Esiste un cad affidabile ed economico???

Normativa Termotecnica, Impianti di riscaldamento, Legge 10/91, DLgs 192/05, ecc.

Moderatore: Edilclima

Rispondi
ponca
Messaggi: 916
Iscritto il: ven ott 22, 2010 18:22

Esiste un cad affidabile ed economico???

Messaggio da ponca »

So che non è un tema prettamente termotecnico, tuttavia tutti quanti utilizziamo un cad e dobbiamo acquistare una licenza (ahime) piuttosto costosa. A questo punto vi chiedo, utilizzate Autocad oppure avete provato qualche cad più economico tipo Progecad, ZWcad, ecc..??

Qualcuno mi consiglia un cad affidabile, un po' più economico di Autocad?

Grazie!

mau1969
Messaggi: 113
Iscritto il: gio mar 24, 2011 14:42

Re: Esiste un cad affidabile ed economico???

Messaggio da mau1969 »

scaricalo da Utorrent... ;-)

Mimmo_510859D
Messaggi: 1407
Iscritto il: gio set 18, 2008 11:55

Re: Esiste un cad affidabile ed economico???

Messaggio da Mimmo_510859D »

grande mau... ma a questo punto perchè non mettere su Utorrent tutti i nostri progetti

ponca
Messaggi: 916
Iscritto il: ven ott 22, 2010 18:22

Re: Esiste un cad affidabile ed economico???

Messaggio da ponca »

Grazie del consiglio, diciamo che vorrei rimanere nella legalità..
:lol:

gatto_prando
Messaggi: 173
Iscritto il: mer dic 08, 2010 15:55

Re: Esiste un cad affidabile ed economico???

Messaggio da gatto_prando »

io utilizzo DraftSight;
è abbastanza completo, però se è da molto che utilizzi Autocad noterai subito delle piccole differenze su alcuni comandi..

mau1969
Messaggi: 113
Iscritto il: gio mar 24, 2011 14:42

Re: Esiste un cad affidabile ed economico???

Messaggio da mau1969 »

Mimmo_510859D ha scritto:grande mau... ma a questo punto perchè non mettere su Utorrent tutti i nostri progetti
beh c'è un pò di differenza tra un programma di disegno ed un progetto...

Mimmo_510859D
Messaggi: 1407
Iscritto il: gio set 18, 2008 11:55

Re: Esiste un cad affidabile ed economico???

Messaggio da Mimmo_510859D »

Perchè il lavoro di Sviluppatore Software è meno nobile di quello di Progettista?

Come l'Installatore, il Costruttore, il Marmista comprano i loro attrezzi (spendendo un pacco di soldi, altro che AutoCad) così i Tenici sono tenuti ad acquistare legalmente i loro attrezzi da lavoro. E tra questi i software sono inclusi

umberto_d
Messaggi: 1
Iscritto il: mer mar 05, 2014 16:01

Re: Esiste un cad affidabile ed economico???

Messaggio da umberto_d »

Io ho visto qui http://news.progesoft.com/it/?p=202 che progeCAD (che è sicuramente economico) è compatibile con EDILCLIMA
Il progeCAD lo trovi qui http://www.progesoft.com/it

SimoneBaldini
Messaggi: 2367
Iscritto il: mer set 29, 2010 13:42

Re: Esiste un cad affidabile ed economico???

Messaggio da SimoneBaldini »

Il problema de sw e del suo costo è che non sempre il costo è giustificato (vedi mamma MS!). Comunque autocad LT costa sui 1000 euro, una cifra secondo me abbordabile, poi essendo uno strumento lo ammortizzi in toto quindi non vedo tanto il problema d'investire sul sw.
L'assurdo è che uno non si fa problemi a prendersi un'automobile da 50.000 euro che da quest'anno scaricherai per il 20%!

ingpignolo
Messaggi: 263
Iscritto il: lun ago 06, 2012 18:57

Re: Esiste un cad affidabile ed economico???

Messaggio da ingpignolo »

Pure io come gatto prando uso draftsight... gratuito ed utilizzabile ai fini professionali :wink: provalo

sergiob
Messaggi: 161
Iscritto il: mar apr 10, 2012 09:27

Re: Esiste un cad affidabile ed economico???

Messaggio da sergiob »

Mimmo_510859D ha scritto:Perchè il lavoro di Sviluppatore Software è meno nobile di quello di Progettista?

