Resistenza al fuoco

Normativa Antincendio, Rilascio CPI, ecc.

Moderatore: Edilclima

Rispondi
spirit
Messaggi: 130
Iscritto il: lun lug 31, 2006 12:27

Resistenza al fuoco

Messaggio da spirit »

In un'attività soggetta è presente lungo una via di esodo una struttura come quella della figura seguente

Immagine

Il rispetto dei requisiti di resistenza al fuoco delle strutture va garantito anche per tale struttura?

Se si, dubito che una struttura del genere possa garantire una R seppur minima, cosa ne pensate? Soluzioni, a parte la rimozione?

Grazie

Avatar utente
weareblind
Messaggi: 1359
Iscritto il: gio lug 30, 2009 09:49

Re: Resistenza al fuoco

Messaggio da weareblind »

Ma quindi è parte della via di esodo, in compartimento che deve avere una certa R?

spirit
Messaggi: 130
Iscritto il: lun lug 31, 2006 12:27

Re: Resistenza al fuoco

Messaggio da spirit »

Si.

È una struttura in ampliamento all’edificio esistente come quella della foto. Con le pareti dell’edificio crea volume chiuso. Per essere all’esterno dell’edificio si passa da sotto a questa struttura che su un lato e dotata di porta con maniglione antipatico.

Avatar utente
weareblind
Messaggi: 1359
Iscritto il: gio lug 30, 2009 09:49

Re: Resistenza al fuoco

Messaggio da weareblind »

Se è volume chiuso e dello stesso compartimento hai ragione. Deve avere stessa R. E non ce l'ha.

Terminus
Messaggi: 8277
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: Resistenza al fuoco

Messaggio da Terminus »

Senza poter esaminare più approfonditamente, penserei a ridurre il carico di incendio al di sotto dei 50 MJ/m2 e compartimentare rispetto al resto dell'edificio con porte Sa.

spirit
Messaggi: 130
Iscritto il: lun lug 31, 2006 12:27

Re: Resistenza al fuoco

Messaggio da spirit »

provo a schematizzare la situazione

Immagine

https://imgur.com/a/kDuURqd

In rosso la struttura in oggetto, le frecce indicano la via di esodo.

Propendi sempre per la soluzione che hai indicato nel messaggio, che non sembra malvagia?

I 50 MJ/mq da dove derivano?

Grazie
Ultima modifica di spirit il lun giu 22, 2020 10:07, modificato 3 volte in totale.

Terminus
Messaggi: 8277
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: Resistenza al fuoco

Messaggio da Terminus »

Dal limite indicato nel COPI per i filtri, anche se non è direttamente pertinente.

spirit
Messaggi: 130
Iscritto il: lun lug 31, 2006 12:27

Re: Resistenza al fuoco

Messaggio da spirit »

Terminus ha scritto:
lun giu 22, 2020 09:47
Dal limite indicato nel COPI per i filtri, anche se non è direttamente pertinente.
ma la foto con la situazione schematizzata si vede?

è caricata al seguente link:

https://imgur.com/a/kDuURqd

spirit
Messaggi: 130
Iscritto il: lun lug 31, 2006 12:27

Re: Resistenza al fuoco

Messaggio da spirit »

weareblind ha scritto:
lun giu 22, 2020 08:35
Se è volume chiuso e dello stesso compartimento hai ragione. Deve avere stessa R. E non ce l'ha.
modi per garantire la R non ce ne sono vero?

Sandeman
Messaggi: 76
Iscritto il: lun mar 17, 2014 08:48
Località: Veneto

Re: Resistenza al fuoco

Messaggio da Sandeman »

Buongiorno,

la separazione tra attività soggetta e la zona in analisi ( dove ci sono i varchi e la finestra ) presenta resistenza al fuoco?
A mio modo di vedere, una volta passati i varchi, che saranno EI, ti potresti trovare già fuori dal compartimento dell'attività soggetta.( spazio calmo??). La parete rossa perchè dovrebbe avere resistenza al fuoco? Verso cosa? Verso l'esterno?

spirit
Messaggi: 130
Iscritto il: lun lug 31, 2006 12:27

Re: Resistenza al fuoco

Messaggio da spirit »

Sandeman ha scritto:
lun giu 22, 2020 10:21
Buongiorno,

la separazione tra attività soggetta e la zona in analisi ( dove ci sono i varchi e la finestra ) presenta resistenza al fuoco?
A mio modo di vedere, una volta passati i varchi, che saranno EI, ti potresti trovare già fuori dal compartimento dell'attività soggetta.( spazio calmo??). La parete rossa perchè dovrebbe avere resistenza al fuoco? Verso cosa? Verso l'esterno?
Le pareti dove ci sono varchi e finestra garantiscono un EI elevato, i varchi e la finestra invece no.

Il dubbio della parte rossa non è legato alla separazione (EI) che come dici tu è verso l'esterno ma è legato alla R della struttura.

stfire
Messaggi: 149
Iscritto il: lun feb 24, 2020 16:18
Località: Lombardia

Re: Resistenza al fuoco

Messaggio da stfire »

anche secondo me
- o crei compartimentazione tra attività e nuova porzione d'esodo (EIxxx)
- oppure proteggi anche nuova porzione d'esodo (Rxxx)
spirit ha scritto:
lun giu 22, 2020 10:13
modi per garantire la R non ce ne sono vero?
dovresti placcare con lastre o verificare se gli elementi portanti hanno caratteristiche tali da essere trattate con vernice intumescente

Sandeman
Messaggi: 76
Iscritto il: lun mar 17, 2014 08:48
Località: Veneto

Re: Resistenza al fuoco

Messaggio da Sandeman »

spirit ha scritto:
lun giu 22, 2020 10:23
Sandeman ha scritto:
lun giu 22, 2020 10:21
Buongiorno,

la separazione tra attività soggetta e la zona in analisi ( dove ci sono i varchi e la finestra ) presenta resistenza al fuoco?
A mio modo di vedere, una volta passati i varchi, che saranno EI, ti potresti trovare già fuori dal compartimento dell'attività soggetta.( spazio calmo??). La parete rossa perchè dovrebbe avere resistenza al fuoco? Verso cosa? Verso l'esterno?
Le pareti dove ci sono varchi e finestra garantiscono un EI elevato, i varchi e la finestra invece no.

Il dubbio della parte rossa non è legato alla separazione (EI) che come dici tu è verso l'esterno ma è legato alla R della struttura.
Allora, secondo il mio modesto punto di vista, o rendi REI la parete dei varchi cosi compartimenti solo l'attività soggetta o rendi REI la parete rossa creando compartimento unico.
Praticamente la R c'è l'hai solo su 3 lati posteriori attualmente?

spirit
Messaggi: 130
Iscritto il: lun lug 31, 2006 12:27

Re: Resistenza al fuoco

Messaggio da spirit »

Sandeman ha scritto:
lun giu 22, 2020 11:23
spirit ha scritto:
lun giu 22, 2020 10:23
Sandeman ha scritto:
lun giu 22, 2020 10:21
Buongiorno,

la separazione tra attività soggetta e la zona in analisi ( dove ci sono i varchi e la finestra ) presenta resistenza al fuoco?
A mio modo di vedere, una volta passati i varchi, che saranno EI, ti potresti trovare già fuori dal compartimento dell'attività soggetta.( spazio calmo??). La parete rossa perchè dovrebbe avere resistenza al fuoco? Verso cosa? Verso l'esterno?
Le pareti dove ci sono varchi e finestra garantiscono un EI elevato, i varchi e la finestra invece no.

Il dubbio della parte rossa non è legato alla separazione (EI) che come dici tu è verso l'esterno ma è legato alla R della struttura.
Allora, secondo il mio modesto punto di vista, o rendi REI la parete dei varchi cosi compartimenti solo l'attività soggetta o rendi REI la parete rossa creando compartimento unico.
Praticamente la R c'è l'hai solo su 3 lati posteriori attualmente?
La R è garantita sulla struttura in blu.

Per quella rossa, che è come quella rappresentata nella foto del mio primo post, non saprei come garantire la R anche perché ho il dubbio che non sia neanche un elemento strutturale (è tipo facciata continua con profili e vetro)

spirit
Messaggi: 130
Iscritto il: lun lug 31, 2006 12:27

Re: Resistenza al fuoco

Messaggio da spirit »

Buongiorno, ritenete sempre necessario compartimentare l'edificio/attività rispetto alla zona delimitata dalla struttura in oggetto?

