Dubbio Ape

Normativa Europea, Nazionale e Regionale sulla classificazione e certificazione energetica degli edifici, accreditamento tecnici, ecc.

Moderatore: Edilclima

Rispondi
Elisa2104
Messaggi: 1
Iscritto il: mer giu 24, 2020 19:22

Dubbio Ape

Messaggio da Elisa2104 »

Buongiorno a tutti, sono nuova, spero che la mia domanda sia pertinente. Sto valutando i lavori necessari per avere il bonus. Leggendo l'ape della mia casa (villetta a schiera) ho trovato che il consumo è pari a 170 kwh/mq. La classe energetica dell'edificio è D. Ora, so che nell'ape entrano in gioco diversi fattori, ma secondo voi è possibile che, stante il consumo così alto di kwh/mq, la casa rientri in una classe D? Non è un po' troppo alta come classe? Grazie a chi risponderà.

boba74
Messaggi: 97
Iscritto il: mar mag 26, 2020 15:16

Re: Dubbio Ape

Messaggio da boba74 »

La classificazione energetica è cambiata negli anni.... la risposta quindi dipende soprattutto da quando è stato emesso l'APE. Prima le classi erano legate a valori fissi di EP, oggi invece sono variabili perchè vengono riferiti all'edificio di riferimento, quindi il fabbisogno calcolato per il tuo edificio viene confrontato con un edificio di riferimento che potrebbe avere valori molto alti o molto bassi, perciò il solo valore di EP non ti dice nulla sulla classe.
Se il tuo APE è recente (cioè almeno 2015) allora potrebbe tranquillamente essere in D con quel valore.

mat
Messaggi: 3063
Iscritto il: lun gen 26, 2009 17:07

Re: Dubbio Ape

Messaggio da mat »

E proprio in virtù di questa aleatorietà l'ape pre lavori va redatto ad hoc; personalmente non utilizzerei mai un ape redatto da un altro tecnico, per giunta anni addietro, per approntare una pratica pro 110%

boba74
Messaggi: 97
Iscritto il: mar mag 26, 2020 15:16

Re: Dubbio Ape

Messaggio da boba74 »

mat ha scritto:
gio giu 25, 2020 15:51
E proprio in virtù di questa aleatorietà l'ape pre lavori va redatto ad hoc; personalmente non utilizzerei mai un ape redatto da un altro tecnico, per giunta anni addietro, per approntare una pratica pro 110%
Su questo sono d'accordo.... MA..... 8)
E qui apro una parentesi (chiedo scusa a Elisa che ha aperto la discussione):

Come conciliare il fatto che esiste un APE regolarmente emesso da altro tecnico, il quale rappresenta di fatto un documento ufficiale e tuttora in corso di validità (se non sono ancora scaduti i 10 anni...), con l'APE che vado a ricalcolarmi io oggi?
Cioè, a che titolo io oggi vado a fare un APE sulla situazione pre-intervento? O meglio, l'APE pre-intervento che faccio io devo emetterlo regolarmente registrandolo ufficialmente nell'eventuale catasto regionale (se c'è, e con tutto ciò che ne consegue in termini di annullamento o revisione di quello già presente), oppure è solo un calcolo che serve "inter-nos" per asseverare il salto di 2 classi? Questa cosa è stata per caso chiarita? :roll:
Certo io non posso confrontare un APE fatto con normative precedenti con uno fatto oggi (sarebbe come avere due pesi e due misure), ma come uscire da questa empasse in quei casi in cui magari esiste già un APE potenzialmente "scomodo" per l'intervento che si vuole realizzare?

Mi spiego meglio: potrebbe sempre nascere una contestazione qualora io facessi oggi un APE pre-intervento dove risultasse ad esempio una classe E per poter asseverare il passaggio in C (2 classi), quando magari esiste un APE precedente in classe D che qualcuno potrebbe utilizzare per contestare le 2 classi da me ottenute... :roll:
Questo è un esempio, in cui magari una classe di differenza si giustifica facilmente mediante un cambio normativo, ma potrei fare anche un esempio più problematico: magari il tecnico che ha fatto l'APE precedente ha spudoratamente barato piazzandomi una classe B o A1 (perchè magari ha messo split a pompa di calore come generatori principali al posto della caldaia, o ha drasticamente abbassato il valore di tutti i ponti termici, ecc...) a quel punto potrei trovarmi in difficoltà, perchè non è detto che si possa semplicemente nascondere il vecchio APE in un cassetto...

aldoronconi
Messaggi: 7
Iscritto il: mar giu 23, 2020 12:06

Re: Dubbio Ape

Messaggio da aldoronconi »

Buongiorno a tutti,
la classe energetica è cambiata in base alle normative che si sono susseguite però il valore di epi è rimasto lo stesso, una volta definito l'involucro. pertanto credo che andrebbe preso il vecchio epi (che era riferito ad una vecchia classe), e rapportato alle nuove classi con lo stesso rapporto S/V. Che ne pensate?

a_brettyou
Messaggi: 750
Iscritto il: dom ago 16, 2009 08:41

Re: Dubbio Ape

Messaggio da a_brettyou »

boba74 ha scritto:
gio giu 25, 2020 17:18
Come conciliare il fatto che esiste un APE regolarmente emesso da altro tecnico, il quale rappresenta di fatto un documento ufficiale e tuttora in corso di validità (se non sono ancora scaduti i 10 anni...), con l'APE che vado a ricalcolarmi io oggi?
Se è per questo, almeno in Piemonte esiste la procedura di sostituzione di un APE. Basta specificare una motivazione.
aldoronconi ha scritto:
sab giu 27, 2020 11:11
però il valore di epi è rimasto lo stesso,
Per verifiche approssimative ok.
Le 11300 2014 hanno però cambiato un po' di cosette: ponti termi, ventilazione, apporti interni, solari...
In casi concreti ho constatato variazioni in peggio di EPI anche del 20%

girondone
Messaggi: 10340
Iscritto il: ven mar 16, 2007 09:48
Località: SV

Re: Dubbio Ape

Messaggio da girondone »

no serve sostituire nulla...
99 su 100 l ape per asseverazione nulla a che vedere con gli ape "standard" che cmq a fine lavori un "terzo" dovrà cmq fare...

esattamente come già oggi per 70 75%
ma attendiamo e basta

boba74
Messaggi: 97
Iscritto il: mar mag 26, 2020 15:16

Re: Dubbio Ape

Messaggio da boba74 »

girondone ha scritto:
lun giu 29, 2020 13:16
no serve sostituire nulla...
99 su 100 l ape per asseverazione nulla a che vedere con gli ape "standard" che cmq a fine lavori un "terzo" dovrà cmq fare...

esattamente come già oggi per 70 75%
ma attendiamo e basta
Eh, anch'io mi aspetterei così, sarebbe logico.... staremo a vedere.

mat
Messaggi: 3063
Iscritto il: lun gen 26, 2009 17:07

Re: Dubbio Ape

Messaggio da mat »

Difatti, stiamo a vedere ma mi aspetto che sia così pure io.
Naturalmente ciò non significa che nel caso
boba74 ha scritto:
gio giu 25, 2020 17:18
in cui magari esiste già un APE potenzialmente "scomodo" per l'intervento che si vuole realizzare

Mi spiego meglio: potrebbe sempre nascere una contestazione qualora io facessi oggi un APE pre-intervento dove risultasse ad esempio una classe E per poter asseverare il passaggio in C (2 classi), quando magari esiste un APE precedente in classe D che qualcuno potrebbe utilizzare per contestare le 2 classi da me ottenute...
non possa effettivamente nascere una contestazione. Ciò induce naturalmente il tecnico asseveratore a mantenersi rigoroso e non allargare la manica per elargire il salto di classi al cliente a tutti i costi.
boba74 ha scritto:
gio giu 25, 2020 17:18
magari il tecnico che ha fatto l'APE precedente ha spudoratamente barato piazzandomi una classe B o A1 (perchè magari ha messo split a pompa di calore come generatori principali al posto della caldaia, o ha drasticamente abbassato il valore di tutti i ponti termici, ecc...)
In tale circostanza mi sentirei piuttosto tranquillo, anzi sorgesse una contestazione sarei ben contento di portare agli onori di cronaca codesto tecnico :wink:

Rispondi