Costo del Riscaldamento a consumo

Normativa nazionale, contabilizzazione dei consumi, ripartizione delle spese

Moderatore: Edilclima

Rispondi
Imo
Messaggi: 26
Iscritto il: mar feb 13, 2024 02:32
Località: ROMA

Costo del Riscaldamento a consumo

Messaggio da Imo »

Mi vorrei concentrare sul Costo del Riscaldamento a Consumo secondo la 10200, vi va??
Imo
Messaggi: 26
Iscritto il: mar feb 13, 2024 02:32
Località: ROMA

Re: Costo del Riscaldamento a consumo

Messaggio da Imo »

Fin'ora su questo Forum non ho letto nulla a tale riguardo. Perché??? Perché forse non ci sono più gli esperti di una volta??? Lo chiedo perché leggo sempre la solita storia del piccione e di tutto il resto sembra che non importi niente a nessuno.
Leggo soltanto cavolate sparate senza logica e sempre dalle stesse teste di quiz che dovrebbero evitare di rompere le ba**e agli altri. Scusate lo sfogo, ma quando è troppo è troppo.
Possiamo argomentare seriamente senza piccioni, bertucce e similari o è chiedere troppo?? E dai....
Imo
Messaggi: 26
Iscritto il: mar feb 13, 2024 02:32
Località: ROMA

Re: Costo del Riscaldamento a consumo

Messaggio da Imo »

Il vero problema è che i contabilizzatori funzionano bene fino a quando qualcuno non li "tocca" volontariamente o non. Se ad es. la somma delle unità caloriche calcolata non è quella giusta perchè qualcuno opera nel modo descritto, io continuerò come tanti altri a pagare una volta e mezza o 2 più del dovuto e nessuno lo saprai mai, perchè gli aggeggi vengono aggirati anche se funzionanti e l'omino addetto quasi mai controllerà perché è così che avviene. Io non me la prendo con i contabilizzatori, mi creda, ma con quei figli di ...Manuel... che li "toccano" e poi magari li ricollegano senza che il controllore o l'amministratore controllino una beata mazza. L'unica è chiedere al controllore di esporre i dati di tutti almeno una volta al mese, senza preavviso, lì vedresti subito le magagne che dovrebbero essere sanzionate col massimo consumo possibile, ma nessuno lo fà. Come avrebbe detto Fantozzi, i contabilizzatori sono una bella invenzione, ma sono anche una c***ta pazzesca se non vengono monitorati h24.
Mi piacerebbe parlare di queste cose, serie da un lato ma vergognose nello stesso tempo dall'altro, invece di parlare sempre del nulla come se vivessimo tutti nel mondo di Amelie.
Se non affrontiamo insieme il problema dei furti del riscaldamento continueremo a vivere nella casa del Mulino bianco.
Ci vogliamo dare una mossa o no?
Io credo di potervi dare un .onesto contributo per affrontare e risolvere il problema, anche se non completamente.
Se volete, ne possiamo discutere, ma vi prego di non rispondere come avete fatto finora perché sennò è tutto inutile e non vi dovete lamentare se poi vi mando aff... apertamente
Avatar utente
NoNickName
Messaggi: 8049
Iscritto il: gio giu 17, 2010 12:17

Re: Costo del Riscaldamento a consumo

Messaggio da NoNickName »

I ripartitori di calore sono automonitorati. In caso di danneggiamento o sabotaggio, segnalano da remoto il loro stato.
In questo caso il ripartitore deve essere considerato inaffidabile e il conteggio perennemente ininterrotto fino alla sua sostituzione.
Imo ha scritto: lun feb 26, 2024 12:30 Se non affrontiamo insieme il problema dei furti del riscaldamento continueremo a vivere nella casa del Mulino bianco.
Qui non trattiamo problemi di ordine pubblico.
Imo ha scritto: lun feb 26, 2024 12:30 Io credo di potervi dare un .onesto contributo per affrontare e risolvere il problema, anche se non completamente.
Che competenze hai?
"Discutere con certe persone è come giocare a scacchi con un piccione. Puoi essere anche il campione del mondo ma il piccione farà cadere tutti i pezzi, cagherà sulla scacchiera e poi se ne andrà camminando impettito come se avesse vinto lui.”
Imo
Messaggi: 26
Iscritto il: mar feb 13, 2024 02:32
Località: ROMA

Re: Costo del Riscaldamento a consumo

Messaggio da Imo »

