ACS spogliatoi

Normativa Termotecnica, Impianti di riscaldamento, Legge 10/91, DLgs 192/05, ecc.

Moderatore: Edilclima

achille89
Messaggi: 76
Iscritto il: lun mag 21, 2018 20:22

ACS spogliatoi

Messaggio da achille89 »

Salve a tutti sto progettando l'impianto di produzione di ACS di uno spogliatoio di un campo da calcio. Devo fare tutto con pompa di calore.

I locali hanno un totale di 14 docce di cui:
- 2 locali arbitri
- 6 per ogni spogliatoio squadre per un totale di 12

Ora considerato che anche se le docce sono 6, una squadra è composta da almeno 11 giocatori quindi in realtà nel giro di poche decine di minuti si faranno la doccia tutti.

Applicando il metodo Caleffi a questo punto devo considerare un numero di docce virtualmente doppie?
Avatar utente
NoNickName
Messaggi: 8049
Iscritto il: gio giu 17, 2010 12:17

Re: ACS spogliatoi

Messaggio da NoNickName »

14 docce * 2 turni di lavaggio * 6min a doccia * 12 litri/min = 2000 litri di accumulo.
Però hai una settimana tra una partita e l'altra e quindi una settimana di tempo per il carico dell'accumulo, per cui puoi usare anche una piccola pompa di calore da 3/4kW.
"Discutere con certe persone è come giocare a scacchi con un piccione. Puoi essere anche il campione del mondo ma il piccione farà cadere tutti i pezzi, cagherà sulla scacchiera e poi se ne andrà camminando impettito come se avesse vinto lui.”
achille89
Messaggi: 76
Iscritto il: lun mag 21, 2018 20:22

Re: ACS spogliatoi

Messaggio da achille89 »

grazie per la risposta. Giusto per curiosità secondo metodo caleffi dovrei considerare già il doppio delle docce?
Esa
Messaggi: 3266
Iscritto il: sab dic 03, 2011 22:53

Re: ACS spogliatoi

Messaggio da Esa »

4 docce * 2 turni di lavaggio * 6min a doccia * 12 litri/min = 2000 litri di accumulo.
A che temperatura?
Avatar utente
NoNickName
Messaggi: 8049
Iscritto il: gio giu 17, 2010 12:17

Re: ACS spogliatoi

Messaggio da NoNickName »

Esa ha scritto: ven apr 26, 2024 11:51
4 docce * 2 turni di lavaggio * 6min a doccia * 12 litri/min = 2000 litri di accumulo.
A che temperatura?
Irrilevante
"Discutere con certe persone è come giocare a scacchi con un piccione. Puoi essere anche il campione del mondo ma il piccione farà cadere tutti i pezzi, cagherà sulla scacchiera e poi se ne andrà camminando impettito come se avesse vinto lui.”
ponca
Messaggi: 5811
Iscritto il: ven ott 22, 2010 18:22

Re: ACS spogliatoi

Messaggio da ponca »

NoNickName ha scritto: mer apr 24, 2024 22:32 14 docce * 2 turni di lavaggio * 6min a doccia * 12 litri/min = 2000 litri di accumulo.
Però hai una settimana tra una partita e l'altra e quindi una settimana di tempo per il carico dell'accumulo, per cui puoi usare anche una piccola pompa di calore da 3/4kW.
12 lt/min non è tanto per una doccia da spogliatoi? si possono prevedere docce con portata inferiore
invece considererei che i giocatori generalmente sono una ventina per squadra (incluse le riserve) e poi ci anche sono gli arbitri e che in quasi tutti i campi amatoriali possono esserci più partite o turni di allenamento ravvicinati
per cui mi sento di consigliare di aumentare la capacità di accumulo o la potenza per il reintegro
Avatar utente
NoNickName
Messaggi: 8049
Iscritto il: gio giu 17, 2010 12:17

Re: ACS spogliatoi

Messaggio da NoNickName »

ponca ha scritto: ven apr 26, 2024 15:09 12 lt/min non è tanto per una doccia da spogliatoi? si possono prevedere docce con portata inferiore
invece considererei che i giocatori generalmente sono una ventina per squadra (incluse le riserve) e poi ci anche sono gli arbitri e che in quasi tutti i campi amatoriali possono esserci più partite o turni di allenamento ravvicinati
per cui mi sento di consigliare di aumentare la capacità di accumulo o la potenza per il reintegro
Eh, allora, prima di decidere cosa mettere per scaldare l'acqua, decidiamo quanta gente deve fare la doccia, per quanto tempo, e con quali soffioni, dopodichè facciamo il conto del volume da accumulare.
La potenza per il reintegro in questo caso è ininfluente. L'acqua deve essere disponibile al momento del bisogno. Il reintegro di 2000 o 3000 litri di accumulo richiede ore.
"Discutere con certe persone è come giocare a scacchi con un piccione. Puoi essere anche il campione del mondo ma il piccione farà cadere tutti i pezzi, cagherà sulla scacchiera e poi se ne andrà camminando impettito come se avesse vinto lui.”
MarchiVis
Messaggi: 4
Iscritto il: mer set 06, 2023 14:24

