Rinnovo SCIA-Esodo

Normativa Antincendio, Rilascio CPI, ecc.

Moderatore: Edilclima

Rispondi
Gius83
Messaggi: 95
Iscritto il: mar ott 18, 2016 19:02

Rinnovo SCIA-Esodo

Messaggio da Gius83 » lun lug 09, 2018 15:17

Un saluto a tutti i colleghi. Chiedo la vostra cortese opinione in merito al seguente aspetto: un cliente mi contatta per un rinnovo SCIA per un'attività adibita ad uffici. Dal sopralluogo eseguito, confermatomi in precedenza anche dal cliente, nel corso del tempo si è presentata la necessità di eseguire delle modestissime modifiche interne (ma nulla di rilevante) che però hanno portato ad un incremento non particolarmente significativo della lunghezza delle vie di esodo: giusto per intendersi si passa da 45 mt. di progetto a circa 50/55 mt. A questo punto mi sorge il dubbio: il cliente era convinto di procedere al rinnovo e tra l'altro mi ha contatto a pochi giorni dalla scadenza (tanto per cambiare). Stando così le cose, si potrebbe a vostro avviso presentare richiesta di rinnovo con allegata asseverazione corredata da un "non aggravio del rischio" (Modello Pin 2.6)? Il tutto chiaramente supportato da un'adeguata valutazione del rischio e con l'eventuale introduzione di misure compensative dello stesso.
Vi ringrazio.

Terminus
Messaggi: 7249
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: Rinnovo SCIA-Esodo

Messaggio da Terminus » lun lug 09, 2018 18:16

Secondo me no.
Non è una modifica priva di rilevanza, quindi devi presentare la SCIA con dichiarazione di non aggravio, con le tue opportune valutazioni.
Se dici che servono misure compensative, implicitamente ammetti che c'è un aggravio del rischio, quindi ricadi nella necessità della valutazione progetto (se cat.B/C), oppure della SCIA con asseverazione e relazione tecnica se di cat.A.

Gius83
Messaggi: 95
Iscritto il: mar ott 18, 2016 19:02

Re: Rinnovo SCIA-Esodo

Messaggio da Gius83 » lun lug 09, 2018 19:02

Grazie Terminus per la tua osservazione. Tuttavia mi sfugge il discorso SCIA+non aggravio non essendomi mai ritrovato in questa situazione.
Nel asseverazione che spetta a noi professionisti, si assevera in ogni caso la conformità dell'intera attività e quindi la rispondenza al progetto approvato e depositato presso i VV.FF o è un discorso "limitato" alle sole modifiche?
Grazie

Gius83
Messaggi: 95
Iscritto il: mar ott 18, 2016 19:02

Re: Rinnovo SCIA-Esodo

Messaggio da Gius83 » lun lug 09, 2018 19:34

Ho trovato una spiegazione in alcune slide proiettate durante un convegno organizzato dai VV.FF.
SCIA PER MODIFICHE+NON AGGRAVIO CON ASSEVERAZIONE attestante la conformità dell'attività, LIMITATAMENTE AGLI ASPETTI OGGETTO DI MODIFICA.
Notavo inoltre che nel modulo PIN 2.6 (Dich.non aggravio del rischio) è necessario riportare un'analisi delle valutazione a supporto del non aggravio appunto. Mi chiedevo ad esempio se l'installazione di un impianto di rivelazione fumi (non contemplato nel progetto di prevenzione incendi) ma voluto dal cliente in epoca successiva possa essere citato nella valutazione suddetta.

Terminus
Messaggi: 7249
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: Rinnovo SCIA-Esodo

Messaggio da Terminus » lun lug 09, 2018 21:04

Se citi misure compensative, implicitamente stai dicendo che hai aggravio del rischio rispetto a quanto approvato e proponi misure per ridurlo.
Per questo serve il parere dei VVF se sei in cat.B o C e non puoi più presentare il Non aggravio.
Per il non aggravio devi dimostrare che la situazione attuale è identica a quella autorizzata, come livello di rischio e come misure di prevenzione e protezione.

Tom Bishop
Messaggi: 1609
Iscritto il: mar dic 30, 2008 17:13

Re: Rinnovo SCIA-Esodo

Messaggio da Tom Bishop » mar lug 10, 2018 05:15

A mio parere devi passare da una valutazione progetto e aggiornare l'istruttoria allo stato di fatto.
Tom Bishop

Gius83
Messaggi: 95
Iscritto il: mar ott 18, 2016 19:02

Re: Rinnovo SCIA-Esodo

Messaggio da Gius83 » gio lug 12, 2018 10:56

Torno ad aggiornarvi sulla questione dopo colloquio con VV.FF: si può procedere in questo caso con SCIA con non aggravio di rischio corredata da opportune valutazione da parte del tecnico. Non è necessario un nuovo progetto di prevenzione incendi.
Un saluto.

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti