APE non conforme

Normativa Europea, Nazionale e Regionale sulla classificazione e certificazione energetica degli edifici, accreditamento tecnici, ecc.

Moderatore: Edilclima

Rispondi
Venanzio
Messaggi: 11
Iscritto il: mar nov 03, 2020 14:05

APE non conforme

Messaggio da Venanzio »

Buon giorno

Espongo il seguente quesito per un vostro parere

Il costruttore "Rossi" chiede nel 2015 la licenza edilizia n......protocollo ...... ecc. Per costruire un immobile ma senza mai aver iniziato lavori .

Nel 2017, Rossi apre una Società che chiamo Bianchi srl per semplicità di cui è socio con altri e alla cui Società viene volturata la licenza del 2015 ovviamente con altro numero di licenza .......protocollo ecc.

Il punto è questo : La Società Bianchi srl costruisce e vende nel 2019 rilasciando per i singoli appartamenti Attestazione di Prestazione Energetica con riferimenti normativi del 2015 .

In particolare, l'impianto fotovoltaico sulle singole unità immobiliari è di potenza definita secondo i criteri del D.lgs 28/2011 a Pag 32 che in pratica tiene conto della data di richiesta della licenza edilizia e quindi la Bianchi srl ha dimensionato con quei criteri e non quelli validi dal 1 gennaio 2017 che sono diversi . Di fatto gli impianti secondo i criteri 2017 avrebbero dovuto avere potenza superiore .

Tra l'altro il compilatore dell' APE riporta la potenza con criteri 2017 mentre l'installatore degli impianti ha installato con potenza riferita al 2015 . Che confusione...............

Il costruttore Bianchi srl si difende sostenendo i criteri 2015 pur con la non rispondenza dell APE . Tra l'altro, il compilatore ha generato l APE senza tener conto della DI.CO dei fotovoltaici ne tanto meno degnarsi di fare il sopralluogo col quale avrebbe visto il problema .

Chiedo quindi quale data vale ?

Grazie

boba74
Messaggi: 384
Iscritto il: mar mag 26, 2020 15:16

Re: APE non conforme

Messaggio da boba74 »

Al di là della validità dell'APE non conforme (in quanto, se ho ben capito riporta più fotovoltaico rispetto alla realtà, quindi è un problema del certificatore energetico), secondo me tutto sta nel passo in cui dici che la licenza è stata "volturata" nel 2017. Non so bene cosa si intenda, ma in teoria se la licenza non era scaduta, ci si sarebbe potuti tranquillamente riferire alla normativa 2015.
Cioè un conto è quando scade il permesso di costruire, e un conto è se i lavori restano fermi, mi pare che 2 anni non facciano scadere il permesso, quindi se non ci sono state varianti "sostanziali" rispetto al progetto 2015 si sarebbe potuta seguire la norma precedente.
Ultima modifica di boba74 il mer nov 04, 2020 11:21, modificato 1 volta in totale.

simcat
Messaggi: 1226
Iscritto il: mer apr 18, 2007 23:01

Re: APE non conforme

Messaggio da simcat »

Per i requisiti minimi fa sempre fede la data di richiesta del titolo edilizio.
Solo se nel corso degli anni, ci sono state varianti sostanziali, allora, solo per la parte di variante, si applicano i criteri della normativa vigente al momento della variante.

L'APE va redatto sempre con la metodologia di calcolo al momento della sua redazione ed, ovviamente, con i dati reali di quanto installato...

Venanzio
Messaggi: 11
Iscritto il: mar nov 03, 2020 14:05

Re: APE non conforme

Messaggio da Venanzio »

Intanto grazie per la rapida risposta

Io ho acquistato dalla Soc. Bianchi srl la quale dichiara sulla prenotazione e sull'atto di acquisto di aver costruito con licenza del 2017 .

Rossi, ovvero il primo richiedente licenza nel 2015 non figura in nessun modo negli atti ne tanto meno sull'APE .