Re: ACS spogliatoi

Messaggio da MarchiVis »

A mio avviso bisogna considerare che anche chi non gioca...nel pre-partita, nell'intervallo e in alcuni casi anche nel post-partita fa riscaldamento/allenamento e quindi poi farà la doccia

E spesso si organizzano anche dei mini-tornei con partite da 40-45 minuti con 3-4 squadre, soprattutto nel pre-campionato
Mimmo_510859D
Messaggi: 1635
Iscritto il: gio set 18, 2008 11:55

Re: ACS spogliatoi

Messaggio da Mimmo_510859D »

achille89 ha scritto: mer apr 24, 2024 19:20 Salve a tutti sto progettando l'impianto di produzione di ACS di uno spogliatoio di un campo da calcio. Devo fare tutto con pompa di calore.

I locali hanno un totale di 14 docce di cui:
- 2 locali arbitri
- 6 per ogni spogliatoio squadre per un totale di 12

Ora considerato che anche se le docce sono 6, una squadra è composta da almeno 11 giocatori quindi in realtà nel giro di poche decine di minuti si faranno la doccia tutti.

Applicando il metodo Caleffi a questo punto devo considerare un numero di docce virtualmente doppie?
Il punto di partenza è il numero totale di docce che devono essere soddisfatte ad ogni partita che, a prescindere dal numero di erogatori effettivamente installati, è quanto meno pari a 25 (22 per giocatori e 3 per la terna arbitrale). Pertanto, considerando un consumo di 150 litri/doccia hai una richiesta di ACS di 3750 litri per ogni turno. Questo è il tuo dato di partenza. Il risultato finale dipenderà da quanti turni hai giornalmente.
Ad esempio, nel caso in cui il campo di calcio prevede più partite a serata, considerando i seguenti dati
- periodo di punta: 0,3 h
- periodo di pre-riscaldo: 1,5 h
- temperatura di utilizzo: 40 °C
- temperatura di stoccaggio: 50 °C (visto che c'è una PdC)
- temperatura acqua fredda: 10 °C
viene fuori un accumulo di 2 400 litri a fronte di un generatore di potenza pari di circa 75 kW
achille89
Messaggi: 76
Iscritto il: lun mag 21, 2018 20:22

Re: ACS spogliatoi

Messaggio da achille89 »

Perfetto mi trovo con il ragionamento. Altra domanda stupida: sto impiegando uno scambiatore per la produzione dell'acs e vedendo le schede tecniche mi trovo che la mia tubazione dell'acqua in ingresso allo scambiatore dovrebbe essere dai miei calcoli sui 2" mentre lo scambiatore ha gli attacchi da 1". Come mai c'è tutta questa differenza?

Allego lo schema che sto partorendo
Allegati
Screenshot 2024-04-26 201725.png
Screenshot 2024-04-26 201725.png (344.75 KiB) Visto 2074 volte
Esa
Messaggi: 3266
Iscritto il: sab dic 03, 2011 22:53

Re: ACS spogliatoi

Messaggio da Esa »

La posizione degli attacchi sul serbatoio (puffer) mi sembrano migliorabili e il senso di circolazione dell'acqua nello scambiatore non corretto.
Sdoppierei il serbatoio e, forse, lo scambiatore, per migliorare la resa e inserirei qualche resistenza elettrica.
Una parte molto importante, e delicata, del sistema è la regolazione.
Esa
Messaggi: 3266
Iscritto il: sab dic 03, 2011 22:53

Re: ACS spogliatoi

Messaggio da Esa »

NoNickName ha scritto: ven apr 26, 2024 13:23
Esa ha scritto: ven apr 26, 2024 11:51
4 docce * 2 turni di lavaggio * 6min a doccia * 12 litri/min = 2000 litri di accumulo.
A che temperatura?
Irrilevante
Cioè? Non cambia nulla se modifico la T di accumulo e/o la T di utilizzo (immaginando che l'acquedotto sia sempre a 10°C)?
Avatar utente
NoNickName
Messaggi: 8049
Iscritto il: gio giu 17, 2010 12:17

Re: ACS spogliatoi

Messaggio da NoNickName »

Esa ha scritto: ven apr 26, 2024 22:37 Cioè? Non cambia nulla se modifico la T di accumulo e/o la T di utilizzo (immaginando che l'acquedotto sia sempre a 10°C)?
Cambia poco. Un po' il tempo di prelievo, ma non in maniera essenziale. Se usi una pdc puoi accumulare tra 45 e 50°C, quindi non fa molta differenza.
"Discutere con certe persone è come giocare a scacchi con un piccione. Puoi essere anche il campione del mondo ma il piccione farà cadere tutti i pezzi, cagherà sulla scacchiera e poi se ne andrà camminando impettito come se avesse vinto lui.”
Avatar utente
NoNickName
Messaggi: 8049
Iscritto il: gio giu 17, 2010 12:17

