Diri gas 7129 o 10738?

Normativa per gli impianti gas, Legge 46/90, Delibera AEEG 40/04, ecc.

Moderatore: Edilclima

Rispondi
ponca
Messaggi: 799
Iscritto il: ven ott 22, 2010 18:22

Diri gas 7129 o 10738?

Messaggio da ponca » mer giu 26, 2019 20:45

Diri di impianto gas realizzato parecchi anni fa
- seguo il rapporto di verifica della uni 10738?
- verifico che l'impianto sia conforme alla versione della uni 7129 in vigore al momento dell'installazione?
- o magari entrambe le cose?

Quale approccio ritenete più corretto? Grazie
Ultima modifica di ponca il gio giu 27, 2019 09:58, modificato 1 volta in totale.

iltubo
Messaggi: 703
Iscritto il: lun lug 07, 2008 16:22
Località: CO

Re: Diri gas 7129 o 10738?

Messaggio da iltubo » mer giu 26, 2019 22:41

Io solitamente faccio comunque la verifica UNI 10738 così ho una relazione di verifica (per quanto possa essere ritenuta tale) se poi è tutto rispondente alleghi alla Di.Ri, personalmente però trovo sempre qualcosa che non va e allora si procede con adeguamento e Di.Co.

ponca
Messaggi: 799
Iscritto il: ven ott 22, 2010 18:22

Re: Diri gas 7129 o 10738?

Messaggio da ponca » gio giu 27, 2019 12:59

iltubo ha scritto:
mer giu 26, 2019 22:41
Io solitamente faccio comunque la verifica UNI 10738 così ho una relazione di verifica (per quanto possa essere ritenuta tale) se poi è tutto rispondente alleghi alla Di.Ri, personalmente però trovo sempre qualcosa che non va e allora si procede con adeguamento e Di.Co.
Ritieni corretto quindi limitarsi al RTV della UNI 10738 e se tutti i controlli hanno esito positivo firmare la DIRI?
L'anno di installazione dell'impianto e la UNI 7129 in vigore in tale data (1972, 1992 o altro) quindi non hanno nessuna rilevanza?

iltubo
Messaggi: 703
Iscritto il: lun lug 07, 2008 16:22
Località: CO

Re: Diri gas 7129 o 10738?

Messaggio da iltubo » ven giu 28, 2019 23:14

Beh, la Di.Ri deve riferirsi ad una norma per forza, quindi fare riferimento alla UNi in vigore all'epoca, anche se sinceramente un impianto ante '90 vuol dire che ha più di 30 anni con riferimento la 7129/72 io avrei più di qualche dubbio a firmarlo in data di oggi.

Sicuramente da valutare il reale stato dei materiali e agire di conseguenza senza leggerezze. In caso di dubbi proporre adeguamento.

P.S. se sbaglio qualcuno mi corregga..

Spd
Messaggi: 563
Iscritto il: lun giu 25, 2007 11:36
Località: Roma

Re: Diri gas 7129 o 10738?

Messaggio da Spd » lun lug 01, 2019 14:49

Quello che state firmando è la dichiarazione di rispondenza alla regola dell'arte (e non alle norme). Quindi bisogna verificare che l'impianto sia funzionante, funzionale e in buono stato.
Sulle norme da utilizzare per verifiche (comunque utile riferimento per la regola dell'arte) la prassi che io seguo, dopo vari approfondimenti, è questa:
- in prima battuta ci si deve riferire alle norme vigenti al momento della progettazione/esecuzione dell'opera (sempre che esista una progettazione e sempre che l'esecuzione non sia eccessivamente distante nel tempo);
- poi controllo le versioni uscite successivamente (siano queste sostituzioni o nuove normative) per vedere che non ci siano stati aggiornamenti che interessano la sicurezza degli impianti e delle persone, essendo aspetti prioritari rispetto all'aspetto temporale.

Non puoi limitarti alle prove, devi anche vedere come sono stati posati i tubi (compresi quelli sottotraccia), e in che stato sono i raccordi.

girondone
Messaggi: 9910
Iscritto il: ven mar 16, 2007 09:48
Località: SV

Re: Diri gas 7129 o 10738?

Messaggio da girondone » lun lug 01, 2019 14:58

ma ls 10738 non è l unico riferimento per questi casi su cui basare una diri?
cosa serve più di quella

Spd
Messaggi: 563
Iscritto il: lun giu 25, 2007 11:36
Località: Roma

Re: Diri gas 7129 o 10738?

Messaggio da Spd » lun lug 01, 2019 19:18

Sicuramente è uno strumento operativo fondamentale. E' simile alla CEI 64-14 per gli impianti elettrici (prove e verifiche sugli impianti) ma molto più mirato a gestire anche gli esiti dei controlli
Ma ha una finalità leggermente diversa: verifica della sicurezza dell'impianto.

E manca nella 10738 qualche dettaglio (verifica della caduta di pressione nell'impianto, verifica dei tratti in traccia e così via), E' invece presente l'esplicita esclusione della progettazione e installazione (elementi essenziali per la regola dell'arte) che a mio avviso spinge ad un utilizzo congiunto della 7129.
In ultimo la 10738 è del 2012, e le ultime 7129 sono del 2015, con aggiornamenti in tema di ventilazione per esempio.

girondone
Messaggi: 9910
Iscritto il: ven mar 16, 2007 09:48
Località: SV

Re: Diri gas 7129 o 10738?

Messaggio da girondone » mar lug 02, 2019 11:45

mmm

ho appena fatto un corso con cti

e premesso che resta responsabilità di chi firma se e cosa usare

credo che quello sia il vero unico riferimento

poco importa la norma dell epoca

Avatar utente
grifo68
Messaggi: 828
Iscritto il: ven feb 24, 2012 13:02
Località: Genova

Re: Diri gas 7129 o 10738?

