Quantitativo Minimo FV in demolizione e ricostruzione

Obblighi legislativi, tipologie, prodotti

Moderatore: Edilclima

Rispondi
4736A
Messaggi: 171
Iscritto il: lun set 18, 2017 21:46
Località: FM (Marche)
Contatta:

Quantitativo Minimo FV in demolizione e ricostruzione

Messaggio da 4736A »

Buongiorno,

in un edificio ristrutturato con demolizione e ricostruzione per riparare i danni provocati dal sisma del Centro Italia del 2016, si è soggetti ovviamente all'applicazione del decreto 199/2021; e va bene.
Per stabilire il dimensionamento minimo dell'impianto FV (P=k*S), secondo Voi, va applicato il k (0.025) per gli edifici esistenti o essendo l'edificio demolito e ricostruito si è soggetti al k (0.05) dei nuovi edifici?

Vi ringrazio.
4736A
Messaggi: 171
Iscritto il: lun set 18, 2017 21:46
Località: FM (Marche)
Contatta:

Re: Quantitativo Minimo FV in demolizione e ricostruzione

Messaggio da 4736A »

Secondo me si applicano le condizioni di edificio esistente (k=0.025), perché il decreto semplificazioni n° 120/2020, modificando il D.P.R. 380 nella definizione di "Ristrutturazione", vi ha compreso gli interventi di demolizione e ricostruzione di edifici esistenti con diversi sagoma, prospetti, sedime e caratteristiche planivolumetriche e tipologiche.
Siccome il D.P.R. gerarchicamente è superiore al Decreto legislativo, quest'ultimo recepisce in toto quanto sopra.

Voi siete d'accordo?
Terminus
Messaggi: 12753
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: Quantitativo Minimo FV in demolizione e ricostruzione

Messaggio da Terminus »

Il DPR 380 ed il D.Lgs.199 parlano di cose diverse ed impiegano definizioni diverse.
La definizione che ti occorre la trovi nel D.Lgs 28/11:
m) «edificio sottoposto a ristrutturazione rilevante»: edificio che ricade in una delle seguenti categorie:
i) edificio esistente avente superficie utile superiore a 1000 metri quadrati, soggetto a ristrutturazione integrale degli elementi edilizi costituenti l'involucro;
ii) edificio esistente soggetto a demolizione e ricostruzione anche in manutenzione straordinaria;
n) «edificio di nuova costruzione»: edificio per il quale la richiesta del pertinente titolo edilizio, comunque denominato, sia
stata presentata successivamente alla data di entrata in vigore del presente decreto
Quindi nel caso di demoricostruzione l'edificio è considerato "esistente".

Secondo l'Allegato III
k è uguale a 0,025 per gli edifici esistenti e 0,05 per gli edifici di nuova costruzione;
Ronin
Messaggi: 6309
Iscritto il: sab giu 20, 2009 12:57

Re: Quantitativo Minimo FV in demolizione e ricostruzione

Messaggio da Ronin »

4736A ha scritto: sab apr 20, 2024 13:35 Siccome il D.P.R. gerarchicamente è superiore al Decreto legislativo, quest'ultimo recepisce in toto quanto sopra.
solo per dire che no, il DPR è "sotto" il DLGS, dopo la riforma dei DPR degli anni '80. per il merito sono d'accordo con terminus, salvo diverso parere del feudatario regionale (che potrebbe essere intervenuto sulla questione con propria grid... ehm, delibera)
ponca
Messaggi: 5808
Iscritto il: ven ott 22, 2010 18:22

Re: Quantitativo Minimo FV in demolizione e ricostruzione

Messaggio da ponca »

concordo con Terminus
ci si deve riferire alle definizioni del dlgs 28 e la demolizione/ricostruzione viene ricondotta alla ristrutturazione rilevante di un edificio esistente
avevo anche chiesto un parere ad Anit ed avevo ricevuto la stessa risposta
gianlun
Messaggi: 505
Iscritto il: mer feb 04, 2015 10:09

Re: Quantitativo Minimo FV in demolizione e ricostruzione

Messaggio da gianlun »

in emilia romagna è sempre 0,05
Rispondi