Building Automation 65%

Agevolazioni previste, documentazione richiesta, ecc.

Moderatore: Edilclima

Rispondi
SuperP
Messaggi: 9424
Iscritto il: lun set 11, 2006 10:06

Building Automation 65%

Messaggio da SuperP »

Con che regolazione lo fate?? DIciamo per villa...

La legge di stabilità 2016 ha esteso l’agevolazione anche alle spese sostenute per l’acquisto, l’installazione e la messa in opera di dispositivi multimediali per il controllo da remoto degli impianti di riscaldamento o produzione di acqua calda o di climatizzazione delle unità abitative, volti ad aumentare la consapevolezza dei consumi energetici da parte degli utenti e a garantire un funzionamento efficiente degli impianti.

Questi dispositivi devono consentire l'accensione, lo spegnimento e la programmazione settimanale degli impianti da remoto e mostrare, attraverso canali multimediali, i consumi energetici, mediante la fornitura periodica dei dati, oltre che mostrare le condizioni di funzionamento correnti e la temperatura di regolazione degli impianti.

Tom Bishop
Messaggi: 1800
Iscritto il: mar dic 30, 2008 17:13

Re: Building Automation 65%

Messaggio da Tom Bishop »

Tom Bishop

girondone
Messaggi: 10340
Iscritto il: ven mar 16, 2007 09:48
Località: SV

Re: Building Automation 65%

Messaggio da girondone »

scusate
ma x 65% building automation
abbiamo dinuovo solo il vademecum vero?
a leggerlo pare valga solo per civili abitazioni o sbaglio io?
per alberghi è ok?

girondone
Messaggi: 10340
Iscritto il: ven mar 16, 2007 09:48
Località: SV

Re: Building Automation 65%

Messaggio da girondone »

pare sia proprio la legge a parlare di "unità abitative"
e gli alberghi che sono cmq E1(3) ??

girondone
Messaggi: 10340
Iscritto il: ven mar 16, 2007 09:48
Località: SV

Re: Building Automation 65%

Messaggio da girondone »

88. Le detrazioni fiscali di cui all'articolo 14 del decreto-legge
4 giugno 2013, n. 63, convertito, con modificazioni, dalla legge 3
agosto 2013, n. 90, si applicano anche alle spese sostenute per
l'acquisto, l'installazione e la messa in opera di dispositivi
multimediali per il controllo da remoto degli impianti di
riscaldamento o produzione di acqua calda o di climatizzazione delle
unita' abitative, volti ad aumentare la consapevolezza dei consumi
energetici da parte degli utenti e a garantire un funzionamento
efficiente degli impianti. Tali dispositivi devono:
a) mostrare attraverso canali multimediali i consumi energetici,
mediante la fornitura periodica dei dati;
b) mostrare le condizioni di funzionamento correnti e la
temperatura di regolazione degli impianti;
c) consentire l'accensione, lo spegnimento e la programmazione
settimanale degli impianti da remoto.

girondone
Messaggi: 10340
Iscritto il: ven mar 16, 2007 09:48
Località: SV

Re: Building Automation 65%

Messaggio da girondone »


girondone
Messaggi: 10340
Iscritto il: ven mar 16, 2007 09:48
Località: SV

Re: Building Automation 65%

Messaggio da girondone »

Chi può richiedere l’ecobonus per gli impianti domotici?

Possono fruire del bonus non solo i cittadini privati e i condomìni, ma anche i titolari di un reddito da impresa o i professionisti, in quanto, come per tutti gli interventi di efficientamento energetico, l’agevolazione si applica non solo ai fabbricati di tipo residenziale, ma a qualunque edificio pubblico e privato.

L’unica differenza è che, per gli edifici di carattere residenziale, possono richiedere l’agevolazione anche i parenti conviventi con gli aventi diritto (proprietari o titolari di altro diritto reale).

http://www.guidaxcasa.it/detrazione-65- ... -domotici/

picchio70
Messaggi: 486
Iscritto il: lun set 07, 2009 18:28

Re: Building Automation 65%

Messaggio da picchio70 »

girondone ha scritto:
mar dic 06, 2016 15:39
Chi può richiedere l’ecobonus per gli impianti domotici?

Possono fruire del bonus non solo i cittadini privati e i condomìni, ma anche i titolari di un reddito da impresa o i professionisti, in quanto, come per tutti gli interventi di efficientamento energetico, l’agevolazione si applica non solo ai fabbricati di tipo residenziale, ma a qualunque edificio pubblico e privato.

