Sottotetto o cantina riscaldata e 110

Agevolazioni previste, documentazione richiesta, ecc.

Moderatore: Edilclima

Rispondi
ponca
Messaggi: 1450
Iscritto il: ven ott 22, 2010 18:22

Sottotetto o cantina riscaldata e 110

Messaggio da ponca »

Sottotetto non abitabile riscaldato
Oppure cantina o garage riscaldati
Si vorrebbeceseguire un cappotto e sostituire il generatore. Si può fare il 110?
Mi riferisco al caso in cui non ci sono leggi regionali che esplicitamente vietano il riscaldamento di questi ambienti (Lombardia ed emilia).

Terminus
Messaggi: 9221
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: Sottotetto o cantina riscaldata e 110

Messaggio da Terminus »

Neanche io ho a livello regionale nulla che vieti di riscaldare certi volumi.
La maggior parte di questi volumi non hanno in ogni caso caratteristiche di abitabilità, anche se c'è l'impianto di riscaldamento, per insufficienza di altezze, rapporti di aeroilluminazione, percentuale di pareti fuori terra ed altro.
Ma non mi fido di ciò che ENEA o AdE potranno contestare in futuro (siccome non credo che qualcuno ci darà delle precise direttive a riguardo) e ad oggi sto "consigliando" gli interessati a fare sparire i terminali.
Ovviamente così facendo tali volumi non potranno essere coibentati o meglio non si potranno chiedere incentivi per questo.

boba74
Messaggi: 379
Iscritto il: mar mag 26, 2020 15:16

Re: Sottotetto o cantina riscaldata e 110

Messaggio da boba74 »

ponca ha scritto:
mer set 09, 2020 22:32
Sottotetto non abitabile riscaldato
Oppure cantina o garage riscaldati
Si vorrebbeceseguire un cappotto e sostituire il generatore. Si può fare il 110?
Mi riferisco al caso in cui non ci sono leggi regionali che esplicitamente vietano il riscaldamento di questi ambienti (Lombardia ed emilia).
Emilia lo vieta esplicitamente, almeno dal 2014...
In ogni caso secondo me potrebbero essere situazioni un po' dubbie, soprattutto riguardo al discorso della conformità edilizia (se non sono considerati abitabili)

ponca
Messaggi: 1450
Iscritto il: ven ott 22, 2010 18:22

Re: Sottotetto o cantina riscaldata e 110

Messaggio da ponca »

boba74 ha scritto:
gio set 10, 2020 11:02
ponca ha scritto:
mer set 09, 2020 22:32
Sottotetto non abitabile riscaldato
Oppure cantina o garage riscaldati
Si vorrebbeceseguire un cappotto e sostituire il generatore. Si può fare il 110?
Mi riferisco al caso in cui non ci sono leggi regionali che esplicitamente vietano il riscaldamento di questi ambienti (Lombardia ed emilia).
Emilia lo vieta esplicitamente, almeno dal 2014...
In ogni caso secondo me potrebbero essere situazioni un po' dubbie, soprattutto riguardo al discorso della conformità edilizia (se non sono considerati abitabili)
In Emilia e Lombardia, bene o male, la situazione è chiara
a me resta qualche dubbio nel caso in cui non ci siano regolamenti regionali o comunali che specificano la cosa

caputese
Messaggi: 38
Iscritto il: mer gen 05, 2011 18:51

Re: Sottotetto o cantina riscaldata e 110

Messaggio da caputese »

boba74 ha scritto:
gio set 10, 2020 11:02
ponca ha scritto:
mer set 09, 2020 22:32
Sottotetto non abitabile riscaldato
Oppure cantina o garage riscaldati
Si vorrebbeceseguire un cappotto e sostituire il generatore. Si può fare il 110?
Mi riferisco al caso in cui non ci sono leggi regionali che esplicitamente vietano il riscaldamento di questi ambienti (Lombardia ed emilia).
Emilia lo vieta esplicitamente, almeno dal 2014...
In ogni caso secondo me potrebbero essere situazioni un po' dubbie, soprattutto riguardo al discorso della conformità edilizia (se non sono considerati abitabili)
Si, in Emilia-Romagna il PAIR 2020 vieta la nuova installazione di riscaldamento in questi locali, come anche l'utilizzo dove il riscaldamento sia presente, ma all'atto della certificazione bisogna tenerne conto! Cioè, se trovo locali non abitabili scaldati (sottotetti, cantine, garage, ecc.), questi devono essere inclusi nel volume riscaldato, perlomeno questo è quanto mi ha risposto un autorevole tecnico della regione ad una mia specifica domanda scritta.

