Quota variabile solo per fattura gas?

Normativa nazionale, contabilizzazione dei consumi, ripartizione delle spese

Moderatore: Edilclima

Rispondi
Morandinipub
Messaggi: 261
Iscritto il: dom mag 08, 2016 16:56

Quota variabile solo per fattura gas?

Messaggio da Morandinipub »

E' arrivato il conto trimestrale che serve a valutare i primi tre mesi di contabilizzazione.
Nella quota variabile decisa al 70% è ricompresa solamente la fatturazione del gas metano.
La restante parte è suddivisa con millesimi di potenza disponibile data la precedente difformità sui millesimi di cubatura riscaldata riscontrati (caloriferi aggiunti in locali prima non serviti).
L'amministratore asserisce che solo con i millesimi di cubatura si può suddividere il totale, mentre coi millesimi di potenza solo il gas.
E' corretto o bisogna ricomprendere la fatturazione dei costi del totale di esercizio (spese amministrazione, terzo responsabile, elettricità, piccola manutenzione/filtri)?

SimoneBaldini
Messaggi: 2367
Iscritto il: mer set 29, 2010 13:42

Re: Quota variabile solo per fattura gas?

Messaggio da SimoneBaldini »

Ma che si debba ripartire secondo la 10200 non gli è venuto in mente, o che comunque va derogata se derogabile?

Morandinipub
Messaggi: 261
Iscritto il: dom mag 08, 2016 16:56

Re: Quota variabile solo per fattura gas?

Messaggio da Morandinipub »

Cioè se non si fosse capito abbiamo:
millesimi mc (amministrazione, terzo, elettricità),
millesimi potenza ( 30% gas),
ripartitori (70% gas).

Abbiamo scelto noi il 30%/70% perchè l'architetto ha riscontrato differenze superiori al 50%.

SimoneBaldini
Messaggi: 2367
Iscritto il: mer set 29, 2010 13:42

Re: Quota variabile solo per fattura gas?

Messaggio da SimoneBaldini »

Ok quindi decide l'assemblea non c'è nessuna norma in merito alla degora della 10200, non capisco dove è il problema, fate come credete in sostanza basta che sia d'accordo l'assemblea. Per assurdo potete dividere anche per numero di capelli che uno ha in testa, io sarei sulla buona strada per pagare poco :lol:

Morandinipub
Messaggi: 261
Iscritto il: dom mag 08, 2016 16:56

Re: Quota variabile solo per fattura gas?

Messaggio da Morandinipub »

SimoneBaldini ha scritto:Ok quindi decide l'assemblea non c'è nessuna norma in merito alla degora della 10200,
Noi abbiamo proprio applicato la deroga della 10200: la deroga è questa o ci hanno preso in giro?
Massimo del 30% del gas è giusto? Massimo 30% dei tuoi capelli? Massimo 30% di cosa alla fine della fiera?

SimoneBaldini
Messaggi: 2367
Iscritto il: mer set 29, 2010 13:42

Re: Quota variabile solo per fattura gas?

Messaggio da SimoneBaldini »

Noi abbiamo proprio applicato la deroga della 10200: la deroga è questa o ci hanno preso in giro?
Massimo del 30% del gas è giusto? Massimo 30% dei tuoi capelli? Massimo 30% di cosa alla fine della fiera?
Non è scritto, quindi in sostanza decide l'assemblea, fosse per me direi dei consumi energetici cioè quelli legati al volontario. Manutenzione ecc.. li metterei a millesimi, quelli che volete voi.

Morandinipub
Messaggi: 261
Iscritto il: dom mag 08, 2016 16:56

Re: Quota variabile solo per fattura gas?

Messaggio da Morandinipub »

SimoneBaldini ha scritto:Non è scritto, quindi in sostanza decide l'assemblea, fosse per me direi dei consumi energetici cioè quelli legati al volontario. Manutenzione ecc.. li metterei a millesimi, quelli che volete voi.
Lascia stare, era l'amministratore mbriago che ha preso una tranvata, mi ha contattato è invierà rettifica. E' il 30/70 di tutti i costi totali, infatti è proprio scritto in legge "importo complessivo". Meglio che ce ne siamo accorti adesso di quando arriva da pagare veramente a fine stagione!

Avatar utente
Foxtrot
Messaggi: 376
Iscritto il: dom apr 03, 2016 00:43

Re: Quota variabile solo per fattura gas?