Re: ACS spogliatoi

Messaggio da NoNickName »

Mimmo_510859D ha scritto: ven apr 26, 2024 17:24 150 litri/doccia hai una richiesta di ACS
Ma come? Mi dite che 12 litri al minuto sono tanti, e poi usate 150 litri a doccia?
"Discutere con certe persone è come giocare a scacchi con un piccione. Puoi essere anche il campione del mondo ma il piccione farà cadere tutti i pezzi, cagherà sulla scacchiera e poi se ne andrà camminando impettito come se avesse vinto lui.”
Esa
Messaggi: 3266
Iscritto il: sab dic 03, 2011 22:53

Re: ACS spogliatoi

Messaggio da Esa »

NoNickName ha scritto: ven apr 26, 2024 23:14
Esa ha scritto: ven apr 26, 2024 22:37 Cioè? Non cambia nulla se modifico la T di accumulo e/o la T di utilizzo (immaginando che l'acquedotto sia sempre a 10°C)?
Cambia poco. Un po' il tempo di prelievo, ma non in maniera essenziale. Se usi una pdc puoi accumulare tra 45 e 50°C, quindi non fa molta differenza.
Forse, con una PdC da 3/4 kW e un accumulo da 2.000 litri a 45/50°C per un'utenza di 6+6+3 docce per un campo sportivo, può essere garantita con difficoltà?
Mimmo_510859D
Messaggi: 1635
Iscritto il: gio set 18, 2008 11:55

Re: ACS spogliatoi

Messaggio da Mimmo_510859D »

NoNickName ha scritto: ven apr 26, 2024 23:15
Mimmo_510859D ha scritto: ven apr 26, 2024 17:24 150 litri/doccia hai una richiesta di ACS
Ma come? Mi dite che 12 litri al minuto sono tanti, e poi usate 150 litri a doccia?
Io non lo ho detto. E poi, valore per valore, gli ho quotato i 150 litri doccia di Caleffi giacché l'autore del topic sta facendo riferimento al metodo riportato nei loro quaderni.
Avatar utente
NoNickName
Messaggi: 8049
Iscritto il: gio giu 17, 2010 12:17

Re: ACS spogliatoi

Messaggio da NoNickName »

Esa ha scritto: sab apr 27, 2024 09:22 Forse, con una PdC da 3/4 kW e un accumulo da 2.000 litri a 45/50°C per un'utenza di 6+6+3 docce per un campo sportivo, può essere garantita con difficoltà?
l'essenziale è calcolare correttamente l'accumulo. La potenza di reintegro in questo caso è poco importante.
"Discutere con certe persone è come giocare a scacchi con un piccione. Puoi essere anche il campione del mondo ma il piccione farà cadere tutti i pezzi, cagherà sulla scacchiera e poi se ne andrà camminando impettito come se avesse vinto lui.”
achille89
Messaggi: 76
Iscritto il: lun mag 21, 2018 20:22

Re: ACS spogliatoi

Messaggio da achille89 »

Esa ha scritto: ven apr 26, 2024 21:55 La posizione degli attacchi sul serbatoio (puffer) mi sembrano migliorabili e il senso di circolazione dell'acqua nello scambiatore non corretto.
Sdoppierei il serbatoio e, forse, lo scambiatore, per migliorare la resa e inserirei qualche resistenza elettrica.
Una parte molto importante, e delicata, del sistema è la regolazione.

Lo schema è piuttosto di principio naturalmente poi l'accumulo ha i suoi attacchi e va evitata la stratificazione. Per il discorso diametri invece?
ponca
Messaggi: 5811
Iscritto il: ven ott 22, 2010 18:22

Re: ACS spogliatoi

Messaggio da ponca »

150 litri per doccia nel contesto di spogliatoi sono troppi a mio parere, poi certo dipende se parliamo di un campetto amatoriale o di San siro.
Vanno previsti soffioni con portata max 7/8 lt/min e considerata una durata di max 10 minuti a doccia.
D'altra parte considererei un maggior numero di docce in base alla mia esperienza maturata in spogliatoi di campi amatoriali (con numerose docce fredde).

40 docce a partita circa (2 squadre da 20)
2 partite/allenamenti a giorno
8lt/min portata doccia
7.5 minuti durata media doccia

40*2*8*7.5= 4800 lt
Servono almeno 4800 lt o un sistema in grado di reintegrare velocemente (ma per questo servirebbe il gas)

Ovviamente il committente potrebbe dare indicazioni più precise poi sulle sue esigenze (soffioni con portata maggiore, più utenti ecc..)

