NON AGGRAVIO O PARERE

Normativa Antincendio, Rilascio CPI, ecc.

Moderatore: Edilclima

Rispondi
comandoroma
Messaggi: 20
Iscritto il: mer nov 10, 2010 15:51

NON AGGRAVIO O PARERE

Messaggio da comandoroma »

Salve a tutti,
ho un capannone industriale adibito a deposito merci autorizzato con CPI regolarmente, viene locato ad un nuovo tenant che anzichè depositare merci effettua un semplice smistamento con molte meno merci in deposito ma con molto più personale, diciamo passiamo da 30 a 300 persone. Considerato che le vie di esodo sono sufficienti ed abbondanti, che il carico di incendio è molto inferiore a quello del vecchio cpi, che comunque rimangono tutti gli impianti (tra cui sprinkler per alto rischio) secondo voi si può effettuare una dichiarazione di non aggravio seppur le modifiche sono da considerare rilevanti per la sicurezza antincendio oppure è comunque necessario il parere vvf?

Terminus
Messaggi: 7872
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: NON AGGRAVIO O PARERE

Messaggio da Terminus »

Suppongo si tratti di una 70, o prima vi erano anche le attività di deposito specifico ?
Nuovo titolare, attività diversa, carichi di incendio diversi, affollamenti di tutt'altro tipo.
Ed infine il COPI che oggi si deve applicare, al posto del vecchio DM 10/03/98 che sarà stato utilizzato per ottenere il CPI.
A mio parere non puoi fare SCIA+non aggravio, ma devi reimpostare il tutto.
Poi, per quanto dici, non ci sarà bisogno di opere di adeguamento, ma quantomeno dovrai specificare il sistema GSA.

comandoroma
Messaggi: 20
Iscritto il: mer nov 10, 2010 15:51

Re: NON AGGRAVIO O PARERE

Messaggio da comandoroma »

Si era una 70 classica e rimane 70.
Concordo anche io con il tuo parere, più che altro per semplicità di istruttoria, tuttavia il codice io lo applico solo dove sono intervenute le modifiche, ovvero sul capitolo S.4 esodo e S.5 Gestione emergenza. Per il resto rimangono valide le certificazioni già in essere (resistenza al fuoco e sopratutto reazione al fuoco) essendo compatibili con gli interventi da realizzare (art. 2 comma 3 del COPI)

Terminus
Messaggi: 7872
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: NON AGGRAVIO O PARERE

Messaggio da Terminus »

Il COPI lo devi applicare in toto, come default, all'intera attività.
Dovresti altrimenti argomentare che quanto esistente e non oggetto di modifica è incompatibile con il COPI, cosa ardua visto che non stai parlando di un ampliamento con chiara identificazione nuovo/vecchio.

comandoroma
Messaggi: 20
Iscritto il: mer nov 10, 2010 15:51

Re: NON AGGRAVIO O PARERE

Messaggio da comandoroma »

Vabbè in questo caso mi va bene perché sono in Rvita A2 e quindi niente reazione al fuoco, per la resistenza ho 120 a fronte di 60 da codice.
Per i capannoni il COPI funziona abbastanza bene, tra l'altro le zone ufficio e le zone deposito secondo codice possono non essere compartimentate poiché hanno lo stesso Rvita (uffici del personale della attività e non aperti al pubblico ovviamente) che mi sembra un grande sconto.

Avatar utente
weareblind
Messaggi: 1143
Iscritto il: gio lug 30, 2009 09:49

Re: NON AGGRAVIO O PARERE

Messaggio da weareblind »

Io invece sarei più sul versante SCIA senza aggravio, ma la prateria è aperta e le norme qui non delimitano nulla... D'altronde io eliminerei alla radice il parere di conformità

Terminus
Messaggi: 7872
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: NON AGGRAVIO O PARERE

Messaggio da Terminus »

weareblind ha scritto:
gio feb 13, 2020 07:55
Io invece sarei più sul versante SCIA senza aggravio, ma la prateria è aperta e le norme qui non delimitano nulla... D'altronde io eliminerei alla radice il parere di conformità
Beh ci sono tante situazioni border line dove avere un parere (leggasi anche interpretazione) ufficiale è opportuno, soprattutto in ambienti lavorativi dove un'eventuale sopralluogo negativo si tramuta in fascicolo in procura..... poi siamo noi a dover fronteggiare il cliente furibondo.

mmaarrccoo
Messaggi: 404
Iscritto il: mer mag 05, 2010 16:15

Re: NON AGGRAVIO O PARERE

Messaggio da mmaarrccoo »

Se non ci fossero aggravi potresti fare SCIA con non aggravio tuttavia, come ormai sembra chiarito, quanto indicato all'allegato IV del DM agosto 2012 sono solo i criteri per andare al rinnovo o meno e non per aggravio o meno, per cui è tutto sulle tue spalle.
A mia opinione cambiando merce devi passare per esame progetto (anche se gli altri rischi sono a te favorevoli). E comunque anche se le vie di esodo sono ok passi comunque da 30 a 300, difficile pensare che qualche VVF non ti "imponga" un esame progetto se interpellato.

Avatar utente
weareblind
Messaggi: 1143
Iscritto il: gio lug 30, 2009 09:49

Re: NON AGGRAVIO O PARERE

Messaggio da weareblind »

Il dramma è proprio quello. Che libertà mi hanno dato, di fare SCIA senza aggravio, se poi non posso autonomamente deciderne e risponderne?
Bah. Molto meglio di prima, eh, ma è ridicolo. A me non è ancora successo, ad n collega sì, di vedere decaduta la SCIA per rifiuto del non aggravio. E su che basi legali? Nessuna, "il funzionario non era d'accordo".

Rispondi