Messaggio da grifo68 » mer lug 03, 2019 12:37

per la verifica di un impianto esistente (indipendentemente dalla data di installazione) l'unico riferimento utile è la 10738 (che tra l'altro fa riferimento a 10845 e 11137, ecco, sulla 10845 io mi riferirei all'ultima edizione visto che nella 10738 si fa, ovviamente, riferimento a quella del 2000).

Poi se ci fosse qualcosa che non va secondo i criteri della 10738 allora rifaccio la porzione di impianto (o l'intero impianto se si tratta di grosse pecche... ad esempio dispersioni non ammesse per tubazioni sottotraccia che mi costerebbe più andare a cercare che rifare) ed, ovviamente, al rifacimento applico la 7129. Dopodiché "copro" la parte conforme a 10738 con una DiRi (se ovviamente l'impianto è antecedente al 2008) e con DiCo la parte rifatta, a questo punto la DiRi (e l'RTV) diventa un allegato della DiCo; in questo modo ho coperto tutto l'impianto anche formalmente.

A mio avviso il "limite" nell'utilizzare la norma di costruzione, sia pur quella in vigore al momento della realizzazione dell'impianto, in fase di verifica è quella di come prendersi le responsabilità su elementi che non vedo... tubazioni sottotraccia (passerà a 20 cm dagli spigoli?), tubazioni interrate (la profondità sarà corretta? ci saranno giunzioni meccaniche?).

Altrimenti non avrebbero senso le norme di verifica, su un impianto esistente senza DiCo rifaccio tutto, non dico sia sbagliato, anzi ai fini della sicurezza sarebbe l'optimum, e se si trova il committente che ci sta va più che bene, però non è questo lo spirito delle norme.

Io l'unica cosa che mi rifiuto di fare è accettare situazioni in cui non ci siano aperture di ventilazione dove ci vorrebbero applicando la verifica strumentale dei 4 Pa... la norma mi consente di dare l'ok ma su quello, se siamo in presenza di apparecchi di tipo B magari vecchi, non transigo, per il resto (compresa la verifica delle dispersioni di cui alla 11137 richiamata dalla 10738) me ne sto dei risultati se conformi ai limiti della norma di verifica, d'altronde sulla tenuta anche la 7129 oramai ammette un minimo di dispersioni.

ponca
Messaggi: 799
Iscritto il: ven ott 22, 2010 18:22

Re: Diri gas 7129 o 10738?

Messaggio da ponca » mer lug 03, 2019 15:12

facciamo un esempio

se non sbaglio la 10738 prevede il controllo della sola porzione di impianto in vista
per la porzione in traccia o interrata ci si limita alla prova di tenuta

posso fare una DIRI se ho una tubazione in acciaio filettato in traccia?
(la parte a vista dell'impianto verificabile è ok, la prova di tenuta è ok, ma ho una presunta difformità nella porzione sotto traccia).

Avatar utente
grifo68
Messaggi: 828
Iscritto il: ven feb 24, 2012 13:02
Località: Genova

Re: Diri gas 7129 o 10738?

Messaggio da grifo68 » mer lug 03, 2019 15:57

beh si, se vedi anche il modello di DiRi fatto dai Vigili del fuoco nel 2011 si specifica quali siano le verifiche (verifica idoneità locali di installazione degli apparecchi, verifica tracciato A VISTA dell'impianto, verifica VISIVA dello stato di conservazione delle tubazioni, verifica della tenuta dell'impianto...) e poi specifica "dichiara... PER QUANTO MATERIALMENTE VERIFICABILE".

La 10738 specifica chiaramente quali siano cause di giudizi di non idoneità ed ovviamente non parla delle modalità di giunzione delle tubazioni sottotraccia perché sarebbe impossibile verificarle (detto, su questo punto, come oramai la 7129/2015 autorizzi le giunzioni meccaniche sottotraccia anche sul nuovo).

Ripeto, ognuno si prende la responsabilità di quanto firma e fa le proprie considerazioni, però una norma di verifica deve per forza essere fatta come la 10738 altrimenti risulterebbe inapplicabile.

Anche ai fini della sicurezza, meglio ci sia una norma che dice "ok, se un impianto è esistente fai le verifiche di sicurezza essenziali (che poi sono le stesse introdotte nel lontano 1998 dal DPR 218/98)" perché almeno più gente è invogliata a far vedere l'impianto da qualcuno che ci capisca, piuttosto che averne una che dice di rifare tutto (perché per andare a verificare le giunzioni sottotraccia ti tocca spaccare tutto) che nessuno considererebbe soprattutto in questo periodo di ristrettezze economiche

ponca
Messaggi: 799
Iscritto il: ven ott 22, 2010 18:22

Re: Diri gas 7129 o 10738?

Messaggio da ponca » mer lug 03, 2019 16:16

concordo al 100%

Spd
Messaggi: 563
Iscritto il: lun giu 25, 2007 11:36
Località: Roma

Re: Diri gas 7129 o 10738?

Messaggio da Spd » gio lug 04, 2019 15:40

A mio parere l'oggetto dell'incarico non è quello dei controlli per la sicurezza dell'impianto, ma la dichiarazione di rispondenza alla regola dell'arte.
La differenza è sottile ma c'è. Come ho detto la 10738 è utilissima e fondamentale, ma non copre totalmente la regola dell'arte.

Per chiudere, suggerisco di far tesoro di quanto indicato dai colleghi (riferimenti alla DIRI VVF, al fatto che la regola dell'arte è volta alla sicurezza degli impianti....), e di riportarlo esplicitamente nella relazione accompagnatoria alla DiRi

Rispondi