In una situazione del genere personalmente forse preferirei avere serbatoi con stoccaggio di acs piuttosto che acqua tecnica con scambiatore a piastre.
Esa
Messaggi: 3266
Iscritto il: sab dic 03, 2011 22:53

Re: ACS spogliatoi

Messaggio da Esa »

preferirei avere serbatoi con stoccaggio di acs piuttosto che acqua tecnica con scambiatore a piastre.
Sarebbe interessante, vista l'esperienza, sapere perché.
ponca
Messaggi: 5811
Iscritto il: ven ott 22, 2010 18:22

Re: ACS spogliatoi

Messaggio da ponca »

Esa ha scritto: sab apr 27, 2024 11:59
preferirei avere serbatoi con stoccaggio di acs piuttosto che acqua tecnica con scambiatore a piastre.
Sarebbe interessante, vista l'esperienza, sapere perché.
Ok ma devo precisare che l'esperienza a cui facevo riferimento è quella di ex calciatore amatoriale, non quella di progettista di questi impianti :)

E su questo punto specifico non ho neppure un'idea ben definita, però con contemporaneità e portate elevate come nel caso di spogliatoi di un impianto sportivo penso sia meglio avere acs pronta piuttosto che produrla istantaneamente. Se è una cavolata ditemelo pure eh..
Avatar utente
NoNickName
Messaggi: 8049
Iscritto il: gio giu 17, 2010 12:17

Re: ACS spogliatoi

Messaggio da NoNickName »

ponca ha scritto: sab apr 27, 2024 11:16 In una situazione del genere personalmente forse preferirei avere serbatoi con stoccaggio di acs piuttosto che acqua tecnica con scambiatore a piastre.
Questo è ovvio.
"Discutere con certe persone è come giocare a scacchi con un piccione. Puoi essere anche il campione del mondo ma il piccione farà cadere tutti i pezzi, cagherà sulla scacchiera e poi se ne andrà camminando impettito come se avesse vinto lui.”
Esa
Messaggi: 3266
Iscritto il: sab dic 03, 2011 22:53

Re: ACS spogliatoi

Messaggio da Esa »

NoNickName ha scritto: sab apr 27, 2024 12:38
ponca ha scritto: sab apr 27, 2024 11:16 In una situazione del genere personalmente forse preferirei avere serbatoi con stoccaggio di acs piuttosto che acqua tecnica con scambiatore a piastre.
Questo è ovvio.
Perché?
achille89
Messaggi: 76
Iscritto il: lun mag 21, 2018 20:22

Re: ACS spogliatoi

Messaggio da achille89 »

Esa ha scritto: sab apr 27, 2024 13:48
NoNickName ha scritto: sab apr 27, 2024 12:38
ponca ha scritto: sab apr 27, 2024 11:16 In una situazione del genere personalmente forse preferirei avere serbatoi con stoccaggio di acs piuttosto che acqua tecnica con scambiatore a piastre.
Questo è ovvio.
Perché?
curioso pure io. E' vero che evito perdite ulteriori ma in questo caso mi evito il problema legionella. E' un campo amatoriale di paese quindi a mio avviso più semplice è il sistema e meglio è
Avatar utente
NoNickName
Messaggi: 8049
Iscritto il: gio giu 17, 2010 12:17

Re: ACS spogliatoi

Messaggio da NoNickName »

Perché idraulicamente prevedere la variabilità della portata di scambio da 1 a 15 docce contemporaneamente è un problema, oltre che banalmente come si è detto per evitare di perdere altri gradi.
"Discutere con certe persone è come giocare a scacchi con un piccione. Puoi essere anche il campione del mondo ma il piccione farà cadere tutti i pezzi, cagherà sulla scacchiera e poi se ne andrà camminando impettito come se avesse vinto lui.”
Esa
Messaggi: 3266
Iscritto il: sab dic 03, 2011 22:53

Re: ACS spogliatoi

Messaggio da Esa »

NoNickName ha scritto: sab apr 27, 2024 16:34 Perché idraulicamente prevedere la variabilità della portata di scambio da 1 a 15 docce contemporaneamente è un problema, oltre che banalmente come si è detto per evitare di perdere altri gradi.
Provo a schematizzare una soluzione standard: regolazione della temperatura in mandata (ACS) con sistema che agisce sulla velocità della pompa P1.
Portata da 0 a 1.000 l/1' e anche più.
Allegati
ACS centro sportivo.jpg
ACS centro sportivo.jpg (32.8 KiB) Visto 1884 volte
Avatar utente
NoNickName
Messaggi: 8049
Iscritto il: gio giu 17, 2010 12:17

Re: ACS spogliatoi

Messaggio da NoNickName »