Ronin
Messaggi: 3893
Iscritto il: sab giu 20, 2009 12:57

Re: Sottotetto o cantina riscaldata e 110

Messaggio da Ronin »

Il che è normale, visto che l'ape certifica lo stato di fatto e non sta al certificatore verificare se i radiatori siano o meno stati installati dopo l'entrata in vigore del divieto.

marcello60
Messaggi: 1444
Iscritto il: gio mag 17, 2007 19:09

Re: Sottotetto o cantina riscaldata e 110

Messaggio da marcello60 »

Il dubbio che ho, qui in ER, è se considerare questi locali accessori come riscaldati oppure no nella valutazione del miglioramento di classe.
Condivido il parere di chi dice che tali locali non essendo riscaldabili non sono incentivabili come isolamento nè dovrebbero essere inclusi nel volume riscaldato.
Il problema è che seguendo questa interpretazione l'ape pro 110 differisce dall'ape regionale.

boba74
Messaggi: 379
Iscritto il: mar mag 26, 2020 15:16

Re: Sottotetto o cantina riscaldata e 110

Messaggio da boba74 »

Concordo che nell'APE vanno considerati riscaldati se lo sono.
Tuttavia poi non puoi inserire nulla di questi locali nel superbonus (intendo, nessun intervento su involucro o impianti riferiti a questi locali) proprio perchè non possono essere riscaldati, per tanto commetteresti un abuso.
Quanto meno: non ho dubbi sugli interventi sugli impianti, potrei avere dubbi qualora siano previsti interventi sull'involucro senza che gli impianti siano oggetto di intervento (sono esistenti e rimangono tali), ma io ci andrei cauto, perchè c'è sempre il discorso della conformità edilizia e delle norme che vanno comunque rispettate a prescindere dal fatto che puoi applicare o meno il bonus...

Terminus
Messaggi: 9221
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: Sottotetto o cantina riscaldata e 110

Messaggio da Terminus »

Non potendo sistemare le cose prima, in mancanza di una norma locale a riguardo, si potrebbe operare così:
- negli APE ante e post si mette tutto come realmente è
- si fanno gli interventi che si ritengono opportuni secondo DM 26/06/15 e secondo DM requisiti per i locali abitabili
- si computano ai fini del Superbonus solo i lavori afferenti ai locali abitabili e riscaldati, non considerando quanto eventualmente realizzato negli altri locali.

girondone
Messaggi: 10939
Iscritto il: ven mar 16, 2007 09:48
Località: SV

Re: Sottotetto o cantina riscaldata e 110

Messaggio da girondone »

Terminus ha scritto:
ven set 11, 2020 11:20
Non potendo sistemare le cose prima, in mancanza di una norma locale a riguardo, si potrebbe operare così:
- negli APE ante e post si mette tutto come realmente è
- si fanno gli interventi che si ritengono opportuni secondo DM 26/06/15 e secondo DM requisiti per i locali abitabili
- si computano ai fini del Superbonus solo i lavori afferenti ai locali abitabili e riscaldati, non considerando quanto eventualmente realizzato negli altri locali.
cosa sensata ma anceh questo penso ci debba essere detto
prima senza la storia dellle classi dell ape sapevamo cosa fare

è risc ok detraz non e risc no detraz

marcello60
Messaggi: 1444
Iscritto il: gio mag 17, 2007 19:09

Re: Sottotetto o cantina riscaldata e 110

Messaggio da marcello60 »

In effetti giustamente sorge il dubbio sulla conformità edilizia di tali locali, se li troviamo riscaldati che facciamo? Diciamo al cliente di togliere i terminali come dice Terminus?

lorem_ipsum
Messaggi: 3
Iscritto il: mer set 16, 2020 15:41

Re: Sottotetto o cantina riscaldata e 110

Messaggio da lorem_ipsum »

