Autorimesse e diversamente abili

Normativa Antincendio, Rilascio CPI, ecc.

Moderatore: Edilclima

Rispondi
christian619
Messaggi: 2339
Iscritto il: mar giu 16, 2009 18:28

Autorimesse e diversamente abili

Messaggio da christian619 »

Ho rinnovato un CPI di un'autorimessa nel 2020;
oggi ha acquistato un alloggio nel condominio un diversamente abile.
Un condominio per tramite del suo legale mi chiede di fare una dichiarazione
dove si attesti che anche per il soggetto diversamente abile l'autorimessa è sicura da un punto di vista dell'esodo nel caso di incendio.

1) l'autorimessa ha una rampa a cielo libero con pendenza del 15% e una scala da 1,2 contrapposta che da sul tetto dell'autorimessa e poi da li verso fuori

2) una volta che uno è sul tetto dell'autorimessa per uscire dal condominio deve passare un giardinetto privato che ha un cancelletto; questo cancelletto è stato messo dopo che ho rinnovato il CPI; io ho chiesto che fosse inserito nel regolamento di condominio che il cancelletto fosse sempre apribile e consentisse il passaggio verso l'ingresso condominiale...
Avatar utente
weareblind
Messaggi: 3169
Iscritto il: gio lug 30, 2009 09:49

Re: Autorimesse e diversamente abili

Messaggio da weareblind »

Ma già la rampa 15% può andare? In ogni caso, io non farei tali dichiarazioni. Chiedesse ad un suo architetto di fiducia esperto di QUEL settore.
Terminus
Messaggi: 12799
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: Autorimesse e diversamente abili

Messaggio da Terminus »

Diversamente abile = in carrozzella ?
Se è così la rampa al 15% è eccessiva perchè non potrà percorrerla autonomamente.
Se non è in carrozzella occorre analizzare i requisiti specifici di accessibilità.
christian619
Messaggi: 2339
Iscritto il: mar giu 16, 2009 18:28

Re: Autorimesse e diversamente abili

Messaggio da christian619 »

Terminus ha scritto: lun giu 10, 2024 18:29 Diversamente abile = in carrozzella ?
Se è così la rampa al 15% è eccessiva perchè non potrà percorrerla autonomamente.
Se non è in carrozzella occorre analizzare i requisiti specifici di accessibilità.
Si è in carrozzella....

Però il defunto DM del 86 delle autorimesse (sulla base del quale è stato rilasciato nel 2001 il CPI)
diversamente dal COPI non prevedeva nulla in tal senso....
christian619
Messaggi: 2339
Iscritto il: mar giu 16, 2009 18:28

Re: Autorimesse e diversamente abili

Messaggio da christian619 »

weareblind ha scritto: lun giu 10, 2024 17:33 Ma già la rampa 15% può andare? In ogni caso, io non farei tali dichiarazioni. Chiedesse ad un suo architetto di fiducia esperto di QUEL settore.
mi ha chiesto di rispondergli limitatamente agli aspetti antincendio se siamo a posto o meno...
Terminus
Messaggi: 12799
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: Autorimesse e diversamente abili

Messaggio da Terminus »

L'autorimessa è conforme alla norma previgente, ma tu oggi certificheresti che è sicura per il disabile in carrozzella ?
Avatar utente
weareblind
Messaggi: 3169
Iscritto il: gio lug 30, 2009 09:49

Re: Autorimesse e diversamente abili

Messaggio da weareblind »

christian619 ha scritto: lun giu 10, 2024 18:57
weareblind ha scritto: lun giu 10, 2024 17:33 Ma già la rampa 15% può andare? In ogni caso, io non farei tali dichiarazioni. Chiedesse ad un suo architetto di fiducia esperto di QUEL settore.
mi ha chiesto di rispondergli limitatamente agli aspetti antincendio se siamo a posto o meno...
Non proprio: aspetti per diversamente abili. Io, per esempio, quelle norme non le conosco.
christian619
Messaggi: 2339
Iscritto il: mar giu 16, 2009 18:28

Re: Autorimesse e diversamente abili

Messaggio da christian619 »

Terminus ha scritto: lun giu 10, 2024 19:27 L'autorimessa è conforme alla norma previgente, ma tu oggi certificheresti che è sicura per il disabile in carrozzella ?
Mi è stato chiesto di farlo....
non ho però ben chiaro se posso rilasciare una dichiarazione di quel tipo limitatamente agli aspetti antincendio....
Terminus
Messaggi: 12799
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: Autorimesse e diversamente abili

Messaggio da Terminus »