Sì, ma la resa dello scambiatore da 0 a 1000?
Io continuo a preferire l'accumulo di sanitaria.
"Discutere con certe persone è come giocare a scacchi con un piccione. Puoi essere anche il campione del mondo ma il piccione farà cadere tutti i pezzi, cagherà sulla scacchiera e poi se ne andrà camminando impettito come se avesse vinto lui.”
Tom Bishop
Messaggi: 5389
Iscritto il: mar dic 30, 2008 17:13

Re: ACS spogliatoi

Messaggio da Tom Bishop »

Esa ha scritto: sab apr 27, 2024 17:14
Provo a schematizzare una soluzione standard: regolazione della temperatura in mandata (ACS) con sistema che agisce sulla velocità della pompa P1.
Portata da 0 a 1.000 l/1' e anche più.
L'ho già fatto più volte e per avere una regolazione accettabile devi mettere una valvola deviatrice a tre vie sul primario o miscelatrice sul secondario. Regolare la velocità della pompa non consente una temperatura regolare alle utenze. Almeno questa è la mia esperienza.
Tom Bishop
Tom Bishop
Messaggi: 5389
Iscritto il: mar dic 30, 2008 17:13

Re: ACS spogliatoi

Messaggio da Tom Bishop »

Per ridurre al minimo il problema della legionellosi io preferisco sempre fare acqua tecnica e produzione con scambiatore istantaneo.
Tom Bishop
Tom Bishop
Messaggi: 5389
Iscritto il: mar dic 30, 2008 17:13

Re: ACS spogliatoi

Messaggio da Tom Bishop »

Potresti dare anche un'occhiata al sistema di Mitsubishi Heavy Industries con pompa di calore a CO2.
Tom Bishop
Esa
Messaggi: 3266
Iscritto il: sab dic 03, 2011 22:53

Re: ACS spogliatoi

Messaggio da Esa »

Tom Bishop ha scritto: dom apr 28, 2024 09:40
Esa ha scritto: sab apr 27, 2024 17:14
Provo a schematizzare una soluzione standard: regolazione della temperatura in mandata (ACS) con sistema che agisce sulla velocità della pompa P1.
Portata da 0 a 1.000 l/1' e anche più.
L'ho già fatto più volte e per avere una regolazione accettabile devi mettere una valvola deviatrice a tre vie sul primario o miscelatrice sul secondario. Regolare la velocità della pompa non consente una temperatura regolare alle utenze. Almeno questa è la mia esperienza.
Grazie dell'osservazione: hai ragione. La soluzione con pompa a velocità variabile è preferita dagli installatori (devono risparmiare!) e dagli utenti (dei piccoli impianti domestici), che risparmiano sul costo di esercizio della pompa stessa. Rinunciando, certamente, alla stabilità della temperatura.
nei miei progetti, l'accumulo sanitario e i cicli anti legionella non li suggerisco mai.
Allegati
ACS centro sportivo1.jpg
ACS centro sportivo1.jpg (40.29 KiB) Visto 1792 volte
Mimmo_510859D
Messaggi: 1635
Iscritto il: gio set 18, 2008 11:55

Re: ACS spogliatoi

Messaggio da Mimmo_510859D »

Tom Bishop ha scritto: dom apr 28, 2024 09:41 Per ridurre al minimo il problema della legionellosi io preferisco sempre fare acqua tecnica e produzione con scambiatore istantaneo.
Scusami Tom, non ho capito cosa differisce questo rispetto allo schema riportato: anche qui abbiamo acqua tecnica e scambiatore a piastre che istantaneamente produce ACS
achille89
Messaggi: 76
Iscritto il: lun mag 21, 2018 20:22

Re: ACS spogliatoi

Messaggio da achille89 »

Scusate se insisto ma se lo scambiatore ha attacchi di diametro inferiore al tubo che mi esce dai calcoli a quel punto che faccio? porto il tubo del diametro calcolato e riduzione in corrispondenza degli attacchi dello scambiatore?
Esa
Messaggi: 3266
Iscritto il: sab dic 03, 2011 22:53

Re: ACS spogliatoi

Messaggio da Esa »

achille89 ha scritto: dom apr 28, 2024 13:24 Scusate se insisto ma se lo scambiatore ha attacchi di diametro inferiore al tubo che mi esce dai calcoli a quel punto che faccio? porto il tubo del diametro calcolato e riduzione in corrispondenza degli attacchi dello scambiatore?
Noi facciamo proprio così. Importante è che la velocità non sia troppo elevata.
Diciamo non oltre i 2,5 / 3,0 m/sec
Avatar utente
NoNickName
Messaggi: 8049
Iscritto il: gio giu 17, 2010 12:17

Re: ACS spogliatoi

Messaggio da NoNickName »