Ho lavorato nel settore degli impianti di riscaldamento, HVAC, I/S, Antincendio per diversi decenni. Ai miei tempi non esistevano i condomini con i contabilizzatori, ma con i circuiti secondari con valvola mix a 3 vie asservita ad una centralina di controllo che operava sul circuito primario mediante sonde etc... ; oltre alle centraline per ogni appartamento o ufficio c'erano i contabilizzatori di calorie che venivano controllati da remoto e lì non c'era possibilità di fare impicci di nessun tipo. Invece da circa vent'anni con l'avvento dei ripartitori studiati per gli appartamenti facenti parte dei condomini la situazione è peggiorata parecchio perchè fino all'anno scorso i contabilizzatori non recenti non venivano mai controllati da nessuno, credimi ed è per questo motivo che succedevano e succedono ancora casini di ogni tipo. Una volta le cose le facevano bene, ora con queste scatolette del kaiser i controlli vanno a farsi friggere perchè con i prezzi stracciati che ci sono per montarli, non c'è alcun controllo e quando vengono fatte le schede, ossia a fine settembre, quelli che sono stati manomessi in quantità industriali vengono poi risigillati da mani esperte e tu povera animella pia non te ne accorgerai mai e poi mai, a meno che non vengano controllati ogni mese senza preavviso, ma questo fin'ora non lo ha mai fatto nessuno. Io me ne sono accorto solo perchè nel mio condominio sta succedendo da almeno 5 anni e si vedono da un lato consumi folli e dall'altro praticamente inesistenti. L'anno scorso abbiamo fatto sostituire tutte le scatolette e l'installatore ci ha detto che incidenti simili ne ha visti tantissimi ma ovviamente non ha detto altro. Quest'anno voglio sperare che i furbastri non si rimettano a fare le stesse cose e vedremo se con il nuovo tipo di scatolette le cose possano migliorare; ci hanno detto che con questi nuovi giocherelli sarà difficile perchè ogni manomissione verrà monitorata, segnalata e punita, sarà...
Avatar utente
NoNickName
Messaggi: 8049
Iscritto il: gio giu 17, 2010 12:17

Re: Costo del Riscaldamento a consumo

Messaggio da NoNickName »

Imo ha scritto: lun feb 26, 2024 17:52 credimi ed è per questo motivo che succedevano e succedono ancora casini di ogni tipo.
Io ho scritto firmware e software per ripartitori per un costruttore italiano.
Comunque perché dovremmo essere coinvolti nei tuoi problemi?
"Discutere con certe persone è come giocare a scacchi con un piccione. Puoi essere anche il campione del mondo ma il piccione farà cadere tutti i pezzi, cagherà sulla scacchiera e poi se ne andrà camminando impettito come se avesse vinto lui.”
Imo
Messaggi: 26
Iscritto il: mar feb 13, 2024 02:32
Località: ROMA

Re: Costo del Riscaldamento a consumo

Messaggio da Imo »

Caro No NikName, vedo che continui a fare lo spiritoso a buon mercato e che come al solito parli senza cognizione di causa al solo scopo di rompere i marini, ma io non voglio seguirti sul terreno dei clowns e farò finta di darti ascolto.
Quello che volevo dire (non a te ma agli interessati) è che esiste un modo semplice per calcolare I Consumi molto vicini a quelli reali e si basa essenzialmente sui valori massimi "a consumo" dei kwhora (consumati) dai radiatori.
Se qualcuno (che non sia un addestratore di piccioni o uno scassamaroni come No NikName) è interessato ne possiamo parlare, altrimenti è stato un piacere.
Voglio sperare che non ci siano solo parolai o giornalài in questo Forum
arkanoid
Messaggi: 4422
Iscritto il: ven ago 31, 2007 08:51

Re: Costo del Riscaldamento a consumo

Messaggio da arkanoid »

Se hai dei truffatori in condominio segnala la cosa alla magistratura. Qui ci sono impiantisti.
redigere redigere redigere
Avatar utente
NoNickName
Messaggi: 8049
Iscritto il: gio giu 17, 2010 12:17

Re: Costo del Riscaldamento a consumo

Messaggio da NoNickName »

