola esterna;

Secondo voi basta oppure dovrei prevedere qualche altra cosa? quale potrebbe essere il rischio aggiuntivo dato dall'altezza ridotta?

Grazie

Avatar utente
weareblind
Messaggi: 1020
Iscritto il: gio lug 30, 2009 09:49

Re: ALTEZZA RIDOTTA CENTRALE TERMICA - DEROGA

Messaggio da weareblind » dom giu 16, 2019 09:20

Io aumenterei la aerazione.

GMP
Messaggi: 110
Iscritto il: sab lug 08, 2017 13:01

Re: ALTEZZA RIDOTTA CENTRALE TERMICA - DEROGA

Messaggio da GMP » dom giu 16, 2019 10:44

weareblind ha scritto:
dom giu 16, 2019 09:20
Io aumenterei la aerazione.
Perfetto, in realtà non l'ho scritto perché è una misura che avevo già. Fortunatamente le aperture di aerazione sono state sovradimensionate.

Chiaramente ieri non lo scritto, ma i tratti con altezza limitata li faccio segnalare tramite della strisce in gommapiuma a bande gialle e nere.

Ma l'altezza ridotta della porta di accesso e lungo l'intercapedine antincendio che rischi aggiuntivi potrebbe comportare?

Io avevo pensato alla difficoltà di accesso alle squadre di soccorso, quando eventualmente devono intervenire in CT in emergenza...ma è giusto? oltre a questa non me ne vengono altre!

Avatar utente
weareblind
Messaggi: 1020
Iscritto il: gio lug 30, 2009 09:49

Re: ALTEZZA RIDOTTA CENTRALE TERMICA - DEROGA

Messaggio da weareblind » dom giu 16, 2019 14:48

Direi di sì, per quello concordo sulla rilevazione con chiusura automatica + aumento aerazione. L'ideale però sarebbe anche un rimando del rilevatore a telefono presidiato.

GMP
Messaggi: 110
Iscritto il: sab lug 08, 2017 13:01

Re: ALTEZZA RIDOTTA CENTRALE TERMICA - DEROGA

Messaggio da GMP » lun giu 17, 2019 08:31

Ti ringrazio per il confronto!

Terminus
Messaggi: 7663
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: ALTEZZA RIDOTTA CENTRALE TERMICA - DEROGA

Messaggio da Terminus » lun giu 17, 2019 10:12

Beh, i due metri di altezza della porta hanno anche la funzione di garantire l'esodo in sicurezza.
Se scoppia un incendio in CT (che poi il rischio maggiore è quello di un'esplosione per innesco di fughe di gas), non è che i VVF si pongano il problema di entrarci.
Non capisco bene la limitazione dell'altezza del grigliato. Non puoi renderlo amovibile nel tratto che ti interessa ? Questo ti comporta problemi all'uscita del portone condominiale ?
Comunque concordo con la soluzione di aumentare l'aerazione e di mettere EV asservita a rilevatore gas.

GMP
Messaggi: 110
Iscritto il: sab lug 08, 2017 13:01

Re: ALTEZZA RIDOTTA CENTRALE TERMICA - DEROGA

Messaggio da GMP » lun giu 17, 2019 10:38

Terminus ha scritto:
lun giu 17, 2019 10:12
Beh, i due metri di altezza della porta hanno anche la funzione di garantire l'esodo in sicurezza.
Se scoppia un incendio in CT (che poi il rischio maggiore è quello di un'esplosione per innesco di fughe di gas), non è che i VVF si pongano il problema di entrarci.
Non capisco bene la limitazione dell'altezza del grigliato. Non puoi renderlo amovibile nel tratto che ti interessa ? Questo ti comporta problemi all'uscita del portone condominiale ?
Comunque concordo con la soluzione di aumentare l'aerazione e di mettere EV asservita a rilevatore gas.
esatto, il grigliato non posso renderlo amovibile perchè è un percorso obbligato per i condomini che devono entrare nel condominio.

I rischi che ho individuato alla fine sono i seguenti:

1) difficoltà di esodo in caso di pericolo;
2) possibili problemi in caso di scoppio o d'intervento.

compensati dalle seguenti misure:

1)
· Porta di accesso dotata di maniglione antipanico;
· Lampade nell'intercapedine con presenza di sensore;
· Lampade d’emergenza con batteria tampone nell'intercapedine;
· Accesso consentito al solo manutentore;
· Segnalare i tratti con altezza ribassata tramite bande in gommapiuma a bande gialle e nere.

2)
· Superficie di ventilazione aumentata;
· Elettrovalvola sulla mandata del gas asservita ad un rivelatore di fughe gas.

GMP
Messaggi: 110
Iscritto il: sab lug 08, 2017 13:01

Re: ALTEZZA RIDOTTA CENTRALE TERMICA - DEROGA

Messaggio da GMP » lun giu 24, 2019 11:24

Mi è sorto un dubbio banale sull'accesso alla Centrale Termica, ossia:

Centrale Termica interrata da cui si accede come già detto da una scala in CA larga 78 cm (Piove). L'accesso alla scala avviene da cortile a cielo libero (Spazio Scoperto).

L'accesso è da considerarsi da:

1) spazio scoperto

oppure

2) intercapedine

Nel primo caso la larghezza della scala andrebbe bene da 78 cm mentre nel secondo dovrei aumentare la larghezza fino a 90 cm.

Io sarei più per il secondo caso, accesso da intercapedine, voi cosa ne pensate?

Terminus
Messaggi: 7663
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: ALTEZZA RIDOTTA CENTRALE TERMICA - DEROGA

Messaggio da Terminus » lun giu 24, 2019 11:52

Intercapedine.
Riguarda bene la definizione di spazio scoperto....

GMP
Messaggi: 110
Iscritto il: sab lug 08, 2017 13:01

Re: ALTEZZA RIDOTTA CENTRALE TERMICA - DEROGA

Messaggio da GMP » lun giu 24, 2019 12:13

Terminus ha scritto:
lun giu 24, 2019 11:52
Riguarda bene la definizione di spazio scoperto....
nono, su quello ok. Non volevo intendere che la mia scala fosse spazio scoperto, ma il cortile da cui di accede alla scala.

Ho visto tecnici fare questo tipo di ragionamento, ossia, l'accesso alla scala (intercapedine) avviene da spazio scoperto e quindi non allargo la scala fino ad arrivare a 90 cm. In buona sostanza sostengono che l'accesso alla centrale termica sia la scala, e siccome l'accesso alla scala avviene da spazio scoperto non la allargano e dichiarano l'accesso conforme alla norma.

Un precedente tecnico che aveva in mano la pratica ha detto che la scala da 78 cm andava bene, ora che l'incarico è passato a me devo andare a giustificare ai condomini che la valutazione del tecnico precedente non era proprio corretta.

Assieme alle altezze non conformi inserirò anche questo punto nella deroga, con le stesse misure compensative.

Considerando infine che se per la porta è richiesta una larghezza minima di 60 cm non riscontro nessun rischio aggiuntivo per la scala di accesso da 78...

Grazie come sempre.

Rispondi