lavoro eseguito da installatore senza abilitazione

Normativa Termotecnica, Impianti di riscaldamento, Legge 10/91, DLgs 192/05, ecc.

Moderatore: Edilclima

Rispondi
ponca
Messaggi: 5677
Iscritto il: ven ott 22, 2010 18:22

lavoro eseguito da installatore senza abilitazione

Messaggio da ponca »

situazione complicata in cui sono chiamato a dare un parere e possibilmente a trovare una soluzione

un installatore è stato incaricato di eseguire dal committente ed ha eseguito oltre all'impianto termico anche l'impianto elettrico
il problema nasce dal fatto che il responsabile tecnico dell'impresa non ha la lettera di abilitazione del DM 37 per gli impianti elettrici

ora finito il lavoro non può rilasciare la dico per l'impianto elettrico e il committente che lo aveva incaricato minaccia azioni legali

l'impresa ovviamente non avrebbe dovuto operare fuori dalle proprie competenze, d'altra parte è anche vero che il committente teoricamente avrebbe dovuto verificare i requisiti tecnici dell'impresa ed eventualmente non avrebbe dovuto affidargli i lavori..
come se ne esce secondo voi?

a mio parere l'impresa dovrebbe nominare un responsabile tecnico, riverificare il lavoro e rilasciare la dico, questa sarebbe l'unica soluzione ragionevole, purtroppo non so se sia fattibile
lucabia77
Messaggi: 92
Iscritto il: mar nov 17, 2009 18:53

Re: lavoro eseguito da installatore senza abilitazione

Messaggio da lucabia77 »

oppure si fa fare la di.co. da un'altra impresa già abilitata che si assume la responsabilità. Le soluzioni sono poche.
girondone
Messaggi: 12815
Iscritto il: ven mar 16, 2007 09:48
Località: SV

Re: lavoro eseguito da installatore senza abilitazione

Messaggio da girondone »

teoricamente direi che ha commesso reato anche il cliente ad affidare ad una ditta non abilitata no?
per quella parte di imp

ps. quanti casini che nascerano su chi installa fonti rinnovabili senza corso FER .! prima o poi scoppia
SimoneBaldini
Messaggi: 2438
Iscritto il: mer set 29, 2010 13:42

Re: lavoro eseguito da installatore senza abilitazione

Messaggio da SimoneBaldini »

Ma si trova un collega elettrico che gliela firma, è anche poco furbo questo personaggio.
ponca
Messaggi: 5677
Iscritto il: ven ott 22, 2010 18:22

Re: lavoro eseguito da installatore senza abilitazione

Messaggio da ponca »

grazie per le risposte

@girondone concordo che anche il committente abbia una responsabilità, il dm 37 prevede l'affidamento dei lavori a imprese abilitate e teoricamente il committente avrebbe dovuto verificare le qualifiche dell'impresa a cui ha affidato i lavori
@SimoneBaldini sulla poca furbizia/serietà non ci piove, ma tanto per cambiare si tratta di un impresa aperta durante il boom del superbonus, evidentemente a certe perone non è chiaro cosa significa e cosa comporta avere un'impresa e gestire un cantiere
boba74
Messaggi: 3987
Iscritto il: mar mag 26, 2020 15:16

Re: lavoro eseguito da installatore senza abilitazione

Messaggio da boba74 »

Secondo me, senza scomodare cause e "furbate" varie, l'impresa non abilitata deve provvedere a contattare un installatore abilitato per gli impianti elettrici e farsi certificare (a proprie spese) l'impianto realizzato. Credo sia la cosa migliore per tutti. Non occorre che "si abiliti" o che nomini un RT abilitato, può farlo anche fare a un'impresa diversa.
Perchè OK che il committente lo doveva sapere, ma a maggior ragione anche l'installatore non abilitato, quindi in caso di azioni legali non so quanto possa avere ragione quest'ultimo.
girondone
Messaggi: 12815
Iscritto il: ven mar 16, 2007 09:48
Località: SV

Re: lavoro eseguito da installatore senza abilitazione

Messaggio da girondone »

boba74 ha scritto: ven feb 02, 2024 10:22 Secondo me, senza scomodare cause e "furbate" varie, l'impresa non abilitata deve provvedere a contattare un installatore abilitato per gli impianti elettrici e farsi certificare (a proprie spese) l'impianto realizzato. Credo sia la cosa migliore per tutti. Non occorre che "si abiliti" o che nomini un RT abilitato, può farlo anche fare a un'impresa diversa.
Perchè OK che il committente lo doveva sapere, ma a maggior ragione anche l'installatore non abilitato, quindi in caso di azioni legali non so quanto possa avere ragione quest'ultimo.
assolutamente
Terminus
Messaggi: 12613
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: lavoro eseguito da installatore senza abilitazione

Messaggio da Terminus »

Concordo con quanto detto da boba74
ponca
Messaggi: 5677
Iscritto il: ven ott 22, 2010 18:22

Re: lavoro eseguito da installatore senza abilitazione

Messaggio da ponca »

