Bollitori per ACS

Normativa Termotecnica, Impianti di riscaldamento, Legge 10/91, DLgs 192/05, ecc.

Moderatore: Edilclima

Rispondi
peppebarone
Messaggi: 27
Iscritto il: gio ott 07, 2010 19:47

Bollitori per ACS

Messaggio da peppebarone »

Buongiorno, ho la necessità di collegare bue bollitori per aumentare il volume di acqua calda sanitaria.

Il primo bollitore è di 300 litri ed il suo scambiatore è collegato ad una caldaia.

il secondo bollitore è di 500 litri ed il suo scambiatore è collegato ad un altra caldaia.

Volendo ottenere 800 litri di acqua calda sanitaria , dovrei collegare l'uscita dell'ACS dei due bollitori in serie o in parallelo?

Mi date qualche consiglio , grazie
Tom Bishop
Messaggi: 4107
Iscritto il: mar dic 30, 2008 17:13

Re: Bollitori per ACS

Messaggio da Tom Bishop »

A mio avviso meglio collegarli in parallelo.
Tom Bishop
Avatar utente
NoNickName
Messaggi: 5948
Iscritto il: gio giu 17, 2010 12:17

Re: Bollitori per ACS

Messaggio da NoNickName »

peppebarone ha scritto: gio ago 18, 2022 08:11 Mi date qualche consiglio , grazie
In parallelo se ti serve grande portata, in serie se ti serve grande capacità.
Ma il controllo della temperatura dell'acqua come lo fai? Come sequenzi le caldaie?
"Discutere con certe persone è come giocare a scacchi con un piccione. Puoi essere anche il campione del mondo ma il piccione farà cadere tutti i pezzi, cagherà sulla scacchiera e poi se ne andrà camminando impettito come se avesse vinto lui.”
peppebarone
Messaggi: 27
Iscritto il: gio ott 07, 2010 19:47

Re: Bollitori per ACS

Messaggio da peppebarone »

Tom Bishop ha scritto: gio ago 18, 2022 08:15 A mio avviso meglio collegarli in parallelo.
grazie , perchè sarebbe meglio il parallelo , mi puoi dare una spiegazione tecnica ? mi potresti far capire meglio il perchè il parallelo è meglio del collegamento in serie? grazie
Tom Bishop
Messaggi: 4107
Iscritto il: mar dic 30, 2008 17:13

Re: Bollitori per ACS

Messaggio da Tom Bishop »

Perché secondo me se li colleghi in serie uno dei due lavorerà sempre di meno. La capacità di scambio del secondo scambiatore della serie sarà minore e caricherai più del dovuto uno dei due sistemi. Ad ogni modo cosa vuoi ottenere? La domanda è troppo generica.
Tom Bishop
peppebarone
Messaggi: 27
Iscritto il: gio ott 07, 2010 19:47

Re: Bollitori per ACS

Messaggio da peppebarone »

Grazie , per la risposta.
Il mio intento è ottenere più litri di acqua calda , per adesso nell'impianto vi è solo un bollitore da 300 lt , insufficiente per le nuove esigenze , ma il cliente ha a disposizione un altro bollitore da 500 lt , quindi vorremo inserirlo per ottenere 800 litri di ACS . grazie
Tom Bishop
Messaggi: 4107
Iscritto il: mar dic 30, 2008 17:13

Re: Bollitori per ACS

Messaggio da Tom Bishop »

Mi ripeto. Meglio il parallelo. È più semplice lo schema, fai un collegamento Tichelmann per bilanciare (lato secondario) e sei a posto. Se li metti in serie aumenti la capacità, ma alla fine sfrutti solo uno scambiatore e la portata rimane la stessa. Almeno questo è il mio punto di vista.
Tom Bishop
Esa
Messaggi: 2184
Iscritto il: sab dic 03, 2011 22:53

Re: Bollitori per ACS

Messaggio da Esa »

In serie, senza dubbio.
peppebarone
Messaggi: 27
Iscritto il: gio ott 07, 2010 19:47

Re: Bollitori per ACS

Messaggio da peppebarone »

Perchè in serie ? e non in parallelo , sapresti darmi una motivazione tecnica , grazie
Esa
Messaggi: 2184
Iscritto il: sab dic 03, 2011 22:53

Re: Bollitori per ACS

Messaggio da Esa »

Perché funziona e, se fai una regolazione intelligente ("stratificazione"), consuma meno.
Esa
Messaggi: 2184
Iscritto il: sab dic 03, 2011 22:53

Re: Bollitori per ACS

Messaggio da Esa »

Comunque, perché non provi? Bastano tre valvole in più per passare da una all'altra soluzione.
luca70
Messaggi: 261
Iscritto il: mer giu 16, 2010 18:08
Località: Veneto

Re: Bollitori per ACS

Messaggio da luca70 »

Buongiorno a tutti.
Mi è capitato in qualche occasione di trovarmi in questa situazione. Se il parallelo con tichelmann e' quello che in ogni caso andrei a fare, il dubbio che ho sempre avuto è: le perdite di carico del "corpo"dei bollitori sono le stesse? Cioè: per il bollitore da 500 e quello da 300, hanno il medesimo diametro per i manicotti di allacciamento, l'altezza dei bollitori è la medesima, il tempo in cui l'acqua dall'ingresso freddo sposta la calda verso l'uscita, le altezze dei "depositi" caldo e freddo nei bollitori sono le stesse? I miei dubbi non riguardano i primi minuti di erogazione dell'acqua calda, ma quelli successivi: dopo aver prelevato 300+300 litri di acqua calda, nel bollitore da 300 non c'è più la temperatura adeguata e lo scambiatore non può fornire istantaneamente acqua alla temperatura desiderata. Quindi? Ho inserito delle valvole motorizzate all'ingresso dell'acqua fredda al bollitore più piccolo (corsa rapida, pochi secondi), normalmente aperte, comandate in chiusura da un termostato, con sonda posizionata in "zona significativa" e con pozzetto sufficientemente lungo per arrivare nelle vicinanze dell'uscita calda dal bollitore. La logica è quella di intervenire quando, nel bollitore a capacità minore, l'acqua in uscita non ha più la temperatura desiderata. Il risultato atteso è evitare la miscelazione tra acqua ancora calda dal bollitore a capacità maggiore e quella "non calda" dall'altro. Con questo sistema credo anche di proteggermi dai transitori dovuti ai differenti tempi di riscaldamento dei bollitori per le differenze dimensionali degli scambiatori. Un'altra questione è regolare correttamente la portata agli scambiatori dei bollitori, secondo me fattibile solo con una valvola di taratura per ogni scambiatore. Ho provato ad immaginare l'utilizzo in serie , ma come già detto da Tom Bishop, lavorerebbe meglio lo scambiatore con maggiore differenziale di temperatura tra acqua fredda nel bollitore e lo scambiatore. Che ne pensate?
Avatar utente
NoNickName
Messaggi: 5948
Iscritto il: gio giu 17, 2010 12:17

Re: Bollitori per ACS

Messaggio da NoNickName »

Penso che se ti serve grande capacità, devi collegarli in serie. Come già scritto sopra.
"Discutere con certe persone è come giocare a scacchi con un piccione. Puoi essere anche il campione del mondo ma il piccione farà cadere tutti i pezzi, cagherà sulla scacchiera e poi se ne andrà camminando impettito come se avesse vinto lui.”
Rispondi