energia elettrica prodotta da FV va sempre NON compensata con quella prelevata da rete dai generatori "effetto joule" ?

Normativa Europea, Nazionale e Regionale sulla classificazione e certificazione energetica degli edifici, accreditamento tecnici, ecc.

Moderatore: Edilclima

Rispondi
salvo118
Messaggi: 146
Iscritto il: gio giu 24, 2021 12:59

energia elettrica prodotta da FV va sempre NON compensata con quella prelevata da rete dai generatori "effetto joule" ?

Messaggio da salvo118 »

ciao
nel decreto requisiti 26/06/2015 si scrive all'all.1. cap.1.1, che per il calcolo della prestazione energetica degli edifici:
"
1.1 La prestazione energetica degli edifici
1. Con riferimento a quanto disposto dall’articolo 4, comma 1, lettera a), del decreto legislativo, la prestazione energetica degli edifici è determinata sulla base della quantità di energia necessaria annualmente per soddisfare le esigenze legate a un uso standard dell’edificio e corrisponde al fabbisogno energetico annuale globale in energia primaria per il riscaldamento, il raffrescamento, per la ventilazione, per la produzione di acqua calda sanitaria e, nel settore non residenziale, per l’illuminazione, gli impianti ascensori e scale mobili. In particolare:
...
iv. l'energia elettrica prodotta da fonte rinnovabile non può essere conteggiata ai fini del soddisfacimento di consumi elettrici per la produzione di calore con effetto Joule. A titolo di esempio indicativo ma non esaustivo, l'energia elettrica prodotta da fonte rinnovabile in situ (per esempio, fotovoltaico) può essere conteggiata per contribuire al soddisfacimento dei seguenti fabbisogni energetici dell'edificio:
- in caso di riscaldamento e/o produzione di acqua calda sanitaria con l’utilizzo di una caldaia, fino a copertura dei consumi di energia elettrica per gli ausiliari;
- in caso di riscaldamento e/o raffrescamento e/o produzione di acqua calda sanitaria con l’utilizzo di una pompa di calore elettrica, fino a copertura di tutti i consumi elettrici relativi all’utilizzo di tale macchina a esclusione dell’energia assorbita da eventuali resistenze di integrazione alla produzione di calore utile per l'impianto;
- in caso di impianto di ventilazione meccanica controllata, fino alla copertura dei consumi relativi agli ausiliari elettrici;
- nel settore non residenziale, fino a copertura anche dei consumi per l’illuminazione;
...
"


Questo vale sempre, giusto ? Qualsiasi sia lo scopo dell'a.p.e. ?

Cioè se ad esempio è presente fotovoltaico e scaldabagno elettrico, EPW,nren rimane uguale anche qualora si elimini il fotovoltaico, in quanto anche quando era presente FV non forniva energia elettrica a scaldabgno elettrico.

Vale per:

- ape ante e ape post convenzionali per il salto di due classi sb110 (quindi sostanzialmente se acs rimane, da ante a post, servita da boiler elettrico, il nuovo FV solo in situazione post non fa in modo che si recuperi in acs)

- prestazione energetica e relativi indici per il confronto con i limiti nella ex legge 10

- anche solo per ape standard (volgarmente per intenderci, scusate, dico quelli per locazione o vendita)

Giusto ? Mi confermate che nessuno fa variare EPW, nren, se presente boiler elettrico e fotovoltaico, rispetto al caso in cui non ci sia il fotovoltaico ?
O è obbligatorio non farlo variare (non fornire energia elettrica ai generatori effetto joule) solo in alcuni casi, mentre in altri si può ?
Il dubbio mi viene dal fatto che molte swhouse non implementano già tale regola (di non fornire energia elettrica prodotta da FV a generatori "effetto joule") già di default, ma una swhouse in un recente aggiornamento sw del 2022 la ha applicata di default qualunque sia il fine del progetto ape..
Ultima modifica di salvo118 il mer giu 22, 2022 09:30, modificato 2 volte in totale.
salvo118
Messaggi: 146
Iscritto il: gio giu 24, 2021 12:59

Re: energia elettrica prodotta da FV va sempre NON fornita a generatori "effetto joule" o per alcuni fini di ape si può

Messaggio da salvo118 »

C'è qualcuno che sostiene che l'obbligo di cui al messaggio precedente, anche per ape senza obbligo di verifiche FER/requisiti, derivi dagli effetti della 199/2021 a partire dal 13/06/2022..
Perchè sarebbe stato esplicitato effetto joule in all.III..
Ma già questa cosa era esplcitata in una faq del 2015..

Prima c'era, più che altro, quel cap.1.1 dell'all.1 del decreto minimi 2015, che poteva far intendere tale obbligo..

Io non credo quindi che l'obbligo derivi dalla 119/2021, ma non ho ancora capito se per ape non soggetti a verifiche FER/requisiti si possa oppure no fornire (scomputare) energia da fonti rinnovabili da quella consumata da generatori a effetto joule ..

Che ne dite ?
Ronin
Messaggi: 5179
Iscritto il: sab giu 20, 2009 12:57

Re: energia elettrica prodotta da FV va sempre NON fornita a generatori "effetto joule" o per alcuni fini di ape si può

Messaggio da Ronin »

la legge dice che non puoi soddisfare i requisiti energetici usando l'effetto joule, non che l'uso dell'effetto joule è vietato.
salvo118
Messaggi: 146
Iscritto il: gio giu 24, 2021 12:59

Re: energia elettrica prodotta da FV va sempre NON fornita a generatori "effetto joule" o per alcuni fini di ape si può

Messaggio da salvo118 »

Ronin ha scritto: sab giu 18, 2022 20:13 la legge dice che non puoi soddisfare i requisiti energetici usando l'effetto joule, non che l'uso dell'effetto joule è vietato.
io vi chiedo scusa, capisco che spesso faccio post troppo lunghi e non coincisi, forse non chiari, colpa mia..

ma secondo me non hai letto bene cosa ho scritto e non hai inteso nel dettaglio ciò su cui ho dubbio

ti ringrazio lo stesso per la considerazione
ciao
Ronin
Messaggi: 5179
Iscritto il: sab giu 20, 2009 12:57

Re: energia elettrica prodotta da FV va sempre NON fornita a generatori "effetto joule" o per alcuni fini di ape si può

Messaggio da Ronin »

probabilmente hai ragione, era venuto anche a me il dubbio di non aver capito :mrgreen:
Esa
Messaggi: 2115
Iscritto il: sab dic 03, 2011 22:53

Re: energia elettrica prodotta da FV va sempre NON fornita a generatori "effetto joule" o per alcuni fini di ape si può

Messaggio da Esa »

(scomputare) energia da fonti rinnovabili da quella consumata da generatori a effetto joule ..
Mi sembra che non sia necessario. L'energia elettrica ad effetto Joule ha una sua efficienza (0,46 in Italia, se non sbaglio; altri valori in altri Paesi) e così va computata.
Nel caso che hai esposto (calcolo globale energia utilizzata, ma non in base ai vari Decreti), neppure l'energia utilizzata dalla PdC va detratta da quella generata dal FV. Ti interessa solo sapere l'energia totale, senza dividerla in base alla fonte: rinnovabile o non rinnovabile.
Così mi sembra dal quesito che hai posto.
salvo118
Messaggi: 146
Iscritto il: gio giu 24, 2021 12:59

Re: energia elettrica prodotta da FV va sempre NON fornita a generatori "effetto joule" o per alcuni fini di ape si può

Messaggio da salvo118 »