Dalla tua risposta mi par di capire che il costruttore Bianchi ha correttamente applicato criteri retroattivi ?

arkanoid
Messaggi: 3137
Iscritto il: ven ago 31, 2007 08:51

Re: APE non conforme

Messaggio da arkanoid »

Fa vede la data di richiesta del titolo edilizio.
In soldoni, se la richiesta del permesso di costruire che ha portato alla realizzazione delle opere è stata protocollata in comune nel 2017, valgono le normative vigenti al 2017.
La cosa è probabile perchè se non si iniziano i lavori entro un anno dal rilascio del permesso, il permesso decade. Se i lavori fossero iniziati, ma non terminati entro 3 anni dal rilascio del permesso di costruire, si può richiedere una progora, che non cambia i riferimenti di legge a cui riferirsi per i criteri di progettazione.
Sembra inverosimile che abbiano costruito nel 2019 su una richiesta del 2015, possibile del 2017 se non scaduta (il cantiere quando è iniziato?)

L'APE, infine, non riguarda l'iter normativo di progettazione e realizzazione, ma lo stato di fatto al momento della redazione dell'APE. Il certificatore non si interessa di quello che è stato fatto e della sua eventuale difformità rispetto a quello che avrebbe dovuto essere fatto.
redigere redigere redigere

simcat
Messaggi: 1226
Iscritto il: mer apr 18, 2007 23:01

Re: APE non conforme

Messaggio da simcat »

Certo, il nodo cruciale è capire che cosa realmente si cela dietro alla "voltura"

Venanzio
Messaggi: 11
Iscritto il: mar nov 03, 2020 14:05

Re: APE non conforme

Messaggio da Venanzio »

Lavori sono iniziati nel 2017 da parte della Società Bianchi . Di questo sono certo

La voltura è stata fatta perchè il Sig Rossi ( parliamo di un geometra ...) non so per quale motivo ha voluto creare la Società bianchi di cui è socio col cugino .

Il tempo concesso per iniziare i lavori pena il decadimento del titolo , è uguale per tutti i comuni o dipende dai singoli regolamenti edilizi ?

Tra l'altro, non penso sia ricorsa questa condizione altrimenti la voltura alla Soc bianchi non si sarebbe potuta fare . Sarebbe stato necessario chiedere una nuova licenza . Correggetemi se sbaglio

Leggendo bene in fondo al foglio della licenza della Ditta Bianchi , è scritto :
La data del presente permesso non modifica i tempi e prescrizioni del precedente permesso rilasciato a Rossi nel 2015 ......

Si riferisce anche alle norme tecniche relative agli impianti o solo a quelle struutturali/architettoniche del progetto ?

Come posso io privato cittadino accedere alle prescrizioni date dall'ufficio tecnico del comune competente ?

Grazie. Mi state aprendo un mondo !!

Venanzio
Messaggi: 11
Iscritto il: mar nov 03, 2020 14:05

Re: APE non conforme

Messaggio da Venanzio »

Aggiungo in merito alla frase : L'APE, infine, non riguarda l'iter normativo di progettazione e realizzazione, ma lo stato di fatto al momento della redazione dell'APE. Il certificatore non si interessa di quello che è stato fatto e della sua eventuale difformità rispetto a quello che avrebbe dovuto essere fatto.

Sta bene che il certificatore APE riporti i criteri progettuali del 2017 ma non credo che si possa disinteressare di quanto realmente realizzato .

Tra l'altro vi è una casella da barrare e riguarda il sopralluogo sul posto che è obbligatorio tanto è che il certificatore a scritto SI...pur senza averlo fatto altrimenti si sarebbe accorto facilmente che il Fotovoltaico è di potenza inferiore .

Se non lo ha fatto ha dichiarato il falso

boba74
Messaggi: 384
Iscritto il: mar mag 26, 2020 15:16

Re: APE non conforme

Messaggio da boba74 »

Venanzio ha scritto:
mer nov 04, 2020 13:44


Come posso io privato cittadino accedere alle prescrizioni date dall'ufficio tecnico del comune competente ?

Grazie. Mi state aprendo un mondo !!
Dovresti almeno dirci qualcosa in più, del tipo: a che titolo stai facendo questa domanda? Hai una causa in corso, devi chiedere dei danni? Semplice curiosità personale?