Vedo che a distanza di anni le tare sono sempre le stesse.
Disgiuntore idraulico, valvola tre vie e poi un'altro scambiatore.
Magari le pagasse il progettista le bollette...
"Discutere con certe persone è come giocare a scacchi con un piccione. Puoi essere anche il campione del mondo ma il piccione farà cadere tutti i pezzi, cagherà sulla scacchiera e poi se ne andrà camminando impettito come se avesse vinto lui.”
Esa
Messaggi: 3266
Iscritto il: sab dic 03, 2011 22:53

Re: ACS spogliatoi

Messaggio da Esa »

NoNickName ha scritto: dom apr 28, 2024 15:00 Vedo che a distanza di anni le tare sono sempre le stesse.
Disgiuntore idraulico, valvola tre vie e poi un altro scambiatore.
Magari le pagasse il progettista le bollette...
Un "altro" scambiatore non lo vedo: ne vedo uno solo. A meno che tu non intenda il condensatore della PdC
Vorrei capire la differenza di costo di esercizio tra la soluzione proposta da te: serbatoio in acciaio inox (oppure? vetrificato?) da 2000 litri almeno (così hai scritto, se non sbaglio) per ACS con ciclo anti legionella realizzato con resistenze elettriche (non penso si possa fare un ciclo anti legionella con 4 kW di pompa di calore) e la soluzione indicata da Tom ed altri (oltre che da me): serbatoio in acciaio normale e scambiatore istantaneo con adeguata regolazione.
A parte il problema delle incrostazioni sul serbatoio ACS.
Mimmo_510859D
Messaggi: 1635
Iscritto il: gio set 18, 2008 11:55

Re: ACS spogliatoi

Messaggio da Mimmo_510859D »

achille89 ha scritto: dom apr 28, 2024 13:24 porto il tubo del diametro calcolato e riduzione in corrispondenza degli attacchi dello scambiatore?
E come se no?!?
I metodi di calcolo delle condotte seguono logiche diverse da quelle degli scambiatori di calore.
Avatar utente
NoNickName
Messaggi: 8049
Iscritto il: gio giu 17, 2010 12:17

Re: ACS spogliatoi

Messaggio da NoNickName »

Esa ha scritto: dom apr 28, 2024 16:06 Vorrei capire la differenza di costo di esercizio tra la soluzione proposta da te
E' 10 anni che ne parliamo. Ogni 1° di differenza di temperatura rappresenta un 5-8% di performance sulla pdc. Sulla vostra proposta ce ne sono 5 sullo scambiatore e 5 sulla valvola 3 vie.
"Discutere con certe persone è come giocare a scacchi con un piccione. Puoi essere anche il campione del mondo ma il piccione farà cadere tutti i pezzi, cagherà sulla scacchiera e poi se ne andrà camminando impettito come se avesse vinto lui.”
Esa
Messaggi: 3266
Iscritto il: sab dic 03, 2011 22:53

Re: ACS spogliatoi

Messaggio da Esa »

NoNickName ha scritto: dom apr 28, 2024 19:19
Esa ha scritto: dom apr 28, 2024 16:06 Vorrei capire la differenza di costo di esercizio tra la soluzione proposta da te
E' 10 anni che ne parliamo. Ogni 1° di differenza di temperatura rappresenta un 5-8% di performance sulla pdc. Sulla vostra proposta ce ne sono 5 sullo scambiatore e 5 sulla valvola 3 vie.
Non esagerare! Dipende da come si calcolano i componenti (scambiatore, rete, isolamento e regolazione). Certo, con gli standard progettuali dei Costruttori di scambiatori, sono dolori!
Per correggere queste distorsioni (sottodimensionamento cronico delle superfici di scambio), ci sono i progettisti: basta leggere le specifiche delle società di ingegneria (Snam Progetti, Ansaldo, ecc.)!
Non oso pensare quanto costi il ciclo anti legionella (scaldare l'accumulo e far girare l'acqua a 65/70°C nella rete) con le resistenze elettriche?
Per questo (guardandomi intorno) non vedo alcun progettista che propone l'accumulo sanitario.
Ma, certamente, sbaglio.
Avatar utente
NoNickName
Messaggi: 8049
Iscritto il: gio giu 17, 2010 12:17

Re: ACS spogliatoi

Messaggio da NoNickName »

Esa ha scritto: dom apr 28, 2024 21:39 Non oso pensare quanto costi il ciclo anti legionella (scaldare l'accumulo e far girare l'acqua a 65/70°C nella rete) con le resistenze elettriche?
Costa moltissimo. Rende di fatto una pdc al pari livello di una caldaia a condensazione in termini di consumo energetico, o anche peggio.
Esa ha scritto: dom apr 28, 2024 21:39 Per questo (guardandomi intorno) non vedo alcun progettista che propone l'accumulo sanitario.
Dove stai guardando? Il 90% sono così.
"Discutere con certe persone è come giocare a scacchi con un piccione. Puoi essere anche il campione del mondo ma il piccione farà cadere tutti i pezzi, cagherà sulla scacchiera e poi se ne andrà camminando impettito come se avesse vinto lui.”
Esa
Messaggi: 3266
Iscritto il: sab dic 03, 2011 22:53

