Sostituzione impianto grande capannone industriale

Normativa Termotecnica, Impianti di riscaldamento, Legge 10/91, DLgs 192/05, ecc.

Moderatore: Edilclima

Rispondi
shinobi9
Messaggi: 27
Iscritto il: gio lug 04, 2019 16:13

Sostituzione impianto grande capannone industriale

Messaggio da shinobi9 » ven nov 29, 2019 13:11

Buongiorno,

vorrei sapere quali sono le tipologie impiantistiche che mi consigliereste, soprattutto in termi di convenienza economica, per il riscaldamento di un singolo edificio di grandi dimensioni che attualmente ha un vecchio impianto molto semplice costituito da più "generatori di aria calda" autonomi serviti da una rete del gas. Dovrei pensare ad una soluzione impiantistica alternativa a quella attuale.

Ne ho in mente diverse ma vorrei sapere se avete avuto esperienze simili e cosa mi consigliate; ad esempio ho pensato ai seguenti:
- impianto tutt'aria con UTA posizionato in copertura
- Impianto VRV con unità esterna ed unità interne
- pompa di calore idronica con aerotermi interni
- singole pompe di calore (unità esterna+interna) monosplit aria-aria da sostituire localmente in corrispondenza di ogni generatore di aria calda

A "spanne" quale selezionereste per ridurre i costi?


Grazie!

Ronin
Messaggi: 3541
Iscritto il: sab giu 20, 2009 12:57

Re: Sostituzione impianto grande capannone industriale

Messaggio da Ronin » sab nov 30, 2019 23:29

se serve solo il riscaldamento, caldaie a condensazione da esterno con termostrisce radianti e destratificatori (ammesso che sia a norma con i requisiti FER che la tua legge regionale ti chiede di applicare).
se serve pure il raffrescamento e/o vanno rispettate le quote FER: pannello radiante a pavimento con pdc invertibile e caldaia a condensazione di integrazione (che poi nella realtà sarà usata al posto della pdc in inverno).

tutte le tipologie impiantistiche che hai indicato comporteranno un aumento dei costi di gestione (anche relativamente al solo consumo invernale), in quanto basate sul consumo di elettricità invece che sul gas (tipicamente il rapporto elettrotermico, cioè il rapporto di costi del MWh elettrico e da gas, nell'industriale supera 4, un valore ben superiore a quello del COP realmente ottenibile da pompe di calore aerotermiche), oltre che per maggiori costi di manutenzione.

in aggiunta:
la soluzione uta si giustifica solo qualora il processo svolto nel capannone richieda un elevato controllo dei parametri ambientali (es. range di temperatura o umidità in cui si deve obbligatoriamente operare, pena un prodotto non conforme); perfino i rooftop sono di lusso per ambienti industriali/artigianali,figuriamoci le uta.
le soluzioni con vrf e/split non saranno in grado di coprire le elevate dimensioni dell'ambiente, se non a prezzo di un grande numero di terminali
la soluzione con aerotermi è più costosa di quella che ti ho proposto come costi di esercizio, ma più economica come installazione iniziale; l'impianto penalizzerà la pdc per via dell'elevata temperatura di mandata richiesta dagli aerotermi (50°C), oltre che essere inutilizzabile in regime estivo, tantovale alimentarlo da caldaia.

L'Enzo
Messaggi: 395
Iscritto il: mar ago 28, 2007 20:34

Re: Sostituzione impianto grande capannone industriale

Messaggio da L'Enzo » lun dic 02, 2019 09:19

una osservazione

Termostrisce radianti e destratificatori?

di solito non si abbinano, hai esperienze in merito?

shinobi9
Messaggi: 27
Iscritto il: gio lug 04, 2019 16:13

Re: Sostituzione impianto grande capannone industriale

Messaggio da shinobi9 » lun dic 02, 2019 11:39

Grazie Ronin, mi hai dato la risposta che cercavo! :)
Per quanto riguarda le termostrisce ho paura che ci siano problemi di spazio in quanto essendo un'azienda meccanica ci sono carroponti e macchine varie ( considera che sommando le potenze termiche degli attuali generatori d'aria,secondo me sovradimensionati di brutto, si arriva quasi a 3MW!!!) , per i pannelli radianti sarebbe una buona idea ma non so se sono disposti a sacrificare la produzione per il periodo di tempo di montaggio degli impianti. In sintesi pensavo che la soluzione meno invasiva fosse quella degli aerotermi, anche se concordo con i limiti che hai elencato.
Mi sono interfacciato con alcuni ingegneri di una nota marca produttrice di impianti che sta nelle mie zone e mi hanno consigliato aerotermi con una nuova centrale termica ( pompa di calore + caldaia) con pdc servita dal fotovoltaico oppure cogenerazione. che ne pensi?
Poi volevo sapere se avete da consigliarmi testi per quanto riguarda il dimensionamento della centrale termica di cui ho parlato sopra, perchè per questo lavoro devo studiare parcchio( ho 28 anni e l'eserienza è quella che è ) ed in ogni caso mi dovrà affiancare un progettista esperto ma volevo approfittarne per imparare parcchio perchè lavori così non capitano tutti i giorni :)

danilo2
Messaggi: 1573
Iscritto il: ven dic 21, 2007 14:22

Re: Sostituzione impianto grande capannone industriale

Messaggio da danilo2 » lun dic 02, 2019 12:04

A parte l'impossibilità nel dare una risposta a questa domanda, non posso non notare la risposta di Ronin con Caldaia a condensazione + termostrisce radianti + destratificatore.
Non ho capito se era una battuta o era una cosa seria.
theo62chiocciolinavirgilio.it

shinobi9
Messaggi: 27
Iscritto il: gio lug 04, 2019 16:13

Re: Sostituzione impianto grande capannone industriale

Messaggio da shinobi9 » lun dic 02, 2019 12:08

All'ultima domanda riguardo darmi qualche riferimento per una centrale termica simile a quella che mi interessa si può dare una risposta? :?:
ci deve pure stare un manuale,un testo o materiale di produttori per imparare a progettare centrali termiche no? altrimenti o uno nasce imparato o fanno tutto le case produttrici ed il progettista fa solo presenza? :lol:

Esa
Messaggi: 1364
Iscritto il: sab dic 03, 2011 22:53

Re: Sostituzione impianto grande capannone industriale

Messaggio da Esa » lun dic 02, 2019 22:14

Ai miei tempi le termostrisce funzionavano solo con acqua molto calda: almeno 85/90°C.
Va bene una caldaia ad alto rendimento, ma una a condensazione, che ci sta a fare?
Destratificatori con le termostrisce? Ma non sono radianti?

arkanoid
Messaggi: 2964
Iscritto il: ven ago 31, 2007 08:51

Re: Sostituzione impianto grande capannone industriale

Messaggio da arkanoid » mar dic 03, 2019 09:21

Se sei in AUA e hai aspirazioni sulle macchine, come alternativa penserei ad un rooftop a parziale ricircolo alimentato da PDC con recupero termodinamico, con un canale di mandata o due forati o con griglie se hai un corridoio libero dai carriponte e ripresa unica.
La soluzione con gli aerotermi mi sembra la più economica e potenzialmente efficace, sempre che tu non debba fare rinnovabili.
redigere redigere redigere

shinobi9
Messaggi: 27
Iscritto il: gio lug 04, 2019 16:13

Re: Sostituzione impianto grande capannone industriale

Messaggio da shinobi9 » mar dic 03, 2019 09:36

Grazie arkanoid!
anche il rooftop non sarebbe male in effetti, sperando di avere spazio. A breve bisogna fare un sopralluogo vi faccio sapere come andrà a finire. :D

Ronin
Messaggi: 3541
Iscritto il: sab giu 20, 2009 12:57

Re: Sostituzione impianto grande capannone industriale

Messaggio da Ronin » mar dic 03, 2019 18:15

Esa ha scritto:
lun dic 02, 2019 22:14
Va bene una caldaia ad alto rendimento, ma una a condensazione, che ci sta a fare?
mi risulta che le caldaie non a condensazione non si possono più vendere (e nemmeno progettare, se il progettista progetta con un prodotto non-erp, poi ricade su di lui la responsabilità di certificarne le prestazioni). peraltro in una situazione in cui si sostituiscono generatori esistenti, metterli a condensazione e portarsi a casa le detrazioni (su TUTTO l'impianto, mica solo il generatore di calore) non sembra comunque una cattiva cosa, anche se non si condensa mai.
magari mi sbaglio, sia chiaro che lo dico senza ironia o tono di superiorità di alcun genere
Esa ha scritto:
lun dic 02, 2019 22:14
Destratificatori con le termostrisce? Ma non sono radianti?
senza dubbio le termostrisce sono radianti (ricordi alquanto arrugginiti anche i miei; a memoria mi ricordavo "vadano" anche con acqua a 60°C), io i destratificatori li metterei in qualunque situazione di locale a grande altezza senza ricambio forzato dell'aria.
magari anche qui mi sbaglio (vale anche per gli altri, con la stessa nota di cui sopra), accetto volentieri pareri contrari da più esperti, si tratta di un ramo alquanto residuale per quanto mi riguarda sono anni che non facciamo archivi, e di solito li affittiamo per cui teniamo gli impianti che ci sono già.
shinobi9 ha scritto:
lun dic 02, 2019 11:39
mi hanno consigliato aerotermi con una nuova centrale termica ( pompa di calore + caldaia) con pdc servita dal fotovoltaico oppure cogenerazione. che ne pensi? Poi volevo sapere se avete da consigliarmi testi per quanto riguarda il dimensionamento della centrale termica di cui ho parlato sopra,
con gli aerotermi non si resterà certo delusi, grazie al ridotto costo iniziale, soprattutto in casi di azienda che lavora su un turno quale sembra essere quella che descrivi. della pompa di calore ho già detto cosa penso: dipende se sei obbligato oppure no. viceversa il fotovoltaico probabilmente è un buon investimento anche senza la pompa di calore, ma va fatta una valutazione specifica, così come per la cogenerazione (in linea di massima la potenza installata suggerirebbe che valga la pena farla, questa analisi; ma è difficile dare consigli "generali", se non che appunto va fatta valutazione approfondita con consumi elettrici quartorari scaricando la curva di carico e misure di consumo di gas almeno quotidiane o meglio 3 volte al dì per un periodo significativo, tipo una settimana, e che in linea di massima è fatica ripagare impianti di cogenerazione dove non si lavora su due o meglio ancora tre turni).