Venanzio
Messaggi: 11
Iscritto il: mar nov 03, 2020 14:05

Re: APE non conforme

Messaggio da Venanzio »

Nessuna causa

Non ne varrebbe la pena visti i valori in gioco .

Stò cercando solo di convincere il costruttore a fare l'adeguamento e per essere credibile devo conoscere bene la materia almeno per controbattere la sua tesi che ho rappresentato nel primo messaggio .

Lui Insiste col dire che è corretto essersi riferito alla norma tecnica vigente al momento della prima richiesta del permesso a costruire mentre l'architetto che ha redatto l'APE sostiene di essersi riferito alla norma in atto al momento della concessione edilizia alla Soc Bianchi , oltretutto è convinto che non sia necessario fare sopralluoghi per verificare la reale situazione e che lui non è dovuto a consultare la Dichiarazione di Conformità degli impianti palesemente discordante con quanto egli stesso ha descritto nell'APE .

Io sono un Perito tecnico industriale con specializzazione elettrotecnica e mi sono sempre occupato di impianti elettrici in generale. Non capisco perchè un Architetto non debba restare nel suo ambito professionale senza invadere settori che non sono di sua stretta competenza.

Io, un progetto architettonico o strutturale, non lo farei mai perchè non ne ho le competenze

Redigo progetti e certificazioni elettriche e neanche tutte perchè come sai in determinati specifici casi occorre la laurea .

Scusate lo sfogo ma ..........la dovevo proprio dire. Senza offesa per nessuno

Avatar utente
NoNickName
Messaggi: 4840
Iscritto il: gio giu 17, 2010 12:17

Re: APE non conforme

Messaggio da NoNickName »

La voltura del permesso di costruire non dà luogo ad una nuovo permesso, ma accerta una semplice novazione soggettiva del rapporto: essa consiste semplicemente nel cambiamento dell’intestazione dell’atto amministrativo già esistente e non incide in alcun modo sul contenuto dello stesso, che rimane del tutto identico ed invariato.

L’amministrazione (in persona del dirigente del competente ufficio comunale), quindi, non può addurre considerazioni di carattere personale per opporsi alla richiesta fatta da chi succeda (a qualsiasi titolo) al precedente intestatario. Essa deve limitarsi a verificare la sussistenza delle condizioni richieste dal regolamento edilizio comunale per procedere al trasferimento del permesso di costruire.

La sopravvenienza di una nuova normativa urbanistica non può, conseguentemente, influire sull’atto di voltura (C. Stato, sez. V, 17-3-1978, n. 353).
https://www.laleggepertutti.it/106124_v ... -costruire

Fintanto che il permesso di costruire era vigente e valido alla data di inizio lavori, e che siano trascorsi meno di tre anni alla data di fine lavori (salvo proroghe), la normativa urbanistica e edilizia da seguire era quella in vigore all'atto del rilascio del permesso di costruire originario.

L'ape invece deve essere redatto secondo i criteri di calcolo in vigore all'atto della redazione, e rispondente allo stato di fatto.
Chi si affida ad un professionista “legittimamente attende di ricevere una prestazione diligente, art. 1176 cc”. Non si può esigere che il cliente controlli il lavoro del professionista “quali che siano le sue competenze o qualifiche professionali”.

arkanoid
Messaggi: 3137
Iscritto il: ven ago 31, 2007 08:51

Re: APE non conforme

Messaggio da arkanoid »

Stai dando all'APE un valore che non ha. L'APE è cartaccia, non riguarda la conformità di nulla, è solo un atto con cui il certificatore certifica che all'atto della redazione la situazione è questa. Fine dei giochi. Non deve far riferimento ad un permesso di costruire o a scelte progettuali giuste o sbagliate.
Se l'ape non riporta lo stato di fatto è un illecito, che ti consiglio di risolvere richiedendo di avere un APE nuovo redatto correttamente.
Se l'ape è stato redatto con una normativa superata all'atto della redazione dell'APE (non sono le norme di costruzione, ma quelle di redazione dell'APE), l'APE non è corretto, per cui ancora chiederei di avere un APE corretto.
Se l'APE è corretto ma il progetto non rispetta la normativa vigente all'atto della richiesta del PDC il certificatore ha operato correttamente, potresti "rivalerti" sul costruttore ma credo con poca speranza, tu hai comprato una cosa per quel che è.
redigere redigere redigere