Grazie

stfire
Messaggi: 149
Iscritto il: lun feb 24, 2020 16:18
Località: Lombardia

Re: Resistenza al fuoco

Messaggio da stfire »

spirit ha scritto:
lun giu 22, 2020 11:54
Per quella rossa, che è come quella rappresentata nella foto del mio primo post, non saprei come garantire la R anche perché ho il dubbio che non sia neanche un elemento strutturale (è tipo facciata continua con profili e vetro)
quella struttura è portante e devi proteggerla, oppure compartimenti rispetto l'esistente e qui riduci carico di incendio ..

boba74
Messaggi: 97
Iscritto il: mar mag 26, 2020 15:16

Re: Resistenza al fuoco

Messaggio da boba74 »

Anche secondo me. Se anche lo consideri un filtro dovrebbe avere almeno una certa resistenza al fuoco.
Tanto vale dargli un carico di incendio 0 e considerarlo non resistente al fuoco, ma in tal caso il resto dell'edificio va compartimentato rispetto ad esso, quindi porte e finestre dovrebbero essere REI.

spirit
Messaggi: 130
Iscritto il: lun lug 31, 2006 12:27

Re: Resistenza al fuoco

Messaggio da spirit »

grazie, penso che farò così...

Terminus
Messaggi: 8277
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: Resistenza al fuoco

Messaggio da Terminus »

Penso anch'io che l'unica soluzione sia annullare il CI all'interno del volume e compartimentarlo dal resto dell'edificio.

spirit
Messaggi: 130
Iscritto il: lun lug 31, 2006 12:27

Re: Resistenza al fuoco

Messaggio da spirit »

Terminus ha scritto:
mar giu 23, 2020 11:33
Penso anch'io che l'unica soluzione sia annullare il CI all'interno del volume e compartimentarlo dal resto dell'edificio.
grazie

spirit
Messaggi: 130
Iscritto il: lun lug 31, 2006 12:27

Re: Resistenza al fuoco

Messaggio da spirit »

buongiorno, scusate se insisto...ma siete sicuri che la "veranda" in figura (è tipo facciata continua con profili e vetro) sia elemento strutturale e vada protetta garantendo la R?

boba74
Messaggi: 97
Iscritto il: mar mag 26, 2020 15:16

Re: Resistenza al fuoco

Messaggio da boba74 »

Non so, io vado a buon senso, ma prendendo come riferimento il COPI, come minimo per me è un "elemento strutturale secondario", e trovandosi su una via di fuga può crollare addosso a chi sta evacuando.
A tal proposito vedi S.2.8.2 sugli elementi strutturali secondari: tra le varie cose non devono compromettere l'esodo e la sicurezza dei soccorritori.
Capirei se quella non fosse una via di esodo, ma essendo tale, se anche non possiede caratteristiche REI commisurate al comparto, dovresti se non altro dimostrare che non crolli nè durante l'esodo, nè durante i soccorsi, quindi, sempre secondo il paragrafo di cui sopra, ti rimanda almeno al caso di livello di prestazione II (ossia una resistenza almeno 30). Questo nella migliore delle ipotesi....
Tuttavia, se vai a vedere la definizione di elemento strutturale principale (G.1.12), secondo me ci casca dentro, perchè il suo cedimento compromette in effetti l'esodo... perciò considerarla secondaria è un rischio.
Potrebbe piuttosto valere la pena di trasformarla in una tettoia, sostituendo una o più vetrate con aperture permanenti... anche se immagino non sia possibile, e comunque si rischia di infilarsi in un nuovo ginepraio, perchè non sarebbe comunque uno spazio scoperto o un luogo sicuro, neppure temporaneo... :roll:

stfire
Messaggi: 149
Iscritto il: lun feb 24, 2020 16:18
Località: Lombardia

Re: Resistenza al fuoco

Messaggio da stfire »

secondo me può essere considerata "tutto" tranne che una facciata continua.
questa è una costruzione a tutti gli effetti, è un volume, dotata di strutture portanti principali atti a portare i carichi dovuti.
forse ci saranno anche degli elementi secondari, ma la sostanza non cambia.
la Rxxx devi garantirla se inclusa in un compartimento che la richiede.

spirit
Messaggi: 130
Iscritto il: lun lug 31, 2006 12:27

Re: Resistenza al fuoco

Messaggio da spirit »

Grazie per gli interventi. In ogni caso il progetto è stato già approvato dal comando, in planimetria è rappresentata la struttura ma non è specificata la tipologia, in relazione è scritto che le strutture sono rei 60.

Se dovessi optare per compartimentare l’edificio rispetto alla struttura e carico incendio nullo all’interno del volume della struttura, posso sottoscrivere dich. non aggravio ed allegarla alla scia?

Ma non esistono proprio modi per renderla r 60? Ps avevo pensato a controsoffitto a membrana ma non saprei dove agganciarlo...

Grazie

Rispondi