Impianto elettrico del 1985?

Normativa Antincendio, Rilascio CPI, ecc.

Moderatore: Edilclima

Rispondi
christian619
Messaggi: 964
Iscritto il: mar giu 16, 2009 18:28

Impianto elettrico del 1985?

Messaggio da christian619 » lun mag 14, 2018 16:35

Attività commerciale soggetta a prevenzione incendi.
Devo presentare SCIA.

Diverse cose sono nuove (idranti, compartimentazioni,ecc...); l'impianto elettrico
è però stato realizzato nel 1985 e quindi non ha DICO.

Sembra in buono stato.... Penso però che occorra fare una DIRI o fare cambiare qualcosa e poi fare una DICO (anche
se un'elettricista diverso da chi ha fatto l'impianto base difficilmente certifica tutto... giustamente...)

Terminus
Messaggi: 7133
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: Impianto elettrico del 1985?

Messaggio da Terminus » lun mag 14, 2018 17:20

Uhmmmmm
considerando che l'impianto elettrico (e le apparecchiature collegate) è fonte principale degli incendi, specialmente negli ambienti commerciali (escludendo quelli dolosi), io ci penserei un attimo prima di redigere una DIRI e comunque vorrei controllare tutto il controllabile.
In teoria ante 1990 la DIRI non sarebbe possibile, formalmente i VVF si dovrebbero accontentare di una certificazione di conformità alla L.186/68, come si faceva un tempo.

christian619
Messaggi: 964
Iscritto il: mar giu 16, 2009 18:28

Re: Impianto elettrico del 1985?

Messaggio da christian619 » lun mag 14, 2018 18:44

Si hai ragione ma tieni conto che non ho nessun documento in mano...
non so dove potrei reperirla una certificazione di conformità alla L.186/68....

Terminus
Messaggi: 7133
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: Impianto elettrico del 1985?

Messaggio da Terminus » lun mag 14, 2018 18:48

Quella dovresti redigerla tu.
Comunque dovresti fare un attento rilievo dell'impianto e verificarne la congruità...... lavoretto mica da poco.

Avatar utente
weareblind
Messaggi: 712
Iscritto il: gio lug 30, 2009 09:49

Re: Impianto elettrico del 1985?

Messaggio da weareblind » lun mag 14, 2018 22:27

In teoria ha ragione Terminus, in pratica mi pare inidoneo un impianto del genere se non corredato da corpose manutenzioni registrate.

christian619
Messaggi: 964
Iscritto il: mar giu 16, 2009 18:28

Re: Impianto elettrico del 1985?

Messaggio da christian619 » mar mag 15, 2018 07:53

:cry:
Ok... ma perchè la DIRI formalmente non si può fare?

Sapevo che era vietata solo per impianti realizzati dopo il 2008 (che quindi devono
per forza avere la DICO DM 37/08).

Se però così è farò un modello ad OK di conformità alla 186/68....

etec83
Messaggi: 471
Iscritto il: sab lug 13, 2013 16:39

Re: Impianto elettrico del 1985?

Messaggio da etec83 » mar mag 15, 2018 08:13

Non è che è vietata per gli impianti post 2008... il DM 37/08 dà la possibilità di fare la DIRI per gli impianti che non hanno la DICO 46/90.

paolo m
Messaggi: 454
Iscritto il: sab ott 03, 2009 11:41

Re: Impianto elettrico del 1985?

Messaggio da paolo m » mar mag 15, 2018 09:01

etec83 ha scritto:
mar mag 15, 2018 08:13
Non è che è vietata per gli impianti post 2008... il DM 37/08 dà la possibilità di fare la DIRI per gli impianti che non hanno la DICO 46/90.
.

6. Nel caso in cui la dichiarazione di conformita' prevista dal
presente articolo, salvo quanto previsto all'articolo 15, non sia
stata prodotta o non sia piu' reperibile, tale atto e' sostituito -
per gli impianti eseguiti prima dell'entrata in vigore del presente
decreto
- da una dichiarazione di rispondenza, resa da un ..

Avatar utente
weareblind
Messaggi: 712
Iscritto il: gio lug 30, 2009 09:49

Re: Impianto elettrico del 1985?

Messaggio da weareblind » mar mag 15, 2018 09:06

Ah ma pensavo non volessi farla.

lbasa
Messaggi: 608
Iscritto il: ven giu 19, 2015 22:41

Re: Impianto elettrico del 1985?

Messaggio da lbasa » mar mag 15, 2018 09:15

Qualche osservazione:
... formalmente i VVF si dovrebbero accontentare di una certificazione di conformità alla L.186/68, come si faceva un tempo.
Un tempo (prima del 37/08) la 46/90 correlava la DICO agli impianti elettrici, escludendo gli impianti antincendio; per gli altri impianti, ai fini della documentazione VVFF ora, quella cosa si chiama DIchImp se si trovano gli installatori (e vale sia per i tanti impianti non compresi nella 46/90 sia i pochi impianti attualmente non compresi nel 37/08). Per gli impianti elettrici del '85 i VVFF si aspettano il CertImp da parte del professionista (o la DIRI citata nel PIN 2.1).
Quella dovresti redigerla tu. Comunque dovresti fare un attento rilievo dell'impianto e verificarne la congruità...... lavoretto mica da poco.
... in pratica mi pare inidoneo un impianto del genere se non corredato da corpose manutenzioni registrate.
Una DIRI è complessa a prescindere; tanto più è opportunamente documentata (foto, verifiche, schemi), tanto meglio ci si salva la responsabilità a fronte di modifiche post firma, fatte da chicchessia, in relazione ad incidenti legati alla sicurezza.

Ma nel caso VVFF, la pratica porta in ogni caso alla firma responsabile del PIN 2.1 dove:
- o barri la crocetta DC e sfrutti la precedente asseverazione fatta inizialmente con DIRI; il responsabile della DIRI può essere uno specialista del settore elettrico; ma il primo responsabile del PIN 2.1 sei Tu.
- o barri la crocetta CI, e sostituisci la DIRI con la CertImp a cui alleghi schemi e verifiche (le quali, se ritenute idonee, sostituiscono le precedenti manutenzioni fantasma); il responsabile sei Tu.

Quindi i brividi lungo la schiena resteranno sempre.

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti