LIVELLI PRESTAZIONE I - IV - V DM 09/03/2007

Normativa Antincendio, Rilascio CPI, ecc.

Moderatore: Edilclima

Rispondi
mmaarrccoo
Messaggi: 453
Iscritto il: mer mag 05, 2010 16:15

LIVELLI PRESTAZIONE I - IV - V DM 09/03/2007

Messaggio da mmaarrccoo »

Normalmente per la classe di resistenza al fuoco usiamo i livelli di prestazione II (fisso) e III (variabile con il carico d'incendio).
Non ho mai incontrato situazioni diverse e chiedo:
1. il DM dice che il livello I (nessuna resistenza al fuoco) non è ammesso per le attività soggette. E allora perchè è inserito in quel DM? In altri termini quando si applica?
2. il DM dice che i livelli IV e IV (requisiti di resistenza al fuoco maggiori) sono oggetto di specifiche richieste per strutture particolari. E quindi? All'atto pratico cosa vuol dire? La resistenza al fuoco deve essere determinata come?

Ho guardato anche le NTC ma non mi sembra dica qualcosa di diverso.

Terminus
Messaggi: 8000
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: LIVELLI PRESTAZIONE I - IV - V DM 09/03/2007

Messaggio da Terminus »

Come dice il DM, il livello I non è ammesso nelle attività soggette a controllo VVF, ma oggi nel COPI tale livello di prestazione è ammesso, a determinate condizioni.
I Livelli IV e V sono destinati a quelle costruzioni che devono mantenere condizioni di esercizio anche post-incendio, questo vuol dire che non basta garantire l'assenza di cedimento strutturale, ma occorre garantire anche, per esempio, livelli di deformazione sufficientemente bassi.
Quindi non si potrà certificare con le solite classi di resistenza al fuoco, ma occorrerà studiare il comportamento strutturale con incendi naturali e con metodi avanzati.

mmaarrccoo
Messaggi: 453
Iscritto il: mer mag 05, 2010 16:15

Re: LIVELLI PRESTAZIONE I - IV - V DM 09/03/2007

Messaggio da mmaarrccoo »

livello I:
- ok, ma perchè era in quel DM allora? Nel 2007 non esisteva il COPI.

livelli IV e V quindi prevedono i metodi avanzati:
- dove sono indicati i parametri qualitativi e quantitativi (numeri) per capire se posso definire una struttura livello IV o livello V? Forse ho visto velocemente le NTC ma non ho visto riferimenti espliciti
- il DM 09/03/2007 però al punto 4.2.3 dice che le strutture, seppur verificate con le curve naturali di incendio, devono comunque essere verificate con il carico d'incendio (che quindi va calcolato in ogni caso) e con delle relative classi associate (inferiori rispetto a quelle di cui all'incendio nominale). Qual è la ratio?

Grazie Terminus.

Terminus
Messaggi: 8000
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: LIVELLI PRESTAZIONE I - IV - V DM 09/03/2007

Messaggio da Terminus »

La vecchia NTC 2005 riportava:
Per garantire il livello IV le costruzioni devono essere oggetto delle seguenti verifiche:
a)capacità portante mantenuta per tutta la durata dell’incendio;
b)regime deformativo contenuto;
c)capacità portante residua che consenta interventi di ripristino.
Per garantire il livello V le costruzioni devono essere oggetto delle seguenti verifiche:
a)capacità portante mantenuta per tutta la durata dell’incendio;
b)regime deformativo trascurabile;
c)capacità portante residua adeguata alla funzionalità immediata della costruzione.


La ratio di quella prescrizione è di dover comunque verificare una resistenza al fuoco minima, con le classi standardizzate quindi con la curva nominale ISO 834, mentre con la curva naturale si va a studiare l'intera evoluzione dell'incendio fino all'estinzione.

mmaarrccoo
Messaggi: 453
Iscritto il: mer mag 05, 2010 16:15

Re: LIVELLI PRESTAZIONE I - IV - V DM 09/03/2007

Messaggio da mmaarrccoo »

La ratio di quella prescrizione è di dover comunque verificare una resistenza al fuoco minima, con le classi standardizzate quindi con la curva nominale ISO 834, mentre con la curva naturale si va a studiare l'intera evoluzione dell'incendio fino all'estinzione.
E' proprio questo che mi sfugge... Se faccio la verifica con la curva naturale perchè devo verificare comunque il carico d'incendio (seppur ridotto)? Inoltre, come sono determinati i valori del carico d'incendio dal legislatore? Ad esempio: tabella 4 classe 30 se < 450 MJ/mq mentre tabella 5 classe 30 se < 900 MJ/mq... Perchè proprio 900 e non un altro valore? Da dove arrivano questi numeri?

Grazie.

Terminus
Messaggi: 8000
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: LIVELLI PRESTAZIONE I - IV - V DM 09/03/2007

Messaggio da Terminus »

Sul perchè sia stata introdotta tale doppia verifica, posso supporre che non si siano fidati completamente, nel 2007, delle verifiche fatte con le curve naturali. La FSE era agli inizi almeno in Italia.
Difatti l'hanno eliminata nel COPI.
Le classi standard con la Circ.91/61 erano legate al CI in kglegna/mq, tali valori sono stati poi trasposti, più o meno nel DM 09/03/2007.
Su come abbiano costruito la Tabella 5 non so dire nulla, salvo che osservare che hanno raddoppiato i valori di qfd.

Rispondi