studiare è sempre buona cosa. posso consigliare i libri di michele vio, che hanno anche il pregio di una certa "agilità" senza perdere rigore.

ste_mon
Messaggi: 18
Iscritto il: mer lug 25, 2012 16:51

Re: Sostituzione impianto grande capannone industriale

Messaggio da ste_mon » mar dic 10, 2019 08:13

Buongiorno,
fornisco il mio contributo su due realtà industriali che ho progettato (nuova realizzazione):

1) AZIENDA METALMECCANICA IN AUA CON ASPIRAZIONE SU MACCHINE UTENSILI
.centrale termica mista: caldaia a condensazione (per i picchi di potenza richiesta) + pompe di calore acqua/acqa (pozzi emungimento da falda)
. aerotermi a bassa temperatura (guardate Hoval)
. recuperatore di calore con batteria calda per mitigazione sulla reimmissione
. uffici con fancoil collegati alla centrale e uta con recuperatore di calore

2)AZIENDA METALMECCANICA CON ASSEMBLAGGI E NECESSITA DI POCA MOVIMENTAZIONE ARIA
. nastri/tubi radianti con generatore esterno a condensazione
. uffici con vrv a recupero di calore e uta con recuperatore di calore

Buon lavoro

shinobi9
Messaggi: 27
Iscritto il: gio lug 04, 2019 16:13

Re: Sostituzione impianto grande capannone industriale

Messaggio da shinobi9 » mar dic 10, 2019 15:44

Grazie a tutti per le risposte.
Sono sparito per un pò ma mi è stato utile leggerle. Alla fine si è deciso per sostituire i vecchi generatori d'aria calda ognuno da ca. 350 KW (per un totale di quasi 2 MW di potenza installata ( ma usati al 50%)!!)con più pompe di calore aria-acqua caldo-freddo "disseminate" all'esterno del capannone e con unità interne aerotermi. Questo permette all'azienda di costruirlo pure "a pezzi" e si evita la centrale termica.
Grazie ancora!

ste_mon
Messaggi: 18
Iscritto il: mer lug 25, 2012 16:51

Re: Sostituzione impianto grande capannone industriale

Messaggio da ste_mon » mar dic 10, 2019 16:03

[quote=shinobi9 post_id=169173 time=1575989063 user_id=15418]
Grazie a tutti per le risposte.
Sono sparito per un pò ma mi è stato utile leggerle. Alla fine si è deciso per sostituire i vecchi generatori d'aria calda ognuno da ca. 350 KW (per un totale di quasi 2 MW di potenza installata ( ma usati al 50%)!!)con più pompe di calore aria-acqua caldo-freddo "disseminate" all'esterno del capannone e con unità interne aerotermi. Questo permette all'azienda di costruirlo pure "a pezzi" e si evita la centrale termica.
Grazie ancora!
[/quote]

Otimo e buon lavoro.
Fai solo attenzione (per mia esperienza...) agli aerotermi con temperature del fluido non elevate rischi che non siano molto efficaci.
Se invece la verifica la hai fatta trascura tranquillamente il mio consiglio.

Ciao

L'Enzo
Messaggi: 395
Iscritto il: mar ago 28, 2007 20:34

Re: Sostituzione impianto grande capannone industriale

Messaggio da L'Enzo » mar dic 10, 2019 16:18

soluzioni per lavorare con acqua a media temperatura (60-65°C) ed aerotermi idonei come avete già scritto ci sono.

il mio consiglio è mettere in bilancio, seppur trattasi di industria, la potenza elettrica necessaria per il nuovo impianto, non è detto che l'industria abbia disponibilità in cabina di quel impegno, quindi possibili adeguamenti di cabina da tenere in contro.

Rispondi