Misura del rumore di calpestio - corretta procedura?

Normativa acustica, rumore in ambienti lavorativi, Legge 447/95, DPCM 5.12.97, DLgs 195/06, ecc.

Moderatore: Edilclima

Rispondi
alicelabadini
Messaggi: 4
Iscritto il: dom set 27, 2020 14:07

Misura del rumore di calpestio - corretta procedura?

Messaggio da alicelabadini »

Buonasera, sono nuova sul forum e vorrei porvi una domanda piuttosto profana - spero questo non violi il regolamento e che la mia domanda possa comunque trovare risposta. Per un problema di rumore di calpestio proveniente dall'appartamento sovrastante il mio, desidererei misurare in modo anche approssimativo il livello del rumore, per capire se questo ecceda i limiti di legge, prima di rivolgermi ad un professionista per una perizia. Ho acquistato a questo proposito un fonometro (PeakTech P 8005) che restituisce misure sia in dBA che dBC. Visto che i valori che ottengo con le due misurazioni sono piuttosto divergenti (massimi di 56 dBA e 90 dBC), vorrei chiedervi quale dei due valori possa essere considerato più vicino all'effettivo rumore di calpestio e quindi utilizzato per fare un raffronto con i limiti di legge? Grazie mille e un saluto, Alice
Ultima modifica di alicelabadini il mar giu 22, 2021 09:55, modificato 1 volta in totale.
morrissey
Messaggi: 227
Iscritto il: ven apr 27, 2012 10:45

Re: Misura del rumore di calpestio - dBA o dBC?

Messaggio da morrissey »

nessuno dei due...
barabba
Messaggi: 264
Iscritto il: mer mag 18, 2011 21:49

Re: Misura del rumore di calpestio - dBA o dBC?

Messaggio da barabba »

nessuno dei due ha valore.. il limite di 63 db non è assoluto, ma dipende dalla forza con cui sopra colpiscono il pavimento.
E quella forza è indicata nella UNI corrispondente ed è quella relativa ai martelletti da 500g della calpestona, la macchina per testare il calpestio.
Il fonometro non serve a nulla senza la calpestona.
alicelabadini
Messaggi: 4
Iscritto il: dom set 27, 2020 14:07

Re: Misura del rumore di calpestio - dBA o dBC?

Messaggio da alicelabadini »

Buongiorno.
Riprendo il thread per una ulteriore domanda. Abbiamo incaricato un tecnico per la misurazione del rumore di calpestio, e la misurazione è stata effettuata ieri. Premetto che abitiamo in Germania, ma credo le procedure siano comunque normate da standard EU. Nel nostro appartamento abbiamo scelto di non avere porte nella zona giorno, ma comunque muri divisori con passaggi aperti tra le 3 diverse stanze, per un totale di circa 60 mq di superficie di pavimento. Il tecnico ha effettuato tutte le misurazioni in movimento, camminando tra le varie stanze collegate a quella in cui era collocata la calpestona al piano di sopra. Tuttavia al momento del calcolo ha deciso di utilizzare il volume delle singole stanze come se fossero separate.
Vorrei sapere se questo modo di operare possa aver influenzato un risultato piuttosto basso del rumore di calpestio? Ad una primo calcolo sommario, ci è stata comunicata una misura di 61dB, nonostante il rumore nelle singole misurazioni fosse molto forte (a detta anche del tecnico) con chiare aree in cui il solaio suonava "vuoto". Per informazione, abbiamo effettuato una misurazione parallela con il nostro fonometro per paragonare le misure sperimentali con l'effettivo rumore dei nostri vicini, e il rumore si aggirava sempre tra gli 80 e i 90 dB (valore massimo in dBC). Allego anche una planimetria del nostro appartamento: la x indica un esempio del punto di posizionamento della calpestona, e la linea un'idea sommaria del percorso seguito dal tecnico durante le registrazioni.
Grazie in anticipo!
Allegati
Trittschallmessung.jpg
Trittschallmessung.jpg (90.02 KiB) Visto 704 volte
morrissey
Messaggi: 227
Iscritto il: ven apr 27, 2012 10:45

Re: Misura del rumore di calpestio - dBA o dBC?

Messaggio da morrissey »

La norma per la misura le livello di calpestio in Italia è la UNI EN ISO 16283-2, in Germania la DIN EN ISO 16283-2.
DIN sta per Deutsches Institut für Normung
UNI sta per Ente nazionale italiano di unificazione
i metodi di misura, pertanto, sono uniformati.
Le norme stabiliscono la metodologia di rilevazione degli indici di riferimento e prevedono che la macchina simulatrice di calpestio sia posizionata in più punti (almeno 4) in ogni ambiente emittente e vengano eseguite più misure per l’ambiente ricevente corrispondente (sia con il microfono fisso spostato da punto a punto sia spostandosi con lo strumento in mano). Le verifiche vanno fatte stanza per stanza.
Va misurato poi il tempo di riverberazione nell’ambiente ricevente ed il rumore di fondo.
Infine si calcolano i diversi indici.
In Italia e, a che mi risulta, in Germania l’indice da calcolare per porlo a confronto con i limiti cogenti è il Livello di calpestio normalizzato rispetto all’assorbimento acustico L’nw.
I limiti cogenti sono stabiliti dai disposti di legge e in Italia abbiamo il DPCM 05/12/97 per il quale il limite da non superare è 63 dB (quanto determinato deve essere quindi inferiore).
Non conosco bene la situazione tedesca ma mi pare che il limite per gli edifici sovrapposti sia di 53 dB (riferito se non erro alla DIN 4109).
Quindi se il “tecnico” ha messo la macchina di calpestio in un punto solo (indipendentemente dall’assenza di porte che è un caso particolare) non ha misurato il riverbero ed il rumore di fondo non ha svolto correttamente i rilievi.
In ogni caso se ipoteticamente avesse determinato con la procedura corretta un indice di calpestio di 61 dB il requisito cogente non sarebbe rispettato.
alicelabadini
Messaggi: 4
Iscritto il: dom set 27, 2020 14:07

Re: Misura del rumore di calpestio - dBA o dBC?