Imo ha scritto: mar feb 27, 2024 11:53 Quello che volevo dire (non a te ma agli interessati) è che esiste un modo semplice per calcolare I Consumi molto vicini a quelli reali e si basa essenzialmente sui valori massimi "a consumo" dei kwhora (consumati) dai radiatori.
Puoi chiedere di essere ammesso al comitato tecnico 803 o della commissione tecnica 271 del CTI che si occupa della contabilizzazione dei consumi.
Coordinatore CT: Prof. Ficco Giorgio
Project Leader: Pinna Giuseppe
https://www.cti2000.it/index.php?contro ... =4#subtabs
"Discutere con certe persone è come giocare a scacchi con un piccione. Puoi essere anche il campione del mondo ma il piccione farà cadere tutti i pezzi, cagherà sulla scacchiera e poi se ne andrà camminando impettito come se avesse vinto lui.”
Esa
Messaggi: 3266
Iscritto il: sab dic 03, 2011 22:53

Re: Costo del Riscaldamento a consumo

Messaggio da Esa »

Quello che volevo dire (...) è che esiste un modo semplice per calcolare i consumi molto vicini a quelli reali e si basa essenzialmente sui valori massimi "a consumo" dei kWh (consumati) dai radiatori.
Quale sarebbe questo modo semplice?
SimoneBaldini
Messaggi: 2445
Iscritto il: mer set 29, 2010 13:42

Re: Costo del Riscaldamento a consumo

Messaggio da SimoneBaldini »

Non capisco lo sfogo su un forum tecnico come questo. Esisteranno sempre delle persone che "trufferanno", i ripartitori come milioni di altre cose, ne sono soggetti anche se devo dire che nei miei condomini francamente non mi è mai capitato riscontrarlo. In ogni caso dipende anche dal ripartitore, cioè dall'accessibilità del software ecc.. Se usi un ripartitore serio, hai uno storico delle manomissioni, quindi se qualcun altro ci mette mano io lo vedo. Ci sono casi pratici dove è impossibile vedere le manomissioni, ma queste implicano non smontare il ripartitore dal calorifero, e li poco ci puoi fare anche se con un controllo incrociato temperature e consumi te ne puoi acorgere, e in ogni caso un vicino di casa puo' segnalare il furbetto, e credimi che lo fanno anche senza motivo.
Che esistano altri metodi di calcolo puo' essere, che siano ammessi non ne sono a conoscenza, come ti ha consigliato NNN, puoi proporlo ai tavoli tecnici normativi, proporlo qui francamente serve a nulla.
In ogni caso, con i futuri ripartitori ed installazioni è già previsto un monitoraggio costante quindi alla prima manomissione si vedrà da remoto, poi ovvio che stà al gestore in da farsi.
Imo
Messaggi: 26
Iscritto il: mar feb 13, 2024 02:32
Località: ROMA

Re: Costo del Riscaldamento a consumo

Messaggio da Imo »

Il fatto che questo sia un forum tecnico mi sembra ovvio, quello che invece non è ovvio affatto è il perchè si diano certe cose come scontate tipo che il conteggio delle unità caloriche debba essere fatto solo nel modo tradizionale. Tutti sappiamo che 2+2 fà 4 ma non per questo dobbiamo rinunciare a vedere le cose in un modo diverso. La mio non è mancanza di rispetto ma solo un modo alternativo di rappresentare certe realtà quotidiane che esulano dalla purezza del calcolo matematico. Lo faccio solo per molti di noi che si sono trovati e si trovano ancora oggi a pagare cifre esagerate proprio per il fatto che chi fà i conteggi non ha tempo da perdere e il più delle volte si nasconde dietro un dito.
Sarò più chiaro, vista la vostra palese suscettibilità:
1) Se il GAS per i condomini con impianto centralizzato costa ad es. 1,30 €/Smc e se la caldaia è a condensazione si ha 1.30 €/9,6 = 0,135 €/Kwh, che moltiplicato per 1500 (ore di funzionamento del Riscaldamento invernale in città come Roma) dà come risultato 202,50 €/Kw
2) Moltiplicando tale valore per il numero dei Kw installati in ogni appartamento si ottiene il COSTO MAX nell'ipotesi in cui la caldaia funzionasse sempre al max della potenza per 10 ore giornaliere e per tutti i 150 gg della stagione invernale. Se ad es.la potenza in Kw dei radiatori installati è di 5 Kw, il condòmino dovrà pagare al MAX 202,50 X 5 = 1,012.50 €, ma lo ripeto, è un COSTO MAX TEORICO, perchè in pratica in nessun caso lo si raggiunge.
Perchè vi sto dicendo questo? Perchè in molti casi sono successe e succedono ancora cose spiacevoli e nessuno sa come venirne a capo.
Io lo sto dicendo perchè qualcuno di voi voleva sapere quanto si può spendere al max e il calcolo che ho appena esposto è a mio parere un buon inizio per cercare di limitare i danni nei casi in cui escono fuori CONSUMI ANOMALI ESAGERATI che non stanno nè in cielo nè in terra.
Accetto ogni possibile critica, purchè costruttiva
Imo
Messaggi: 26
Iscritto il: mar feb 13, 2024 02:32
Località: ROMA

