Scarico a parete scaldacqua istantaneo

Normativa Termotecnica, Impianti di riscaldamento, Legge 10/91, DLgs 192/05, ecc.

Moderatore: Edilclima

Rispondi
SuperP
Messaggi: 9240
Iscritto il: lun set 11, 2006 10:06

Scarico a parete scaldacqua istantaneo

Messaggio da SuperP » mer mag 16, 2018 10:16

Nel caso di sostituzione di scaldacqua unifamigliari in edifici condominiali, mi sembra che non sia nemmeno applicabile il DPR 412/1993.
Per lo scarico a parete cosa fare?
Lo si fa rispettando comunque la 7129? Se si applicasse il DPR potrei sbattermene dei regolamenti comunali che impongono gli scarichi a tetto, ma se non si applica?

Avatar utente
armyceres
Messaggi: 491
Iscritto il: mer ott 25, 2006 12:52
Località: Piemonte

Re: Scarico a parete scaldacqua istantaneo

Messaggio da armyceres » mer mag 16, 2018 11:39

Il buon vecchio DPR 412 è stato sostituito dal DPR 74/13.... ma non applicabile in caso di scaldacqua unifamiliari, poiché non è considerato impianto termico, anche secondo le nuove definizioni dell'allegato A del D.Lgs. 192/05.

Lo scarico a parete deve rispettare la UNI 7129/2015.
Tra il dire e il fare, la differenza è nell'aver fatto..........

Terminus
Messaggi: 6888
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: Scarico a parete scaldacqua istantaneo

Messaggio da Terminus » mer mag 16, 2018 12:55

Confermo.
Scarico anche a parete ma con le distanze di cui alla 7129.

girondone
Messaggi: 9384
Iscritto il: ven mar 16, 2007 09:48
Località: SV

Re: Scarico a parete scaldacqua istantaneo

Messaggio da girondone » mer mag 16, 2018 13:59

con le distanze sicuro

se poi, visto che appunto non rientrano nel 412 ed smi, un regolamento asl o locale vinca sulla 7129
beh .. direi di si

Avatar utente
ilverga
Messaggi: 1862
Iscritto il: gio ott 05, 2006 17:42
Località: prov. MI

Re: Scarico a parete scaldacqua istantaneo

Messaggio da ilverga » mer mag 16, 2018 15:56

Ho appena approfondito la questione e non è così banale, soprattutto in presenza di RLI o RE che impongono restrizioni a quanto indicato sulla 7129.
Ma quasi sempre, sia i RLI che RE, si riferiscono genericamente agli "impianti termici" e, nel tuo caso, non stiamo parlando di impianto termico per definizione. Quindi, in buona sostanza, la UNI 7129 è quasi sempre l'unica norma a cui prestare attenzione...

Tom Bishop
Messaggi: 1448
Iscritto il: mar dic 30, 2008 17:13

Re: Scarico a parete scaldacqua istantaneo

Messaggio da Tom Bishop » gio mag 17, 2018 05:23

Sicuramente rispetto della UNI7129. Se il regolamento locale impone lo scarico a tetto chiedi la deroga. A me l'hanno concessa più volte.
Tom Bishop

SuperP
Messaggi: 9240
Iscritto il: lun set 11, 2006 10:06

Re: Scarico a parete scaldacqua istantaneo

Messaggio da SuperP » gio mag 17, 2018 09:02

Scusate,
se dovessi rispettare l'ex art. 9 del DPR 412/93 , ora art 5 del dpr 74/2013 dovrei andare a tetto salvo le deroghe, ovvero nel mio caso che i generatori attuali siano tutti con scarico a parete e non siano presenti camini, canne fumarie o sistrmi di evacuazione dei prodotti della combustione con scarico sopra il tetto.
Però per far questo, dovrei installare solo generatori di calore (in questo caso per acs) a condensazone con emissioni sotto i 70mg/kWh di ossidi di azoto.

Non sarà un impianto termico, ma alla fine se metto una caldaia istantanea e la collego solo per l'acs è la stessa cosa e sarebbe un impianto termico e le imposizioni dei regolamenti edilizi devono adeguarsi a questo.

L'unico inghippo è che devo far mettere scaldacqua a condensazione, che costano precchio in più, oltre a dover installare lo scarico della condensa.

lbasa
Messaggi: 555
Iscritto il: ven giu 19, 2015 22:41

Re: Scarico a parete scaldacqua istantaneo

Messaggio da lbasa » gio mag 17, 2018 10:19

... Non sarà un impianto termico, ma alla fine se metto una caldaia istantanea e la collego solo per l'acs è la stessa cosa e sarebbe un impianto termico e le imposizioni dei regolamenti edilizi devono adeguarsi a questo. ...
Prima chiarisci l'asseverazione sul "servizio esclusivo alla produzione di acqua calda sanitaria"; se approvato questo:
- Se vuoi relazionarti al 74/13: recepisce le definizioni del 192 (gli scaldacqua unifamigliari sono esclusi, te ne da conferma il fatto che per essi il catasto degli impianti non è pertinente).
- Se valesse in ipotesi l'assimilabilità dello scaldacqua unifamigliare ad un generatore, dovresti verificare gli obblighi e le dergohe dettati dal 102/14 in materia di scarico a parete (che regola anche la scelta a norma del prodotto nuovo generatore); ma anche per esso le definizioni di generatore recepiscono quelle del 192.