Messaggio da alicelabadini »

Grazie mille per la risposta!
La macchina di calpestio è stata posta in più punti, e prima di effettuare la misurazione il tecnico ha misurato il riverbero, anche se non so come e dove esattamente visto che ci ha chiesto di uscire dall'appartamento durante la misurazione. Tuttavia, credo che abbia fatto in questo senso tutto correttamente.
Tutte le misurazioni sono state fatte infatti in movimento, e nessuna con un microfono fisso. Quello che mi ha lasciata perplessa è la modalità di misurazione, ovvero che ogni misurazione non sia stata effettuata all'interno di una sola stanza, ma lungo un itinerario attraverso le diverse stanze come ho disegnato in figura, per cui rilevando (immagino) livelli di rumore elevati vicino al punto in cui era posizionata la macchina di calpestio, e livelli piuttosto attutiti per esempio nel corridoio, che è separato dalle altre stanze da un muro portante spesso 50 cm. Mi chiedo se questa modalità di misurazione abbia potuto influire il livello di rumore misurato, in particolare se i valori usati nel calcolo del rumore di calpestio sono una media dei valori ottenuti durante la registrazione, in quanto rientrerebbero nella registrazione valori bassi registrati ben lontano dal punto di applicazione della macchina del calpestio e della stanza interessata. Per dare un riferimento, la misurazione con il nostro fonometro, che era fisso sul piano della cucina, ha restituito valori di 90 dB quando la misurazione è stata effettuata nella stanza direttamente sopra, e di 65-70 quando la misurazione è stata fatta nella stanza diametralmente opposta o nel corridoio.
Purtroppo l'edificio in cui abitiamo è precedente al 1989, per cui vale la DIN 4109 vigente allora, che stabiliva il limite a 63dB, quindi la misurazione è discriminante sulla nostra possibilità di richiedere un intervento oppure no.
morrissey
Messaggi: 227
Iscritto il: ven apr 27, 2012 10:45

Re: Misura del rumore di calpestio - dBA o dBC?

Messaggio da morrissey »

Cosa ha usato per saturare l’ambiente e misurare il decadimento?
Per quanto riguarda i livelli sonori va calcolato l’indice del rumore del calpestio L’nw per le misure eseguite per la singola posizione della macchina di calpestio. Mi spiego: se nella posizione 1 misuri nell’ambiente sottostante 2 volte ti calcoli il primo indice e così via. Se ci sono 4 posizioni della macchina di calpestio e due misure per ognuna di esse devi prima calcolare i quattro singoli indici e poi calcolare l’indice globale.
Muovendosi è la stessa cosa. Se non ha fatto così non ha operato correttamente, ma pensando a quanto sono precisi i tedeschi ho qualche dubbio.
alicelabadini
Messaggi: 4
Iscritto il: dom set 27, 2020 14:07

Re: Misura del rumore di calpestio - dBA o dBC?

Messaggio da alicelabadini »

Ciao. Grazie di nuovo per la tua cortese risposta e la pazienza.
"Cosa ha usato per saturare l’ambiente e misurare il decadimento?" --> Ha usato un dodecaedro e un fonometro, non credo nient'altro ma come dicevo non ero presente alla misurazione del riverbero, quindi non so nemmeno dove il dodecaedro sia stato posizionato, e quante misurazioni siano state fatte.
Per la misurazione del rumore di calpestio, invece, quello che ho visto è che per ogni posizione della macchina di calpestio (nel soggiorno in totale 3 posizioni) il tecnico ha fatto una sola registrazione in movimento (quindi 3 in totale per il soggiorno), della durata di circa 1 minuto direi, compiendo un percorso circolare nelle stanze + corridoio come indicato in figura, quindi non solo nella stanza in cui era posizionata la macchina (ho disegnato il percorso di tutte e 3 le misurazioni riferite al soggiorno, ovviamente sommario, per provare a fare chiarezza). Non credo che avrebbe fatto lo stesso se ci fossero state delle porte, per questo mi è venuto il dubbio, oltre al fatto che la rilevazione di 61 dB mi ha lasciata perplessa rispetto alla percezione che invece abbiamo avuto del rumore durante la misurazione, e ovviamente delusa. Il tecnico ha anche ammesso con noi prima di iniziare il lavoro che non sapeva come comportarsi nella misurazione per l'assenza di porte. Tuttavia mi sembra che la norma DIN sia piuttosto chiara dove dice che se le aperture sono inferiori a 1/3 del muro le stanze vanno considerate singolarmente. E in effetti nel calcolo dell'indice globale per il soggiorno ha utilizzato il volume della singola stanza, e non dell'intera zona giorno.
Mi farebbe piacere capire sulla base della vostra esperienza se la modalità di misurazione che comprendeva almeno una ventina di secondi fuori dalla stanza interessata dalla misurazione e quindi lontano dal punto di emissione del rumore possa aver influenzato il calcolo dell'indice del rumore di calpestio verso il basso. Grazie!

ps: sulla precisione dei tedeschi non mi esprimo, diciamo che almeno nel settore edilizio siamo stati abbastanza sfortunati da incontrare molte eccezioni ...
Allegati
Trittschallmessung.jpg
Trittschallmessung.jpg (112.1 KiB) Visto 679 volte
Rispondi