Re: ACS spogliatoi

Messaggio da Esa »

Se il "ciclo anti legionella costa moltissimo", perché proporlo?
Dove stai guardando? Il 90% sono così.
Me lo sono chiesto, visto che i progettisti (veri) non propongono più accumuli sanitari, a parte quelli da 100/120 litri (dove nessuno bada a quanto costa il ciclo anti legionella).
Ho cercato di rispondere questa domanda e mi sono dato molte risposte, tra cui alcune sconfortanti.
Tra le risposte, anche il ruolo dei costruttori di PdC: non badano a quanto costa l'esercizio degli impianti, ma solo a "vendere COP" (=PdC).
Potrebbe essere anche questo?
Avatar utente
NoNickName
Messaggi: 8049
Iscritto il: gio giu 17, 2010 12:17

Re: ACS spogliatoi

Messaggio da NoNickName »

Esa ha scritto: dom apr 28, 2024 22:45 Se il "ciclo anti legionella costa moltissimo", perché proporlo?
che vuoi che ti dica? Io ho 227 impianti in supervisione, e non ce n'è uno con il ciclo antilegionella attivo.
Esa ha scritto: dom apr 28, 2024 22:45 Me lo sono chiesto, visto che i progettisti (veri) non propongono più accumuli sanitari, a parte quelli da 100/120 litri (dove nessuno bada a quanto costa il ciclo anti legionella).
Mica vero. La produzione istantanea per quanto mi riguarda è una percentuale infinitesima.
Esa ha scritto: dom apr 28, 2024 22:45 Tra le risposte, anche il ruolo dei costruttori di PdC: non badano a quanto costa l'esercizio degli impianti, ma solo a "vendere COP" (=PdC).
Potrebbe essere anche questo?
Di fatto vendere COP è importantissimo. Altrimenti non avrebbe senso il DM minimi.
E quando il COP è alto, automaticamente l'esercizio degli impianti è più basso.
"Discutere con certe persone è come giocare a scacchi con un piccione. Puoi essere anche il campione del mondo ma il piccione farà cadere tutti i pezzi, cagherà sulla scacchiera e poi se ne andrà camminando impettito come se avesse vinto lui.”
SuperP
Messaggi: 10746
Iscritto il: lun set 11, 2006 10:06

Re: ACS spogliatoi

Messaggio da SuperP »

Esa ha scritto: dom apr 28, 2024 16:06 Un "altro" scambiatore non lo vedo: ne vedo uno solo. A meno che tu non intenda il condensatore della PdC
Corretto.
Nella soluzione con accumulo tecnico c'è lo scambiatore esterno a piastre (da schema). Nell'accumulo di acs c'è anche in questo caso tipicamente uno scambiatore (esterno a piastre di carica sanitaria).
Tuttavia nella seconda soluzione non ho bisogno poi di valvole tre vie, circolatore lato impianto, flussostato etc.

Da tenere conto invece che se avete calcolato che servono 2000 litri a 40°C in una botta, con un bollitore sanitario da 2000 litri ne avanziamo ed abbiamo anche la scorta, con un accumulo tecnico non ce la faremo mail

https://www.paolosavoia.com/post/bollitore_accumulo_acs

Un consiglio spassionato per fare acs in questi casi ed aumentare il rendimento... aumentare di brutto la superficie di scambio ad almeno 0.5m2/kW https://www.paolosavoia.com/post/scambi ... superficie


Immagine
:?: I miei corsi e libri su involucro, termotecnica e VMC https://www.paolosavoia.com/corso-online
:?: Il blog delle curiosità https://www.paolosavoia.com/blog
:!: Linkedin https://www.linkedin.com/in/paolo-savoia-320b1458/
Esa
Messaggi: 3266
Iscritto il: sab dic 03, 2011 22:53

Re: ACS spogliatoi

Messaggio da Esa »

Sono d'accordo con il tuo discorso, ma non capisco un passaggio. "Nel bollitore sanitario caricato ad esempio a 50°C entra acqua fredda dall'acquedotto a 10°C, ed in caso di stratificazione perfetta ottengo una erogazione acqua calda fino allo scaricamento completo del bollitore che alla fine si troverà tutto a 10°C."
Ma sotto i 35/38°C, il bollitore è inutilizzabile per fare la doccia. Quindi, come faccio a scaricarlo fino a 10°C?
Tom Bishop
Messaggi: 5389
Iscritto il: mar dic 30, 2008 17:13

Re: ACS spogliatoi

Messaggio da Tom Bishop »

SuperP ha scritto: lun apr 29, 2024 08:54
Nella soluzione con accumulo tecnico c'è lo scambiatore esterno a piastre (da schema). Nell'accumulo di acs c'è anche in questo caso tipicamente uno scambiatore (esterno a piastre di carica sanitaria).
Tuttavia nella seconda soluzione non ho bisogno poi di valvole tre vie, circolatore lato impianto, flussostato etc.

