impinto a battiscopa

Normativa Termotecnica, Impianti di riscaldamento, Legge 10/91, DLgs 192/05, ecc.

Moderatore: Edilclima

Rispondi
arivel
Messaggi: 3
Iscritto il: mar nov 22, 2011 12:47

impinto a battiscopa

Messaggio da arivel » lun nov 19, 2018 18:35

Ciao a tutti .
vorrei chiedere un’ opinione agli esperti o a chi ha avuto un’esperienza diretta con l’oggetto di questo argomento .
Ho letto un po di roba su questo tipo di impianto , ci sono tante critiche e al contrario altrettante opinioni favorevoli . c’è chi lo definisce una bufala e una truffa ed altri invece ne decantano le ottime caratteristiche .
Potete capire che per chi deve costruire tutte queste contraddizioni suscitano forti perplessita e diffidenza .
Qualcuno potrebbe dire di parlare con un professionista , ma con chi ??.
la maggior parte degli idraulici cominciano adesso e forse neanche a capire come funziona un impianto radiante a pavimento , come deve essere implementato e come deve essere composto figuriamoci un impianto a battiscopa sconosciuto ai piu .
La caldaia per esempio deve essere a gas o si puo usare una pompa di calore ? Magari acqua acqua .

è sufficiente la parete perimetrale ? io non credo .

quanto costa ?

Credo proprio che di fronte a queste domande poste al mio idraulico verrei ricambiato con uno sguardo di completo smarrimento .

per esempio :
- Ci sono particolari tipologie di battiscopa che funzionano anche con alti armadi ?  Quali ?
- Si puo usare per il raffrescamento ?

- quanto deve essere lo spessore dell’isolante esterno a cappotto in lana di roccia ?

- come deve essere la parete per irradiare calore ?
- Se si mette una rete di alluminio a maglie molto fitte sotto il rasante della parete si aumenta la riflessione del calore ?

- sporcizia ragnatele ragni e insetti vi si insediano rivendicandolo di diritto come la loro casa ?

ciao grazie.

4736A
Messaggi: 41
Iscritto il: lun set 18, 2017 21:46
Località: FM (Marche)
Contatta:

Re: impinto a battiscopa

Messaggio da 4736A » mar nov 20, 2018 23:00

Ciao Arivel,

capisco benissimo la situazione che stai vivendo.

Io nel 2001 ho scelto questo sistema per la mia casa. Dopo averne testato i risultati in casa mi sono spinto a riproporlo in altre situazioni di abitazioni civili. Ho progettato questo sistema anche per 2 chiese enormi dove l'approccio è ben diverso rispetto a quello della casa.

Prima di tutto Ti dico che la prima figura di riferimento per la scelta di un impianto, non è l'installatore ma un bravo termotecnico che sa come si dimensionano gli impianti. Il sistema a battiscopa si installa prioritariamente sulle pareti perimetrali e se il dimensionamento dice che è sufficiente ci si ferma li, altrimenti, si coinvolgono anche le altre pareti, dando sempre la priorità a quelle più fredde. Quando l’impianto è in funzione, il velo d’aria calda che esce dalla feritoia superiore, risalendo la parete, la carica termicamente attivandone l’effetto radiante.
La risalita dell’aria sulla parete si arresta a circa 1,8-2,3 m dal pavimento a seconda della temperatura di mandata. L’effetto in ambiente è una sostanziale uniformità orizzontale della temperatura. In verticale, si registra praticamente assenza di stratificazione, visto che su altezze dei vani di 2,7 m, ci sarà si e no una differenza di temperatura di 0,7-0,8°C tra la quota pavimento e quota soffitto. La percezione di comfort è alta poiché avendo le pareti calde la temperatura operante è alta.

Vengo ai Tuoi quesiti:
D.La caldaia per esempio deve essere a gas o si può usare una pompa di calore? Magari acqua acqua.
R. Puoi usare entrambi i tipi di generatore. Ovviamente la scelta dell’una o dell’altra, cambia la temperatura di mandata e conseguentemente i metri di profilo da installare ed i costi.

D. è sufficiente la parete perimetrale ? io non credo .
R. Dipende dal dimensionamento.
D. quanto costa ?
R. In generale Ti dico che non è un impianto a buon mercato. I costi salgono con le temperature di mandata basse ma anche con un frazionamento più elevato dei volumi. Quindi, l'impianto che riscalda tante stanze piccole costa di più rispetto all'impianto che riscalda parità di superficie unica.
D. Ci sono particolari tipologie di battiscopa che funzionano anche con alti armadi ? Quali ?
R. Non ci sono problemi a riscaldare un ambiente anche se il profilo è montato dietro un armadio pur grande che sia. Chiaramente la presenza dell'armadio al primo avvio d'impianto, richiederà maggior tempo di messa a regime ma una volta in temperatura Ti ritroverai anche le camicie tiepide. L'impianto va gestito come un impianto radiante con continuità o con attenuazione notturna. Non si pensi di usarlo alla vecchia maniera "al bisogno". Diverso è il discorso se parli di armadio a muro. Se l'armadio va da pavimento a soffitto e chiude completamente la parete anche in lunghezza ci si sposta in altra parte, non lo si monta dietro l'armadio.
D. Si puo usare per il raffrescamento ?
R. Si. In passato qualcuno ha proposto il sistema per il raffrescamento facendo magre figure con la condensa. Oggi, in Italia si hanno soluzioni che vanno benissimo anche in freddo ma richiede che il profilo lo si monti in alto. Significa, doppio impianto. Il funzionamento è analogo a quello invernale solo che la lama d'aria scende dall'alto anziché risalire dal basso.
D. Se si mette una rete di alluminio a maglie molto fitte sotto il rasante della parete si aumenta la riflessione del calore ?
R. Ovviamente si. Non è richiesto necessariamente un intervento del genere. Conta molto di più la massa superficiale della parete. Meglio strutture pesanti, con inerzia termica.
D. sporcizia ragnatele ragni e insetti vi si insediano rivendicandolo di diritto come la loro casa ?
R. In ambiente ci sarà un'umidità relativa del 50-55%. I ragni possono trovare nei punti iniziali del carter e quelli finali l'abitat ideale per loro come accade per tutti i corpi scaldanti esterni. Sporcizia no. La polvere nemmeno visto che non la solleva da terra. Chiaramente negli anni ci si può depositare sopra ai tubi alettati ma rimuovendo il coperchio anteriore con l'aspirapolvere puoi pulire tutto senza problemi.
Spero di essere stato esaudiente. In caso contrario io sono qua.
:D

mat
Messaggi: 2790
Iscritto il: lun gen 26, 2009 17:07

Re: impinto a battiscopa

Messaggio da mat » ven nov 23, 2018 10:10

Qualcuno potrebbe dire di parlare con un professionista , ma con chi ??.
la maggior parte degli idraulici cominciano adesso e forse neanche a capire come funziona un impianto radiante a pavimento
Fammi capire arivel: tu vieni qui lamentandoti che gli idraulici non capiscono niente dell'impianto che vuoi realizzare, e vieni qui a chiedere consiglio a... chi? Se gli idraulici per te sono i "professionisti" :lol: , le persone in questo forum secondo te cosa sono di mestiere?
Sei al corrente che questo è un forum di discussione tra termotecnici, ovvero tecnici con perlomeno un diploma da perito, ma per la maggior parte con una laurea in ingegneria? In tal caso, invece di contattare un collega e pagarlo per la sua consulenza/progetto, così come farai con l'idraulico per la sua manodopera, pensi che sia meglio venire qua a recuperare pareri gratis? Secondo te noi usiamo la nostra professionalità per fare beneficenza, o hai capito che ci serve per portare a casa la pagnotta come chiunque altro?