L’unica differenza è che, per gli edifici di carattere residenziale, possono richiedere l’agevolazione anche i parenti conviventi con gli aventi diritto (proprietari o titolari di altro diritto reale).

http://www.guidaxcasa.it/detrazione-65- ... -domotici/
Stesso dubbio per building automation su impianto di raffrescamento di capannone:
- leggendo l'art. 88 si può usufruire anche se l'automazione riguarda il solo raffrescamento (impianto di riscaldamento comunque presente e funzionante), giusto?
- per un capannone vale la detrazione? trae in inganno la frase "unità abitativa" che richiama il residenziale; hai riscontri ufficiali in merito (al di là dell'articolo citato di guidaxcasa)?
Grazie

Ronin
Messaggi: 3675
Iscritto il: sab giu 20, 2009 12:57

Re: Building Automation 65%

Messaggio da Ronin »

88. Le detrazioni fiscali di cui all'articolo 14 del decreto-legge 4 giugno 2013, n. 63, convertito, con modificazioni, dalla legge 3 agosto 2013, n. 90, si applicano anche alle spese sostenute per l'acquisto, l'installazione e la messa in opera di dispositivi multimediali per il controllo da remoto degli impianti di riscaldamento o produzione di acqua calda o di climatizzazione delle unita' abitative, volti ad aumentare la consapevolezza dei consumi energetici da parte degli utenti e a garantire un funzionamento efficiente degli impianti. Tali dispositivi devono:
a) mostrare attraverso canali multimediali i consumi energetici, mediante la fornitura periodica dei dati;
b) mostrare le condizioni di funzionamento correnti e la temperatura di regolazione degli impianti;
c) consentire l'accensione, lo spegnimento e la programmazione settimanale degli impianti da remoto.

1. no, il raffrescamento da solo non fa climatizzazione
2. no, il capannone non è un'unità abitativa
3. aggiungo io: attenzione che l'agevolazione vale per "dispositivi multimediali di controllo da remoto", non per la regolazione automatica

salvo interpello all'Ade, naturalmente

l'articolo di guida casa è inaffidabile, si noti che la circolare 20E del maggio 2016, pur non esaminando il significato del termine "abitativo", mette l'agevolazione nel capitolo "imposte sui redditi riguardanti le persone fisiche"

picchio70
Messaggi: 486
Iscritto il: lun set 07, 2009 18:28

Re: Building Automation 65%

Messaggio da picchio70 »

Ronin ha scritto:
mar apr 18, 2017 16:51
88. Le detrazioni fiscali di cui all'articolo 14 del decreto-legge 4 giugno 2013, n. 63, convertito, con modificazioni, dalla legge 3 agosto 2013, n. 90, si applicano anche alle spese sostenute per l'acquisto, l'installazione e la messa in opera di dispositivi multimediali per il controllo da remoto degli impianti di riscaldamento o produzione di acqua calda o di climatizzazione delle unita' abitative, volti ad aumentare la consapevolezza dei consumi energetici da parte degli utenti e a garantire un funzionamento efficiente degli impianti. Tali dispositivi devono:
a) mostrare attraverso canali multimediali i consumi energetici, mediante la fornitura periodica dei dati;
b) mostrare le condizioni di funzionamento correnti e la temperatura di regolazione degli impianti;
c) consentire l'accensione, lo spegnimento e la programmazione settimanale degli impianti da remoto.

1. no, il raffrescamento da solo non fa climatizzazione
2. no, il capannone non è un'unità abitativa
3. aggiungo io: attenzione che l'agevolazione vale per "dispositivi multimediali di controllo da remoto", non per la regolazione automatica

salvo interpello all'Ade, naturalmente

l'articolo di guida casa è inaffidabile, si noti che la circolare 20E del maggio 2016, pur non esaminando il significato del termine "abitativo", mette l'agevolazione nel capitolo "imposte sui redditi riguardanti le persone fisiche"
Ringraziando, due considerazioni:
- perchè il raffrescamento DA SOLO non fa climatizzazione? Manca il controllo dell'umidità? Ma nella definizione di ambiente climatizzato di RL il controllo dell'umidità è un'opzione ... probabilmente mi manca qualcosa, ti ringrazio in anticipo se puoi chiarirmi questo passaggio
- sul discorso capannone/unità abitativa mi rimane il dubbio legato al fatto che lo spirito del 65% è di agevolare tutti gli immobili, a differenza del 36/50% che è solo per ambiti residenziali: è un refuso di tale legge? Domani provo a scrivere a Enea.
Grazie