Quindi torna alla casella degli interventi precedenti il tuo.
(Al limite si potrebbe aggiungere che hai obblighi di centrale termica se lo scaldacqua unifamigliare fosse oltre i 35 kW, ma non credo proprio).

Se invece sarà possibile utilizzare il nuovo generatore secondo collegamenti di impianto combinati, salta tutto questo discorso.

mat
Messaggi: 2701
Iscritto il: lun gen 26, 2009 17:07

Re: Scarico a parete scaldacqua istantaneo

Messaggio da mat » gio mag 17, 2018 10:20

SuperP ha scritto:
gio mag 17, 2018 09:02
se dovessi rispettare l'ex art. 9 del DPR 412/93 , ora art 5 del dpr 74/2013 dovrei andare a tetto salvo le deroghe
Cosa c'entrano gli articoli che hai citato? Sono riferiti ai limiti di esercizio stagionali :?:
SuperP ha scritto:
gio mag 17, 2018 09:02
Non sarà un impianto termico, ma alla fine se metto una caldaia istantanea e la collego solo per l'acs è la stessa cosa e sarebbe un impianto termico e le imposizioni dei regolamenti edilizi devono adeguarsi a questo.
Ma che dici? :lol:
"Non sono considerati impianti termici i sistemi dedicati esclusivamente alla produzione di acqua calda sanitaria al servizio di singole unità immobiliari ad uso residenziale ed assimilate" Quello che rileva è la funzione cui è destinato l'impianto, mica quello che sarebbe potenzialmente in grado di fare il singolo componente.
Piuttosto, l'assurdo è che un Comune possa imporre ancora l'obbligo per uno scaldacqua, ma non per una caldaia uso riscaldamento, per via del campo di applicazione del DPR.
armyceres ha scritto:
mer mag 16, 2018 11:39
Il buon vecchio DPR 412 è stato sostituito dal DPR 74/13
Magari fosse così! Lo ha sostituito solo in alcune parti, per il resto il caro vecchio 412 è ancora vivo e vegeto, in particolare per quanto riguarda lo scarico a tetto (ma ad esempio anche per quanto riguarda i libretti di impianto).
L'esistenza contemporanea di questi due Decreti, al posto di uno solo, è uno dei tanti misteri italiani... :evil:
Ultima modifica di mat il gio mag 17, 2018 10:22, modificato 1 volta in totale.

danilo2
Messaggi: 1494
Iscritto il: ven dic 21, 2007 14:22

Re: Scarico a parete scaldacqua istantaneo

Messaggio da danilo2 » gio mag 17, 2018 10:21

A me sembra che il punto 3.4.42 del RLI tipo della Regione Lombardia (ammesso il Comune di competenza non abbia recepito e modificato lo stesso) dice:
"Tutti i FOCOLARI siano essi alimentati con combustibile solido,liquido o gassoso,devono essere collegati a canne fumarie sfociantí oltre il tetto con apposito fumaiolo." Non si parla di impainti termici ma di focolari (per esempio anche i fuochi della cucina).
E non dimenticare l'articolo 844 c.c.
theo62chiocciolinavirgilio.it

lbasa
Messaggi: 555
Iscritto il: ven giu 19, 2015 22:41

Re: Scarico a parete scaldacqua istantaneo

Messaggio da lbasa » gio mag 17, 2018 10:31

... Piuttosto, l'assurdo è che un Comune possa imporre ancora l'obbligo per uno scaldacqua, ma non per una caldaia uso riscaldamento, per via del campo di applicazione del DPR.
armyceres ha scritto:
mer mag 16, 2018 11:39
Il buon vecchio DPR 412 è stato sostituito dal DPR 74/13
Magari fosse così! Lo ha sostituito solo in alcune parti, per il resto il caro vecchio 412 è ancora vivo e vegeto, in particolare per quanto riguarda lo scarico a tetto (ma ad esempio anche per quanto riguarda i libretti di impianto).
L'esistenza contemporanea di questi due Decreti, al posto di uno solo, è uno dei tanti misteri italiani... :evil:
Veramente: le legislazioni 74/13, 90/13 e 102/14 hanno direttamente modificato il 412, in particolare l'articolo 9 ed i suoi commi; ad esempio il comma 9 quater dice:
"9-quater. I comuni adeguano i propri regolamenti alle disposizioni di cui ai commi 9, 9-bis e 9-ter."
I 9-bis e 9-ter sono quelli aggiornati in base alle 90/13 e 102/14.