4736A
Messaggi: 41
Iscritto il: lun set 18, 2017 21:46
Località: FM (Marche)
Contatta:

Re: impinto a battiscopa

Messaggio da 4736A » ven nov 23, 2018 10:42

Hai ragione "mat". E' così. Il riferimento primario dell'utente finale è l'idraulico; quello che afferma lui è legge…!!! :shock: :shock:
Nel caso specifico, c'è una situazione di totale impreparazione da parte degli installatori che poi si spingono in giudizi assolutamente campati per aria. Ovviamente gli utenti finali ne riamangono confusi e sono in totale smarrimento. Capisco pure la situazione, ma come dici Tu, fino a che ci si rivolge all'idraulico, per farsi concepire una soluzione impiantistica i problemi sono sempre gli stessi e li conosciamo da tempo.
:D

ingmr77
Messaggi: 3
Iscritto il: ven dic 07, 2018 12:08

Re: impinto a battiscopa

Messaggio da ingmr77 » ven dic 07, 2018 15:15

Buongiorno,
sono ingegnere, tuttavia, al fine di aiutare a comprendere quanto sia meglio avere un termotecnico accanto, cerco di darne un'anteprima e mi chiamo fuori dalle giuste considerazioni fatte dai colleghi sui costanti tentativi di bypassare la nostra professionalità.

L'impianto a battiscopa è utilizzato con successo (purchè opportunamente progettato) nel Nord Europa, con le evidenti buone considerazioni in termini di flessibilità e potenziale. Tuttavia anche a tali latitudini rappresenta un'applicazione di nicchia, quasi sempre dettata da considerazioni edili e non termotecniche.

Manifesto preferenza verso soluzioni impiantistiche diverse dal sistema a battiscopa (sistemi radianti o misti radianti/idronici) al fine di massimizzare la sempre piu' diffusa presenza di pompe di calore reversibili "pure" estremamente performanti (sistemi caldo freddo integrati).

Segnalo che i sistemi a battiscopa, complice la bassissima diffusione in Italia, sono spesso costosi sia per materiali che per posa.

4736A
Messaggi: 41
Iscritto il: lun set 18, 2017 21:46
Località: FM (Marche)
Contatta:

Re: impinto a battiscopa

Messaggio da 4736A » ven dic 07, 2018 20:20

L'impianto a battiscopa è utilizzato con successo (purchè opportunamente progettato) nel Nord Europa, con le evidenti buone considerazioni in termini di flessibilità e potenziale. Tuttavia anche a tali latitudini rappresenta un'applicazione di nicchia, quasi sempre dettata da considerazioni edili e non termotecniche.

Manifesto preferenza verso soluzioni impiantistiche diverse dal sistema a battiscopa (sistemi radianti o misti radianti/idronici) al fine di massimizzare la sempre piu' diffusa presenza di pompe di calore reversibili "pure" estremamente performanti (sistemi caldo freddo integrati).

Segnalo che i sistemi a battiscopa, complice la bassissima diffusione in Italia, sono spesso costosi sia per materiali che per posa.
[/quote]

Io non manifesto preferenze. Uso tutti i sistemi che la tecnologia mette a disposizione e li scelgo e consiglio in base al tipo di intervento ed agli obiettivi che ci si prefigge di raggiungere.
Alcune considerazioni che hai fatto sono testimonianza della Tua poca conoscenza di questo sistema.
Io di solito mi informo prima di emettere sentenze, specie in mancanza di esperienza.
:D

giotisi
Messaggi: 1480
Iscritto il: mer mag 27, 2009 11:52
Località: brescia

Re: impinto a battiscopa

Messaggio da giotisi » sab dic 08, 2018 16:05

D. Se si mette una rete di alluminio a maglie molto fitte sotto il rasante della parete si aumenta la riflessione del calore ?
R. Ovviamente si. Non è richiesto necessariamente un intervento del genere. Conta molto di più la massa superficiale della parete. Meglio strutture pesanti, con inerzia termica.


...da quale pulpito viene la reprimenda!

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 19 ospiti