RTO e Verifica di Ridondanza vie di esodo

Normativa Antincendio, Rilascio CPI, ecc.

Moderatore: Edilclima

Rispondi
Starman
Messaggi: 38
Iscritto il: sab feb 24, 2024 14:56

RTO e Verifica di Ridondanza vie di esodo

Messaggio da Starman »

Sempre in vena di domande "difficili" sul facile non ci son dubbi di solito!

La verifica di ridondanza delle vie di esodo, come va condotta?
Su tutti gli elementi della via esodo? Compresa l'uscita finale?
Ovviamente mi riferisco a vie di esodo protette (non a prova di fumo o esterne).
Nel caso specifico ho una scala (protetta) che esce su una porta che però raccoglie anche un numero importante (100) di persone dal piano terra.

Ho visto molte relazioni fatte da molti colleghi anche illustrissimi, fare la verifica di ridondanza limitata alle uscite orizzontali di piano e alle scale, ma mai nessuno che tiene conto delle uscite finali...
Io, nel progetto, ho previsto anche la ridondanza anche per le uscite finali (che per ovvi motivi è anche la verifica più gravosa), ma ora, in cantiere, non riescono a fare le porte larghe come previsto.
Secondo voi è corretto considerare la ridondanza sulle uscite finali (quindi perdere sia una via di esodo verticale che un'uscita orizzontale del piano terra)? o è un eccesso di zelo?

Se serve vi faccio anche un disegnetto, ma come sempre mi riferisco ad un tema più concettuale e vasto rispetto al caso specifico.

Grazie!
stAR
Gmeister
Messaggi: 352
Iscritto il: mer ott 17, 2018 09:11

Re: RTO e Verifica di Ridondanza vie di esodo

Messaggio da Gmeister »

Starman ha scritto: gio feb 29, 2024 14:50 è un eccesso di zelo?
non è un eccesso di zelo, per me va fatto così. Della verifica di ridondanza sono chiari sia gli obbiettivi che le illustrazioni del codice, devi rendere indisponibile quell'uscita finale e vedere se dalle altre escono tutti, poi rendi indisponibile le altre e fai lo stesso ragionamento. Va da sè che se rendi indisponibile la più larga e viene verificato, sarai a posto anche con le altre.
Avatar utente
travereticolare
Messaggi: 1296
Iscritto il: sab giu 17, 2017 11:56
Località: Lombardia

Re: RTO e Verifica di Ridondanza vie di esodo

Messaggio da travereticolare »

Starman ha scritto: gio feb 29, 2024 14:50
Ciao,

Dici che intraprendi scala protetta per evacuare dal piano. Questa deve portare in luogo sicuro temporaneo, direttamente o tramite percorso protetto. L'uscita finale in questo caso è all'interno di un comparto dove non hai carico di incendio, non ho inneschi efficaci, perché dovrebbe essere resa indisponibile?
All'ingresso degli stabilimenti, dei depositi o dei grandi magazzini devono essere deposte le armi, gli speroni, le scatole di fiammiferi, gli accendisigari e simili. Le punizioni disciplinari in caso di inosservanza debbono essere pronte ed esemplari.
etec83
Messaggi: 826
Iscritto il: sab lug 13, 2013 16:39

Re: RTO e Verifica di Ridondanza vie di esodo

Messaggio da etec83 »

Ci vorrebbe un esempio per rispondere, l'uscita finale può configurarsi in molti modi non solo come fine di una scala d'esodo.
Il Codice non pare affrontare la problematica e a mio modo di vedere se si applica già la verifica di ridondanza su US orizzontali e verticali non ha molto senso riverificare anche l'uscita finale in ridondanza. Capisco che il contributo orizzontale e verticale in ridondanza su un'uscita finale possa essere diverso.
Ma mi sono capitati casi in cui facendo la ridondanza verticale il contributo verticale sull'uscita finale si è annullato e quindi a mio modo di vedere applicare il calcolo della ridondanza è sbagliato... Sì pensi ad esempio il caso di un'attività con 2 scale d'esodo per piano, di cui una è una scala a giorno e l'altra è una scala a prova di fumo è ovvio che il contributo verticale della scala a giorno in ridondanza sarà sempre nullo sul piano terra perchè la scala a prova di fumo è sempre disponibile ed esoda con una propria uscita finale direttamente all'esterno.

Certo poi per la verifica del maniglione e dell'apertura del verso d'esodo andrebbe fatta, ma questa viene solo considerando le verifiche d'esodo orizzontali perché con il verticale possono sussistere i problemi di cui sopra.

Spero di non essere stato troppo intricato.
Starman
Messaggi: 38
Iscritto il: sab feb 24, 2024 14:56

Re: RTO e Verifica di Ridondanza vie di esodo

Messaggio da Starman »

Mi fa piacere che ci siano idee divergenti.

Allego due schemini tipologici che sono identici a meno della presenza o no di una piccola reception.
Io sono nel caso A, ma non vedo differenze... cioè nei vani scala non è vietata la presenza di altre "piccole" cose (Es. quadri elettrici di piano) e se non devo rispettare che abbia caratteristiche di filtro (qf<50MJ/mq) per altri motivi non c'è nemmeno un limite del carico di incendio... (correggetemi se sbaglio, ne sarei veramente lieto!) quindi non vedo problemi a ospitare una reception nel percorso protetto di uscita (Altrimenti non avrebbe nemmeno molto senso verificare la ridondanza della scala IMHO)

CASO A
Screenshot 2024-03-01 100452.png
Screenshot 2024-03-01 100452.png (11.43 KiB) Visto 340 volte
CASO B
Allegati
Screenshot 2024-03-01 100429.png
Screenshot 2024-03-01 100429.png (11.05 KiB) Visto 340 volte
Avatar utente
travereticolare
Messaggi: 1296
Iscritto il: sab giu 17, 2017 11:56
Località: Lombardia

Re: RTO e Verifica di Ridondanza vie di esodo

Messaggio da travereticolare »

Ok, è la situazione che mi immaginavo ieri sera.

Aggiungo un aspetto, la verifica di ridondanza la si esegue quando c'è più uscita. Nel caso che prospetti gli occupati della scala e della reception non sono soggetti a verifica di ridondanza. Sarà soggetta ovviamente a verifica di ridondanza la porta EI60 Sa che apre sul vano protetto.
All'ingresso degli stabilimenti, dei depositi o dei grandi magazzini devono essere deposte le armi, gli speroni, le scatole di fiammiferi, gli accendisigari e simili. Le punizioni disciplinari in caso di inosservanza debbono essere pronte ed esemplari.
Rispondi