Tutto vero, se l'applicazione è in ambito residenziale e, aggiungo, unifamiliare. Se ti approcci in ambiti diversi tipo ospedali, case di cura, centri sportivi, condomini, meglio complicare l'impianto e fare l'accumulo lato tecnico e non sul sanitario. Il problema del controllo della legionella è uno dei costi gestionali maggiori negli ambiti che ti ho indicato, almeno questa è la mia esperienza.
Tom Bishop
Avatar utente
NoNickName
Messaggi: 8049
Iscritto il: gio giu 17, 2010 12:17

Re: ACS spogliatoi

Messaggio da NoNickName »

Esa ha scritto: gio mag 02, 2024 00:00 Ma sotto i 35/38°C, il bollitore è inutilizzabile per fare la doccia. Quindi, come faccio a scaricarlo fino a 10°C?
Nella stratificazione perfetta, l'acqua più calda galleggia sopra a quella fredda, e poi improvvisamente crolla all'avvicinarsi dello strato limite tra i 45/48°C e i 10°C
Tuttavia se la portata di prelievo è molto elevata, si crea un rimescolamento dovuto alla turbolenza del reintegro da sotto.
"Discutere con certe persone è come giocare a scacchi con un piccione. Puoi essere anche il campione del mondo ma il piccione farà cadere tutti i pezzi, cagherà sulla scacchiera e poi se ne andrà camminando impettito come se avesse vinto lui.”
SuperP
Messaggi: 10746
Iscritto il: lun set 11, 2006 10:06

Re: ACS spogliatoi

Messaggio da SuperP »

Tom Bishop ha scritto: gio mag 02, 2024 06:26
Tutto vero, se l'applicazione è in ambito residenziale e, aggiungo, unifamiliare. Se ti approcci in ambiti diversi tipo ospedali, case di cura, centri sportivi, condomini, meglio complicare l'impianto e fare l'accumulo lato tecnico e non sul sanitario. Il problema del controllo della legionella è uno dei costi gestionali maggiori negli ambiti che ti ho indicato, almeno questa è la mia esperienza.
assolutamente d'accordo!
Si parlava di numero di scambiatori, tutto qui.
:?: I miei corsi e libri su involucro, termotecnica e VMC https://www.paolosavoia.com/corso-online
:?: Il blog delle curiosità https://www.paolosavoia.com/blog
:!: Linkedin https://www.linkedin.com/in/paolo-savoia-320b1458/
ponca
Messaggi: 5811
Iscritto il: ven ott 22, 2010 18:22

Re: ACS spogliatoi

Messaggio da ponca »

ma il fatto che la portata di prelievo sia estremamente variabile passando da 1 a 15 docce
viene gestito tranquillamente con lo scambiatore esterno?
SuperP
Messaggi: 10746
Iscritto il: lun set 11, 2006 10:06

Re: ACS spogliatoi

Messaggio da SuperP »

Esa ha scritto: gio mag 02, 2024 00:00 Sono d'accordo con il tuo discorso, ma non capisco un passaggio. "Nel bollitore sanitario caricato ad esempio a 50°C entra acqua fredda dall'acquedotto a 10°C, ed in caso di stratificazione perfetta ottengo una erogazione acqua calda fino allo scaricamento completo del bollitore che alla fine si troverà tutto a 10°C."
Ma sotto i 35/38°C, il bollitore è inutilizzabile per fare la doccia. Quindi, come faccio a scaricarlo fino a 10°C?
Devi deciderti:
- se stratifica perfettamente avrai la temperatura uguale a quella dell'acquedotto su tutto il bollitore quando sarà scarico
- se invece rimescola (per grandi prelievi) avrai una grande parte del bollitore a temperatura miscelata
:?: I miei corsi e libri su involucro, termotecnica e VMC https://www.paolosavoia.com/corso-online
:?: Il blog delle curiosità https://www.paolosavoia.com/blog
:!: Linkedin https://www.linkedin.com/in/paolo-savoia-320b1458/
SuperP
Messaggi: 10746
Iscritto il: lun set 11, 2006 10:06

Re: ACS spogliatoi

Messaggio da SuperP »

ponca ha scritto: gio mag 02, 2024 09:43 ma il fatto che la portata di prelievo sia estremamente variabile passando da 1 a 15 docce
viene gestito tranquillamente con lo scambiatore esterno?
Se scelto bene si
:?: I miei corsi e libri su involucro, termotecnica e VMC https://www.paolosavoia.com/corso-online
:?: Il blog delle curiosità https://www.paolosavoia.com/blog
:!: Linkedin https://www.linkedin.com/in/paolo-savoia-320b1458/
Rispondi