nuovo impianto termico da installare in edificio in edificio esistente

Normativa Termotecnica, Impianti di riscaldamento, Legge 10/91, DLgs 192/05, ecc.

Moderatore: Edilclima

Rispondi
luca70
Messaggi: 202
Iscritto il: mer giu 16, 2010 18:08

nuovo impianto termico da installare in edificio in edificio esistente

Messaggio da luca70 » lun set 09, 2019 19:33

Buonasera a tutti voi.
L'argomento probabilmente è stato "tritato" varie volte, ma nei thread letti non ho rilevato elementi da darmi sufficiente sicurezza. Il fatto: capannone industriale categoria D/7 costruito nei primi anni 2000 (concessione edilizia ante Dlgs 192/05); i proprietari eseguirono l'impianto termico negli uffici(unità immobiliare interna ma con SUB separato dal resto), mentre il restante capannone non venne riscaldato (probabilmente non è stato nemmeno realizzato un minimo di isolamento termico delle strutture).
Ora, per esigenze di benessere del personale i nuovi proprietario hanno l'indispensabilità di provvedere al riscaldamento invernale.
Nell'analisi della legislazione direi: si tratta di nuovo impianto in edificio esistente (non modificato o ristrutturato) secondo art. 3 comma 1 del 192/05+311/06. Questo particolare caso non è espressamente elencato nel DM requisiti minimi. Dalla linea guida del CNI - 2016, la situazione viene "parificata" alla riqualificazione energetica. Per quanto riguarda il testo unico edilizia DPR 380, l'installazione sembra compresa nella "manutenzione straordinaria" come integrazione di impianti tecnologici. Che ne dite?
Quindi si può realizzare un nuovo impianto da circa 140 kW termici in un capannone da 5300 m³ non isolato rispettando solo le caratteristiche di rendimento minimo dei generatori (condensazione) con una CILA di manutenzione straordinaria?
Sto sbagliando? avete già affrontato la situazione? Grazie.
Luca

Avatar utente
NoNickName
Messaggi: 4059
Iscritto il: gio giu 17, 2010 12:17

Re: nuovo impianto termico da installare in edificio in edificio esistente

Messaggio da NoNickName » lun set 09, 2019 20:10

Si può tentare qualsiasi strada, ma deve essere sostenibile. Integrare un impianto da (ipotizzo) 20kW aggiungendogli 140kW resta difficile pensarla come manutenzione straordinaria. E pensare di farlo in un edificio non isolato, se ti vede Greta....
Chi si affida ad un professionista “legittimamente attende di ricevere una prestazione diligente, art. 1176 cc”. Non si può esigere che il cliente controlli il lavoro del professionista “quali che siano le sue competenze o qualifiche professionali”.

ponca
Messaggi: 801
Iscritto il: ven ott 22, 2010 18:22

Re: nuovo impianto termico da installare in edificio in edificio esistente

Messaggio da ponca » mar set 10, 2019 10:47

a mio avviso ci sono 2 strade:

1) considero il fabbricato come riscaldato (una porzione in effetti lo è già) e inquadro l'intervento come ristrutturazione dell'impianto esistente
2) considero il fabbricato come non riscaldato e inquadro l'intervento come recupero di un volume non climatizzato

l'interpretazione 2) è probabilmente più corretta in quanto vai a riscaldare un volume che è privo di impianto di climatizzazione, ma ti obbliga a coibentare il fabbricato (e generalmente in questi casi il cliente ti dice subito che non ne ha la minima intenzione).

per quanto riguarda la MS se non ci sono interventi edili né cambi di destinazione secondo me si può fare, ma considerato che siamo in Italia dipende anche da regione e comune.

luca70
Messaggi: 202
Iscritto il: mer giu 16, 2010 18:08

Re: nuovo impianto termico da installare in edificio in edificio esistente

Messaggio da luca70 » mar set 10, 2019 12:09

Grazie dei vostri pensieri.
Comprendo che, purtroppo, la situazione è quella che avevo inteso.
Luca

Rispondi