CODICE PREVENZIONE INCENDI VERSIONE 250

Normativa Antincendio, Rilascio CPI, ecc.

Moderatore: Edilclima

Rispondi
Avatar utente
travereticolare
Messaggi: 247
Iscritto il: sab giu 17, 2017 11:56

CODICE PREVENZIONE INCENDI VERSIONE 250

Messaggio da travereticolare » mer ott 30, 2019 21:46

Buonasera,

Sperando di fare cosa gradita, posto il link da cui scaricare la versione 250 del codice di prevenzione incendi. Si tratta dell'ultima versione del codice che dovrebbe entrare in vigore a breve.

LINK: https://we.tl/t-DwRdJeF6rD

per chi l'ha già letto, cosa ne pensate?

Saluti
All'ingresso degli stabilimenti, dei depositi o dei grandi magazzini devono essere deposte le armi, gli speroni, le scatole di fiammiferi, gli accendisigari e simili. Le punizioni disciplinari in caso di inosservanza debbono essere pronte ed esemplari.

etec83
Messaggi: 570
Iscritto il: sab lug 13, 2013 16:39

Re: CODICE PREVENZIONE INCENDI VERSIONE 250

Messaggio da etec83 » gio ott 31, 2019 15:17

Mi dicono che dovrebbe uscire oggi.

Avatar utente
travereticolare
Messaggi: 247
Iscritto il: sab giu 17, 2017 11:56

Re: CODICE PREVENZIONE INCENDI VERSIONE 250

Messaggio da travereticolare » gio ott 31, 2019 15:43

anche a me è stato riferito così. Non è ancora uscito e già ci sono un po' di cose che vanno riviste. :lol:

Ho trovato la prima incongrueza nella scelta del rateo di crescita dell'incendio...la tabella G.3-2 dice che se per esempio all'interno dell'attività ho un basso carico d'incendio < 200 MJ/mq ho un rateo di crescita basso!!!

Per me è errato, si confonde l'energia con la potenza... infatti questo concetto è espresso meglio nella BS9999 che al paragrafo 6.3 "Fire growth rate" riporta: "NOTE 2 A building with a high fire load density will not necessarily have a rapid fire growth rate, and low fire load density will not necessarily have a slow fire growth rate."

Non capisco perchè noi confondiamo le cose!
All'ingresso degli stabilimenti, dei depositi o dei grandi magazzini devono essere deposte le armi, gli speroni, le scatole di fiammiferi, gli accendisigari e simili. Le punizioni disciplinari in caso di inosservanza debbono essere pronte ed esemplari.

Ronin
Messaggi: 3541
Iscritto il: sab giu 20, 2009 12:57

Re: CODICE PREVENZIONE INCENDI VERSIONE 250

Messaggio da Ronin » gio ott 31, 2019 16:37

forse perchè 200 MJ/m2 è così basso che si propaga lentamente, quale che sia la reazione al fuoco?

Gmeister
Messaggi: 75
Iscritto il: mer ott 17, 2018 09:11

Re: CODICE PREVENZIONE INCENDI VERSIONE 250

Messaggio da Gmeister » gio ott 31, 2019 17:22

travereticolare ha scritto:
gio ott 31, 2019 15:43
Ho trovato la prima incongrueza nella scelta del rateo di crescita dell'incendio...la tabella G.3-2 dice che se per esempio all'interno dell'attività ho un basso carico d'incendio < 200 MJ/mq ho un rateo di crescita basso!!!
nella parte bassa della tabella dice "A meno di valutazioni più approfondite da parte del progettista (es. dati di letteratura, misure dirette, …), si ritengono non significative ai fini della presente classificazione almeno le quantità di materiali nei compartimenti con carico di incendio specifico qf ≤ 200 MJ/m2."

E' possibile che questa frase sia una specie di sconto che hanno voluto concedere alle attività particolarmente basse rispetto al carico d'incendio (200 MJ/mq è la misura sotto al quale si può avere REI0 come resistenza al fuoco).

Avatar utente
travereticolare
Messaggi: 247
Iscritto il: sab giu 17, 2017 11:56

Re: CODICE PREVENZIONE INCENDI VERSIONE 250

Messaggio da travereticolare » gio ott 31, 2019 17:31

Gmeister ha scritto:
gio ott 31, 2019 17:22
nella parte bassa della tabella dice "A meno di valutazioni più approfondite da parte del progettista (es. dati di letteratura, misure dirette, …), si ritengono non significative ai fini della presente classificazione almeno le quantità di materiali nei compartimenti con carico di incendio specifico qf ≤ 200 MJ/m2."

E' possibile che questa frase sia una specie di sconto che hanno voluto concedere alle attività particolarmente basse rispetto al carico d'incendio (200 MJ/mq è la misura sotto al quale si può avere REI0 come resistenza al fuoco).
senz'altro è per dare uno sconto, ma in ogni caso il codice confonde energia e potenza.
Il rateo di crescita (lenta, media, rapida, ultra-rapida) è il valore per raggiungere 1000 kw e non ha nulla a che vedere con l'energia.
1.000 kg di plastica impilata in un comparto di 4.000 mq avrà un qf molto basso, forse < 200 MJ/mq, ma la velocità di crescita sarà fast.
All'ingresso degli stabilimenti, dei depositi o dei grandi magazzini devono essere deposte le armi, gli speroni, le scatole di fiammiferi, gli accendisigari e simili. Le punizioni disciplinari in caso di inosservanza debbono essere pronte ed esemplari.

Terminus
Messaggi: 7753
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: CODICE PREVENZIONE INCENDI VERSIONE 250

Messaggio da Terminus » gio ott 31, 2019 22:52


Tom Bishop
Messaggi: 1756
Iscritto il: mar dic 30, 2008 17:13

Re: CODICE PREVENZIONE INCENDI VERSIONE 250

Messaggio da Tom Bishop » mar nov 05, 2019 09:11

Tom Bishop

PaoloPgC
Messaggi: 15
Iscritto il: mar ott 22, 2019 09:35

Re: CODICE PREVENZIONE INCENDI VERSIONE 250

Messaggio da PaoloPgC » mar nov 05, 2019 18:31

Grazie.
Avete cominciato a rilevare le prime novità importanti?

Terminus
Messaggi: 7753
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: CODICE PREVENZIONE INCENDI VERSIONE 250

Messaggio da Terminus » mar nov 05, 2019 19:58

Tom Bishop ha scritto:
mar nov 05, 2019 09:11
Ecco il testo coordinato

https://drive.google.com/file/d/10yHQ-k ... sp=sharing
Buttalo via. Non è il testo del DM 18/10/19.

Avatar utente
travereticolare
Messaggi: 247
Iscritto il: sab giu 17, 2017 11:56

Re: CODICE PREVENZIONE INCENDI VERSIONE 250

Messaggio da travereticolare » mar nov 05, 2019 22:31

PaoloPgC ha scritto:
mar nov 05, 2019 18:31
Avete cominciato a rilevare le prime novità importanti?
Per il momento ho notato questo:

Hanno introdotto che se lo spazio scoperto è superiormente grigliato, il rapporto tra la superficie utile e la superficie lorda totale della griglia deve essere ≥ del 75%;

Cambiata la definizione di filtro a prova di fumo. Oltre al camino per lo smaltimento dei fumi d'incendio, deve essere previsto un camino di ripresa d'aria dall'esterno. Non è più consentito prevedere all'interno del filtro aperture apribili manualmente;

Il capitolo S.4 è stato parecchio revisionato.

Non credo sussista più l'obbligo della larghezza minima delle scale pari a 1200 mm. Le porte non dovranno avere più una dimensione minima di 900 mm;

Si suggerisce di installare la protezione esterna qualora si ha un Qf > 1800 MJ/mq o in comparti di sup. > 4.000 mq non protetti dai un impianto automatico di controllo dell'incendio;

In attività Ci1, Ci2, Ci3 come soluzione conforme deve essere installato un impianto di rivelazione fumi. Inoltre, è' stato specificato in modo inequivocabile che l'EVAC va installato in base alla VDR e non solamente perchè si sceglie un livello di prestazione IV;

Impianto SVOF come soluzione conforme;
All'ingresso degli stabilimenti, dei depositi o dei grandi magazzini devono essere deposte le armi, gli speroni, le scatole di fiammiferi, gli accendisigari e simili. Le punizioni disciplinari in caso di inosservanza debbono essere pronte ed esemplari.

Tom Bishop
Messaggi: 1756
Iscritto il: mar dic 30, 2008 17:13

Re: CODICE PREVENZIONE INCENDI VERSIONE 250

Messaggio da Tom Bishop » mer nov 06, 2019 05:13

Terminus ha scritto:
mar nov 05, 2019 19:58
Tom Bishop ha scritto:
mar nov 05, 2019 09:11
Ecco il testo coordinato

https://drive.google.com/file/d/10yHQ-k ... sp=sharing
Buttalo via. Non è il testo del DM 18/10/19.
Controllo... pensa che me lo hanno mandato dal Comando :shock:
Tom Bishop

Ronin
Messaggi: 3541
Iscritto il: sab giu 20, 2009 12:57

Re: CODICE PREVENZIONE INCENDI VERSIONE 250

Messaggio da Ronin » mer nov 06, 2019 10:00

Terminus ha scritto:
gio ott 31, 2019 22:52
DM 18.10.2019
https://www.gazzettaufficiale.it/atto/s ... iorni=true
Buona lettura
ho scoperto che cliccando sul link verde che indica il numero di GU si scarica lo stralcio integrale dal pdf della gazzetta (fino ad oggi mi "ricombinavo" manualmente testo e allegati pdf :oops: ), lo scrivo che magari anche altri sono incolti digitali come me :wink:

PaoloPgC
Messaggi: 15
Iscritto il: mar ott 22, 2019 09:35

Re: CODICE PREVENZIONE INCENDI VERSIONE 250

Messaggio da PaoloPgC » mer nov 06, 2019 14:14

travereticolare ha scritto:
mar nov 05, 2019 22:31
PaoloPgC ha scritto:
mar nov 05, 2019 18:31
Avete cominciato a rilevare le prime novità importanti?
Per il momento ho notato questo:

Hanno introdotto che se lo spazio scoperto è superiormente grigliato, il rapporto tra la superficie utile e la superficie lorda totale della griglia deve essere ≥ del 75%;

Cambiata la definizione di filtro a prova di fumo. Oltre al camino per lo smaltimento dei fumi d'incendio, deve essere previsto un camino di ripresa d'aria dall'esterno. Non è più consentito prevedere all'interno del filtro aperture apribili manualmente;

Il capitolo S.4 è stato parecchio revisionato.

Non credo sussista più l'obbligo della larghezza minima delle scale pari a 1200 mm. Le porte non dovranno avere più una dimensione minima di 900 mm;

Si suggerisce di installare la protezione esterna qualora si ha un Qf > 1800 MJ/mq o in comparti di sup. > 4.000 mq non protetti dai un impianto automatico di controllo dell'incendio;

In attività Ci1, Ci2, Ci3 come soluzione conforme deve essere installato un impianto di rivelazione fumi. Inoltre, è' stato specificato in modo inequivocabile che l'EVAC va installato in base alla VDR e non solamente perchè si sceglie un livello di prestazione IV;

Impianto SVOF come soluzione conforme;
Modifiche interessanti.
Ronin ha scritto:
mer nov 06, 2019 10:00

ho scoperto che cliccando sul link verde che indica il numero di GU si scarica lo stralcio integrale dal pdf della gazzetta (fino ad oggi mi "ricombinavo" manualmente testo e allegati pdf :oops: ), lo scrivo che magari anche altri sono incolti digitali come me :wink:
Non l'avevo notato neanche io, grazie.

ildubbio
Messaggi: 292
Iscritto il: sab apr 18, 2015 07:59

Re: CODICE PREVENZIONE INCENDI VERSIONE 250

Messaggio da ildubbio » gio nov 07, 2019 09:08

PaoloPgC ha scritto:
mar nov 05, 2019 18:31
Avete cominciato a rilevare le prime novità importanti?
intanto non è stato chiarito quello che ci si era chiesti qui
viewtopic.php?f=4&t=25194
in merito a Elementi strutturali principali vs secondari

qualcuno ha una chiave di lettura aggiornata?

etec83
Messaggi: 570
Iscritto il: sab lug 13, 2013 16:39

Re: CODICE PREVENZIONE INCENDI VERSIONE 250

Messaggio da etec83 » ven nov 08, 2019 12:32

Intanto qua c'è quello coordinato di Malizia.

https://mauromalizia.it/testi-coordinat ... e-incendi/

ma mi accerterei per bene che non ci siano errori.
Però le ricerche testuali non funzionano nell'allegato.

Spero si siano accorti che le tabelle delle RTO che le RTV richiamano ora sono quasi tutte sbagliate.
Ultima modifica di etec83 il ven nov 08, 2019 12:41, modificato 1 volta in totale.

Ronin
Messaggi: 3541
Iscritto il: sab giu 20, 2009 12:57

Re: CODICE PREVENZIONE INCENDI VERSIONE 250

Messaggio da Ronin » ven nov 08, 2019 12:40

ma c'è bisogno di coordinarlo? il testo dell'allegato 1 mi sembra integralmente sostitutivo del vecchio

etec83
Messaggi: 570
Iscritto il: sab lug 13, 2013 16:39

Re: CODICE PREVENZIONE INCENDI VERSIONE 250

Messaggio da etec83 » ven nov 08, 2019 12:43

Beh ovviamente mi riferivo alla modifica del D.M. 12 aprile 2019 e alle RTV, così come i relativi decreti, che sono tutti dentro nello stesso file.
Non so io lo trovo più comodo.

Terminus
Messaggi: 7753
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: CODICE PREVENZIONE INCENDI VERSIONE 250

Messaggio da Terminus » ven nov 08, 2019 12:45

Infatti l'allegato originario del DM viene sostituito integralmente.
Le altre RTV, quelle emanate con successivi decreti, non vengono toccate.

Avatar utente
travereticolare
Messaggi: 247
Iscritto il: sab giu 17, 2017 11:56

Re: CODICE PREVENZIONE INCENDI VERSIONE 250

Messaggio da travereticolare » mar nov 12, 2019 17:45

Un'altra novità importante è rappresentata dal paragrafo S.9.6 (se si ricade al livello IV dell'operatività antincendio).

"Le porzioni di via d’esodo impiegate come percorso d’accesso ai piani per soccorritori devono avere una larghezza maggiorata di 500 mm rispetto a quanto calcolato per le finalità dell’esodo (capitolo S.4), al fine di facilitare l’accesso dei soccorritori in senso contrario all’esodo degli occupanti"
All'ingresso degli stabilimenti, dei depositi o dei grandi magazzini devono essere deposte le armi, gli speroni, le scatole di fiammiferi, gli accendisigari e simili. Le punizioni disciplinari in caso di inosservanza debbono essere pronte ed esemplari.

Rispondi