Ragazzi buongiorno.
192/2005
Art. 4 (Adozione di criteri generali, di una metodologia di calcolo e requisiti della prestazione energetica) .
1. Con uno o più decreti del Ministro dello sviluppo economico, ..., acquisita l’intesa con la Conferenza unificata, sono definiti:
a) le modalità di applicazione della metodologia di calcolo delle prestazioni energetiche e l’utilizzo delle fonti
rinnovabili negli edifici, in relazione all’allegato I della direttiva 2010/31/UE e successive modificazioni, sulla
prestazione energetica nell’edilizia, tenendo conto dei seguenti criteri generali, oltre a quelli già esplicitati nel suddetto allegato I :
1) la prestazione energetica degli edifici è determinata...
2) il fabbisogno energetico annuale globale si calcola per singolo servizio energetico, espresso in energia primaria, su base mensile.
Con le stesse modalità si determina l’energia rinnovabile prodotta all’interno del confine del sistema;
3) si opera la compensazione mensile tra i fabbisogni energetici e l’energia rinnovabile prodotta all’interno del confine del sistema,
per vettore energetico e fino a copertura totale del corrispondente vettore energetico consumato;
4) ai fini della compensazione di cui al numero 3, è consentito utilizzare l’energia elettrica prodotta da
fonti rinnovabili all’interno del confine del sistema ed esportata, secondo le modalità definite dai decreti di cui al presente comma;



Decreto Minimi 26/06/2015, all.1. cap.1.1:
1.1 La prestazione energetica degli edifici
1. Con riferimento a quanto disposto dall’articolo 4, comma 1, lettera a), del decreto legislativo, la prestazione energetica degli edifici è determinata sulla base della quantità di energia necessaria annualmente per soddisfare le esigenze legate a un uso standard dell’edificio... In particolare:
...
iv. l'energia elettrica prodotta da fonte rinnovabile non può essere conteggiata ai fini del soddisfacimento di consumi elettrici per la produzione di calore con effetto Joule. A titolo di esempio indicativo ma non esaustivo, l'energia elettrica prodotta da fonte rinnovabile in situ (per esempio, fotovoltaico) può essere conteggiata per contribuire al soddisfacimento dei seguenti fabbisogni energetici dell'edificio:
...



Premessa:
Quando fate un banale ape senza obblighi di FER/requisiti e per ACS c'è solo un boiler elettrico (effetto joule), l'indice EPW,nren vi viene un certo valore, mettiamo 40 kwh/mq anno (per favore non sindacalizziamo sulla relatività del numeretto..).
Se in questo edificio fosse presente FV, scomputando energia prodotta da FV da quella prelevata dalla rete dal boiler, l'indice EPW,nren vi viene 8 kwh/mq anno (per favore non sindacalizziamo sulla relatività di questo numeretto, è solo un esempio..) e aumenterebbe invece EPW,ren ..

Non sto dicendo che fate qualcosa di complicato quando dico "scomputare"..; intendo che fa tutto il sw da solo..; non so se forse questo è il punto su cui sono stato poco chiaro prima.

La mia domanda: in caso di banale ape senza obblighi di FER/requisiti, nel caso di cui sopra con boiler per ACS e presenza FV, voi tenete il risultato di 8 kwh/mq anno oppure fate in modo che l'indice EPW,nren rimanga 40 kwh/mq anno nonostante la presenza di FV che eventualmente potrà incidere sugli altri EP,nren a seconda della tipologia di generatori presenti negli altri servizi (cioè quindi considerando che parte di energia prodotta da FV NON venga fornita al boiler "effetto joule" per il servizio di ACS ed eventualmente quindi verrebbe utilizzata da altri servizi o andrebbe in "energia esportata") ?
girondone
Messaggi: 12246
Iscritto il: ven mar 16, 2007 09:48
Località: SV

Re: energia elettrica prodotta da FV va sempre NON fornita a generatori "effetto joule" o per alcuni fini di ape si può

Messaggio da girondone »

ma che cosa sarebbe ape senza obblighi fer?

