PROGETTAZIONE CASA D'ASTE

Normativa Antincendio, Rilascio CPI, ecc.

Moderatore: Edilclima

Rispondi
Avatar utente
travereticolare
Messaggi: 321
Iscritto il: sab giu 17, 2017 11:56
Località: Lombardia

PROGETTAZIONE CASA D'ASTE

Messaggio da travereticolare »

Buonasera,

Mi ritrovo alle prese con un Progetto di Prevenzione Incendi con COPI, (RTO + RTV-8) di una casa d'aste classificata AC - HA Rischio Vita B2.

Attività principale 69.3.C del DPR 151/11

All'intero dell'attività mi si configurano le seguenti aree:

- N.2 spazi espositivi: Area TB1;
- N.1 piccolo negozio: Area TA;
- N.1 deposito compartimentato dall'attività principale di esposizione e vendita ricadente al p.to 70.1.B del DPR 151/11: Area TM1
- N.1 area destinata ad uffici non aperti al pubblico la cui superficie totale supera i 200 mq: Area TC

All'interno dell'attività ho anche n.2 locali destinati a sala d'asta con capienza di circa 80 persone ciascuno. Come classifichereste tale area?

Il locale dispone di una sola via di esodo, per tale motivo dal fondo del locale fino alla porta di ingresso mi si configura un corridoio cieco, secondo la tabella S.4-18 per il rischio vita B2 il numero massimo di occupanti che possono utilizzare tale via di esodo è fissato a 50 persone.

All'interno della mia sala ne ho 80, in questo caso dovrò applicare per forza una soluzione alternativa?

Esternamente all'attività ho un cortile a cielo aperto (Piove) dove verranno depositate le auto in attesa di essere vendute, tale area esterna è classificabile TK2?

Io la verificherei anche alla luce del paragrafo S.4.11 della RTO, concordate?

Grazie e tutti.
All'ingresso degli stabilimenti, dei depositi o dei grandi magazzini devono essere deposte le armi, gli speroni, le scatole di fiammiferi, gli accendisigari e simili. Le punizioni disciplinari in caso di inosservanza debbono essere pronte ed esemplari.

Avatar utente
weareblind
Messaggi: 1224
Iscritto il: gio lug 30, 2009 09:49

Re: PROGETTAZIONE CASA D'ASTE

Messaggio da weareblind »

TK2 sì, ma se non hanno carburante e batteria.
S.4.11 esodo all'aperto, non saprei, l'asta avviene all'aperto? In tal caso, sì.
Il locale destinato a sala d'asta è al chiuso con sedie, lo tratterei come TB1. Quindi tabella S.4-18, giustamente, e soluzione alternativa, se non ci stai.

Avatar utente
travereticolare
Messaggi: 321
Iscritto il: sab giu 17, 2017 11:56
Località: Lombardia

Re: PROGETTAZIONE CASA D'ASTE

Messaggio da travereticolare »

weareblind ha scritto:
ven mar 27, 2020 15:55
TK2 sì, ma se non hanno carburante e batteria.
Ciao e grazie.

Il fabbricato adibito a casa d'aste è circondato su quattro lati da un cortile a cielo libero. Sul fronte principale avviene un'esposizione esterna di auto, mentre sui rimanenti tre lati sono presenti macchine in "deposito". Le auto avranno pochi litri di benzina/gasolio all'interno del serbatoio, ma la batteria credo che sarà sicuramente collegata, devo richiedere questa info.
S.4.11 esodo all'aperto, non saprei, l'asta avviene all'aperto? In tal caso, sì.
L'asta avviene esclusivamente all'interno del fabbricato, esternamente è presente un'area adibita ad esposizione di auto, con affluenza di pubblico esterno, perciò avevo intenzione di verificare anche l'esodo all'aperto.
l locale destinato a sala d'asta è al chiuso con sedie, lo tratterei come TB1. Quindi tabella S.4-18, giustamente, e soluzione alternativa, se non ci stai.
avevo intenzione di trattare tali locali come area TZ e successivamente ricavarmi un paragrafo all'interno della relazione tecnica in cui eseguire una valutazione del rischio sulla base della bozza di RTV "Attività di intrattenimento e di spettacolo", tenendola come linea guida.
All'ingresso degli stabilimenti, dei depositi o dei grandi magazzini devono essere deposte le armi, gli speroni, le scatole di fiammiferi, gli accendisigari e simili. Le punizioni disciplinari in caso di inosservanza debbono essere pronte ed esemplari.

Rispondi