Come l'Installatore, il Costruttore, il Marmista comprano i loro attrezzi (spendendo un pacco di soldi, altro che AutoCad) così i Tenici sono tenuti ad acquistare legalmente i loro attrezzi da lavoro. E tra questi i software sono inclusi
Concordo in pieno.
Inoltre se devi indicare eventuali certificati del programma che attestino la conformità ad eseguire un determinato calcolo o progetto, cosa fai indichi estremi fasulli?
Sai, se in studio hai un programma piratato di conseguenza non è nemmeno certificato.

ketenegh
Messaggi: 1168
Iscritto il: sab giu 13, 2009 09:30

Re: Esiste un cad affidabile ed economico???

Messaggio da ketenegh »

Valuta TurboCad. E' il più venduto nel retail market in USA.
http://www.cad-italia.it/#!turbocad/c21sc
LTE è clone di Autocad Light e la versione base è € 129.
Io uso Deluxe, che mi pare comunque molto simile a quello sopra. E' già molto completo e mi basta ed avanza.
E' un prodotto professionale, stabilissimo. Free trials, aggiornamenti regolari, manualistica online perfetta. Importi ed esporti in tutti i formati. Infinità di prodotti accessori (training, plugin, symbols, ecc.)
Se poi vai bene con l'inglese, lo compri da qui e sono gli stessi prezzi ma in $.
http://www.turbocad.com/
http://www.turbocad.com/TurboCAD/Free-Trials

(E' chiaro che ho delle commissioni sulle vendite...)

arkanoid
Messaggi: 2982
Iscritto il: ven ago 31, 2007 08:51

Re: Esiste un cad affidabile ed economico???

Messaggio da arkanoid »

Sto usando MC4 in versione con motore Graebert che è lo stesso alla base di ARES Commander. Non mi sembra affatto male, non costa proprio pochissimo.
redigere redigere redigere

cengio18
Messaggi: 12
Iscritto il: mar apr 06, 2010 17:28

Re: Esiste un cad affidabile ed economico???

Messaggio da cengio18 »

Confermo i precedenti che usano Draftsight ...
gratuito ed aggiornato
utilizzabile ai fini professionali light

SimoneBaldini
Messaggi: 2367
Iscritto il: mer set 29, 2010 13:42

Re: Esiste un cad affidabile ed economico???

Messaggio da SimoneBaldini »

Inoltre se devi indicare eventuali certificati del programma che attestino la conformità ad eseguire un determinato calcolo o progetto, cosa fai indichi estremi fasulli?
La conformità la da il professionista con la firma non il programma che utilizzi!
Ho notato che in alcuni elaborati riportano il seriale di autocad ecc.. francamente mi pare una cavolata senza senso.

Avatar utente
LST
Messaggi: 578
Iscritto il: mar mar 27, 2007 17:04
Località: VA-CO-MI

Re: Esiste un cad affidabile ed economico???

Messaggio da LST »

BricsCad...

ponca
Messaggi: 916
Iscritto il: ven ott 22, 2010 18:22

Re: Esiste un cad affidabile ed economico???

Messaggio da ponca »

Riapro questa discussione a distanza di qualche anno, dovendo acquistare una nuova licenza cad 2D.
Ho provato un po' di tutto, riconosco che alcuni software sono ben fatti ma la compatibilità con Autocad non è mai al 100%.
Resto dell'idea che Autocad sia ancora un passo in avanti rispetto ai vari software alternativi.
Ultima modifica di ponca il mar feb 11, 2020 19:36, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
LST
Messaggi: 578
Iscritto il: mar mar 27, 2007 17:04
Località: VA-CO-MI

Re: Esiste un cad affidabile ed economico???

Messaggio da LST »

ponca ha scritto:
mar feb 11, 2020 15:19
ma la compatibilità con Autocad non è mai al 100%.
Cosa intendi ?
Un DWG nativo è tale per tutti i sw che lo utilizzano. Io ho licenza di AutocadLT e Bricscad. Non trovo nessun limite alla compatibilità tra i due...e il secondo fa il lavoro di Autocad full a meno del costo della vecchia licenza perpetua di LT.
In definitiva dopo 20 anni di LT sono 4 che uso solo Bricscad e non tornerei indietro. Tra l'altro sono veramente simili (uso lo stesso PGP per intenderci)

ponca
Messaggi: 916
Iscritto il: ven ott 22, 2010 18:22

Re: Esiste un cad affidabile ed economico???

Messaggio da ponca »

LST ha scritto:
mar feb 11, 2020 17:04
Cosa intendi ?
è capitato che aprendo un dwg creato su autocad alcuni caratteri, formattazioni o stili di quota, non venissero riconosciuti
non ho mai provato Bricscad, ma ho visto che la versione base viene venduta con abbonamento a 380 euro/anno

Avatar utente
LST
Messaggi: 578
Iscritto il: mar mar 27, 2007 17:04
Località: VA-CO-MI

Re: Esiste un cad affidabile ed economico???

Messaggio da LST »

ponca ha scritto:
mar feb 11, 2020 17:11
LST ha scritto:
mar feb 11, 2020 17:04
Cosa intendi ?
è capitato che aprendo un dwg creato su autocad alcuni caratteri, formattazioni o stili di quota, non venissero riconosciuti
non ho mai provato Bricscad, ma ho visto che la versione base viene venduta con abbonamento a 380 euro/anno
Se selezioni "licenza perenne" trovi
780 2d (classic)
1040 3d (PRO)
1495 3d + modellazione parametrica (platinum)
etc

Ronin
Messaggi: 3616
Iscritto il: sab giu 20, 2009 12:57

Re: Esiste un cad affidabile ed economico???

Messaggio da Ronin »

LST ha scritto:
mar feb 11, 2020 17:04
Cosa intendi ?
Un DWG nativo è tale per tutti i sw che lo utilizzano.
eh, non proprio.
il DWG è un formato proprietario autodesk, che gli altri SW hanno ricostruito con reverse engineering (in alcuni paesi è legale...). tanto è vero che una sezione del DWG è criptata, e ai software compatibili non è rimasto altro che "copiarci" dentro un pezzo di un DWG valido (infatti le copie originali di autocad se ne accorgono e ti dicono "questo file non è stato prodotto con un software autodesk, lo vuoi aprire lo stesso?" o qc di simile).

più che altro comunque io ho sempre evidenziato problemi sulle prestazioni, tutti i cloni vanno piuttosto bene se si fa un uso "basico" del CAD, ma quando apri file con molte viste e magari ritagliate, spazi carta multipli e cose del genere si "impiantano" nel refresh, segno che il motore non ha le stesse prestazioni. c'è da dire che ormai anche le ultime versioni di autocad sono così elefantiache che impiantano anche i core i7...

Avatar utente
LST
Messaggi: 578
Iscritto il: mar mar 27, 2007 17:04
Località: VA-CO-MI

Re: Esiste un cad affidabile ed economico???

Messaggio da LST »

Ronin ha scritto:
mar feb 11, 2020 18:08
LST ha scritto:
mar feb 11, 2020 17:04
Cosa intendi ?
Un DWG nativo è tale per tutti i sw che lo utilizzano.
eh, non proprio.
il DWG è un formato proprietario autodesk, che gli altri SW hanno ricostruito con reverse engineering (in alcuni paesi è legale...). tanto è vero che una sezione del DWG è criptata, e ai software compatibili non è rimasto altro che "copiarci" dentro un pezzo di un DWG valido (infatti le copie originali di autocad se ne accorgono e ti dicono "questo file non è stato prodotto con un software autodesk, lo vuoi aprire lo stesso?" o qc di simile).

più che altro comunque io ho sempre evidenziato problemi sulle prestazioni, tutti i cloni vanno piuttosto bene se si fa un uso "basico" del CAD, ma quando apri file con molte viste e magari ritagliate, spazi carta multipli e cose del genere si "impiantano" nel refresh, segno che il motore non ha le stesse prestazioni. c'è da dire che ormai anche le ultime versioni di autocad sono così elefantiache che impiantano anche i core i7...
Premessa a scanso di equivoci: NON vendo licenze, NON ho nessun interesse a riguardo, parlo per esperienza diretta e di amico più esperto.

