Fonti rinnovabili D.lgs 28/11 vs FAQ MISE

Obblighi legislativi, tipologie, prodotti

Moderatore: Edilclima

Rispondi
Avatar utente
Lurensh
Messaggi: 141
Iscritto il: sab ott 11, 2014 11:32

Fonti rinnovabili D.lgs 28/11 vs FAQ MISE

Messaggio da Lurensh » lun feb 04, 2019 16:40

Buongiorno a tutti,
Vi scrivo perché mi sto per imbattere per la prima volta in un caso che però credo abbastanza comune:
Contesto: unità immobiliare esistente su due livelli, accatastata come abitazione ma priva di impianto di riscaldamento, con volume aperto (fienile) al secondo piano che verrà integrato nell'unità immobilare.

Siamo quindi nel caso di ampliamento >15% rispetto all'edificio ed assimilabile a edificio di nuova costruzione per quanto riguarda i requisiti minimi del DM 26 giugno 2015.
L'impianto di riscaldamento sarà di nuova installazione (o meglio, ristrutturazione dell'impianto, visto che prima probabilmente c'era una stufa a legna e ora invece cambierò il sistema di generazione, distribuzione ed emissione) e il nuovo volume edilizio (fienile) e il volume esistente saranno collegati allo stesso impianto.

La domandona riguarda le fonti rinnovabili, per cui dovrei prendere in mano il D.Lgs 28/2011. Io ero rimasto al dover calcolare le fonti rinnovabili necessarie tenendo conto solo dell'ampliamento, però a dicembre 2018 sono uscite le nuove FAQ del MISE (https://www.mise.gov.it/images/stories/ ... -serie.pdf
e al punto 3.7 leggo:
"In caso di ampliamento superiore al 15% del volume lordo riscaldato esistente, essendo assimilato a nuova costruzione, occorre rispettare l’obbligo di installazione FER?"
Risposta: "No, gli obblighi di installazione di FER sono definiti dal D.lgs. 28/11 che li prevede solo per gli edifici di nuova costruzione e negli edifici sottoposti a ristrutturazioni rilevanti."

Quindi parrebbe non dover verificare nessuna percentuale di copertura delle fonti rinnovabili. Pare anche a voi così?

a_brettyou
Messaggi: 513
Iscritto il: dom ago 16, 2009 08:41

Re: Fonti rinnovabili D.lgs 28/11 vs FAQ MISE

Messaggio da a_brettyou » lun feb 04, 2019 17:00

Lurensh ha scritto:
lun feb 04, 2019 16:40
Pare anche a voi così?
Mai avuto dubbi.
Occhio che non vi si sia qualche legge o regolamento regionale o locale che ti obbliga comunque ad un po' di rinnovabili.

Avatar utente
Lurensh
Messaggi: 141
Iscritto il: sab ott 11, 2014 11:32

Re: Fonti rinnovabili D.lgs 28/11 vs FAQ MISE

Messaggio da Lurensh » lun feb 04, 2019 17:14

a_brettyou ha scritto:
lun feb 04, 2019 17:00
Lurensh ha scritto:
lun feb 04, 2019 16:40
Pare anche a voi così?
Mai avuto dubbi.
Occhio che non vi si sia qualche legge o regolamento regionale o locale che ti obbliga comunque ad un po' di rinnovabili.
Ciao Brettyou, grazie della risposta.
In effetti pure io avevo sempre dato questa interpretazione, ma in giro ci sono fonti anche autorevoli che dicevano l'opposto.
Devo andarmi a spulciare i DGR piemontesi, perché mi pare che effettivamente ci sia qualcosa per l'acqua calda.

mat
Messaggi: 2841
Iscritto il: lun gen 26, 2009 17:07

Re: Fonti rinnovabili D.lgs 28/11 vs FAQ MISE

Messaggio da mat » lun feb 04, 2019 17:16

Non costituendo il nuovo volume una unità indipendente, non ricadi nel 28 e puoi "sfruttare" la faq a tuo comodo (lo faccio anch'io, anche se resto dell'idea che il DM dica altro). Fosse invece stata unità indipendente, avrei propeso per assolvere i precetti del dlgs 28.
Devo andarmi a spulciare i DGR piemontesi, perché mi pare che effettivamente ci sia qualcosa per l'acqua calda.
Eh sì, se è ristrutturazione hai sempre il benedetto 60% acs...

Avatar utente
NoNickName
Messaggi: 3890
Iscritto il: gio giu 17, 2010 12:17

Re: Fonti rinnovabili D.lgs 28/11 vs FAQ MISE

Messaggio da NoNickName » lun feb 04, 2019 17:39

mat ha scritto:
lun feb 04, 2019 17:16
(lo faccio anch'io, anche se resto dell'idea che il DM dica altro).
Eh, sì, non era certo questa la ratio della legge.
Chi si affida ad un professionista “legittimamente attende di ricevere una prestazione diligente, art. 1176 cc”. Non si può esigere che il cliente controlli il lavoro del professionista “quali che siano le sue competenze o qualifiche professionali”.

Avatar utente
NoNickName
Messaggi: 3890
Iscritto il: gio giu 17, 2010 12:17

Re: Fonti rinnovabili D.lgs 28/11 vs FAQ MISE

Messaggio da NoNickName » lun feb 04, 2019 19:47

NoNickName ha scritto:
lun feb 04, 2019 17:39
mat ha scritto:
lun feb 04, 2019 17:16
(lo faccio anch'io, anche se resto dell'idea che il DM dica altro).
Eh, sì, non era certo questa la ratio della legge.
E cmq io ho richiesto un ulteriore chiarimento al MISE.
L'ineffabile Mallone risponderà?
Chi si affida ad un professionista “legittimamente attende di ricevere una prestazione diligente, art. 1176 cc”. Non si può esigere che il cliente controlli il lavoro del professionista “quali che siano le sue competenze o qualifiche professionali”.

girondone
Messaggi: 9830
Iscritto il: ven mar 16, 2007 09:48
Località: SV

Re: Fonti rinnovabili D.lgs 28/11 vs FAQ MISE

Messaggio da girondone » mar feb 05, 2019 08:53

Chiedi anche sulle verifiche igrometriche
Coda dirà un giudice quando in una causa
Un decreto dice bianco ed una FAQ dice nero?

:-)

Avatar utente
Lurensh
Messaggi: 141
Iscritto il: sab ott 11, 2014 11:32

Re: Fonti rinnovabili D.lgs 28/11 vs FAQ MISE

Messaggio da Lurensh » mar feb 05, 2019 10:10

Grazie mille a tutti, dovrei riuscire a fornire un prospetto completo al cliente ora (sempre sperando che non mandi tutto a ramengo dimezzandomi il budget :cry: )

Avatar utente
NoNickName
Messaggi: 3890
Iscritto il: gio giu 17, 2010 12:17

Re: Fonti rinnovabili D.lgs 28/11 vs FAQ MISE

Messaggio da NoNickName » mar feb 05, 2019 16:09

girondone ha scritto:
mar feb 05, 2019 08:53
Chiedi anche sulle verifiche igrometriche
Coda dirà un giudice quando in una causa
Un decreto dice bianco ed una FAQ dice nero?

:-)
Non sono molto ferrato sulle condense interstiziali. Se mi formuli il quesito, provvedo.
Chi si affida ad un professionista “legittimamente attende di ricevere una prestazione diligente, art. 1176 cc”. Non si può esigere che il cliente controlli il lavoro del professionista “quali che siano le sue competenze o qualifiche professionali”.

Rispondi