un ape è un ape

gli obblighi fer saranno in legge10 se si stanno facendo determinati lavori ocn le relative verifiche
salvo118
Messaggi: 146
Iscritto il: gio giu 24, 2021 12:59

Re: energia elettrica prodotta da FV va sempre NON fornita a generatori "effetto joule" o per alcuni fini di ape si può

Messaggio da salvo118 »

girondone ha scritto: mar giu 21, 2022 15:41 ma che cosa sarebbe ape senza obblighi fer?

un ape è un ape

gli obblighi fer saranno in legge10 se si stanno facendo determinati lavori ocn le relative verifiche
oh cieloo..
d'accordo hai ragione
ho scritto una cosa imprecisa ma il succo del discorso si capiva comunque.., e non mi hai risposto

dai.., voi le sapete queste cose.. ; su questa cosa su cui tu mi fai giustamente l'appunto, mi riferivo al caso in cui stessi elaborando un progetto ad esempio di una villetta di nuova costruzione e quindi per le verifiche delle fer non posso utilizzare l'energia del fotovoltaico per i generatori effetto joule come è scritto nel 28/11 e faq 4 serie 2015..
va bene così?

però ora non vorrei che avermi costretto a fare questa precisazione sposti lo sguardo su altro.. NON voglio parlare di obblighi di fer..

Dai ragazzi.. l'ho scritto in 2/3 post..
Vorrei capire se il metodo di non utilizzare l'energia elettrica rinnovabile del fotovoltaico per i generatori che riscaldano con effetto joule valga sempre oppure no
salvo118
Messaggi: 146
Iscritto il: gio giu 24, 2021 12:59

Re: energia elettrica prodotta da FV va sempre NON fornita a generatori "effetto joule" o per alcuni fini di ape si può

Messaggio da salvo118 »

Ci riprovo :lol: sono un impiastro.. :roll:

Depuro dai vari riferimenti, facciamo così..

La mia domanda:
Supponiamo che quando redigete un ape di un edificio in cui per ACS c'è solo un boiler elettrico (effetto joule), l'indice EPW,nren risulti (supponiamo) 40 kwh/mq anno
Se in questo edificio fosse presente FV, scomputando energia prodotta da FV da quella prelevata dalla rete dal boiler, l'indice EPW,nren vi verrebbe (supponiamo) 8 kwh/mq anno e aumenterebbe invece EPW,ren ..
Voi ritenete corretto il risultato di 8 kwh/mq anno per l'indice EPW,nren nel caso in cui sia presente FV oppure ritenete, ai sensi delle norme 192/2005, decreto minimi 26 06 2015 ed eventuali altre, che EPW,nren debba rimanere 40 kwh/mq anno, cioè esattamente come se non fosse presente FV, la cui presenza eventualmente potrà incidere sugli altri EP,nren a seconda della tipologia di generatori presenti negli altri servizi ?

(quindi nel caso rimanesse 40 kwh/mq anno, parte di energia prodotta da FV NON verrebbe fornita al boiler "effetto joule" per il servizio di ACS, di contro verrebbe utilizzata da altri servizi o verrebbe aggiunta in "energia esportata")
Esa
Messaggi: 2115
Iscritto il: sab dic 03, 2011 22:53

Re: energia elettrica prodotta da FV va sempre NON fornita a generatori "effetto joule" o per alcuni fini di ape si può

Messaggio da Esa »

Con il mio SW, utilizzando solo riscaldamento elettrico per ambiente e ACS ad effetto Joule (e null'altro: ventilatori, ausiliari, ecc..), i risultati di calcolo sono:
- SENZA FV l'indice EPgl, ren è 192.38
- CON FV l'indice EPgl, ren è 25.49.
La quota di rinnovabili è del 79% (ho calcolato con FV da 100 kWp, giusto per provare).
Quindi l'edificio risulta adeguato anche alla norma attuale (minimo 60% di EN).
Quindi, il FV incide, e come!
Perché?
Tutti i SW (certificati CTI) fanno così?
salvo118
Messaggi: 146
Iscritto il: gio giu 24, 2021 12:59