Buongiorno a tutti.
Intervengo perchè anche io mi trovo a lavorare in una situazione simile, ma in Piemonte. Parlate di dubbi sulla conformità edilizia, ma se il regolamento comunale non vieta esplicitamente di riscaldare locali non abitabili, cosa ci dovrebbe prevenire dal computare ai fini del Superbonus anche tali locali riscaldati ma non abitabili?

antonio
Messaggi: 512
Iscritto il: lun set 17, 2007 11:27

Re: Sottotetto o cantina riscaldata e 110

Messaggio da antonio »

Terminus ha scritto:
ven set 11, 2020 11:20
Non potendo sistemare le cose prima, in mancanza di una norma locale a riguardo, si potrebbe operare così:
- negli APE ante e post si mette tutto come realmente è
- si fanno gli interventi che si ritengono opportuni secondo DM 26/06/15 e secondo DM requisiti per i locali abitabili
- si computano ai fini del Superbonus solo i lavori afferenti ai locali abitabili e riscaldati, non considerando quanto eventualmente realizzato negli altri locali.
In una villetta unifamiliare, di unico proprietario, con box riscaldato e due subalterni (uno ad uso residenziale ed uno ad uso box), in teoria si potrebbe anche fare l'APE (in futuro CONVENZIONALE) per il solo subalterno del box riscaldato dall'unica caldaia e sommare poi all'altro per ottenere l'APE dell'intero edificio.
Potrei poi fare il cappotto anche al box, per migliorare la classe energetica dell'intero edificio.
Invece non potrei perchè unico proprietario di due subalterni
Forse stò farneticando: questo 110, finora, mi ha solo creato dubbi
Ultima modifica di antonio il gio set 17, 2020 07:44, modificato 1 volta in totale.

TenTen
Messaggi: 2
Iscritto il: sab set 12, 2020 22:17

Re: Sottotetto o cantina riscaldata e 110

Messaggio da TenTen »

Buongiorno a tutti.
Nella soffitta di casa è ancora presente, da tempi immemori, una piccola stuffa in muratura (credo venisse usata dal nonno per la stagionatura dei salumi), naturalmente ora non è più in uso ma presumo che potrebbe ancora funzionare... mi chiedo se la presenza di tale stuffa sia condizione sufficiente per affermare che è un locale riscaldato.

Zoller75
Messaggi: 13
Iscritto il: mer set 09, 2020 22:05

Re: Sottotetto o cantina riscaldata e 110

Messaggio da Zoller75 »

Aggiungo un elemento alla discussione.

Tra i casi per i quali non è necessario l'APE c'è (art.3 comma 3 del dlgs 192/2005):

"edifici in cui non è prevista la permanenza di occupanti (residenti o lavoratori) e in cui non è prevedibile/necessario un clima abitativo come ad es. magazzini, depositi, locali di sgombero, sottotetti, locali macchina, cabine di trasformazione, cantine, autorimesse, strutture stagionali a protezione degli impianti sportivi, ecc."

Quindi teoricamente potremo far finta che questi locali "non esistano" per la redazione degli APE (da fare solo per l'U.I. abitativa) e considerare per il Superbonus solo i locali abitativi riscaldati (come suggerito sopra) ma dovendo asseverare: occorre comunque considerare i locali c/2 o c/3 riscaldati altrimenti assevereremo valori sbagliati, anche in termini di superfici disperdenti.
Rispetto a quanto scritto da Terminus intendo dire di considerare questi locali come fossero altre unità nei software di calcolo in modo che non vengano conteggiati come superficie utile e l'impianto come una sorta di impianto centralizzato.
Cosa ne pensate?

Buongiorno a tutti.
Nella soffitta di casa è ancora presente, da tempi immemori, una piccola stuffa in muratura (credo venisse usata dal nonno per la stagionatura dei salumi), naturalmente ora non è più in uso ma presumo che potrebbe ancora funzionare... mi chiedo se la presenza di tale stuffa sia condizione sufficiente per affermare che è un locale riscaldato.
Mura la canna fumaria, così sicuramente non è funzionante.

Avatar utente
mhell
Messaggi: 747
Iscritto il: mer giu 20, 2007 16:37
Località: Belluno

Re: Sottotetto o cantina riscaldata e 110

Messaggio da mhell »

Al piano seminterrato di un condominio di 6 unità abitative è presente un ambiente riscaldato (100 mq circa). L'ambiente è accatastato C2 ed è riscaldato. Il condominio è stato realizzato nel 1971 e l'impianto è stato realizzato contestualmente all'impianto del resto dell'edificio. Non mi risulta ci siano (Veneto) leggi che vietano di riscaldare un tale ambiente (tanto più all'epoca di realizzazione). Devo fare una valutazione per 110: devo consideare tali ambienti riscaldati?

Avatar utente
NoNickName
Messaggi: 4837
Iscritto il: gio giu 17, 2010 12:17

Re: Sottotetto o cantina riscaldata e 110

Messaggio da NoNickName »

Ma se vi chiedessero il certificato di stato legittimo, in questi casi dubbi o palesemente illeciti, come vi comportereste?
https://ntplusentilocaliedilizia.ilsole ... mo-ADPeiyl
Chi si affida ad un professionista “legittimamente attende di ricevere una prestazione diligente, art. 1176 cc”. Non si può esigere che il cliente controlli il lavoro del professionista “quali che siano le sue competenze o qualifiche professionali”.

Avatar utente
mhell
Messaggi: 747
Iscritto il: mer giu 20, 2007 16:37
Località: Belluno

Re: Sottotetto o cantina riscaldata e 110

Messaggio da mhell »

Io ne so troppo poco di edilizia per rilasciare tali certificati. Ad ognuno il suo lavoro.

lorem_ipsum
Messaggi: 3
Iscritto il: mer set 16, 2020 15:41

Re: Sottotetto o cantina riscaldata e 110

Messaggio da lorem_ipsum »

Ciao a tutti, ho formulato un quesito nel merito all'ENEA di cui vi allego la risposta:

QUESITO:
In Piemonte, edificio bifamiliare di due piani fuori terra, seminterrato e sottotetto. Piano terra e primo piano sono due unità immobiliari distinte (A/2) di proprietari diversi, la prima con vani accessori nel seminterrato e la seconda con vani accessori nel sottotetto. Seminterrato e sottotetto non sono abitabili, tuttavia sono interamente riscaldati: il regolamento edilizio locale, infatti, non vieta di riscaldare i locali non abitabili. La configurazione è quindi quella del condominio minimo. Ai fini dell'accesso al Superbonus 110%, è possibile includere tra le superfici coibentabili anche il tetto (falde), il pavimento del seminterrato e i muri contro terra del seminterrato? Il dubbio nasce dal fatto che si tratterebbe di isolamento di volumi non abitabili, ma comunque riscaldati, quindi la casistica presente nelle F.A.Q. al punto 6B non trova pieno riscontro.

RISPOSTA:
Occorre capire se la destinazione d'uso urbanistica sia conforme all'uso che viene fatto del locale, nel senso che la presenza del riscaldamento e forse di altri servizi non comporti una violazione al regolamento edilizio e/o allo strumento urbanistico. Con la conseguenza che non si possono applicare incentivi dove non c'è conformità edilizia ed urbanistica. Detto questo, e preso atto che la presenza del riscaldamento è lecita, riteniamo che non ci siano problemi ad applicare le detrazioni fiscali anche per questi annessi, se regolarmente accatastati.

ponca
Messaggi: 1450
Iscritto il: ven ott 22, 2010 18:22

Re: Sottotetto o cantina riscaldata e 110

Messaggio da ponca »

lorem_ipsum ha scritto:
lun set 28, 2020 19:14
Ciao a tutti, ho formulato un quesito nel merito all'ENEA di cui vi allego la risposta:

QUESITO:
In Piemonte, edificio bifamiliare di due piani fuori terra, seminterrato e sottotetto. Piano terra e primo piano sono due unità immobiliari distinte (A/2) di proprietari diversi, la prima con vani accessori nel seminterrato e la seconda con vani accessori nel sottotetto. Seminterrato e sottotetto non sono abitabili, tuttavia sono interamente riscaldati: il regolamento edilizio locale, infatti, non vieta di riscaldare i locali non abitabili. La configurazione è quindi quella del condominio minimo. Ai fini dell'accesso al Superbonus 110%, è possibile includere tra le superfici coibentabili anche il tetto (falde), il pavimento del seminterrato e i muri contro terra del seminterrato? Il dubbio nasce dal fatto che si tratterebbe di isolamento di volumi non abitabili, ma comunque riscaldati, quindi la casistica presente nelle F.A.Q. al punto 6B non trova pieno riscontro.

