COMPUTI METRICI SETTORE PRIVATO - Quale approccio?

Normativa Termotecnica, Impianti di riscaldamento, Legge 10/91, DLgs 192/05, ecc.

Moderatore: Edilclima

Rispondi
Avatar utente
arien
Messaggi: 414
Iscritto il: ven apr 24, 2009 11:19

COMPUTI METRICI SETTORE PRIVATO - Quale approccio?

Messaggio da arien »

Ciao a Tutti,
In seguito al rincaro dei materiali, per il settore privato, non è possibile impiegare i listini pubblici della zona di riferimento per agli appalti con committente privato (residenziale e non).
Se fino a qualche anno addietro, questo era un approccio percorribile, adesso non lo è. I listini pubblici non sono aderenti ai reali prezzi di mercato (es. Listino Lombardia luglio 2022: FPO canale in acciaio riporta circa 6 Euro/kg contro i 9/11 Euro kg secondo offerte canalisti a ditte appaltatrici).
Voi che approccio applicate?
Grazie
Terminus
Messaggi: 11625
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: COMPUTI METRICI SETTORE PRIVATO - Quale approccio?

Messaggio da Terminus »

Con il DL Aiuti, le regioni sono obbligate a redigere degli aggiornamenti ai prezzari per tenere conto proprio di questo aumento prezzi.
La mia Regione ha già ottemperato con discreti aumenti di molte categorie.
Avatar utente
arien
Messaggi: 414
Iscritto il: ven apr 24, 2009 11:19

Re: COMPUTI METRICI SETTORE PRIVATO - Quale approccio?

Messaggio da arien »

Purtroppo, in alcuni regioni, come Lombardia, i listini non sono stati aggiornati adeguatamente.
Utilizzare un listino pubblico nel settore provato, a Milano, nel settore privato, è rischioso.
Alcuni usano il DEI. Tuttavia non mi ha mai convinto in quanto non è autorevole (vedi Report rai tre).
Terminus
Messaggi: 11625
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: COMPUTI METRICI SETTORE PRIVATO - Quale approccio?

Messaggio da Terminus »

Non autorevole quanto ci pare, ma ufficialmente accettato.
Abser
Messaggi: 470
Iscritto il: mar mag 27, 2008 12:02

Re: COMPUTI METRICI SETTORE PRIVATO - Quale approccio?

Messaggio da Abser »

nel settore privato non hai obblighi di seguire prezziari quindi fai i tuoi prezzi in base ai costi dei materiali e alla manodopera
Leonardo9325
Messaggi: 10
Iscritto il: mar gen 11, 2022 21:48

Re: COMPUTI METRICI SETTORE PRIVATO - Quale approccio?

Messaggio da Leonardo9325 »

Concordo nel settore privato puoi tranquillamente redigere te nuovi prezzi; però se in linea io utilizzerei il prezzario DEI.
archspf
Messaggi: 348
Iscritto il: mar ott 26, 2021 14:08
Località: RM
Contatta:

Re: COMPUTI METRICI SETTORE PRIVATO - Quale approccio?

Messaggio da archspf »

arien ha scritto: lun ago 01, 2022 09:03 Ciao a Tutti,
In seguito al rincaro dei materiali, per il settore privato, non è possibile impiegare i listini pubblici della zona di riferimento per agli appalti con committente privato (residenziale e non).
Se fino a qualche anno addietro, questo era un approccio percorribile, adesso non lo è. I listini pubblici non sono aderenti ai reali prezzi di mercato (es. Listino Lombardia luglio 2022: FPO canale in acciaio riporta circa 6 Euro/kg contro i 9/11 Euro kg secondo offerte canalisti a ditte appaltatrici).
Voi che approccio applicate?
Grazie
Oggi il mercato si è adeguato alle pubblicazioni DEI che quantomeno nella maggioranza dei casi rappresenta un riferimento allineato all'andamento reale dei prezzi. Tuttavia come già suggerito da altri colleghi, non essendoci vincoli di sorta, è sempre possibile fare riferimento alle soggezioni locali.
blog: www.archiparlare.it | giornale di un architecnico
Tom Bishop
Messaggi: 4119
Iscritto il: mar dic 30, 2008 17:13

Re: COMPUTI METRICI SETTORE PRIVATO - Quale approccio?