Messaggio da Foxtrot »

Morandinipub ha scritto:
SimoneBaldini ha scritto:Non è scritto, quindi in sostanza decide l'assemblea, fosse per me direi dei consumi energetici cioè quelli legati al volontario. Manutenzione ecc.. li metterei a millesimi, quelli che volete voi.
Lascia stare, era l'amministratore mbriago che ha preso una tranvata, mi ha contattato è invierà rettifica. E' il 30/70 di tutti i costi totali, infatti è proprio scritto in legge "importo complessivo". Meglio che ce ne siamo accorti adesso di quando arriva da pagare veramente a fine stagione!
Nel 141/2016 "l'importo complessivo" è riferito al consumo di calore.

SimoneBaldini
Messaggi: 2367
Iscritto il: mer set 29, 2010 13:42

Re: Quota variabile solo per fattura gas?

Messaggio da SimoneBaldini »

Nel 141/2016 "l'importo complessivo" è riferito al consumo di calore.
Infatti noi tecnici lo interpretiamo in questo modo, gli amministratori in altro modo, in pratica ognuno fa' quello che gli pare.

Morandinipub
Messaggi: 261
Iscritto il: dom mag 08, 2016 16:56

Re: Quota variabile solo per fattura gas?

Messaggio da Morandinipub »

Foxtrot ha scritto:
Morandinipub ha scritto:
SimoneBaldini ha scritto:Non è scritto, quindi in sostanza decide l'assemblea, fosse per me direi dei consumi energetici cioè quelli legati al volontario. Manutenzione ecc.. li metterei a millesimi, quelli che volete voi.
Lascia stare, era l'amministratore mbriago che ha preso una tranvata, mi ha contattato è invierà rettifica. E' il 30/70 di tutti i costi totali, infatti è proprio scritto in legge "importo complessivo". Meglio che ce ne siamo accorti adesso di quando arriva da pagare veramente a fine stagione!
Nel 141/2016 "l'importo complessivo" è riferito al consumo di calore.
E certo, mica stanno suddividendo la "potatura alberi"!

Terminus
Messaggi: 7867
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: Quota variabile solo per fattura gas?

Messaggio da Terminus »

SimoneBaldini ha scritto:
Nel 141/2016 "l'importo complessivo" è riferito al consumo di calore.
Infatti noi tecnici lo interpretiamo in questo modo, gli amministratori in altro modo, in pratica ognuno fa' quello che gli pare.
Ne abbiamo già discusso, ma siccome la cosa riviene fuori.
Se andiamo a leggere lettera per lettera, abbiamo:
"...per la corretta suddivisione delle spese connesse al consumo di calore per il riscaldamento..... l'importo complessivo e' suddiviso tra gli utenti finali, in base alla norma tecnica UNI 10200..." "...e' possibile suddividere l'importo complessivo tra gli utenti finali attribuendo una quota di almeno il 70 per cento agli effettivi prelievi volontari di energia termica."

Chiaramente l'importo complessivo è quello delle spese connesse al consumo di calore. E sappiamo che la UNI 10200 considera tutte le componenti di spesa, comprese quelle di terzo responsabile e di contabilizzazione.
Pertanto limitare l'applicazione del 70% alla sola quota di consumo, non mi sembra l'interpretazione legalmente corretta, anche se posso concordare dal punto di vista tecnico.

Morandinipub
Messaggi: 261
Iscritto il: dom mag 08, 2016 16:56

Re: Quota variabile solo per fattura gas?

Messaggio da Morandinipub »

Terminus ha scritto:
SimoneBaldini ha scritto:
Nel 141/2016 "l'importo complessivo" è riferito al consumo di calore.
Infatti noi tecnici lo interpretiamo in questo modo, gli amministratori in altro modo, in pratica ognuno fa' quello che gli pare.
Ne abbiamo già discusso, ma siccome la cosa riviene fuori.
Se andiamo a leggere lettera per lettera, abbiamo:
"...per la corretta suddivisione delle spese connesse al consumo di calore per il riscaldamento..... l'importo complessivo e' suddiviso tra gli utenti finali, in base alla norma tecnica UNI 10200..." "...e' possibile suddividere l'importo complessivo tra gli utenti finali attribuendo una quota di almeno il 70 per cento agli effettivi prelievi volontari di energia termica."

Chiaramente l'importo complessivo è quello delle spese connesse al consumo di calore. E sappiamo che la UNI 10200 considera tutte le componenti di spesa, comprese quelle di terzo responsabile e di contabilizzazione.
Pertanto limitare l'applicazione del 70% alla sola quota di consumo, non mi sembra l'interpretazione legalmente corretta, anche se posso concordare dal punto di vista tecnico.
Che è quello che aveva detto l'architetto a settembre, anche perchè senza pagare il fuochista col cavolo che riesci a consumare calore! Per far pagare solo il gas avrebbero dovuto scrivere "consumo di carburante", non di calore.

Terminus
Messaggi: 7867
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: Quota variabile solo per fattura gas?

Messaggio da Terminus »

Il discorso è un pò più complesso.
Se fai una ricerca sul forum troverai più di una discussione, molto lunga e dettagliata.

marcello60
Messaggi: 1159
Iscritto il: gio mag 17, 2007 19:09

Re: Quota variabile solo per fattura gas?

Messaggio da marcello60 »

In un primo momento avevo pensato che la % fissa del 141 coinvolgesse solo le spese energetiche.
Dopo aver riletto meglio quel passaggio del 141, visto che la uni 10200 include anche le spese gestionali nell'importo complessivo, concordo con voi: è l'importo complessivo per ciascun servizio, comprensivo delle spese gestionali, che va ripartito con le percentuali fisse stabilite in assemblea.

a_brettyou
Messaggi: 648
Iscritto il: dom ago 16, 2009 08:41

Re: Quota variabile solo per fattura gas?

Messaggio da a_brettyou »

[quote=Morandinipub"]"avrebbero dovuto scrivere "consumo di carburante"[/quote]
Almeno nei casi di caldaie molto veloci.

SimoneBaldini
Messaggi: 2367
Iscritto il: mer set 29, 2010 13:42

Re: Quota variabile solo per fattura gas?

Messaggio da SimoneBaldini »

In un primo momento avevo pensato che la % fissa del 141 coinvolgesse solo le spese energetiche.
Dopo aver riletto meglio quel passaggio del 141, visto che la uni 10200 include anche le spese gestionali nell'importo complessivo, concordo con voi: è l'importo complessivo per ciascun servizio, comprensivo delle spese gestionali, che va ripartito con le percentuali fisse stabilite in assemblea.
In che senso include anche le spese gestionali nella 10200? Le gestisci in modo differente come indicato nella norma.

Terminus
Messaggi: 7867
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Messaggio da Terminus »

SimoneBaldini ha scritto: In che senso include anche le spese gestionali nella 10200? Le gestisci in modo differente come indicato nella norma.
L'oggetto della ripartizione 70/30 è "l'importo complessivo".
Il problema è che, se leggi attentamente il disposto della legge, che ovviamente prevale sulla norma tecnica, tale importo complessivo delle spese connesse al consumo di calore non è limitato alle spese strettamente energetiche, dato che ovviamente anche la gestione e contabilizzazione sono "connesse" al consumo di calore.

SimoneBaldini
Messaggi: 2367
Iscritto il: mer set 29, 2010 13:42

Re: Quota variabile solo per fattura gas?

Messaggio da SimoneBaldini »

Il disposto di legge parla di applicare la 10200 e se hai le condizioni di derogare col "30/70" e a quel punto puoi ritenere che l'importo sia omnicomprensivo anche se a mio parere non è proprio chiaro che sia omnicomprensivo.

Morandinipub
Messaggi: 261
Iscritto il: dom mag 08, 2016 16:56

Re: Quota variabile solo per fattura gas?

Messaggio da Morandinipub »

SimoneBaldini ha scritto:
ven mar 03, 2017 17:31
Il disposto di legge parla di applicare la 10200 e se hai le condizioni di derogare col "30/70" e a quel punto puoi ritenere che l'importo sia omnicomprensivo anche se a mio parere non è proprio chiaro che sia omnicomprensivo.
Sì abbiamo già derogato sin dall'inizio.
E' arrivato il consuntivo definitivo coi MAV:
30% totale spese totali a millesimi di potenza;
70% totale spese totali suddiviso con gli scatti dei ripartitori;
costo letture a parte: 4€ x n. ripartitori appartamento.

Concluso, grazie a tutti.

Morandinipub
Messaggi: 261
Iscritto il: dom mag 08, 2016 16:56

Re: Quota variabile solo per fattura gas?

Messaggio da Morandinipub »

http://www.sviluppoeconomico.gov.it/ima ... o-2017.pdf

E’ vero che qualora sussistano le condizioni previste dal secondo periodo della lettera d) dell’art. 9, comma 5 del D.lgs. n. 102/2014, la quota volontaria deve essere assunta al minimo per il 70% dell’importo complessivo?

Si. Si precisa inoltre che in tale procedura è indicato un campo di utilizzo dal 70 al 100 % dell’importo complessivo.
L’adozione di tale procedura è comunque indicata come possibilità e non come obbligo.

Rispondi