RISPOSTA:
Occorre capire se la destinazione d'uso urbanistica sia conforme all'uso che viene fatto del locale, nel senso che la presenza del riscaldamento e forse di altri servizi non comporti una violazione al regolamento edilizio e/o allo strumento urbanistico. Con la conseguenza che non si possono applicare incentivi dove non c'è conformità edilizia ed urbanistica. Detto questo, e preso atto che la presenza del riscaldamento è lecita, riteniamo che non ci siano problemi ad applicare le detrazioni fiscali anche per questi annessi, se regolarmente accatastati.
Risposta non chiarissima
In sostanza ammettono vani non abitabili riscaldati?

girondone
Messaggi: 10939
Iscritto il: ven mar 16, 2007 09:48
Località: SV

Re: Sottotetto o cantina riscaldata e 110

Messaggio da girondone »

quello sarebbe esattamente come si facevva con ecobonus normale

ma ci devono dire come fare l ape

Terminus
Messaggi: 9221
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: Sottotetto o cantina riscaldata e 110

Messaggio da Terminus »

Una volta accettato il riscaldamento dei locali non abitabili, in quanto non contrario ai regolamenti edilizi e/o norme regionali, quale sarebbe il problema con l'APE ?
Si conterebbero comunque tutti i volumi riscaldati.

girondone
Messaggi: 10939
Iscritto il: ven mar 16, 2007 09:48
Località: SV

Re: Sottotetto o cantina riscaldata e 110

Messaggio da girondone »

come lo fai l ape....
come somma di più unità immobiliari? classificte come le cantine i garage ed i magazzini
oppure tutto come A/3 per es?


ce lo diranno
forse

Terminus
Messaggi: 9221
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: Sottotetto o cantina riscaldata e 110

Messaggio da Terminus »

Se sono volumi collegati all'unità immobiliare, metteremo la stessa destinazione d'uso.
Il 412 non riporta le categorie catastali.

girondone
Messaggi: 10939
Iscritto il: ven mar 16, 2007 09:48
Località: SV

Re: Sottotetto o cantina riscaldata e 110

Messaggio da girondone »

Quindi un garage riscaldato lo conti come casa?
Boh vedremo
Dico solo che ci servono indicazioni

marcoaroma
Messaggi: 436
Iscritto il: lun nov 12, 2018 15:37

Re: Sottotetto o cantina riscaldata e 110

Messaggio da marcoaroma »

Quindi rischiereste di sottoscrivere che una cantina riscaldata non vieta alcuna norma?

Tom Bishop
Messaggi: 2060
Iscritto il: mar dic 30, 2008 17:13

Re: Sottotetto o cantina riscaldata e 110

Messaggio da Tom Bishop »

marcoaroma ha scritto:
mar set 29, 2020 01:01
Quindi rischiereste di sottoscrivere che una cantina riscaldata non vieta alcuna norma?
Certamente non in Lombardia e in Emilia Romagna dove la questione è molto chiara.

Io dico di smontare i terminali e nei calcoli energetici (APE ante e post e L10) li considero come locali freddi. E, ovviamente, non porto in detrazione qualsiasi miglioramento dell'involucro che li riguardi.
Tom Bishop

umstudio
Messaggi: 208
Iscritto il: ven set 23, 2016 14:43

Re: Sottotetto o cantina riscaldata e 110

Messaggio da umstudio »

In Veneto ho cercato nei regolamenti, ma non c'è nessun riferimento in merito al divieto di riscaldare tali locali. Qualcuno in Veneto ha trovato indicazioni diverse dalle mie?

