Rete idranti interrata sotto capannone

Normativa Antincendio, Rilascio CPI, ecc.

Moderatore: Edilclima

Rispondi
christian619
Messaggi: 964
Iscritto il: mar giu 16, 2009 18:28

Rete idranti interrata sotto capannone

Messaggio da christian619 » ven gen 12, 2018 18:05

Sto tentando di sistemare un capannone dal punto di vista della prevenzione incendi.

Esso è dotato di una rete idranti vecchia che, a causa di successivi ampliamenti, è rimasta sotto al capannone
e alimenta gli idranti interni.

L'odierna UNI 10779 richiede che il tubo sia a vista o cmq ispezionabile.

Sono dell'idea di fargli tirare fuori il tubo e fare un anello a vista nel capannone...

Il costo non è irrisorio....

Terminus
Messaggi: 7134
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: Rete idranti interrata sotto capannone

Messaggio da Terminus » ven gen 12, 2018 21:49

Il capannone è provvisto di CPI ?
La rete è ad anello ?
Se l'impianto è antecedente alla UNI 10779, direi di lasciarlo così com'è; magari se possibile, prevedi dei pozzetti con valvole di intercettazione all'ingresso dell'edificio, in modo da consentire un domani alla bisogna di escludere il tratto non raggiungibile e sostituirlo con un nuovo tratto a vista.

Tom Bishop
Messaggi: 1558
Iscritto il: mar dic 30, 2008 17:13

Re: Rete idranti interrata sotto capannone

Messaggio da Tom Bishop » sab gen 13, 2018 05:07

Se non hanno mai ottenuto un CPI, a mio avviso, andrebbe rifatto.
Tom Bishop

Avatar utente
tigers
Messaggi: 1029
Iscritto il: lun set 11, 2006 10:08

Re: Rete idranti interrata sotto capannone

Messaggio da tigers » lun gen 15, 2018 19:39

Concordo più con Terminus che con Tom Bishop: la 10779 fino a tempi molto recenti è stata una norma non vincolante, spesso smentita dalle stesse regole verticali, soggetta a cambiamenti spesso radicali fra le versioni.
Se l'impianto è funzionante e funzionale anche così come realizzato non ravviserei la necessità di rifarlo o di adeguarlo alla norma stessa, soprattutto per quanto riguarda particolari "secondari" che sono stati inseriti per incrementare il fattore di sicurezza in casi estremi.
Io lo terrei anche se posteriore alla 10779, magari iniziando un percorso di adeguamento in occasione di manutenzioni ordinarie e straordinarie che tengano conto della UNI con l'obiettivo a lungo termine di allinearsi il più possibile. Lo preferisco certamente ad un impianto teoricamente conforme a 10779 ma che poi non ha le prestazioni o su cui non si fa manutenzione.

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 12 ospiti