Sei un professionista e decidi tu cosa firmare, ma se ti chiedono di buttarti nel fuoco dici di sì ?
Secondo me le condizioni che hai descritto non sono idonee per un disabile in carrozzella, a meno che non vi siano spazi calmi per contenerlo.
christian619
Messaggi: 2339
Iscritto il: mar giu 16, 2009 18:28

Re: Autorimesse e diversamente abili

Messaggio da christian619 »

Terminus ha scritto: mar giu 11, 2024 07:37 Sei un professionista e decidi tu cosa firmare, ma se ti chiedono di buttarti nel fuoco dici di sì ?
Secondo me le condizioni che hai descritto non sono idonee per un disabile in carrozzella, a meno che non vi siano spazi calmi per contenerlo.
E' quindi all'atto pratica l'amministratore cosa può fare? Inibisce l'uso al disabile?
boba74
Messaggi: 4099
Iscritto il: mar mag 26, 2020 15:16

Re: Autorimesse e diversamente abili

Messaggio da boba74 »

Ora con il nuovo codice devi prevedere la possibilità di accesso ai disabili nelle autorimesse, ma con la vecchia norma non c'era questo aspetto, per tanto un'autorimessa conforme al DM 86 è "conforme" dal punto di vista antincendio, ma in generale non lo è per quanto riguarda l'accesso ai disabili.
Esistono altre norme (e obblighi) sulle barriere architettoniche, ma non sono di competenza del tecnico antincendio a mio avviso.
Quindi a meno di non riprogettare l'autorimessa applicando il COPI in modo da consentire l'esodo in sicurezza dei disabili, tu ora non dovresti (e non potresti) dichiarare nulla in tal senso, e non sei tenuto a farlo, dato che il CPI è stato rilasciato applicando una norma precedente.
Secondo me la responsabilità è solo dell'amministratore, e se non ci sono i requisiti per l'accesso ai disabili l'autorimessa va adeguata.
Cioè, dal pdv antincendio si potrebbe anche negare l'accesso ai disabili, ma non credo che la cosa sia legalmente fattibile, dato che le leggi sull'abbattimento delle barriere architettoniche sono ugualmente cogenti.
Terminus
Messaggi: 12799
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: Autorimesse e diversamente abili

Messaggio da Terminus »

Non può inibire l'uso ai proprietari. Può però informare in forma scritta ed anche con cartellonistica di avviso che l'autorimessa non ha le caratteristiche per garantire la sicurezza del disabile in caso di incendio.
Se poi l'assemblea delibera di procedere ad eventuali possibili adeguamenti.....
ing.caruso
Messaggi: 245
Iscritto il: mar set 15, 2020 16:45
Località: Lazio/Calabria

Re: Autorimesse e diversamente abili

Messaggio da ing.caruso »

christian619 ha scritto: mar giu 11, 2024 08:40
Terminus ha scritto: mar giu 11, 2024 07:37 Sei un professionista e decidi tu cosa firmare, ma se ti chiedono di buttarti nel fuoco dici di sì ?
Secondo me le condizioni che hai descritto non sono idonee per un disabile in carrozzella, a meno che non vi siano spazi calmi per contenerlo.
E' quindi all'atto pratica l'amministratore cosa può fare? Inibisce l'uso al disabile?
Come detto da Terminus e anche in altri post christian, inibire l'uso dell'autorimessa credo sia ormai nel 2024 fuori discussione. A meno di non trovare un amministratore che legalmente si possa assumere tale azzardo, per non dire follia.
Quello che farei in questo caso, a prescindere dal CPI in essere già vigente nell'autorimessa, è informare e relazionare all'amministratore dell'aggravio di rischio per tale categoria di occupante. Fermo restando che le soluzioni esistono sempre. Interfono con chiamata di emergenza, un montascale, etc...Ci sono sempre. Il problema è sempre lo stesso che vedo ad ogni assemblea condominiale. Convincere i Condomini ad eventuali costi extra, non espressamente richiesti per il CPI in essere. Tu il tuo lo hai fatto. Ora la palla spetta a chi chi dovrà interessarsene. Sono le rogne peggiori nelle pratiche CPI di un'autorimessa.
christian619
Messaggi: 2339
Iscritto il: mar giu 16, 2009 18:28

Re: Autorimesse e diversamente abili

Messaggio da christian619 »

Grazie dei consigli... si anche perchè bisogna tenere le competenze separate altrimenti
per assurdo tutte le volte che rinnovo un CPI di un'autorimessa dovrei
accertarmi (nel caso in cui questa non sia idonea per l'evacuazione di un disabile (direi quasi sempre con le vecchie autorimesse DM 86))
che nel condominio non vi siano disabili....

onestamente non avrebbe senso...