Volessero cortesemente i Comuni provvedere, grazie.

mat
Messaggi: 2701
Iscritto il: lun gen 26, 2009 17:07

Re: Scarico a parete scaldacqua istantaneo

Messaggio da mat » gio mag 17, 2018 11:02

Quando fate così e citate articoli ad cazzum mi fate imbufalire! Siate precisi, precisi!! :lol: :lol:
lbasa ha scritto:
gio mag 17, 2018 10:31
Veramente: le legislazioni 74/13, 90/13 e 102/14 hanno direttamente modificato il 412, in particolare l'articolo 5 (notadimat) ed i suoi commi; ad esempio il comma 9 quater dice:
"9-quater. I comuni adeguano i propri regolamenti alle disposizioni di cui ai commi 9, 9-bis e 9-ter."
I 9-bis e 9-ter sono quelli aggiornati in base alle 90/13 e 102/14.
(Che poi, avevo forse io detto qualcosa di diverso da dovermi contraddire? :mrgreen: )

lbasa
Messaggi: 555
Iscritto il: ven giu 19, 2015 22:41

Re: Scarico a parete scaldacqua istantaneo

Messaggio da lbasa » gio mag 17, 2018 12:30

Quando fate così e citate articoli ad cazzum mi fate imbufalire! Siate precisi, precisi!! :lol: :lol: ...
L'importante è osservare il T.U.L.P.S = Testo Unico Leggi Pubblica Sicurezza, che nasce col Regio decreto 1816/31, n. 773 (del 1931); l'art. 121 dice:
"E’ vietato il mestiere di ciarlatano."

Il Regolamento di esecuzione nasce col Regio decreto 615/40, n. 635 (del 1940), che all'art. schiarisce:
"Sotto la denominazione di “mestiere di ciarlatano”, ai fini dell'applicazione dell'art. 121, ultimo comma, della Legge, si comprende ogni attività diretta a speculare sull'altrui credulità, o a sfruttare od alimentare l'altrui pregiudizio, come gli indovini, gli interpreti di sogni, i cartomanti, coloro che esercitano giochi di sortilegio, incantesimi, esorcismi, o millantano o affettano in pubblico grande valentìa nella propria arte o professione, o magnificano ricette o specifici, cui attribuiscono virtù straordinarie o miracolose."

Avatar utente
armyceres
Messaggi: 491
Iscritto il: mer ott 25, 2006 12:52
Località: Piemonte

Re: Scarico a parete scaldacqua istantaneo

Messaggio da armyceres » gio mag 17, 2018 12:52

mat ha scritto:
gio mag 17, 2018 10:20
armyceres ha scritto:
mer mag 16, 2018 11:39
Il buon vecchio DPR 412 è stato sostituito dal DPR 74/13
Magari fosse così! Lo ha sostituito solo in alcune parti, per il resto il caro vecchio 412 è ancora vivo e vegeto, in particolare per quanto riguarda lo scarico a tetto (ma ad esempio anche per quanto riguarda i libretti di impianto).
L'esistenza contemporanea di questi due Decreti, al posto di uno solo, è uno dei tanti misteri italiani... :evil:
:shock: ti sei perso il D.M. 10 febbraio 2014 con i suoi Allegati???? :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: ma anche i testi delle L. 90/13 e 102/14 ????? :wink:
Tra il dire e il fare, la differenza è nell'aver fatto..........

mat
Messaggi: 2701
Iscritto il: lun gen 26, 2009 17:07

Re: Scarico a parete scaldacqua istantaneo

Messaggio da mat » gio mag 17, 2018 16:16

Army, in riferimento al tuo stupore, a me non risulta siano stati abrogati i commi dal 9 all'11 dell'art.11, a te sì? :wink:

E potrei anche essermi perso qualcosa, ma di certo il DPR 412 per quanto modificato varie volte, anche dalle leggi che hai citato, è ancora vigente; dire che è stato sostituito dal dpr 74 è sbagliato, devi convenirne...

Avatar utente
armyceres
Messaggi: 491
Iscritto il: mer ott 25, 2006 12:52
Località: Piemonte

Re: Scarico a parete scaldacqua istantaneo

Messaggio da armyceres » lun mag 21, 2018 10:34

ok, ok, ok..... diciamo "accantonato" non sostituito..... va meglio??? :mrgreen:
(come tante, "troppe", disposizioni disperse per i meandri normativi)
Tra il dire e il fare, la differenza è nell'aver fatto..........

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti