Porte SAC1 | Non è così semplice

Normativa Antincendio, Rilascio CPI, ecc.

Moderatore: Edilclima

Rispondi
Tom Bishop
Messaggi: 1804
Iscritto il: mar dic 30, 2008 17:13

Porte SAC1 | Non è così semplice

Messaggio da Tom Bishop »

Da qualche tempo, seppure in ritardo rispetto all'entrata in vigore della UNI EN 14351-1:2010, nei miei progetti di prevenzione incendi sto chiedendo che le porte lungo le vie di esodo siano certificate SAC1 con dichiarazione di impiego AVCP1. Anzitutto noto sempre un certo stupore davanti a questa mia richiesta, :shock: e, anche le aziende che hanno la certificazione, fanno fatica a fornire porte che non sia quelle standard (cieche tipo tagliafuoco).
Mi spiego meglio, ho due esempi relativi a casi che sto affrontando in questi giorni.

Esempio 1
Porzione di scuola in fabbricato esistente che sta riqualificando una zona sinora non usata per ampliare gli spazi in vista della riapertura di settembre.
L'ultima porta lungo la via di esodo, oggi è fatta così:

Immagine

Devo sostituirla con una nuova certificata SAC1. Non trovo nessuno che sia in grado di produrla. L'edificio è pregevole per arte e storia e non posso modificare l'estetica.

Esempio 2
Autorimessa in via di realizzazione in un ex laboratorio artigianale con percorso d'esodo con porta finale verso l'esterno con attuale porta in alluminio a vetri che non posso modificare nell'estetica per rispetto del progetto paesistico del centro storico.

Immagine

Anche in questo caso nessuna delle aziende interpellate che si pubblicizzano certificate SAC1 mi ha sinora dato la disponibilità a produrla.

Tutti mi dicono che se voglio me le fanno non certificate... tanto chi controlla :shock: :roll:
Ci si dimentica che chi controlla non sono i VVF, ma il professionista che deve asseverare come previsto dal DRP151/11 e la responsabilità è, in questo caso, esclusivamente sua.
Tom Bishop

giotisi
Messaggi: 1732
Iscritto il: mer mag 27, 2009 11:52
Località: brescia

Re: Porte SAC1 | Non è così semplice

Messaggio da giotisi »

Ci troviamo a scontare 9 anni di fancazzismo.
Dal febbraio 2010 le porte esterne su via di fuga dovrebbero essere SAC1, e nessuno se lo è mai filato.
Tutti i produttori di porte lo sanno, ma tutti sanno che al progettista di turno va bene la sola certificazione del maniglione, perche 'è sempre stato così'
I produttori di maniglioni SE NE GUARDANO BENE dal dire al loro cliente che porta marcata SAC3+Maniglione marcato SAC1 NON FANNO USCITA SU VIA DI FUGA.

Lasciando perdere i 'massimi sistemi' e venendo ai tuoi due casi, ammetto che trovare chi ti inserisce una via di fuga 'dentro' una vetrata non modificabile, puo' essere arduo.
Anche 'per principio', il produttore dovrebbe garantire che la porta si apre anche in condizioni critiche, quando il telaio al contorno potrebbe essere stato deformato dall'incendio... io non lo farei mai.
Oltretutto, se è una partizione Risc-Esterno, come la metti con la trasmittanza?

L'altro caso mi sembra più 'easy' .. ma forse è più stretta di quanto sembri; di solito il SAC1 viene ottenuto in cascading.. e non è detto che il sistemista che ha fatto le prove in laboratorio (delle quali cede il diritto d'uso al costruttore della porta), si sia spinto al di sotto dei canonici 90 cm di larghezza.

Avatar utente
weareblind
Messaggi: 1359
Iscritto il: gio lug 30, 2009 09:49

Re: Porte SAC1 | Non è così semplice

Messaggio da weareblind »

Faccio una riflessione diversa. La porta è esistente, una volta montato un maniglione 1125, con DoP, corretta posa e Dich PROD, per me va bene.

Tom Bishop
Messaggi: 1804
Iscritto il: mar dic 30, 2008 17:13

Re: Porte SAC1 | Non è così semplice

Messaggio da Tom Bishop »

@giotisi ti ringrazio della risposta, come vedi non ne sono ancora uscito.
Posso condividere quello che dici riguardo la porta in una vetrata esistente. Ma che fare allora? Lascio la porta così come è e la dichiara esistente e dunque non soggetta a SAC1.
Nell'altro caso c'è un cambio di destinazione d'uso. La porta la devo per forza cambiare per mettere il maniglione e che faccio? Assevero anche se on rispetta la UNI?
Non sarò mica l'unico a trovarsi in una situazione del genere, credo. Che fanno gli altri? Si tappano il naso e firmano?
Tom Bishop

Tom Bishop
Messaggi: 1804
Iscritto il: mar dic 30, 2008 17:13

Re: Porte SAC1 | Non è così semplice

Messaggio da Tom Bishop »

weareblind ha scritto:
sab giu 27, 2020 08:57
Faccio una riflessione diversa. La porta è esistente, una volta montato un maniglione 1125, con DoP, corretta posa e Dich PROD, per me va bene.
Si certo è quello che sto pensando di fare. Tra l'altro si tratta di riattivare una attività esistente sospesa anni fa... ci sta.
Ma nell'altro caso che fai?
Tom Bishop

Terminus
Messaggi: 8277
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: Porte SAC1 | Non è così semplice

Messaggio da Terminus »

giotisi ha scritto:
sab giu 27, 2020 07:31
Ci troviamo a scontare 9 anni di fancazzismo.
Dal febbraio 2010 le porte esterne su via di fuga dovrebbero essere SAC1, e nessuno se lo è mai filato.
Scusa giotisi, sbaglio ma la EN 14351 è diventata norma armonizzata nel 2016 ed il DOW è scaduto a novembre 2019 ?
Quindi in realtà prima del 2016 i produttori non avevano alcun dovere di rispettarla e l'obbligo è piuttosto recente, insieme a quello della marcatura complessiva della porta esterna.
I casi prospettati mi sembrano tutti "fuori standard", quindi necessitano di lavorazione ad hoc, che solo un artigiano può mettersi a fare.

Nel caso di riattivazione di un'attività esistente, nella quale la porta era già US, anche io mi limiterei al maniglione CE.
Nel caso di riqualificazione di una porta esistente non US, in effetti non credo vi siano soluzioni per glissare sulla DoP della porta.
Piuttosto, se il problema è la paesaggistica, quindi solo di aspetto esteriore, potresti pensare di placcare una normale porta certificata con un pannello che riprenda il disegno della porta esistente (detto tra noi il palazzo che fotografi non mi sembra proprio di pregio architettonico).

Tom Bishop
Messaggi: 1804
Iscritto il: mar dic 30, 2008 17:13

Re: Porte SAC1 | Non è così semplice

Messaggio da Tom Bishop »

Terminus ha scritto:
sab giu 27, 2020 09:23

Piuttosto, se il problema è la paesaggistica, quindi solo di aspetto esteriore, potresti pensare di placcare una normale porta certificata con un pannello che riprenda il disegno della porta esistente (detto tra noi il palazzo che fotografi non mi sembra proprio di pregio architettonico).
Un pensiero ce l'avevo fatto. Ma poi non perderei la certificazione?
Tom Bishop

Terminus
Messaggi: 8277
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: Porte SAC1 | Non è così semplice

Messaggio da Terminus »

Verniciatura allora. Anche le porte tagliafuoco vengono trattate in questo modo.

Rispondi