Re: Costo del Riscaldamento a consumo

Messaggio da Imo »

Mi sembra inoltre giusto ricordare che ci sono da mettere in conto anche le spese di gestione della C.T. con annessi costi etc. ma questa è poca cosa rispetto ai consumi e fà parte della quota fissa che viene calcolata in percentuale della spesa totale tra bolletta gas e spese di gestione.
E' anche vero però che per quanto riguarda la quota variabile, cioè la quota a consumo, il moltiplicatore reale non è più 202,50 €/Kw ma nettamente inferiore e precisamente nella stessa % con cui viene calcolata la quota variabile rispetto al TOTALE.
Spero di essere stato d'aiuto a qualcuno di voi che me lo ha chiesto tempo fa.
Avatar utente
NoNickName
Messaggi: 8049
Iscritto il: gio giu 17, 2010 12:17

Re: Costo del Riscaldamento a consumo

Messaggio da NoNickName »

Imo ha scritto: dom apr 07, 2024 00:17 Tutti sappiamo che 2+2 fà 4 ma non per questo dobbiamo rinunciare a vedere le cose in un modo diverso.
Un modo diverso in cui 2+2 non fa 4?
Imo ha scritto: dom apr 07, 2024 00:17 Perchè vi sto dicendo questo?
Per farci perdere del tempo. Tu ignori la teoria, e vieni ad appestare l'aria.
Ti dico solo che il consumo volontario (quello di cui tu fai il "conteggio max") rappresenta solo il 20-30% del calore emesso dalla caldaia.
Il resto va perso o consumato involontariamente.
Mi pare anche non conteggi il calore necessario per produrre acqua calda sanitaria, anche qui volontario e involontario.
"Discutere con certe persone è come giocare a scacchi con un piccione. Puoi essere anche il campione del mondo ma il piccione farà cadere tutti i pezzi, cagherà sulla scacchiera e poi se ne andrà camminando impettito come se avesse vinto lui.”
Imo
Messaggi: 26
Iscritto il: mar feb 13, 2024 02:32
Località: ROMA

Re: Costo del Riscaldamento a consumo

Messaggio da Imo »

'Caro NNN, non ho intenzione di seguirti su un binario morto, quindi sei pregato di non rompere i maroni con le tue frasi senza alcun senso.
Il mio discorso non riguarda te, ma solo le persone che hanno un cervello funzionante. A proposito, dov'è il controllore ???
Imo
Messaggi: 26
Iscritto il: mar feb 13, 2024 02:32
Località: ROMA

Re: Costo del Riscaldamento a consumo

Messaggio da Imo »

Non hai capito un ka..o come al solito. Il costo di cui parlo io è quello max possibile e non ha niente a che vedere con la quota fissa di cui parli tu a vanvera, quindi non cercare di screditarmi perchè in questo campo tu sei solo un pigmeo, almeno da ciò che scrivi e lo si capisce lontano un miglio, quindi se devi scrivere, prima pensa e poi imbratta le carte
Avatar utente
NoNickName
Messaggi: 8049
Iscritto il: gio giu 17, 2010 12:17

Re: Costo del Riscaldamento a consumo

Messaggio da NoNickName »

Riusciamo a sbattere fuori questo tizio?
"Discutere con certe persone è come giocare a scacchi con un piccione. Puoi essere anche il campione del mondo ma il piccione farà cadere tutti i pezzi, cagherà sulla scacchiera e poi se ne andrà camminando impettito come se avesse vinto lui.”
arkanoid
Messaggi: 4422
Iscritto il: ven ago 31, 2007 08:51

Re: Costo del Riscaldamento a consumo

Messaggio da arkanoid »

Dicevano don't feed the troll e c'è sempre ignore list.
redigere redigere redigere
Rispondi