DISTRIBUTORE DI GASOLIO PRIVATO INTERRATO

Normativa Antincendio, Rilascio CPI, ecc.

Moderatore: Edilclima

Rispondi
Gmeister
Messaggi: 122
Iscritto il: mer ott 17, 2018 09:11

DISTRIBUTORE DI GASOLIO PRIVATO INTERRATO

Messaggio da Gmeister »

Buongiorno,
ho un distributore di gasolio privato, interrato con capacità di 9,60 mc (att. 13.2.B) con colonnina per l'erogazione del carburante. Il distributore è degli anni '80, e si stava valutando di rimetterlo in funzione.

Mi chiedevo quali sono le distanze che devono essere rispettate tra serbatoio interrato ed edifici e tra colonnina ed edifici (gli edifici potrebbero essere occupati da attività soggetta, ma ancora non lo so).

Mi chiedevo anche se il sistema di sicurezza di 2° grado fosse idoneo (penso di si trattandosi di gasolio).

Infine, per un serbatoio così vecchio, quali documenti sarebbe bene avere? Pensavo di chiedere una prova a tenuta, eventuale certificazione della vetrificazione del serbatoio, sostituzione della colonnina con una nuova, omologata, completo rifacimento dell'impianto elettrico con relativo progetto e DICO.

Per il tutto ho trovato un testo coordinato di 71 pagine, che però leggendolo trovo molto confuso e complicato, soprattutto districarsi tra le decine di circolari o pareri.

Se qualcuno potesse illuminarmi gliene sarei gentilmente grato. Grazie.

Avatar utente
weareblind
Messaggi: 1321
Iscritto il: gio lug 30, 2009 09:49

Re: DISTRIBUTORE DI GASOLIO PRIVATO INTERRATO

Messaggio da weareblind »

Sui documenti concordo, aggiungi DICH IMP per adduzione gasolio.
Sulle distanze sono fuori ufficio, perdona ma appena posso vedo.

stfire
Messaggi: 117
Iscritto il: lun feb 24, 2020 16:18
Località: Lombardia

Re: DISTRIBUTORE DI GASOLIO PRIVATO INTERRATO

Messaggio da stfire »

riferimento per il tuo distributore privato interrato è il D.M. 31/07/1934
sei in CLASSE 10a quindi nessuna distanza da rispettare ..

sistema di sicurezza 2°grado va bene per gasolio

ricorda profondità di interramento almeno 1,0 m

per impianti giusto rimettere mano e produrre DICO imp. elettrico e DICH IMP imp. gasolio
la prova di tenuta è il minimo che dovresti avere ..

ciao

Gmeister
Messaggi: 122
Iscritto il: mer ott 17, 2018 09:11

Re: DISTRIBUTORE DI GASOLIO PRIVATO INTERRATO

Messaggio da Gmeister »

Grazie per le risposte. Ho ancora qualche dubbio sulla consistenza del serbatoio: mi pare di capire che se è della tipologia a doppia parete deve avere un sensore al centro collegato immagino ad un allarme o una spia che indichi una fuoriuscita nell'intercapedine.

Mentre se è della tipologia a parete singola deve essere inserito in un bacino interrato in calcestruzzo e basta, giusto?
stfire ha scritto:
mer mar 04, 2020 16:48
ricorda profondità di interramento almeno 1,0 m
questo è un punto che devo appurare.

stfire
Messaggi: 117
Iscritto il: lun feb 24, 2020 16:18
Località: Lombardia

Re: DISTRIBUTORE DI GASOLIO PRIVATO INTERRATO

Messaggio da stfire »

Si se il serbatoio è del tipo a doppia parete, l'intercapedine deve essere monitorata (ci sono vari sistemi per farlo)

Se il serbatoio esistente è a singola parete non è comunque obbligatoria la cassa di isolamento (vedi bene pto 66 DM 1934)
In questo caso dovresti aver effettuato delle prove di tenuta periodica (anche se dici che è dismesso) ..

Comunque valutando l'anno di installazione del serbatoio (dicevi anni 80 - quindi ha 40 anni), non credo possa garantire ancora la tenuta
Fai prova di tenuta, ti rendi conto che perde, procedi con risanamento ?? (n.b. normativa ambientale e regolamenti regionali)

Io non avrei dubbi nell'installare un nuovo serbatoio a doppia parete con intercapedine monitorata

Avatar utente
weareblind
Messaggi: 1321
Iscritto il: gio lug 30, 2009 09:49

Re: DISTRIBUTORE DI GASOLIO PRIVATO INTERRATO

Messaggio da weareblind »

Concordo.

Gmeister
Messaggi: 122
Iscritto il: mer ott 17, 2018 09:11

Re: DISTRIBUTORE DI GASOLIO PRIVATO INTERRATO

Messaggio da Gmeister »

stfire ha scritto:
gio mar 05, 2020 09:37
Comunque valutando l'anno di installazione del serbatoio (dicevi anni 80 - quindi ha 40 anni), non credo possa garantire ancora la tenuta
Fai prova di tenuta, ti rendi conto che perde, procedi con risanamento ?? (n.b. normativa ambientale e regolamenti regionali)
Detto fuori dai denti io gli ho consigliato di installare il classico tank fuel attività 13.1.A, ma per ora lui intende proseguire su questa strada. In ogni caso faccio tesoro dei consigli e chiuso il quadro economico sarà lui ad effettuare la scelta più saggia.

GMP
Messaggi: 170
Iscritto il: sab lug 08, 2017 13:01

Re: DISTRIBUTORE DI GASOLIO PRIVATO INTERRATO

Messaggio da GMP »

Buongiorno a tutti. Riapro in 3d in quanto ho dubbi simili rispetto a quelli sollevati da Gmeister.

Nuova installazione di impianto di distribuzione gasolio per uso privato con serbatoio interrato avente capacità < 9,00 m3.


Secondo il p.to 10 del DM del '34 il mio deposito è in classe 10a in quanto contenente gasolio (liquido cat. C).

Non evinco nessuno paragrafo in cui si parla di distanze di sicurezza verso fabbricati e/o recinzioni...

L'art. 41 cita distanze dalla ferrovie mentre l'art. 49 distanze fra i serbatoi, ma quanto deve distare da altri fabbricati adibiti ad attività soggette a controlli di prevenzione incendi? deve essere presente una distanza di protezione?

Grazie

stfire
Messaggi: 117
Iscritto il: lun feb 24, 2020 16:18
Località: Lombardia

Re: DISTRIBUTORE DI GASOLIO PRIVATO INTERRATO

Messaggio da stfire »

in CLASSE 10a nessuna distanza da rispettare .

Rispondi