Messaggio da Tom Bishop »

Analisi dei costi voce per voce come se stessi facendo il preventivo. TI fai fare le offerte e valuti le mano d'opere.
Tom Bishop
Avatar utente
arien
Messaggi: 414
Iscritto il: ven apr 24, 2009 11:19

Re: COMPUTI METRICI SETTORE PRIVATO - Quale approccio?

Messaggio da arien »

Grazie per le risposte.
Che Software usate? Noi in studio usiamo il Primus.
Avete qualche stratagemma per velocizzare la redazione del CME?
Grazie.
Tom Bishop
Messaggi: 4119
Iscritto il: mar dic 30, 2008 17:13

Re: COMPUTI METRICI SETTORE PRIVATO - Quale approccio?

Messaggio da Tom Bishop »

Abbiamo Primus, ma il migliore è il buon vecchio foglio Excel.
Tom Bishop
archspf
Messaggi: 348
Iscritto il: mar ott 26, 2021 14:08
Località: RM
Contatta:

Re: COMPUTI METRICI SETTORE PRIVATO - Quale approccio?

Messaggio da archspf »

arien ha scritto: mer ago 03, 2022 21:28 Grazie per le risposte.
Che Software usate? Noi in studio usiamo il Primus.
Avete qualche stratagemma per velocizzare la redazione del CME?
Grazie.
Da sempre per molteplici ragioni utilizzo solo ed esclusivamente Excel, implementando nel tempo una serie di "automatismi" (macro) che consentono di velocizzare ed ottimizzare il lavoro:
- flessibilità: molti programmi fanno solo quello che vogliono loro, o al massimo puoi impostare il lavoro secondo loro standard o convenzioni spesso, appunto, poco flessibili;
- personalizzazione: posso decidere il formato, il layout, la "grafica", l'ordinamento....insomma tutto;
- velocità: mi consente con semplice copia ed incolla di creare nuovi campi; permette di editare facilmente ogni valore e/o voce (cosa molto farraginosa in primus);
- metodo: mi consente di impostare un metodo di lavoro per me efficace ed efficiente;
- controllo: pur impostando formule di calcolo "automatiche", concatenazioni con altri fogli di "dati", nomi per le funzioni (è più facile richiamare un dato valore anche in altri fogli della cartella), ritengo che l'intero processo sia utile per avere maggior controllo di quello che si stà facendo. spesso il completo automatismo può condurre ad un errore involontario (manca il processo selettivo).
- informatizzazione: con un pò di dimestichezza a livello visual-basic si possono scrivere codici che rendono la vita più facile, soprattutto per le operazioni del tutto meccaniche (es. banalmente trascrivere le intestazioni, prendendole da valori contenuti in un foglio dati).
blog: www.archiparlare.it | giornale di un architecnico
Avatar utente
arien
Messaggi: 414
Iscritto il: ven apr 24, 2009 11:19

Re: COMPUTI METRICI SETTORE PRIVATO - Quale approccio?

Messaggio da arien »

Grazie per le risposte.
Per mia esperienza, con excel, ho avuto dei problemi in quanto non sempre si riesce a tenere sotto controllo tutti i conti e gli altri files/fogli con le analisi dei prezzi.
Una domanda.
Quando effettuate le analisi dei prezzi, e usate un listino pubblico (quindi in assenza di offerte fornitori), che sconto applicate? Io personalmente applico uno sconto del 20% (lo considero come sconto base installatore).
Grazie
extradry
Messaggi: 176
Iscritto il: mer mar 31, 2021 16:59

Re: COMPUTI METRICI SETTORE PRIVATO - Quale approccio?

Messaggio da extradry »

dipende.
ad ogni rappresentante di materiale termotecnico che viene a portare catalogo e listino in ufficio, viene chiesto lo sconto medio installatore (ovvero lo sconto progettista) che varia da marca a marca e all'interno della stessa marca in base alla tipologia.
certe case ci comunicano già a noi sconti medi del 40/45% perchè poi gli installatori magari hanno un 5+5%.
ogni materiali è un caso a sè.
per quanto mi riguarda non mi è mai capitato di fare analisi prezzi ufficiali per il settore privato
Rispondi