Venanzio
Messaggi: 11
Iscritto il: mar nov 03, 2020 14:05

Re: APE non conforme

Messaggio da Venanzio »

Caro Arkanoid

In merito alla tua affermazione "Stai dando all'APE un valore che non ha. L'APE è cartaccia, non riguarda la conformità di nulla" non mi trovi poi tanto d'accordo perchè il Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 26 giugno 2015 da valore di dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, comportando quindi la NON corrispondenza di quanto dichiarato al vero anche ad una responsabilità penale .

Per l'alto tuo concetto "Se l'ape è stato redatto con una normativa superata all'atto della redazione dell'APE (non sono le norme di costruzione, ma quelle di redazione dell'APE), l'APE non è corretto, per cui ancora chiederei di avere un APE corretto"

Qui mi trovi d'accordo e dopo i vari chiarimenti che mi avete dato in precedenza in merito al titolo edilizio , deduco che il fotovoltaico NON ha comunque la potenza che avrebbe dovuto avere con i criteri di progettazione in vigore al momento della prima richiesta del titolo edilizio poi volturato.

Il calcolo da me fatto col decreto 28/2011 corrisponde ad 1,5 Kw ma l'impianto è da 1,1 Kw Tale valore discorda con quello nell'APE che è di 1,7 Kw e Visto che la confusione regna sovrana, non resta altro che chiedere un'APE corretta .

Grazie ancora a voi tutti . Preparati oltre che disponibili

boba74
Messaggi: 384
Iscritto il: mar mag 26, 2020 15:16

Re: APE non conforme

Messaggio da boba74 »

L'APE non c'entra nulla, se anche non è conforme il fatto di fartelo rifare serve solo per averlo conforme, per quello che può servire (ad esempio se vendi la casa).
Il FV deve avere una potenza pari a quella del 2015 che se non erro dal Dlgs 28 dovrebbe essere Sq/35 con Sq superficie coperta. Hai verificato bene questo parametro? Se sì allora puoi rivalerti sul costruttore qualora la potenza sia insufficiente.

sergiob
Messaggi: 179
Iscritto il: mar apr 10, 2012 09:27

Re: APE non conforme

Messaggio da sergiob »

l'APE è una fotografia dello stato di fatto. Risulta sbagliata se non rispecchia la realtà.

Se l'impianto installato è da 1,1 kW, nell'APE dovrà essere indicata tale potenza, ed il certificatore non ha responsabilità sull'eventuale non conformità degli impianti.

Se secondo normativa l'impianto doveva essere da 1,5 kW non è colpa del certificatore... e di sicuro non avrebbe dovuto indicare tale potenza nell'APE.

E' vero che il certificatore deve essere nominato ad inizio lavori, però non è responsabile del progetto. Può fare dei sopralluoghi in cantiere, ma sono volti a prendere atto delle lavorazioni eseguite. Non rientra nella filiera della progettazione e direzione lavori, altrimenti non sarebbe più una figura terza.

boba74
Messaggi: 384
Iscritto il: mar mag 26, 2020 15:16

Re: APE non conforme

Messaggio da boba74 »

Piuttosto che guardare l'APE, dovresti semmai chiedere la relazione L10, è lì che sta scritto a livello progettuale qual'è la potenza minima di legge del fotovoltaico, con riferimento alla data di applicazione delle norme.

Venanzio
Messaggi: 11
Iscritto il: mar nov 03, 2020 14:05

Re: APE non conforme

Messaggio da Venanzio »

Forse date poca valenza all'APE .

E' un documento allegato all'atto di acquisto , firmato da acquirente, venditore e notaio

Se dovessi vendere prima dei 10 anni , dovrei soltanto sperare di trovare un acquirente non addentrato nella materia altrimenti sarebbero problemi a meno di non far modificare a mie spese

In rete c'è una sentenza a tal riguardo e il venditore è stato condannato per truffa . Cassazione pen, sez. II, sentenza n. 16644/2017. ribadisco che non ho neanche la piu pallida idea di ricorrere in giudizio per cosi poco .

Comunque, fatti i dovuti calcoli tenendo conto della data del prima rilascio del titolo "licenza edilizia" e in base al D.lgs 28/2011 è palese che l'impianto anche se di poco è sottostimato . Quindi va adeguato insieme alla relativa DI.CO e rifatta l'APE .

Ho grossi dubbi sul fatto che il certificatore dell'APE non debba tenere conto di quanto realmente installato ovvero che non sia necessario neppure il sopralluogo . Tanto è che è stato istituito un organismo di verifica e controllo che in caso di difformità emette sanzioni............

L'APE è la fotografia di quanto e quali elementi concorrono a determinare la classe energetica

E' sempre un piacere scambiare idee con voi

simcat
Messaggi: 1226
Iscritto il: mer apr 18, 2007 23:01

Re: APE non conforme

Messaggio da simcat »

Venanzio ha scritto:
ven nov 06, 2020 12:57


Ho grossi dubbi sul fatto che il certificatore dell'APE non debba tenere conto di quanto realmente installato ovvero che non sia necessario neppure il sopralluogo . Tanto è che è stato istituito un organismo di verifica e controllo che in caso di difformità emette sanzioni............

Infatti, tutti ti abbiamo detto che il sopralluogo è OBBLIGATORIO, tant'è che va dichiarato nell'APE... e che si debba dichiarare quanto effettivamente installato. Su questo non c'è alcun dubbio.

Interessante, come ti è stato suggerito, vedere la pratica "ex L10"

Venanzio
Messaggi: 11
Iscritto il: mar nov 03, 2020 14:05

Re: APE non conforme

Messaggio da Venanzio »

Mi riferivo alla risposta di arkanoid » gio nov 05, 2020 10:10

Stai dando all'APE un valore che non ha. L'APE è cartaccia, non riguarda la conformità di nulla, è solo un atto con cui il certificatore certifica che all'atto della redazione la situazione è questa. Fine dei giochi. Non deve far riferimento ad un permesso di costruire o a scelte progettuali giuste o sbagliate.



Per la relazione ex Legge 10 non provo neanche a chiederla perchè certo di non averla vista la polemica in atto . Non credo si obbligatorio rilasciarla all'acquirente . Tu che dici ?

arkanoid
Messaggi: 3137
Iscritto il: ven ago 31, 2007 08:51

Re: APE non conforme

Messaggio da arkanoid »

Abbi pazienza.
Se vuoi avere voce in capitolo in una contestazione seria, devi prendere atto delle cose come stanno:

L'APE che tu stai usando come leva per dimostrare che il progetto non è conforme, non può essere usato per quello.
L'APE, ripeto, può essere sbagliato se non riporta quello che è lo STATO DI FATTO al momento della redazione dell'APE.

Per essere chiari, ed è un notissimo motivo di tensione, quando si viene contattati da un costruttore per progettare un edificio capita che il costruttore chieda al progettista una "classe A".
Questa è una richiesta illegittima.

Il progettista deve rispettare le norme relative alla progettazione che NON sono quelle che riguardano l'APE e oltretutto sono riferite all'atto di richiesta del titolo edilizio e non, come l'APE, al momento della redazione.
Se mi chiedono di progettare una cosa in classe A posso progettare una cosa che è in classe A al momento della progettazione (simulando una certificazione, in fase di progetto non si ottiene nessuna classe), ma non posso sapere quali saranno le regole di classificazione energetica al momento della redazione dell'APE.
Purtroppo il messaggio mediatico è che sia l'APE ad attestare una buona progettazione, mentre non è così. Come ti hanno già consigliato, richiedi copia della documentazione del PROGETTO che deve essere stata depositata in comune, tra cui la relazione tecnica secondo art.28 L10/91 e s.m.i.
Su quella trovi le verifiche relative alla normativa vigente al momento del progetto, e la normativa di riferimento stessa.
E' lì che devi cercare un eventuale illecito che ti possa avere causato danno.