Ronin
Messaggi: 3675
Iscritto il: sab giu 20, 2009 12:57

Re: Building Automation 65%

Messaggio da Ronin »

1 si però in effetti vedo che il vademecum enea sembra ammettere anche il raffrescamento liscio

2 la cosa migliore sarebbe un interpello ad ade, ma se Enea risponde già e' qualcosa

lbasa
Messaggi: 738
Iscritto il: ven giu 19, 2015 22:41

Re: Building Automation 65%

Messaggio da lbasa »

le unità abitative sono i fabbricati abitativi appartenenti alla categoria catastale “A“ (esclusa A/10 escluso, come gli uffici).
Scommettiamo che in certe città italiane i cosiddetti "capannoni" sono l'effetto di trasformazioni amatoriali di categorie "A", senza denuncia all'ente territoriale?

picchio70
Messaggi: 486
Iscritto il: lun set 07, 2009 18:28

Re: Building Automation 65%

Messaggio da picchio70 »

Ronin ha scritto:
mer apr 19, 2017 07:39
1 si però in effetti vedo che il vademecum enea sembra ammettere anche il raffrescamento liscio

2 la cosa migliore sarebbe un interpello ad ade, ma se Enea risponde già e' qualcosa
Oggi ho scritto a Enea, appena ho la risposta ti aggiorno

picchio70
Messaggi: 486
Iscritto il: lun set 07, 2009 18:28

Re: Building Automation 65%

Messaggio da picchio70 »

Enea mi ha risposto che l'immobile oggetto d'intervento può appartenere a
qualsiasi categoria catastale.

lbasa
Messaggi: 738
Iscritto il: ven giu 19, 2015 22:41

Re: Building Automation 65%

Messaggio da lbasa »

Enea mi ha risposto che l'immobile oggetto d'intervento può appartenere a qualsiasi categoria catastale.
Premessa:
1) Nella Finanziaria 2017 si apre al "sismabonus" in questi termini:
"Per le spese sostenute dal 1° gennaio 2017 al 31 dicembre 2021 per gli interventi antisismici (art. 16-bis, comma 1, lettera i) del dpr 917/86) è riconosciuta una detrazione Irpef del 50%. Gli interventi devono essere effettuati su edifici civili o produttivi ubicati nelle zone sismiche 1, 2 o 3 dell’OPCM 3274/2003".
Quando il legislatore vuole intendere qualsiasi categoria catastale (o giù di lì) scrive "edifici civili o produttivi".
L'AdE ha già confermato l'estensione del bonus.

2) Nella Finanziaria 2016 si apre alla "building automation" in questi termini:
"dell’Art.1 Le detrazioni fiscali di cui all’articolo 14 del decreto-legge 4 giugno 2013, n°63, convertito, con modificazioni, dalla legge 3 agosto 2013, n°90, si applicano anche alle spese sostenute per l’acquisto, l’installazione e la messa in opera di dispositivi multimediali per il controllo da remoto degli impianti di riscaldamento o produzione di acqua calda o di climatizzazione delle unità abitative, volti ad aumentare la consapevolezza dei consumi energetici da parte degli utenti e a garantire un funzionamento efficiente degli impianti. Tali dispositivi devono ...".
Quando il legislatore NON vuole intendere qualsiasi categoria catastale scrive "unità abitative".

Domanda:
Si possono conoscere le motivazioni di natura amministrativa che portano Enea a rispondere, come da gentile feedback di Picchio70, in maniera palesemente difforme dalla Legge?

Ronin
Messaggi: 3675
Iscritto il: sab giu 20, 2009 12:57

Re: Building Automation 65%

Messaggio da Ronin »

Anche io penso che sia meglio chiedere ad ogni ente quello per cui è competente.
Ad Enea vanno chieste le questioni energetiche, tipo se rientra il solo raffrescamento e se rientra la regolazione automatica.
Le questioni catastali vanno chieste ad AdE con interpello e/o l'istanza di consulenza giuridica.
Però il tema e' di interesse perché se l'idea e' che si detrae al65% la regolazione automatica con supervisione in tutti gli edifici, noi in ospedale ne facciamo una caterva...

Rispondi