Ma secondo voi per verificare lettere e abilitazioni si deve far riferimento alla visura camerale o esistono albi, registro imprese o interpellare la camera di commercio o canali più ufficiali?
L'installatore sostiene di essere abilitato seppure dalla visura camerale non risulti.
O meglio avrebbe una lettera a) ma limitata a impianti di messa a terra.
iltubo
Messaggi: 886
Iscritto il: lun lug 07, 2008 16:22
Località: CO

Re: lavoro eseguito da installatore senza abilitazione

Messaggio da iltubo »

Quello che c'è in visura è quello per cui è abilitato.
Può sostenere quello che vuole ma se non ha un pezzo di carta con scritto qualcosa a dimostrazione la vedo dura.
Direi che è anche suo interesse andare a verificare e nell'eventualità far correggere i documenti.
girondone
Messaggi: 12815
Iscritto il: ven mar 16, 2007 09:48
Località: SV

Re: lavoro eseguito da installatore senza abilitazione

Messaggio da girondone »

iltubo ha scritto: sab mar 02, 2024 18:37 Quello che c'è in visura è quello per cui è abilitato.
Può sostenere quello che vuole ma se non ha un pezzo di carta con scritto qualcosa a dimostrazione la vedo dura.
Direi che è anche suo interesse andare a verificare e nell'eventualità far correggere i documenti.
•al netto di FER e non so di FGAS che in visura non c'è anora
Esa
Messaggi: 3196
Iscritto il: sab dic 03, 2011 22:53

Re: lavoro eseguito da installatore senza abilitazione

Messaggio da Esa »

Perché OK che il committente lo doveva sapere ...
Ma se vado da un dentista che ha la targa fuori dello studio, devo chiedere il documento di iscrizione all'albo e la il diploma di laurea in medicina e specializzazione in odontoiatria?
O mi sta truffando e ne risponderà? Come l'installatore.
Scusate, ma la mia domanda è rivolta a chi conosce questi argomenti.
Avatar utente
NoNickName
Messaggi: 7866
Iscritto il: gio giu 17, 2010 12:17

Re: lavoro eseguito da installatore senza abilitazione

Messaggio da NoNickName »

Esa ha scritto: dom mar 03, 2024 14:46
Perché OK che il committente lo doveva sapere ...
Ma se vado da un dentista che ha la targa fuori dello studio, devo chiedere il documento di iscrizione all'albo e la il diploma di laurea in medicina e specializzazione in odontoiatria?
Evidentemente no. Il committente ha l'obbligo di cautela del buon padre di famiglia, ma non deve fare la visura a tutti i registri ai quali può essere iscritto il suo prestatore d'opera.
Esa ha scritto: dom mar 03, 2024 14:46 O mi sta truffando e ne risponderà? Come l'installatore.
Ovviamente se ti ha truffato o semplicemente ha omesso informazioni coscientemente, ne risponderà.
"Discutere con certe persone è come giocare a scacchi con un piccione. Puoi essere anche il campione del mondo ma il piccione farà cadere tutti i pezzi, cagherà sulla scacchiera e poi se ne andrà camminando impettito come se avesse vinto lui.”
Esa
Messaggi: 3196
Iscritto il: sab dic 03, 2011 22:53

Re: lavoro eseguito da installatore senza abilitazione

Messaggio da Esa »

Secondo me, il privato non è tenuto a sapere dell'esistenza del DM 37/08.
Credo che, in ogni caso, a parte l'esperienza di ciascuno di noi, sia materia legale e non tecnica.
Una volta in più si dimostra quello che decenni or sono sosteneva Palmizi: "Per esercitare la professione di termotecnico, servono due lauree: ingegneria e legge".
ponca
Messaggi: 5677
Iscritto il: ven ott 22, 2010 18:22

Re: lavoro eseguito da installatore senza abilitazione

Messaggio da ponca »

Esa ha scritto: dom mar 03, 2024 15:32 Secondo me, il privato non è tenuto a sapere dell'esistenza del DM 37/08.
Credo che, in ogni caso, a parte l'esperienza di ciascuno di noi, sia materia legale e non tecnica.
Una volta in più si dimostra quello che decenni or sono sosteneva Palmizi: "Per esercitare la professione di termotecnico, servono due lauree: ingegneria e legge".
Non lo so
È vero che l'installatore avrebbe dovuto operare nel campo di propria competenza, su questo non c'è dubbio se non aveva l'abilitazione avrebbe dovuto informare il committente. Questo non lo discuto.
D'altra parte secondo il dlgs 81 e il DM 37 il committente è tenuto a verificare i requisiti tecnici e professionali delle imprese. Anche affidarsi ad un "ammiocugino" salvo poi contestare che ammiocugino non rilascia la dico mi lascia perplesso..
Ultima modifica di ponca il lun mar 04, 2024 18:12, modificato 1 volta in totale.
girondone
Messaggi: 12815
Iscritto il: ven mar 16, 2007 09:48
Località: SV

Re: lavoro eseguito da installatore senza abilitazione

Messaggio da girondone »