Re: energia elettrica prodotta da FV va sempre NON fornita a generatori "effetto joule" o per alcuni fini di ape si può

Messaggio da salvo118 »

Esa ha scritto: mer giu 22, 2022 08:30 Con il mio SW, utilizzando solo riscaldamento elettrico per ambiente e ACS ad effetto Joule (e null'altro: ventilatori, ausiliari, ecc..), i risultati di calcolo sono:
- SENZA FV l'indice EPgl, ren è 192.38
- CON FV l'indice EPgl, ren è 25.49.
La quota di rinnovabili è del 79% (ho calcolato con FV da 100 kWp, giusto per provare).
Quindi l'edificio risulta adeguato anche alla norma attuale (minimo 60% di EN).
Quindi, il FV incide, e come!
Perché?
Tutti i SW (certificati CTI) fanno così?
Forse hai sbagliato a scrivere EPgl, ren anzichè EPgl,nren ?

Comunque.. ooh.. finalmente.. un parto.. qui vi volevo.

LASCIAMO PERDERE PER FAVORE, almeno per il momento, in questo post, la 28/11, la faq 4 ministero 2015, e la 199/21. LASCIAMO PERDERE AL MOMENTO, PER FAVORE.

Mi risulta che un sw (non faccio nomi ma non si tratta di una piccola swhouse..), per via del riferimento del decreto minimi di cui vi ho già dato rigo e paragrafo almeno un paio di volte, NON PERMETTA PIU' DI UTILIZZARE L'ENERGIA DEGLI IMPIANTI A FONTE RINNOVABILE (ES. FOTOVOLTAICO) PER COMPENSARLA CON QUELLA UTILIZZATA DA GENERATORI (ES. BOILER ELETTRICO) CHE UTILIZZANO EFFETTO JOULE !!

Quindi nel tuo caso, se tutti i generatori sono effetto joule, il sw in questione ti avrebbe lasciato l'EPgl,nren a 192,38. Se erano solo in parte effetto joule, comunque non ti avrebbe fatto arrivare a 25,49. Ovviamente questi dettagli tralasciamoli.. "tutto in parte.." il concetto l'avete capito.

Non ci credevo inizialmente... io non uso tale sw.. Lo usa un mio collega e mi ha chiesto info del perchè non gli cambiasse più l'indice EPW,nren quando inseriva FV... Abbiamo fatto prove e riprove... Ho contattato la swhouse.. E rispondendomi per iscritto, non mi danno mai il dettaglio di spiegazione che desidero.. Però mi hanno confermato che dalla nuova versione che hanno fatto uscire circa un mese fa, SI FA COSI'... Questa è la nuova regola tecnica di questa swhouse e non c'è modo di poter scegliere se compensare l'energia consumata dal boiler elettrico (boiler elettrico è un esempio..!! intendo i gen. eff. joule) con quella prodotta da FV . NON SI PUO' .

Questo dovrebbe essere per il disposto della 192/2005 e del decreto minimi, di cui ho scritto i riferimenti precisi ad articoli capitoli e righi nei post sopra.
E' vero che nelle linee guida ape non si trova qualcosa del genere, ma si ritiene che comunque questi riferimenti valgano in generale per l'ape.

Ora vi dico una cosa.. ma spero di non confondere.. Loro dicevano che hanno fatto uscire questa nuova versione che non permette più di compensare energia gen. eff. joule con quella delle rinnovabili per effetti della 199/21 che partono dal 13/06/2022, ma io non credo sia per questo.. Questo sarà qualche refuso.. magari qualcuno dello staff ha capito male la cosa.. non lo so...
Ma che possa essere comunque qualcosa di valido per il riferimento del decreto minimi e della 192/2005 ci potrebbe stare... Anche se poi mi sono chiesto... ma allora questa cosa valeva dal 2015..?? Oppure forse quel riferimento nella 192/2005 ai "decreti che sarebbero usciti.." si è concretizzato ora con la 199/21 pur non essendo questa specificatamente la norma motivazionale di tale cambio di rotta con implementazione del nuovo metodo di cui abbiamo discusso ??

PS Non faccio nomi ma se cercate fotovoltaico in progetto energetico finalizzato a APE o Relazione tecnica ex Legge 10 capite di chi parlo..
Esa
Messaggi: 2115
Iscritto il: sab dic 03, 2011 22:53

Re: energia elettrica prodotta da FV va sempre NON compensata con quella prelevata da rete dai generatori "effetto joule

Messaggio da Esa »

Se ti aiuta ... (senza ACS solo riscaldamento)
Allegati
Ape 1.jpg
Ape 1.jpg (83.84 KiB) Visto 818 volte
salvo118
Messaggi: 146
Iscritto il: gio giu 24, 2021 12:59

Re: energia elettrica prodotta da FV va sempre NON compensata con quella prelevata da rete dai generatori "effetto joule

Messaggio da salvo118 »

Grazie, molto gentile.
Vabbè.. se non avete voglia di dirmi qualcosa nel merito, lasciamo perdere..
O magari se mi diceste il punto in cui sono poco chiaro, forse potrei riuscire a spiegare meglio..
Grazie lo stesso, buona giornata.
Esa
Messaggi: 2115
Iscritto il: sab dic 03, 2011 22:53

Re: energia elettrica prodotta da FV va sempre NON compensata con quella prelevata da rete dai generatori "effetto joule

Messaggio da Esa »

Forse hai sbagliato a scrivere EPgl, ren anzichè EPgl,nren ?
Penso tu abbia ragione, difatti ti ho mandato la videata con le indicazioni corrette.
Ho sbagliato anche i numeri.
- CON FV l'indice EPgl, nren non è 25.49 ma 24.50 (la fretta ...).
Per il resto, che dire?
Se non capisco male la tua domanda è: perché il SW che uso riduce l'indice EPgl,nren se installo il FV?
Non so rispondere e, a dire il vero, mi sono arreso da tempo nell'affrontare questi temi, sui quali alcuni ingaggiano battaglie molto argomentate (sui forum, anche questo, ma specialmente su Facebook).
Io uso un SW certificato e non mi importa nulla se sbaglia i calcoli e mi fa vedere che con una caldaia ad effetto Joule mi dice che la quota rinnovabile è del 79% perché ho installato il FV.
Non crolla l'edificio e nessun Comune, Regione, ente o Privato, mi ha mai contestato il risultato.
Quando me ne preoccupavo (per varie ragioni) e ho fatto vedere al CTI che una formula in una norma 11300 era chiaramente sbagliata, mi hanno risposto (per iscritto) che avevo ragione, ma la formula era quella e dovevo rispettarla.
Fine.
Comunque, se ti consola, anche in Francia, dove non c'è un CTI che certifica (a caro prezzo, per altro) i SW, ma un ente pubblico che fornisce il modulo di calcolo (un blocco SW, per intenderci), hanno problemi simili.
Nessuno che corregga o sappia rispondere.
Comunque sia, il risultato che si voleva è raggiunto: le case (dal punto di vista energetico) sono fatte molto meglio di una volta e gli impianti pure. Anche se gli APE si fanno via internet a 50 euro, consumiamo molto meno energia per riscaldarci.
salvo118
Messaggi: 146
Iscritto il: gio giu 24, 2021 12:59

Re: energia elettrica prodotta da FV va sempre NON compensata con quella prelevata da rete dai generatori "effetto joule

Messaggio da salvo118 »

Così mi piaci :wink: , alla grande compare.

Infatti mi voglio dimettere dalla ditta per cui lavoro e sbattermene di tutto anche io, e approcciarmi alla tua filosofia.

Prima di farlo però rimango maniaco del dettaglio. Altrimenti faccio qualche altra minch*ata ..

Non ne vale la pena.. in una ditta i colleghi puzzano, tu puzzi, puzza il tutto e non è il mondo giusto in cui vivere. Che non se la prenda chi ci vive.

PS i tecnici dei comuni e regioni non ne capiscono niente di certificazione e regole tecniche.. mi sento di poter dire che è normale che nessuno ti abbia detto niente..

Oggi finalmente ho parlato telefonicamente con un tecnico della swhouse in questione..(non la mia, quella di un mio collega..)
Telefonata allucinante.. supercazzola con 7-8 scoppolamenti a destra e a sinistra..
Prima di aprile anche il loro sw funzionava così... ho parecchi ape che lo dimostrano..
"no ma non è possibile.."
L'ho messa sul ridere.. che dovevo fare.., ma non è finita con loro..

Comunque almeno gli ho fatto ammettere alcune fesserie che mi avevano scritto ed hanno confermato che è unicamente per il periodo del decreto minimi 26 06 2015..
Il decreto, anche se nominato requisiti minimi, vale in generale come regola da seguire per la certificazione energetica degli edifici, a quanto pare..
Un po', veramente.., si poteva intuire dal suo tenore letterale..

Che ti devo dire..
A quanto pare dal 2015, sbaglio a fare ape nei casi di presenza FV e boiler elettrico acs effetto joule.. Forse anche tu, visto che attui la mia stessa procedura..
Ho chiesto alla mia swhouse (anche il mio sw fornisce energia FV a boiler effetto joule); mi ha detto la procedura per procedere nell'"altro modo" e mi ha detto:
"Ho guardato gli esempi del cti per certificare i software: non ci sono progetti con fotovoltaico e scaldaacqua per cui l’argomento non è stato affrontato in fase di certificazione"

menomale che con fv ne ho fatti pochi ed in caso prima bisogna assistere allo scontro tra cti e ministero che ha emanato decreto..

ma quelli se ne sbattono più di noi..

ho dimenticato di chiedergli se così pensano di passare il test del cti.., ma penso di sì visto che, a quanto pare, al cti non interessa questa casistica..
anche se mi è giunta voce che il cti aggiornerà a breve le linee guida per la certificazione dei sw per la certificazione energetica..

viva fidel
Esa
Messaggi: 2115
Iscritto il: sab dic 03, 2011 22:53

Re: energia elettrica prodotta da FV va sempre NON compensata con quella prelevata da rete dai generatori "effetto joule

Messaggio da Esa »

il cti aggiornerà a breve le linee guida per la certificazione dei sw per la certificazione energetica..
Se da un esempio prefissato il CTI ricava il risultato che aspetta, il SW è certificato.
Ma basta cambiare esempio e inserire dati diversi (ovviamente gli stessi) su software diversi, per ottenere risultati differenti. A questo punto: chi ha ragione, visto che altri casi non sono controllati né ritenuti necessari?
A tutti importa che il SW utilizzato sia validato.
Certo nessuno si mette a fare concorrenza al CTI.
Figurarsi se lo stesso pensa di realizzare un motore di calcolo e metterlo a disposizione "gratuita" di tutti, lasciando ad ognuno il computo di realizzarsi l'interfaccia che si vuole o di acquistare quella che gli sembra più pratica e intuitiva.
Come fanno in Francia, ad esempio.
salvo118
Messaggi: 146
Iscritto il: gio giu 24, 2021 12:59

Re: energia elettrica prodotta da FV va sempre NON compensata con quella prelevata da rete dai generatori "effetto joule

Messaggio da salvo118 »

mi piace il tuo cinismo
si effettivamente le falle sono del sistema
però non mi sembra che i due decreti linee guida e minimi ti obblighino ad utilizzare i sw per l'ape; dicono che se utilizzi sw, questi devono essere certificati da cti
ma l'ape lo puoi fare pure su carta igienica, il cti a questo punto scompare di scena, e tu devi seguire tutte le regole precise delle uni e di questi due decreti, poi schiaffi i risultati dentro il modellino ape (le complicazioni del xml te le devi sbrigare da solo..) e sei obbligato a conservare pacconi di carta igienica usata
quindi in questo caso (e forse anche nei casi in cui il cti non prevede modelli specifici per il caso che stai trattando, non so..) sei tu il responsabile, non il sw o il cti..

comunque non mi convince del tutto questo discorso che il minimi valga sempre..
il comma 2 dell'art.1 dice: I criteri generali di cui al comma 1 si applicano agli edifici pubblici e privati, siano essi edifici di nuova costruzione o edifici esistenti sottoposti a ristrutturazione
però poi per vari altri richiami.., non saprei.., c'è confusione..
salvo118
Messaggi: 146
Iscritto il: gio giu 24, 2021 12:59

Re: energia elettrica prodotta da FV va sempre NON compensata con quella prelevata da rete dai generatori "effetto joule

Messaggio da salvo118 »

Ho parlato di nuovo con quel tecnico della swhouse.. Mi ha detto che si è consultato con i suoi colleghi più in alto...
Gli hanno riferito, e lui a me, che a ottobre 2021 c'è stata una riunione tecnica fra cti e le swhouse.

In sostanza hanno tutti ammesso che dal 2015 ad ottobre 2021 e anche ad oggi, questa cosa è passata in cavalleria... :shock: (quindi alla fine ormai chi si è visto si è visto..); ma il cti gli ha detto di cominciare a provvedere..

E infatti questa swhouse da maggio circa con la nuova versione non permette più di fornire rinnovabili a generatori effetto joule..

(si è rimangiato tutto quello che mi aveva detto nella prima telefonata, quando mi diceva che il loro sw lavorava sin dal 2015 così... mi diceva "..altrimenti avremmo avuto il centralino pieno di chiamate.." . TUTTO si è rimangiato !! :lol: Ora mi ha detto "..non si preoccupi, per gli ape di prima nessun problema, vada tranquillo.. :wink: Oooocchei)
Esa
Messaggi: 2115
Iscritto il: sab dic 03, 2011 22:53

Re: energia elettrica prodotta da FV va sempre NON compensata con quella prelevata da rete dai generatori "effetto joule

Messaggio da Esa »

non si preoccupi, per gli ape di prima nessun problema, vada tranquillo..
La risposta conferma la non validità della certificazione dei SW da parte del CTI.
Come hai visto nella videata che ho inviato, un SW (ma non è l'unico) certifica che con caldaia ad effetto Joule e FV ho una copertura di rinnovabile del 79%!
Comunque puoi stare tranquillo anche per gli APE futuri: magari correggono questo "errore", ma le norme TS 11300 hanno altri errori. E non vale la pena di sforzarsi a segnalarli. Non li ammetteranno mai.
Il CTI come fa a certificare i software? Facendo lavorare qualche stagista "pro tempore" o con una struttura informatica adeguata e professionale? Controllare i SW non è per nulla banale! Meglio sarebbe realizzare un motore di calcolo liberamente utilizzabile (vedi Energy+, per dire).
Per altro, la mia convinzione è che non sia sbagliato il SW, ma il Decreto che vieta di considerare rinnovabile l'energia del FV assegnata all'effetto Joule. D'altra parte, chi ha da ridire sulla dissipazione Joule delle reti elettriche (anche domestiche)?
Vedremo. Potrebbe anche accadere che venga premiato l'uso dell'energia elettrica prodotta localmente (CER), anche da componenti che sfruttano l'effetto Joule (tanto bistrattato nel riscaldamento, ma incentivato quando si tratta di cuocere i cibi).
Comunque, tanto per chiarire, non sono fautore dell'effetto Joule sempre e comunque, ma solo in situazioni di nicchia ultra marginali.
Rispondi