Tempo di rientro semplice ed attualizzato sostituzione impianto

Normativa Termotecnica, Impianti di riscaldamento, Legge 10/91, DLgs 192/05, ecc.

Moderatore: Edilclima

Rispondi
shinobi9
Messaggi: 45
Iscritto il: gio lug 04, 2019 16:13

Tempo di rientro semplice ed attualizzato sostituzione impianto

Messaggio da shinobi9 » dom gen 12, 2020 15:22

Buonasera,

dovrei effettuare una stima dei flussi di cassa e tempi di rientro per una sostituzione di un impianto con uno nuovo a pompa di calore.

Siccome non ho mai fatto prima il calcolo, mi sono informato e sostanzialmente ho capito che devo confrontare il valore dei flussi si cassa attualizzati con il costo di investimento iniziale (altrimenti confronto una cifra attuale con una cifra futura). Quello che ottengo è il V.A.N. valore attuale netto. Dall'imposizione di Van >=0 ottengo il T.R.A. ovvero il tempo di ritorno attualizzato. Però se ho ben capito per attualizzare devo conoscere i tassi di interesse del capitale e di inflazione. Siccome devo fare il tutto entro domani mattina :lol: pensavo ad una calcolo semplificato in pratica trascurando questi tassi (in considero il fattore di attualizzazione pari a 1) e volevo capire se è comunque significativo secondo voi, oppure se necessariamente devo calcolare VAN e TRA. Vi spiego come farei:

- Conosco il costo del gas dell'impianto attuale ( es: 100 000 euro annui)
- Calcolo il costo elettrico delle pompe di calore dell'impianto futuro ( es: 60 000 euro annui)
- Conosco il costo iniziale dell'impianto ( es: 200 000 euro)
- Conosco le rate che riprendo con il C.T. 2,0 in 5 anni ( esempio 30 000 euro annui)

- A questo punto in pratica il mio "risparmio" del nuovo impianto è dato da Costo gas- Costo corrente + Rata C.T.2.0 = (100 000-60 000) + 30 000 = 70 000 [euro/anno]

-Ora dividendo il costo iniziale per quest'ultima cifra ottengo il tempo di ritorno semplice come 200 000/70 000 = 2.856 [anni].

Come stima potrebbe essere veritiera? nel calcolo del risparmio dovrei togliere dei costi di manutenzione? non saprei a quanto potrebbero ammontare annualmente però :oops:

Ronin
Messaggi: 3584
Iscritto il: sab giu 20, 2009 12:57

Re: Tempo di rientro semplice ed attualizzato sostituzione impianto

Messaggio da Ronin » lun gen 13, 2020 10:12

nel flusso di cassa vanno considerati tutti i costi che variano, quindi sì, dovresti stimare la differenza tra i costi di manutenzione annua dell'impianto a metano e quelli dell'impianto a pompa di calore. quelli dell'impianto attuale sono noti, per quelli futuri avrai pur scelto una macchina commerciale per fare il tuo progetto, chiama l'agenzia che ti ha fatto l'offerta e fatti dare un valore di stima.

per il resto, non ci hai spiegato per quale motivo fai questo calcolo, quindi come facciamo a sapere se "devi" calcolare il VAN? quello lo sai tu.
in linea di massima, più il tempo di rientro semplice è breve e meno il tempo di rientro attualizzato è un valore significativo, per un tempo di rientro breve come quello indicato (inferiore a 3 anni) la differenza sarà piccola (anche perchè siamo con tanto l'inflazione quanto l'euribor vicini a zero).

note a margine:
- 30*5=150k che è certamente più del massimo contributo ammesso dal CET su 200k di investimento
- attenzione nel calcolo del costo elettricità, che a differenza del gas è più basso del valore medio (totale bolletta/kWh) per via delle quote fisse (che a loro volta potrebbero variare, se verrà richiesta più potenza in cabina, visto che parliamo di un grande impianto)
- per un impianto così grande il committente sarà di certo un'impresa (a meno che non sia un ente pubblico), quindi andrebbe tenuta in conto l'influenza della tassazione

shinobi9
Messaggi: 45
Iscritto il: gio lug 04, 2019 16:13

Re: Tempo di rientro semplice ed attualizzato sostituzione impianto

Messaggio da shinobi9 » lun gen 13, 2020 11:23

Grazie Ronin, molto chiaro come sempre :D

Allora per i costi di gestione infatti ho chiesto all'agenzia e per il VAN mi hai tranquillizzato perché ho fatto lo stesso ragionamento. I tempi di rientro (da calcolo semplificato)sono sotto i 3 anni quindi penso che il tempo di ritorno attualizzato sia trascurabile come calcolo.
Ti ringrazio anche per il consiglio del costo dell'elettricità.
Vorrei approfittare anche per una ulteriore domanda non connessa in modo diretto al titolo, ma già sto aprendo tanti post. :lol: .

Il bando che sto seguendo prevede di andare a calcolare un (*) Risparmio energetico in TEP come differenza tra l'intervento per cui si accede al contributo ed un intervento ANALOGO che l'industria farebbe se non usasse il bando ( il bello è che non viene spiegato come definire questo intervento analogo ma ad occhio devo quanto meno rispettare i requisiti minimi, pensavo di intenderlo così). Quindi il risparmio è definito su questa differenza. Il bando dice anche che " il risparmio conseguito deve essere determinato in modo analitico, e devono essere dimostrati i parametri di calcolo utilizzati (misure, data sheet, letteratura di riferimento etc..) " e successivamente suggerisce il metodo di calcolo del TEP come:
TEP= sum(Qixpci)/11627,78
con Qi= quantità annua di combustibile i-esimo consumata prima dell'intervento
pci= potere calorifico inferiore del combustibile i-esimo.
Quindi in pratica analiticamente si tratta di calcolare Qi dato che pci è noto.
Questo conto se ho ben capito va fatto 2 volte:
una volta valuto il risparmio in TEP passando dalla situazione attuale all'intervento analogo ( quello che rispetta i requisiti minimi e basta come diecvo sopra)
una volta passando dalla situazione attuale all'intervento che effettivamente l'azienda vuole fare
la differenza tra questi 2 è il risparmio di cui parlavo sopra (*)
La domanda è: quale può essere il metodo analitico migliore ( in modo che in istruttoria non facciano storie) per calcolare il quantitativo "Qi" che prevedo di avere una volta eseguito l'intervento ( esempio se si mette il cappotto all'edificio). Devo seguire le UNITS 11300?
spero di essermi spiegato. Grazie

Ronin
Messaggi: 3584
Iscritto il: sab giu 20, 2009 12:57

Re: Tempo di rientro semplice ed attualizzato sostituzione impianto

Messaggio da Ronin » lun gen 13, 2020 11:46

se avessero voluto una diagnosi secondo UNI 11300 l'avrebbero scritto, vista la complessità che richiede.
"analitico" vuol dir tutto e niente, si intende che si deve partire dai numeri misurati e procedere con calcoli e non con valutazioni qualitative.
se è un bando, sarà casomai opportuno un quesito all'email per chiarimenti che senza dubbio sarà disponibile.

shinobi9
Messaggi: 45
Iscritto il: gio lug 04, 2019 16:13

Re: Tempo di rientro semplice ed attualizzato sostituzione impianto

Messaggio da shinobi9 » lun gen 13, 2020 11:47

Va bene grazie mille Ronin!

Rispondi