Ma non credo sia una strada molto utile, il motivo come ho già detto è che tu hai acquistato un bene nello stato in cui si trova a prescindere dal fatto che fosse stato realizzato correttamente. L'APE entra in gioco nel momento in cui se è sbagliato, potresti aver comprato un bene con carattieristiche diverse da quelle che ti hanno comunicato.
Potresti richiedere un APE corretto ed eventualmente chiedere un rimborso (proporzionale a....?) in caso le prestazioni (leggi: il fabbisogno di energia, la produzione da fonte rinnovabile, etc) siano inferiori a quelle contrattuali.

Sono due piani diversi, se vuoi contestare la potenza dell'impianto FV secondo norma usando un APE sbagliato, non ci cavi niente.
redigere redigere redigere

Venanzio
Messaggi: 11
Iscritto il: mar nov 03, 2020 14:05

Re: APE non conforme

Messaggio da Venanzio »

Mi dispiace se te la sei presa ma il fatto che l'APE sia carta straccia lo hai detto tu

Comunque, la discussione è andata ben oltre quello che mi sarei immaginato e lo dico in senso positivo per avere appreso da voi tutti e quindi anche da te nozioni tecniche sconosciute oltre a chiarimenti che mi hanno fatto capire meglio il quadro normativo i materia di risparmio energetico ed edilizio.

Di certo non chiederò accesso agli atti in comune per i dettagli della progettazione . Non ne vale la pena .

Purtroppo o per ignoranza o per furbizia il costruttore si è sistemato i fatti suoi perchè il problema che ho sollevato e che avrà un valore si e no di un migliaio di euro, lo hanno avuto altri 15 condomini...............moltiplica e vedi che forse un pizzico di mala fede cìè stata

Come dicevo in precedenza, l'elettricista impiantista che ha realizzato gli impianti fotovoltaici ha confessato a " quattr'occhi" che il venditore non cede perchè se lo fà con me deve sistemare anche gli altri .

Ripeto e torno a dire che ho aperto la discussione per capire meglio e per cercare di imporre un principio a chi è convinto di avere agito nel giusto ma senza risultato. Almeno fin ora

Ancora GRAZIE a TUTTI !!!

Avatar utente
NoNickName
Messaggi: 4840
Iscritto il: gio giu 17, 2010 12:17

Re: APE non conforme

Messaggio da NoNickName »

arkanoid ha scritto:
ven nov 06, 2020 19:35
Se mi chiedono di progettare una cosa in classe A posso progettare una cosa che è in classe A al momento della progettazione (simulando una certificazione, in fase di progetto non si ottiene nessuna classe), ma non posso sapere quali saranno le regole di classificazione energetica al momento della redazione dell'APE.
E qua viene fuori il paraculo che è dentro ogni termotecnico. A cui chiedono una classe A, dice che è illegittimo e che non saprà cosa verrà fuori alla fine. Esilarante.
Venanzio ha scritto:
ven nov 06, 2020 20:00
Purtroppo o per ignoranza o per furbizia il costruttore si è sistemato i fatti suoi
Per intelligenza. Doveva sistemare i fatti tuoi o i miei?
Chi si affida ad un professionista “legittimamente attende di ricevere una prestazione diligente, art. 1176 cc”. Non si può esigere che il cliente controlli il lavoro del professionista “quali che siano le sue competenze o qualifiche professionali”.

arkanoid
Messaggi: 3137
Iscritto il: ven ago 31, 2007 08:51

Re: APE non conforme

Messaggio da arkanoid »

NoNickName ha scritto:
ven nov 06, 2020 20:26

E qua viene fuori il paraculo che è dentro ogni termotecnico. A cui chiedono una classe A, dice che è illegittimo e che non saprà cosa verrà fuori alla fine. Esilarante.
Non vedo nè paraculi che ti puoi tenere per te e nemmeno niente di divertente. Ho collaborato in alcuni cantieri durati anni in cui la normativa è cambiata da progetto ad APE, hanno anche introdotto l'edificio di riferimento, quindi che ti piaccia o meno è la realtà.
redigere redigere redigere

Venanzio
Messaggi: 11
Iscritto il: mar nov 03, 2020 14:05

Re: APE non conforme

Messaggio da Venanzio »

Non vi arrabbiate......................