penso che la responsabilità ricada sull'amministratore che deve accertarsi con un architetto della regolarità in merito
alle barriere architettoniche....
Gmeister
Messaggi: 376
Iscritto il: mer ott 17, 2018 09:11

Re: Autorimesse e diversamente abili

Messaggio da Gmeister »

Per questo argomento in particolare, a meno di specifiche richieste più restrittive dei clienti, io faccio comandare la L 13/89 e il relativo regolamento; del tipo che se l'adeguamento AI FINI ANTINCENDIO dell'autorimessa si qualifica urbanisticamente come intervento sufficientemente rilevante da rientrare negli obblighi delle norme di cui sopra, io inserisco nel progetto, sennò no. Fanno eccezione le attività già accessibili o visitabili per cui lo prevedo sempre.

Se l'avvocato non ti dice il fine per cui ti richiede la dichiarazione e tu vuoi farla lo stesso (puoi rifiutarti eh), scrivi una bella premessa che ponga dei limiti precisi alla validità della tua dichiarazione.
paola2
Messaggi: 15
Iscritto il: gio mag 10, 2012 09:29

Re: Autorimesse e diversamente abili

Messaggio da paola2 »

Concordo con chi consiglia una dichiarazione sullo stato delle autorizzazioni ed aggiungerei una dichiarazione sulla fattibilità di adeguamento della scala esistente con un servoscala che naturalmente deve essere indipendente dal quadro delle autorimesse.
Io sono tecnico progettista, non antincendio, e da anni ormai nel privato mi confronto con queste situazioni di adeguamento alla accessibilità delle abitazioni.
A tale proposito, in un progetto di nuovo fabbricato residenziale (4 autorimesse : attività 75A) oltre alla rampa, prevedo 2 scale di sicurezza da 120cm di larghezza, (in posizione simmetrica rispetto l'asse del fabbricato per garantire meno di 30 m per le uscite di sicurezza)
con predisposizione (a livello elettrico) di servoscala.
Nonostante ognuna delle 4 autorimesse confini al suo interno con il proprio vano scala esclusivo (anche questo dimensionato per posizionarci un servoscala) che lo collega al piano terra.
Ed il tecnico antincendio ritenga sia sufficiente per la normativa la presenza del vano scala all'interno delle autorimesse...
Ma se nel mio caso la progettazione è più che mirata (1 delle unità abitative è destinata ad un nucleo familiare con persona affetta da malattia che ahimè, presto o tardi potrebbe portarla su una carrozzina), sarebbe cmq opportuno che si cominciassero ad implementare queste sensibilità anche nella progettazione antincendio.
Ma mi rendo anche conto che è un mondo difficile , dove il committente comanda (si deve spendere il meno possibile) e la norma spesso o non esiste o è facilmente aggirabile da qualche autodichiarazione.
ing.caruso
Messaggi: 245
Iscritto il: mar set 15, 2020 16:45
Località: Lazio/Calabria

Re: Autorimesse e diversamente abili

Messaggio da ing.caruso »

Guardate. Fosse anche solo questo il problema, ossia il sensibilizzare gli utenti al tema dell'abbattimento/superamento delle barriere architettoniche. E' anni che battaglio. Il punto, come anche spesso tocca parallelamente altri post dove leggo di Scie o di mancati rinnovi, è che nel tempo si è sempre considerato l'adeguamento antincendio come un qualcosa di contorno. Di facoltativo. Nell'ordine della scala delle priorità quasi anche all'ultimo posto nelle assemblee. Roba che quando mi trovo a spiegarne l'importanza e l'impellenza in tali riunioni sembra di dover comunicare a tutti la dipartita di un parente quando invece dovrebbe essere la normalità.

E non entro nel merito dei CERT-REI dei solai predalles esistenti da 20 e passa anni. Non scoperchiamo quest'altro vaso di pandora per favore.
Gmeister
Messaggi: 376
Iscritto il: mer ott 17, 2018 09:11

Re: Autorimesse e diversamente abili

Messaggio da Gmeister »

Concordo ing. Caruso, ma se ci si mette, da tecnici, a sensibilizzare su certe tematiche non se ne esce.
Per quanto mi riguarda, a domanda del cliente segue risposta tecnica, non politica, sociale o etica. Se convince bene, poi si può anche parlare di come fare, se c'è la possibilità di venirsi incontro lo si fa ecc, se non convince è sufficiente che siano chiare responsabilità e conseguenze.
Avatar utente
weareblind
Messaggi: 3169
Iscritto il: gio lug 30, 2009 09:49

Re: Autorimesse e diversamente abili

Messaggio da weareblind »

Concordo. Ognuno il suo.
Rispondi