Consiglio su documentazione superbonus

Normativa Termotecnica, Impianti di riscaldamento, Legge 10/91, DLgs 192/05, ecc.

Moderatore: Edilclima

Rispondi
caesar753
Messaggi: 14
Iscritto il: sab ott 16, 2021 22:56

Consiglio su documentazione superbonus

Messaggio da caesar753 »

Buongiorno,

vi chiedo un parere che può sembrare curioso: vorrei usare il superbonus (come tanti) installando un cappotto interno, cambiando infissi e rifacendo l'impianto di riscaldamento con uno a pavimento e PdC, ho trovato, con molta fatica visto che la risposta standard di molti è "non accettiamo nuove pratiche per superbonus perchè siamo pieni", un tecnico che mi sta ""seguendo"" (con molte virgolette) tuttavia è particolarmente latitante (basti dire che credo mi abbia bloccato le chiamate in ingresso, visto che se lo chiamo dal mio numero mi parte la segreteria ma provando da un numero a lui sconosciuto mi ha risposto, e non l'ho stalkerato, lo avrò chiamato 3 volte in 5 mesi!).
Visto che non nutro particolare fiducia, come si evince da questo ed altri precedenti che ometto, e il tempo stringe, dato che possiedo una unifamiliare con la scadenza del 30/06 che si avvicina sempre più, vorrei "mettermi in proprio": sono laureato in ingegneria e la scorsa settimana ho superato l'esame di abilitazione, il prossimo mese, a chiusura della sessione, presenterò domanda per iscrivermi all'albo, la mia laurea mi permette di firmare pratiche edilizie e fare da direttore dei lavori quindi, se il mio tecnico dovesse essere ancora latitante, presenterei io la documentazione necessaria e seguirei io i lavori.

Essendo inesperto del settore vi chiedo:
1) ritenete giusto farsi fare un computo metrico ed un capitolato da un tecnico con esperienza, descrivendogli i lavori?
2) troverò un tecnico che, ovviamente dietro pagamento, mi faccia questo computo metrico o mi scontrerò nuovamente con il muro del "abbiamo troppo lavoro"?
3)ho visto che i requisiti della CILA-Superbonus sono molto blandi (basta una descrizione sintetica dell'intervento di miglioramento energetico, sono abbastanza sicuro che con questi lavori andrei ben oltre le 2 classi energetiche, visto che ho uno studio di prefattibilità fatto nel 2020 da una ESCO, poi evaporata anche questa, che stimava il salto in 4 classi), ma per stare sul sicuro cosa potrei allegare? il computo metrico? i calcoli termotecnici?
4) mi consigliate un software per questi calcoli?

Non lo vogliate prendere come un atto di arroganza nei confronti delle varie categorie coinvolte (geometri, ingegneri ed architetti) ma, dopo due anni di tentativi, sono veramente esasperato e capisco che qualunque tecnico terzo vuole essere sicuro di quello che firma e, considerato il poco tempo, nessuno vuole metterci le mani, visto che in questo caso l'immobile è mio rischio per mio conto...

Grazie delle vostre preziose risposte!

P.S.: a conclusione aggiungo anche che ho sottomano, pronti ad iniziare in 15/20 giorni, sia la ditta edile, sia l'idraulico sia l'impiantista, mi manca solo chi mi faccia le carte!!
antonio
Messaggi: 634
Iscritto il: lun set 17, 2007 11:27

Re: Consiglio su documentazione superbonus

Messaggio da antonio »

Dopo i decreti antifrodi in vigore e le prossime sanzioni da 50 a 100 mila euro, oltre al carcere, per i professionisti che sbagliano sia in buona che in malafede, sei ancora convinto di quanto hai scritto?
caesar753
Messaggi: 14
Iscritto il: sab ott 16, 2021 22:56

Re: Consiglio su documentazione superbonus

Messaggio da caesar753 »

si, peccato che avere informazioni in materia sia più difficile che sapere i nomi degli iscritti ad una loggia massonica...

P.S.: comunque ora la mia principale preoccupazione sia cominciare a trovare un avvocato per fare un esposto davanti al consiglio di disciplina dell'ordine e una causa (civile, almeno in carcere non ci va) per quando questo "professionista" mi farà perdere il superbonus...
giotisi
Messaggi: 3146
Iscritto il: mer mag 27, 2009 11:52
Località: brescia

Re: Consiglio su documentazione superbonus

Messaggio da giotisi »

E col tuo PS, rileggilo, capisci perchè cosi tanti 'massoni' non ti hanno manco voluto ascoltare.
Semplicemente perchè 'sossordi', da una parte e dall'altra.. e ci sono piu' avvocati che ingegneri.
FRM
Messaggi: 78
Iscritto il: gio feb 10, 2022 00:13