C' è di peggio ( vedi covid....... )

sergiob
Messaggi: 179
Iscritto il: mar apr 10, 2012 09:27

Re: APE non conforme

Messaggio da sergiob »

L'APE non è carta straccia, però nemmeno il santo Graal.
Spesso viene presa come documento supremo da utilizzare per fare causa... perchè poi alla fine li si vuole arrivare.
Poco tempo fa una è venuto da me un tizio che voleva citare e chiedere risarcimento al certificatore perchè il tetto era stato impermeabilizzato male... non capisco cosa ci azzecca il cartone catramato posato male con l'APE. Prenditela con il DL, con il progettista della copertura, con l'impresa...

Confermo che in caso di cambio delle normative in corso d'opera è impossibile dare una classificazione all'immobile.
Faccio un progetto oggi di un complesso di edifici. Perfetto, tutto bello in classe A. Il cantiere durerà un paio d'anni. Nel 2022, prima della chiusura lavori, cambiano i parametri dell'edificio di riferimento... taac, l'edificio slitta in classe B.

Venanzio
Messaggi: 11
Iscritto il: mar nov 03, 2020 14:05

Re: APE non conforme

Messaggio da Venanzio »

Sergio,

forse non hai seguito tutta la discussione

In breve, La normativa di riferimento per gli impianti tecnologici fa riferimento al Dlg 28/ 2011 che in breve stabilisce una data certa pdi riferimento che è quella del rilascio del titolo edilizio . Data certa e non contestabile . Se poi la costruzione dura 15 anni , bene fà il costruttore ad attenersi alle regole di 15 anni prima quando ha ottenuto la licenza edilizia.

Nessuno ha mai detto che ad ogni cambio di norma il costruttore deve cambiare progetto .

L'APE ha il suo valore anche se tu non lo riconosce.

Chi rilascia APE non conforme rischia condanna penale e sanzione pecuniaria oltre a verifica da parte del servizio apposito che ogni regione dovrebbe aver istituito .

Mi dispiace che non sei daccordo . Tutto sta bene , sopratutto il libero pensiero che tutti abbiamo diritto di esprimere .

Un bel saluto !!!! e non tarrabbia.............

sergiob
Messaggi: 179
Iscritto il: mar apr 10, 2012 09:27

Re: APE non conforme

Messaggio da sergiob »

Venanzio ha scritto:
sab nov 21, 2020 19:04
Sergio,

forse non hai seguito tutta la discussione

In breve, La normativa di riferimento per gli impianti tecnologici fa riferimento al Dlg 28/ 2011 che in breve stabilisce una data certa pdi riferimento che è quella del rilascio del titolo edilizio . Data certa e non contestabile . Se poi la costruzione dura 15 anni , bene fà il costruttore ad attenersi alle regole di 15 anni prima quando ha ottenuto la licenza edilizia.

Nessuno ha mai detto che ad ogni cambio di norma il costruttore deve cambiare progetto .

L'APE ha il suo valore anche se tu non lo riconosce.

Chi rilascia APE non conforme rischia condanna penale e sanzione pecuniaria oltre a verifica da parte del servizio apposito che ogni regione dovrebbe aver istituito .

Mi dispiace che non sei daccordo . Tutto sta bene , sopratutto il libero pensiero che tutti abbiamo diritto di esprimere .

Un bel saluto !!!! e non tarrabbia.............
Perchè dovrei arrabbiarmi? Stiamo solo ragionando.

Sono d'accordo sulle responsabilità dell'APE non conforme, però deve essere non conforme. Se l'APE rispecchia lo stato di fatto è conforme, questo sto dicendo. Come ho già detto, l'APE è una fotografia dello stato di fatto e non un documento che attesta come dovrebbe essere l'edificio se rispecchiasse le normative.

Non ho nemmeno citato il tuo specifico caso... ho solo fatto una precisazione per chi crede che sia colpa del certificatore se un edificio è progettato o realizzato male.

Rispondi