Terminus
Messaggi: 9221
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: Sottotetto o cantina riscaldata e 110

Messaggio da Terminus »

Se la questione è la violazione o meno dei regolamenti edilizi comunali o regionali, dove non è vietato esplicitamente vuol dire che è ammesso.
Un garage è sempre un garage, ma se lo riscaldo ovviamente contribuisce al mio fabbisogno e devo tenerne conto negli APE.
Per il 110% a questo punto si potrebbero mettere in conto anche gli isolamenti su tali locali.
Comunque se non sbaglio, l'eventuale cappotto su locali non riscaldati dovrebbe rientrare sempre nel 90%.

ponca
Messaggi: 1450
Iscritto il: ven ott 22, 2010 18:22

Re: Sottotetto o cantina riscaldata e 110

Messaggio da ponca »

Terminus ha scritto:
mar set 29, 2020 08:39
Se la questione è la violazione o meno dei regolamenti edilizi comunali o regionali, dove non è vietato esplicitamente vuol dire che è ammesso.
questo è un punto importante
temevo che la sola presenza dei terminali costituisse un abuso in quanto in questo modo si rendono abitabili locali privi di requisiti igienico-sanitari
ma se la cosa fosse lecita in assenza di disposizioni comunali o regionali (vedi emilia e lombardia) avremmo qualche problema in meno

aggiungo che può essere accettata l'installazione di un radiatore in un sottotetto o una cantina forse
ma sicuramente costituisce un abuso la trasformazione di questi vani in taverne e mansarde per cui ci vuole cautela
Ultima modifica di ponca il mar set 29, 2020 10:20, modificato 1 volta in totale.

girondone
Messaggi: 10939
Iscritto il: ven mar 16, 2007 09:48
Località: SV

Re: Sottotetto o cantina riscaldata e 110

Messaggio da girondone »

Terminus ha scritto:
mar set 29, 2020 08:39
Se la questione è la violazione o meno dei regolamenti edilizi comunali o regionali, dove non è vietato esplicitamente vuol dire che è ammesso.
Un garage è sempre un garage, ma se lo riscaldo ovviamente contribuisce al mio fabbisogno e devo tenerne conto negli APE.
Per il 110% a questo punto si potrebbero mettere in conto anche gli isolamenti su tali locali.
Comunque se non sbaglio, l'eventuale cappotto su locali non riscaldati dovrebbe rientrare sempre nel 90%.
certo
esattamente come si faceva ora con 65%
cambia solo che ci servono indicazioni su come fare gli ape
esattamente come per demoliz e ricostruz con o senza ampliamenti ecc eccc

vinz75
Messaggi: 400
Iscritto il: ven ago 07, 2020 18:49

Re: Sottotetto o cantina riscaldata e 110

Messaggio da vinz75 »

Attenzione. Bisogna distinguere i casi in cui:
- il locale "non abitabile" ma riscaldato fa parte della stessa unità immobiliare (ex sottotetto)
- il locale idem come sopra non fa parte della stessa ui (ex garage) ma ha impianto comune alla ui principale.
Nel primo caso direi di considerare tutto residenziale.
E nel secondo? Cosa è un condominio?
PS se così fosse meglio smantellare tutto!

girondone
Messaggi: 10939
Iscritto il: ven mar 16, 2007 09:48
Località: SV

Re: Sottotetto o cantina riscaldata e 110

Messaggio da girondone »

vinz75 ha scritto:
mar set 29, 2020 15:24
Attenzione. Bisogna distinguere i casi in cui:
- il locale "non abitabile" ma riscaldato fa parte della stessa unità immobiliare (ex sottotetto)
- il locale idem come sopra non fa parte della stessa ui (ex garage) ma ha impianto comune alla ui principale.
Nel primo caso direi di considerare tutto residenziale.
E nel secondo? Cosa è un condominio?
PS se così fosse meglio smantellare tutto!
esattamente

Terminus
Messaggi: 9221
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: Sottotetto o cantina riscaldata e 110

Messaggio da Terminus »

Cosa c'entra il condominio ?
Ho una ui residenziale che può avere con la stessa particella/subalterno una cantina (taverna) o un garage, ma posso avere anche le pertinenze della stessa ui accatastate con subalterno diverso. Ma sono sempre pertinenze e quasi sempre direttamente collegate agli ambienti abitativi.
Caso classico per una unifamiliare: il sottotetto che è diventato mansarda, oppure la cantina che è diventata taverna.

marcoaroma
Messaggi: 436
Iscritto il: lun nov 12, 2018 15:37

Re: Sottotetto o cantina riscaldata e 110

Messaggio da marcoaroma »

Lascia stare, stai predisponendo un locale non abitabile ad un uso diverso e improprio, quindi a rischio abuso.
Ripeto la domanda, indirizzata solo a quelli che ci credono ancora, quindi rischiereste di sottoscrivere che una cantina riscaldata non vieta alcuna norma?

Terminus
Messaggi: 9221
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: Sottotetto o cantina riscaldata e 110

Messaggio da Terminus »

marcoaroma ha scritto:
mar set 29, 2020 20:36
Lascia stare, stai predisponendo un locale non abitabile ad un uso diverso e improprio, quindi a rischio abuso.
Ripeto la domanda, indirizzata solo a quelli che ci credono ancora, quindi rischiereste di sottoscrivere che una cantina riscaldata non vieta alcuna norma?
Non so dalle tue parti, ma dalle mie almeno il 90% delle unifamiliari presenta queste situazioni. E ce le troviamo tra i piedi, mica le predisponiamo noi. Possibile che il normatore non si prenda la briga di scrivere le cose chiaramente una volta per tutte ?
Scrivere su una legge o almeno su un DM (non su una faq ENEA o un interpello AdE che poi viene sconfessato il giorno dopo) che i locali non abitabili secondo la regolamentazione nazionale e locale e come tali autorizzati in Comune, NON usufruiscono di alcun ecobonus...... troppo difficile ?

lorem_ipsum
Messaggi: 3
Iscritto il: mer set 16, 2020 15:41

Re: Sottotetto o cantina riscaldata e 110

Messaggio da lorem_ipsum »

marcoaroma ha scritto:
mar set 29, 2020 20:36
Lascia stare, stai predisponendo un locale non abitabile ad un uso diverso e improprio, quindi a rischio abuso.
Ripeto la domanda, indirizzata solo a quelli che ci credono ancora, quindi rischiereste di sottoscrivere che una cantina riscaldata non vieta alcuna norma?
Non sono d'accordo. Il locale non abitabile rimane non abitabile, ma se non vi è alcun regolamento che esplicitamente impone di non riscaldarlo, non vedo nemmeno configutato il rischio di abuso: penso ad chi, per esempio, non voglia tenere animali nell'appartamento ma li lasci in un locale di sgombero che quindi desidera riscaldare. Resta comunque il fatto che non esistano norme nazionali che impongano di non riscaldare locali non abitabili.

ponca
Messaggi: 1450
Iscritto il: ven ott 22, 2010 18:22

Re: Sottotetto o cantina riscaldata e 110

Messaggio da ponca »

Prisinzano ha detto in un paio di webinar che le pertinenze, se lecitamente riscaldate, possono usufruire del 110.
Ade ha detto qualcosa ultimamente?

girondone
Messaggi: 10939
Iscritto il: ven mar 16, 2007 09:48
Località: SV

Re: Sottotetto o cantina riscaldata e 110

Messaggio da girondone »

Il problema e verificare lecitamente
Se solo

Oggi é un locale riscaldabile?
Oppure di deve fare la storia dell' edificio e quindi se nei progetti non era previsto di scaldarlo non c é conformità urbanistica?

fp67
Messaggi: 420
Iscritto il: mar mar 16, 2010 14:25

Re: Sottotetto o cantina riscaldata e 110

Messaggio da fp67 »

Buongiorno a tutti
A mio parere il problema è esclusivamente la conformità urbanistica dei locali e, soprattutto, che chi assevera assevera anche la conformità urbanistica.
A ENEA e "sempre a titolo personale" all'ing. Prisinzano interessa solo che le strutture delimitino un locale riscaldato. A loro non impippa nulla che sia conforme o meno (e in un certo senso è giusto che sia così, energeticamente).
A chi importa è all'asseveratore che si accolla la responsabilità.
Tipico caso di sottotetto che è riscaldato e abitato pur risultando come sottotetto non abitabile: a parte la legittimamità o meno di riscaldarlo, e destinazione diversa da quella risultante nei titoli abilitativi, quindi non conforme.
L'unica, se possibile, è la sanatoria.
F.

ponca
Messaggi: 1450
Iscritto il: ven ott 22, 2010 18:22

Re: Sottotetto o cantina riscaldata e 110

Messaggio da ponca »

fp67 ha scritto:
gio nov 19, 2020 09:30
Buongiorno a tutti
A mio parere il problema è esclusivamente la conformità urbanistica dei locali e, soprattutto, che chi assevera assevera anche la conformità urbanistica.
A ENEA e "sempre a titolo personale" all'ing. Prisinzano interessa solo che le strutture delimitino un locale riscaldato. A loro non impippa nulla che sia conforme o meno (e in un certo senso è giusto che sia così, energeticamente).
A chi importa è all'asseveratore che si accolla la responsabilità.
Tipico caso di sottotetto che è riscaldato e abitato pur risultando come sottotetto non abitabile: a parte la legittimamità o meno di riscaldarlo, e destinazione diversa da quella risultante nei titoli abilitativi, quindi non conforme.
L'unica, se possibile, è la sanatoria.
F.
io capisco che la destinazione debba essere conforme a quanto previsto sui permessi, su questo non ci piove
ma on parlo di soffitte o cantine trasformate in camere, mansarde, taverne ecc..
mi riferisco a soffitte o cantine in cui semplicemente ci sono presenti dei radiatori
e non ci sono regolamenti locali che lo vietano esplicitamente
in quei casi che si fa?

Alebos
Messaggi: 363
Iscritto il: sab ago 29, 2020 15:22

Re: Sottotetto o cantina riscaldata e 110

Messaggio da Alebos »

ponca ha scritto:
gio nov 19, 2020 10:40
fp67 ha scritto:
gio nov 19, 2020 09:30
Buongiorno a tutti
A mio parere il problema è esclusivamente la conformità urbanistica dei locali e, soprattutto, che chi assevera assevera anche la conformità urbanistica.
A ENEA e "sempre a titolo personale" all'ing. Prisinzano interessa solo che le strutture delimitino un locale riscaldato. A loro non impippa nulla che sia conforme o meno (e in un certo senso è giusto che sia così, energeticamente).
A chi importa è all'asseveratore che si accolla la responsabilità.
Tipico caso di sottotetto che è riscaldato e abitato pur risultando come sottotetto non abitabile: a parte la legittimamità o meno di riscaldarlo, e destinazione diversa da quella risultante nei titoli abilitativi, quindi non conforme.
L'unica, se possibile, è la sanatoria.
F.
io capisco che la destinazione debba essere conforme a quanto previsto sui permessi, su questo non ci piove
ma on parlo di soffitte o cantine trasformate in camere, mansarde, taverne ecc..
mi riferisco a soffitte o cantine in cui semplicemente ci sono presenti dei radiatori
e non ci sono regolamenti locali che lo vietano esplicitamente
in quei casi che si fa?
Se nessuno vieta la presenza di un sistema di emissione in tali locali, gli interventi sono detraibili.

antonio
Messaggi: 512
Iscritto il: lun set 17, 2007 11:27

Re: Sottotetto o cantina riscaldata e 110

Messaggio da antonio »

Alebos ha scritto:
gio nov 19, 2020 13:39
Se nessuno vieta la presenza di un sistema di emissione in tali locali, gli interventi sono detraibili.
Così sentenziò Prisinzano dell'Enea, al webinar di Anit, aggiungendo che però ci siamo fatti una chiacchierata ed è solo una sua interpretazione....
Vatti tu a fidare...

Alebos
Messaggi: 363
Iscritto il: sab ago 29, 2020 15:22

Re: Sottotetto o cantina riscaldata e 110

Messaggio da Alebos »

antonio ha scritto:
gio nov 19, 2020 13:59
Alebos ha scritto:
gio nov 19, 2020 13:39
Se nessuno vieta la presenza di un sistema di emissione in tali locali, gli interventi sono detraibili.
Così sentenziò Prisinzano dell'Enea, al webinar di Anit, aggiungendo che però ci siamo fatti una chiacchierata ed è solo una sua interpretazione....
Vatti tu a fidare...
Per l amor del signore... peró credo che abbia una logica tecnica ... deve migliorare la situazione energetica... quindi abitativo o no, se isoli una cantina riscaldata ottieni un miglioramento...
Da tecnico, ha più senso questa interpretazione che, sommare i garage per aver il massimale delle opere nei condomini!

Se si deve lavorare con la paura credo che sia meglio non lavorare, lo “ strafare” è sbagliato, ma utilizzare la logica tecnica è la cosa migliore...
Io da tecnico non sono in grado di contestare le decisioni di AdE... ma credo anche che loro non abbiano le competenze tecniche per contestar certe scelte fatte dai progettisti...

Rispondi