Re: Consiglio su documentazione superbonus

Messaggio da FRM »

caesar753 ha scritto: lun gen 24, 2022 17:54 Buongiorno,

vi chiedo un parere che può sembrare curioso: vorrei usare il superbonus (come tanti) installando un cappotto interno, cambiando infissi e rifacendo l'impianto di riscaldamento con uno a pavimento e PdC, ho trovato, con molta fatica visto che la risposta standard di molti è "non accettiamo nuove pratiche per superbonus perchè siamo pieni", un tecnico che mi sta ""seguendo"" (con molte virgolette) tuttavia è particolarmente latitante (basti dire che credo mi abbia bloccato le chiamate in ingresso, visto che se lo chiamo dal mio numero mi parte la segreteria ma provando da un numero a lui sconosciuto mi ha risposto, e non l'ho stalkerato, lo avrò chiamato 3 volte in 5 mesi!).
Visto che non nutro particolare fiducia, come si evince da questo ed altri precedenti che ometto, e il tempo stringe, dato che possiedo una unifamiliare con la scadenza del 30/06 che si avvicina sempre più, vorrei "mettermi in proprio": sono laureato in ingegneria e la scorsa settimana ho superato l'esame di abilitazione, il prossimo mese, a chiusura della sessione, presenterò domanda per iscrivermi all'albo, la mia laurea mi permette di firmare pratiche edilizie e fare da direttore dei lavori quindi, se il mio tecnico dovesse essere ancora latitante, presenterei io la documentazione necessaria e seguirei io i lavori.

Essendo inesperto del settore vi chiedo:
1) ritenete giusto farsi fare un computo metrico ed un capitolato da un tecnico con esperienza, descrivendogli i lavori?
2) troverò un tecnico che, ovviamente dietro pagamento, mi faccia questo computo metrico o mi scontrerò nuovamente con il muro del "abbiamo troppo lavoro"?
3)ho visto che i requisiti della CILA-Superbonus sono molto blandi (basta una descrizione sintetica dell'intervento di miglioramento energetico, sono abbastanza sicuro che con questi lavori andrei ben oltre le 2 classi energetiche, visto che ho uno studio di prefattibilità fatto nel 2020 da una ESCO, poi evaporata anche questa, che stimava il salto in 4 classi), ma per stare sul sicuro cosa potrei allegare? il computo metrico? i calcoli termotecnici?
4) mi consigliate un software per questi calcoli?

Non lo vogliate prendere come un atto di arroganza nei confronti delle varie categorie coinvolte (geometri, ingegneri ed architetti) ma, dopo due anni di tentativi, sono veramente esasperato e capisco che qualunque tecnico terzo vuole essere sicuro di quello che firma e, considerato il poco tempo, nessuno vuole metterci le mani, visto che in questo caso l'immobile è mio rischio per mio conto...

Grazie delle vostre preziose risposte!

P.S.: a conclusione aggiungo anche che ho sottomano, pronti ad iniziare in 15/20 giorni, sia la ditta edile, sia l'idraulico sia l'impiantista, mi manca solo chi mi faccia le carte!!
Purtroppo chi "ti fa le carte" sono tecnici che hanno speso tempo a studiare le normative, imparato a giostrarsi in questo ginepraio di norme, dovresti verificare la conformità urbanistica, preparare Ape ante e Post, legge 10 ( sei in una riqualificazione importante di primo livello quindi anche più difficile come caso da trattare per un novizio) preparare un progetto termotecnico dell'impianto a pavimento, redigere un computo metrico per gli impianti, cappotto, infissi, calcolare le parcelle dei tecnici secondo dm 2016, redigere un quadro economico di spesa ripartendo le spese professionali e verificando di non superare i tetti di spesa e stando sotto l'ormai prossimo allegato A, imparare a fare una cilas, raccogliere la documentazione riguardante l'ultimo titolo abilitativo del fabbricato, imparare a redigere un PSC, imparare a caricare la documentazione sul portale Enea, se monti il fotovoltaico saper eseguire tutte le pratiche per l'allaccio da Enel al Gse, verificare che i materiali che monti siano realmente certificati cam, verificare i limiti delle trasmittanze, verificare il cop della pompa.
Se te la senti e sei in grado di fare questo e molto molto altro fai bene a metterti in proprio e ad asseverare il tutto.
Per fare il computo devi utilizzare il prezzario regionale o il dei e nel caso non trovi la voce che ti interessa costruirla tramite analisi prezzi.
caesar753
Messaggi: 14
Iscritto il: sab ott 16, 2021 22:56

Re: Consiglio su documentazione superbonus

Messaggio da caesar753 »

giotisi ha scritto: dom feb 20, 2022 23:36 E col tuo PS, rileggilo, capisci perchè cosi tanti 'massoni' non ti hanno manco voluto ascoltare.
Semplicemente perchè 'sossordi', da una parte e dall'altra.. e ci sono piu' avvocati che ingegneri.
Dal mio PS leggo solo di aver trovato un tecnico che, dopo aver accettato l'incarico ormai quasi 6 mesi fa, non è riuscito a produrmi null'altro che una serie di mail in cui si lamentava dell'attuale governo; se non aveva voglia/tempo/modo/capacità di portare avanti la mia pratica me lo poteva comunicare già nella prima mail di contatto, come hanno fatto altre decine di tecnici da me contattati prima di lui...
Ultima modifica di caesar753 il mer feb 23, 2022 11:11, modificato 1 volta in totale.
caesar753
Messaggi: 14
Iscritto il: sab ott 16, 2021 22:56

Re: Consiglio su documentazione superbonus

Messaggio da caesar753 »

FRM ha scritto: lun feb 21, 2022 02:31
caesar753 ha scritto: lun gen 24, 2022 17:54 Buongiorno,

vi chiedo un parere che può sembrare curioso: vorrei usare il superbonus (come tanti) installando un cappotto interno, cambiando infissi e rifacendo l'impianto di riscaldamento con uno a pavimento e PdC, ho trovato, con molta fatica visto che la risposta standard di molti è "non accettiamo nuove pratiche per superbonus perchè siamo pieni", un tecnico che mi sta ""seguendo"" (con molte virgolette) tuttavia è particolarmente latitante (basti dire che credo mi abbia bloccato le chiamate in ingresso, visto che se lo chiamo dal mio numero mi parte la segreteria ma provando da un numero a lui sconosciuto mi ha risposto, e non l'ho stalkerato, lo avrò chiamato 3 volte in 5 mesi!).
Visto che non nutro particolare fiducia, come si evince da questo ed altri precedenti che ometto, e il tempo stringe, dato che possiedo una unifamiliare con la scadenza del 30/06 che si avvicina sempre più, vorrei "mettermi in proprio": sono laureato in ingegneria e la scorsa settimana ho superato l'esame di abilitazione, il prossimo mese, a chiusura della sessione, presenterò domanda per iscrivermi all'albo, la mia laurea mi permette di firmare pratiche edilizie e fare da direttore dei lavori quindi, se il mio tecnico dovesse essere ancora latitante, presenterei io la documentazione necessaria e seguirei io i lavori.

Essendo inesperto del settore vi chiedo:
1) ritenete giusto farsi fare un computo metrico ed un capitolato da un tecnico con esperienza, descrivendogli i lavori?
2) troverò un tecnico che, ovviamente dietro pagamento, mi faccia questo computo metrico o mi scontrerò nuovamente con il muro del "abbiamo troppo lavoro"?
3)ho visto che i requisiti della CILA-Superbonus sono molto blandi (basta una descrizione sintetica dell'intervento di miglioramento energetico, sono abbastanza sicuro che con questi lavori andrei ben oltre le 2 classi energetiche, visto che ho uno studio di prefattibilità fatto nel 2020 da una ESCO, poi evaporata anche questa, che stimava il salto in 4 classi), ma per stare sul sicuro cosa potrei allegare? il computo metrico? i calcoli termotecnici?
4) mi consigliate un software per questi calcoli?

Non lo vogliate prendere come un atto di arroganza nei confronti delle varie categorie coinvolte (geometri, ingegneri ed architetti) ma, dopo due anni di tentativi, sono veramente esasperato e capisco che qualunque tecnico terzo vuole essere sicuro di quello che firma e, considerato il poco tempo, nessuno vuole metterci le mani, visto che in questo caso l'immobile è mio rischio per mio conto...

Grazie delle vostre preziose risposte!

P.S.: a conclusione aggiungo anche che ho sottomano, pronti ad iniziare in 15/20 giorni, sia la ditta edile, sia l'idraulico sia l'impiantista, mi manca solo chi mi faccia le carte!!
Purtroppo chi "ti fa le carte" sono tecnici che hanno speso tempo a studiare le normative, imparato a giostrarsi in questo ginepraio di norme, dovresti verificare la conformità urbanistica, preparare Ape ante e Post, legge 10 ( sei in una riqualificazione importante di primo livello quindi anche più difficile come caso da trattare per un novizio) preparare un progetto termotecnico dell'impianto a pavimento, redigere un computo metrico per gli impianti, cappotto, infissi, calcolare le parcelle dei tecnici secondo dm 2016, redigere un quadro economico di spesa ripartendo le spese professionali e verificando di non superare i tetti di spesa e stando sotto l'ormai prossimo allegato A, imparare a fare una cilas, raccogliere la documentazione riguardante l'ultimo titolo abilitativo del fabbricato, imparare a redigere un PSC, imparare a caricare la documentazione sul portale Enea, se monti il fotovoltaico saper eseguire tutte le pratiche per l'allaccio da Enel al Gse, verificare che i materiali che monti siano realmente certificati cam, verificare i limiti delle trasmittanze, verificare il cop della pompa.
Se te la senti e sei in grado di fare questo e molto molto altro fai bene a metterti in proprio e ad asseverare il tutto.
Per fare il computo devi utilizzare il prezzario regionale o il dei e nel caso non trovi la voce che ti interessa costruirla tramite analisi prezzi.
Su questo sono d'accordo: attualmente io non ho la capacità/esperienza di portare avanti questa documentazione e non c'è il tempo materiale di apprendere la materia, infatti quello che chiedevo io era una cosa diversa: potrei chiedere a qualche tecnico esterno di farmi LUI tutta la documentazione e alla fine mettere IO solo la firma (dopo eventualmente averla controllata, secondo le mie capacità, esperienza e discernimento), in modo che LUI non rischierebbe sanzioni civili o penali ed IO si?
Rispondi