Vero che il formato DWG è Autodesk..ma io problemi di compatibilità non ne ho rilevati (chiaramente apro spesso tavole fatte anni prima con LT).
Nell'utilizzo 2D (dove lo spazio carta multiplo e finestre ritagliate rientrano nell'ordinario), nessun problema. E a dirla tutta si apre il 1/4 del tempo rispetto ad LT (dove io mi sono fermato alla licenza perpetua 2016).
Chi lo usa in 3D molto bene (non io), riferisce di appesantimenti gestionali con file importanti (perchè dettagliati e pesanti anche 150 mb...) ma i risultati ottenibili, a mio avviso, non lasciano dubbi sulle potenzialità.
Inoltre gli aggiornamenti da una versione all'altra spesso apportano miglioramenti sostanziali e funzionalità aggiuntive non di poco conto.
In LT ricordo la 2008 come la prima in grado di gestire sottoposti PDF...per il resto poche news da wow.
Allegati
35.jpg
35.jpg (79.82 KiB) Visto 379 volte
29.jpg
29.jpg (95.18 KiB) Visto 379 volte
26.jpg
26.jpg (77.98 KiB) Visto 379 volte

Avatar utente
NoNickName
Messaggi: 4343
Iscritto il: gio giu 17, 2010 12:17

Re: Esiste un cad affidabile ed economico???

Messaggio da NoNickName »

Ronin ha scritto:
mar feb 11, 2020 18:08
eh, non proprio.
il DWG è un formato proprietario autodesk, che gli altri SW hanno ricostruito con reverse engineering (in alcuni paesi è legale...). tanto è vero che una sezione del DWG è criptata, e ai software compatibili non è rimasto altro che "copiarci" dentro un pezzo di un DWG valido (infatti le copie originali di autocad se ne accorgono e ti dicono "questo file non è stato prodotto con un software autodesk, lo vuoi aprire lo stesso?" o qc di simile).
Esatto, e non essendo uno standard, ovviamente autodesk è libera di modificarlo a piacimento, al punto che la stessa autodesk ha creato i dwg esportati da Inventor che non sono compatibili al 100% con i dwg importati da autocad.
Chi si affida ad un professionista “legittimamente attende di ricevere una prestazione diligente, art. 1176 cc”. Non si può esigere che il cliente controlli il lavoro del professionista “quali che siano le sue competenze o qualifiche professionali”.

Esa
Messaggi: 1408
Iscritto il: sab dic 03, 2011 22:53

Re: Esiste un cad affidabile ed economico???

Messaggio da Esa »

Tutto giusto, ma qualcuno dice che tra qualche anno (3? 5? 10?) questi SW saranno tutti "rottamati" ?

arkanoid
Messaggi: 2982
Iscritto il: ven ago 31, 2007 08:51

Re: Esiste un cad affidabile ed economico???

Messaggio da arkanoid »

Lo dice chi vende revit e archicad. Sì, una parte del mercato sarà stata costretta ad "evolversi"*, ma c'è una marea di lavoro piccolo dove non ha senso spingersi oltre.

*Sono proprio curioso di vedere se tra 15 anni con i lavori pubblici progettati in bim ci sarà una differenza sostanziale dal punto di vista economico. Per me da questo punto di vista è tempo perso, tanto anche se i progetti saranno corretti alla rondella poi ti trovi SEMPRE che in realizzazione c'è una trave spostata 5 cm, un imprevisto, e tutto il bel mondo virtuale va a ramengo.
Ah, e l'impresa che vuole prendere il lavoro farà sempre uno sconto troppo alto etc etc etc
redigere redigere redigere

Avatar utente
NoNickName
Messaggi: 4343
Iscritto il: gio giu 17, 2010 12:17

Re: Esiste un cad affidabile ed economico???

Messaggio da NoNickName »

arkanoid ha scritto:
mer feb 12, 2020 08:00
Per me da questo punto di vista è tempo perso, tanto anche se i progetti saranno corretti alla rondella poi ti trovi SEMPRE che in realizzazione c'è una trave spostata 5 cm
Scenario esatto. Il BIM non serve quasi a niente.
Chi si affida ad un professionista “legittimamente attende di ricevere una prestazione diligente, art. 1176 cc”. Non si può esigere che il cliente controlli il lavoro del professionista “quali che siano le sue competenze o qualifiche professionali”.

Esa
Messaggi: 1408
Iscritto il: sab dic 03, 2011 22:53

Re: Esiste un cad affidabile ed economico???

Messaggio da Esa »

Che il BIM non serva ne ero convinto anche io, ma mi sono ricreduto. Forse si potrebbe aprire una discussione su questo argomento? Ma è questo il titolo giusto (CAD affidabile ....)?
Comunque lo scenario e le scelte non dipendono da noi. Volenti o nolenti, se non ci adeguiamo preparandoti per tempo, saremo costretti a farlo o ad uscire dal mercato.
Con rammarico? Chissà ...
Questo tipo di discussione (BIM/non BIM) è poi vecchio di qualche decennio (non tanti, per la verità): tecnigrafo/CAD??
Sapessi le discussioni. L'azienda dove lavoravo (grandi impianti industriali) aveva un salone con circa 100 (cento) disegnatori al tecnigrafo.
Dopo qualche anno, o erano in pensione, o erano licenziati o hanno imparato ad usare il CAD.
Non c'è stato sindacato che tenga ...
PS: Il barista dove vado a prendere il caffè si trovava bene con il vecchio registratore di cassa, ma lo hanno "obbligato" a sostituirlo con uno collegato alla rete.

arkanoid
Messaggi: 2982
Iscritto il: ven ago 31, 2007 08:51

Re: Esiste un cad affidabile ed economico???

Messaggio da arkanoid »

Opinione personale: ogni step porta meno vantaggi del precedente.
Nel caso del BIM, si entra in un ambito in cui il quadro economico che giustifica lo sviluppo di un progetto parametrico è ristretto, sempre più ristretto visto che nel pubblico (elemento pilota dell'introduzione di questa tecnica) la spesa va sempre più contenuta, e lo è anche a livello progettuale.
Non so, ho fatto corsi e qualche lavoretto, ma non vedo un vantaggio concreto rispetto a come lavoro normalmente. Se uno lavora lasciando al cantiere il progetto, fregandosene, ok grande vantaggio. Ma questo ipotetico progettista non riuscirà a lavorare in bim.
Se coordini in fase progettuale anche adesso, i vantaggi sono pochi a mio avviso, e perdi controllo su aspetti del progetto come le norme di calcolo, la verifica dei diametri, che mi piace invece controllare io. Affidarmi ad un software mi dà meno sicurezza. Più o meno come per la legge 10, ormai devi dare in pasto tutto a dei formuloni della M****** che non puoi gestire a mano e alla fine non sai dove vai a parare.
redigere redigere redigere

okislaja
Messaggi: 1
Iscritto il: mer feb 12, 2020 10:17

Re: Esiste un cad affidabile ed economico???

Messaggio da okislaja »

Domanda "Esiste un CAD affidabile ed economico"
Quanto affidabile, lavori da solo, in piccolo gruppo, in un azienda, società di ingegneria con le sedi in tutto il mondo?
Economico, considerando punti sopra, viene la domanda cos'è economico per te?
Una domanda cosi generica non riceve una risposta concreta, apre altre discussioni (di norma legate alle ultime mode, in questo caso BIM).
Un saluto

Ronin
Messaggi: 3616
Iscritto il: sab giu 20, 2009 12:57

Re: Esiste un cad affidabile ed economico???

Messaggio da Ronin »

Esa ha scritto:
mer feb 12, 2020 08:47
Questo tipo di discussione (BIM/non BIM) è poi vecchio di qualche decennio (non tanti, per la verità): tecnigrafo/CAD??
ecco senza offesa ma per come la vedo io il BIM non serve a niente se si pensa che è il nuovo CAD (un po' come il CAD è stato molto meno utile, a chi vi si è approcciato come se fosse il nuovo tecnigrafo). il BIM serve se capisci che è un nuovo modo di seguire il percorso progettuale completo, non un nuovo modo di trasferire il progetto sul monitor.

visto che parliamo del pubblico dove è già obbligatorio sopra una certa dimensione, e presto lo sarà un po' per tutto, è vero che il BIM non risolve il problema dell'impresa che non guarda il progetto e i prezzi e fa lo sconto solo per vincere e tenere aperti i fidi con le banche, ma chiedere al BIM di risolvere questo problema mi sembra evidentemente chiedere troppo. in compenso:
- la quasi totalità dei progetti "esecutivi" di dimensione significativa contiene oggi un livello di approfondimento delle tavole lontanissimo dal livello esecutivo (per parlare solo degli edifici, nodi impiantistici e strutturali risolti per singoli particolari costruttivi, stanze risolte per planimetrie tipologiche, del tipo dettaglio "ambulatorio A" e "ambulatorio B", componenti principali dimensionati a livello di rettangoli tracciati su pianta, mancanza di sovrapposizione tra gli impianti elettrici e termoidraulici e i passaggi nei solai, ecc.); non che il BIM risolva tutti i problemi di cantiere, però costringe i progettisti a valutarli integralmente e mette in mano alla committenza uno strumento molto potente per seguire l'iter delle lavorazioni: anche senza capirci gran che (estremizzo) se sovrapponi il modello 3d progettuale al realizzato capisci subito se qualche cosa non va, e se lo sovrapponi a quanto previsto dal cronoprogramma capisci subito se siamo in orario
- la quasi totalità delle imprese (almeno quelle che vedo io) non preproducono sostanzialmente nulla. ciò impedisce l'efficienza per cui si riducono i costi solo a scapito della qualità delle maestranze, chiamando regolarmente i più disperati. con il BIM si rimette in mano la possibilità ad imprese capaci di recuperare il gap con quelle che giocano solo sul costo del lavoro. poi magari imprese così non ce ne sono rimaste più, e allora pazienza, ma almeno è giusto provarci
- la quasi totalità degli interventi realizzati richiede un rilievo alla fine del lavoro per inserire in manutenzione i componenti, e presenta as built copiati (talvolta spudoratamente) dai progetti esecutivi che appena apri un pannello di controsoffitto scopri non rispondenti al vero. almeno su questo, il BIM funziona
- la quasi totalità dei committenti (almeno da me, dove comandano i medici) è soggetta a "cambi di umore" e anche se gli fai firmare col sangue che le planimetrie van bene così, 6 mesi dopo manca questo e manca quello e manca quell'altro e "non avevo capito, mica so leggere i disegni tecnici". con il BIM, ti fai il walkthrough virtuale dove vuoi, fine dei sovracosti per varianti "a tiramento di chiappe".
- non so voi, ma io anche con il supporto dei moderni software di PM son comunque costretto a scambiare montagne di email con questo e quello, e regolarmente perdere tempo per ricordare di aver detto questo o quello già tre volte, e altrettanto regolarmente scoprire che anche ribadendolo più volte, questo ha fatto quel che ha voluto e viceversa: col BIM ti rimane tutto il processo archiviato "dentro" il disegno, richiamabile, e chi ha fatto di testa sua poi la paga (la prima volta: la seconda, ascolta)

in buona sostanza il BIM per come lo vedo io è un nuovo strumento molto più per il committente che non per il progettista.

Esa
Messaggi: 1408
Iscritto il: sab dic 03, 2011 22:53

Re: Esiste un cad affidabile ed economico???

Messaggio da Esa »

Non mi sento affatto offeso, anzi. Al massimo stiamo confrontando opinioni ed esperienze simili, se pur diverse.
Vedi, a mio avviso, come il CAD ha rivoluzionato il concetto di “modello di progetto”, lo stesso sta facendo il BIM.
Con il tecnigrafo, il progetto era racchiuso,fisicamente, in un foglio di carta (lucido) che poteva essere modificato solo nell’originale (con fatica e stando ben attenti con le lamette a non grattare troppo …). Quindi questa copia era molto preziosa ed era archiviata con cura. Al massimo si potevano fare delle copie eliografiche (anche replicabili: film). Ma se si distruggeva l’originale, addio progetto … Il CAD ha rivoluzionato questo modo di lavorare: il progetto poteva essere duplicato all’infinito e si poteva perfino lavorare in parallelo e poi “fondere” le parti del progetto in un’unica “tavola” (file).
Di fatto, lo strumento utilizzato, a parte pochissime eccezioni, era AutoCAD. Allo stesso modo sono sparite le dattilografe e le macchine da scrivere. E, di fatto, lo strumento utilizzato per scrivere è Word (piaccia o non piaccia), a parte poche eccezioni.

“il BIM serve se capisci che è un nuovo modo di seguire il percorso progettuale completo, non un nuovo modo di trasferire il progetto sul monitor.”
E’ esattamente quello che intendo. E i tuoi esempi calzano perfettamente, sono molto chiari e calzanti. (Se me lo consenti, li utilizzerei in un incontro con altri professionisti).
Senza entrare troppo nei dettagli, saprai perfettamente che, oltre alle PA che gestiscono immobili (in Italia CONSIP in testa, ma in molti Paesi esteri tutte le amministrazioni), sono le società immobiliari che hanno bisogno di avere gli edifici “virtuali”. Solo così li riescono a gestire.
La progettazione, come momento iniziale del processo, è ridicola se si “ribella”. Semplicemente sarà tagliata fuori dal processo e resterà relegata alla singola casa di un unico proprietario, geloso della privacy.

“Progettare” in 3D non vuol dire nulla: uno progetta come vuole (se conosce le formule e fa i calcoli pensando, nessuno lo impedisce), ma il prodotto/componente deve poi diventare concreto, con tutte le informazioni che servono per garantirgli “lunga vita”, corretta manutenzione, ecc.
Per il responsabile di un’azienda (immobiliare, industriale, ecc.) che deve gestire immobili sparpagliati per tutto il Paese (o nel mondo), poter leggere sul PC le caratteristiche di un frigorifero direttamente sull’immobile virtuale invece che andare a cercarle in archivio (dove?) o chiedre al manutentore di zona (chi è? Posso fidarmi?), non è la stessa cosa. Meglio avere tutto sott’occhio, così non sono legato alla memoria storica di una persona o all’organizzazione di un archivio cartaceo.
E’ meglio? E’ peggio? Non lo so, ma è così. Quindi, per la progettazione, che dire?
C’è chi non vede vantaggi concreti rispetto a come si lavora normalmente (arkanoid). “Se uno lavora lasciando al cantiere il progetto, fregandosene, ok grande vantaggio. Ma questo ipotetico progettista non riuscirà a lavorare in bim.
Se coordini in fase progettuale anche adesso, i vantaggi sono pochi a mio avviso, e perdi controllo su aspetti del progetto come le norme di calcolo, la verifica dei diametri, che mi piace invece controllare io. Affidarmi ad un software mi dà meno sicurezza. Più o meno come per la legge 10, ormai devi dare in pasto tutto a dei formuloni della M****** che non puoi gestire a mano e alla fine non sai dove vai a parare”
Ma il BIM è ben altro. Quello che si chiede non è “documentare i calcoli”, ma modellare il risultato (un tubo con il suo diametro, una caldaia, un’UTA, una valvole, ecc.) e collegarli magari ad un manuale, una scheda tecnica, ecc.
Se poi il modello che hai costruito con lo strumento adatto è anche calcolabile, di vantaggi ne hai una valanga …
Esempio.
Fai disegnare (tu che sei progettista) ad un “disegnatore/apprendista/lavoratore sottopagato a partita IVA/extracomunitario senza pretese, ecc.” la rete di canali che hai dimensionato (con il regolo, il foglio excel o come ti pare, tanto tu sei esperto), nel modello 3D. poi in cantiere cambiano le cose: un canale deve passare in un foro e sei costretto a restringerlo, ecc. ecc.
Che succede? Rifai i calcoli? Perché non usi un SW che automaticamente calcola sul modello? Magari riesce anche ad effettuare calcoli acustici oltre a quelli delle perdite di carico e aad aggiornare l’elenco dei materiali. Così ti accorgi che la serranda di bilanciamento che hai messo sul canale A non serve e ce ne vuole una sul canale B.
Non solo, ma il file lo puoi mandare anche all’officina che taglia le lamiere/pannelli con macchine CN.
Utopia? Non proprio, credimi.
Vuoi continuare a lavorare con i CAD “tradizionali”? se sarai costretto, per acquisire un lavoro ad usare il BIM, passata la paura e la fase di apprendimento (costosa …), non tornerai mai più indietro e userai il BIM anche per le villette.
Quanto a progettare sul modello originale o sul modello “deformato” (IFC), qui il discorso si fa scivoloso e troppo “politico”.
Ma mi sono già dilungato troppo e chiedo scusa.

impiantista79
Messaggi: 4
Iscritto il: dom feb 16, 2020 11:39

Re: Esiste un cad affidabile ed economico???

Messaggio da impiantista79 »

Tornando all'oggetto del forum, cad economici esistono ma la differenza con autocad lt diventa paragonabile a livello di prezzo e pertanto molti, come nel mio caso, optano per autocad lt nonostante in commercio ne esistono diversi molto ma molto simili tipo zwcad, gstarcad, nanocad e progecad.

Rispondi