Scuole - adeguamento porte aule

Normativa Antincendio, Rilascio CPI, ecc.

Moderatore: Edilclima

Rispondi
engram
Messaggi: 166
Iscritto il: mer giu 10, 2009 19:25
Località: Imola

Scuole - adeguamento porte aule

Messaggio da engram »

Io sono rimasto che le porte delle aule ante '94 non devono essere portate necessariamente a 120 cm. È ancora così?
Poi rilevo una novità data dal DM 03/08/15: a differenza del DM 26/08/92 che prescriveva porte apribili nel verso dell'esodo oltre le 25 persone, il DM 03/08/15 (non cogente) indica apertura nel verso dell'esodo sempre. Sbaglio?
Feel them burn!
engram
Messaggi: 166
Iscritto il: mer giu 10, 2009 19:25
Località: Imola

Re: Scuole - adeguamento porte aule

Messaggio da engram »

Mi spiego meglio: la prescrizione del DM 26/08/92 era di portarle a 120 ma ricordo una Circolare che diceva che non era necessario perché andava contro al 626. Allora ho preso in mano l'81/08 e rilevo che fino a 25 lavoratori le porte devono essere 80 cm, dai 25 in su 120 cm.
Cosa dite che si debba fare oggi nel caso di classi con 25 alunni + 1 insegnante?
Feel them burn!
Terminus
Messaggi: 10285
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: Scuole - adeguamento porte aule

Messaggio da Terminus »

Solo qualora quegli alunni siano da considerarsi "lavoratori".
engram
Messaggi: 166
Iscritto il: mer giu 10, 2009 19:25
Località: Imola

Re: Scuole - adeguamento porte aule

Messaggio da engram »

Vanno sostituite nel caso non ne sia certificata la classe di reazione al fuoco 0 o 1?
Io penso proprio di sì, perché la ratio legis mi sembra evidente.
Chiedo a voi se siate a conoscenza di esperienze o circolari che smentiscano il mio punto di vista.
Grazie
Feel them burn!
engram
Messaggi: 166
Iscritto il: mer giu 10, 2009 19:25
Località: Imola

Re: Scuole - adeguamento porte aule

Messaggio da engram »

Stamane sono stato al Comando Provinciale di Bologna per chiedere chiarimenti fra cui quelli inerenti alla reazione al fuoco all'interno di scuole.
Ho parlato con un funzionario abbastanza preparato per quanto concerne la formulazione letterale delle norme.
E molto letterale è la sua posizione riguardo alle caratteristiche che devono avere porte e finestre.
Egli sostiene che la reazione al fuoco richiesta debba intendersi riferita ai soli rivestimenti e tendaggi, includendo fra i primi i pavimenti. Ha poi aggiunto che l'elenco riportato al punto 3.1 del D.M. 26/08/1992 non include le porte, pertanto queste non sono soggette. Ha poi concluso riportando la prassi consolidata che è quella di approvare a tutt'oggi porte in legno anche nelle nuove costruzioni.
Ne discende che nemmeno le finestre siano soggette.

Pensate quello che volete.
Io sono decisamente contrariato, e continuerò a sostenere che tutte le porte di scuole debbano essere certificate nella vecchia classe 1.
Feel them burn!
Rispondi