Esa ha scritto: dom mar 03, 2024 15:32 Secondo me, il privato non è tenuto a sapere dell'esistenza del DM 37/08.
Credo che, in ogni caso, a parte l'esperienza di ciascuno di noi, sia materia legale e non tecnica.
Una volta in più si dimostra quello che decenni or sono sosteneva Palmizi: "Per esercitare la professione di termotecnico, servono due lauree: ingegneria e legge".
assolutamente no... è reato affidare lavoro a chi no è abilitato dal dm 37


Art. 8. Obblighi del committente o del proprietario

1. Il committente è tenuto ad affidare i lavori di installazione, di trasformazione, di ampliamento e di manutenzione straordinaria degli impianti indicati all'articolo 1, comma 2, ad imprese abilitate ai sensi dell'articolo 3.
Esa
Messaggi: 3196
Iscritto il: sab dic 03, 2011 22:53

Re: lavoro eseguito da installatore senza abilitazione

Messaggio da Esa »

Grazie, non me lo ricordavo.
Qual è il livello di obbligo a seguire un DM?
Che non è Legge, neppure DLgs, ecc.
Avatar utente
NoNickName
Messaggi: 7866
Iscritto il: gio giu 17, 2010 12:17

Re: lavoro eseguito da installatore senza abilitazione

Messaggio da NoNickName »

girondone ha scritto: lun mar 04, 2024 17:49 1. Il committente è tenuto ad affidare i lavori di installazione, di trasformazione, di ampliamento e di manutenzione straordinaria degli impianti indicati all'articolo 1, comma 2, ad imprese abilitate ai sensi dell'articolo 3.
Ma non è tenuto a fare le visure presso la camcom per accertarsene, se l'impresa installatrice dichiara di essere in possesso di abilitazione.
"Discutere con certe persone è come giocare a scacchi con un piccione. Puoi essere anche il campione del mondo ma il piccione farà cadere tutti i pezzi, cagherà sulla scacchiera e poi se ne andrà camminando impettito come se avesse vinto lui.”
boba74
Messaggi: 3987
Iscritto il: mar mag 26, 2020 15:16

Re: lavoro eseguito da installatore senza abilitazione

Messaggio da boba74 »

Ma, scusate, indipendentemente da ciò che l'utente è obblgiato o meno a "sapere", qui l'eventuale contenzioso si ha tra l'utente e l'installatore (non c'è un ente terzo che denuncia tutti), quindi non si pone il problema perchè l'utente è tenuto ad avere la DICO e l'installatore è obbligato a dargliela, non è che può appigliarsi da qualche parte per il fatto che l'utente "non sapeva che non fosse abilitato": cosa fa, lo denuncia?
Mica può dirgli: non ti faccio la DICO perchè non sono abilitato e lo dovevi sapere.
Poi se non è ancora stato pagato il problema si pone ancora meno, perchè oltre a essere dalla parte del torto non può neppure essere pagato, per un lavoro che ha fatto non potendolo fare.
Qui la "vittima" o il "truffato" che dir si voglia, è solo l'utente.
girondone
Messaggi: 12815
Iscritto il: ven mar 16, 2007 09:48
Località: SV

Re: lavoro eseguito da installatore senza abilitazione

Messaggio da girondone »

Esa ha scritto: lun mar 04, 2024 17:56 Grazie, non me lo ricordavo.
Qual è il livello di obbligo a seguire un DM?
Che non è Legge, neppure DLgs, ecc.
ci sono anche le sanzioni e mi risulta siano previste anche per il committnete
ponca
Messaggi: 5677
Iscritto il: ven ott 22, 2010 18:22

Re: lavoro eseguito da installatore senza abilitazione

Messaggio da ponca »

boba74 ha scritto: mar mar 05, 2024 08:44 Qui la "vittima" o il "truffato" che dir si voglia, è solo l'utente.
a mio parere dipende perchè aldilà del caso specifico

se l'installatore aveva garantito che il lavoro lo poteva fare e poi viene fuori che non è abilitato ok, è l'installatore ad ver truffato il committente

se il committente si rivolge ad un "ammiocugino" per risparmiare e poi gli contesta che non può avere le dico qualche responsabilità ce l'ha anche il committente
sono un po' stufo di committenti che si affidano a imprese non affidabili (per risparmiare o per fare il 110) salvo poi lamentarsi con il tecnico quando c'è qualche problema
Ultima modifica di ponca il ven mar 08, 2024 09:55, modificato 1 volta in totale.
roger1
Messaggi: 29
Iscritto il: sab feb 17, 2024 16:12

Re: lavoro eseguito da installatore senza abilitazione

Messaggio da roger1 »

il D.M. parla che è il committente è obbligato ad affidare il lavoro a imprese abitate, per il semplice fatto che esiste la DI.CO. (quindi l'obbligo è già nella legge).

secondo me il cliente non rischia niente se è dimostrabile che è stato tratto "in inganno".
anche perchè se ho un preventivo dall'impresa pincopallo per fare un impianto elettrico e poi scopro che pincopallo non li può fare, quello che ha dichiarato il falso è proprio pincopallo

diverso il caso se il cliente lo sapeva e quindi era connivente con l'impresa
Rispondi