condomini staccati che non pagano e UNI 10200

Normativa nazionale, contabilizzazione dei consumi, ripartizione delle spese

Moderatore: Edilclima

Rispondi
silvia
Messaggi: 184
Iscritto il: mar set 04, 2007 13:29

condomini staccati che non pagano e UNI 10200

Messaggio da silvia »

Buongiorno,
caso condominio 18 unità immobiliari delle quali 7 distaccate che non pagano quote su consumi riscaldamento ma partecipano ad eventuali spese straordinarie alla caldaia. Tale metodo è stato deliberato in assemblea in anni passati.
Mi chiamano per la contabilizzazione.
Altre 3 unità immobiliari interndono distaccarsi alle stesse condizioni. I condomini che restano allacciati ( 9 unità immobiliari) intendono sostituire la caldaia (che comunque deve sostiruirsi) esistete con una di potenza adeguata alle unità immobiliari che effettivamente rimangono allacciate e protestano sul fatto che i distaccati pageranno solo i lavori alla centrale termica ma non pagheranno le quote involontarie.

Chiedo: che valore ha una delibera assembleare che autorizza a non pagare le quote riscaldamento? la norma UNI10200 obbliga tutti al pagamento delle quote involontarie? (mi risulta che i distaccati non abbiano prodotto relazioni sul distacco).
Mi sembrerebbe giusto inserire tutti quanti i condomini nelle spese e poi..... se la vedranno loro o faranno vedere a me i sorci verdi?

Marcus
Messaggi: 1168
Iscritto il: sab nov 25, 2006 15:28
Località: Roma
Contatta:

Re: condomini staccati che non pagano e UNI 10200

Messaggio da Marcus »

mi sembra ci sia un parere dell'Anaci che sostenga che in regime di contabilizzazione del calore un condomino distaccato sia assimilabile ad uno allacciato che tiene le valvole termostatiche sempre chiuse. Quindi zero consumo volontario ma partecipa al consumo involontario.

La cosa mi trova d'accordo in quanto il dubbio se i distaccati dovevano pagare qualcosa c'era con il vecchio metodo in cui le tabelle millesimali venivano calcolate con la potenza termica radiante installata: Il distaccato non aveva elementi "condominiali" quindi la sua potenza termica installata era pari a zero e quindi i suoi millesimi termici.

Ma con la nuova UNI 11200 è possibile attribuire millesimi di f.t.u. anche ai condomini distaccati, essendo il f,t,u, è una caratteristica dell'appartamento e non più della potenza termica installata. Quindi il problema dei distaccati in sostanza non esiste più

Avatar utente
ingvalter
Messaggi: 302
Iscritto il: dom ott 12, 2008 20:48

Re: condomini staccati che non pagano e UNI 10200

Messaggio da ingvalter »

Ragionando per assurdo...

Quando un impianto centralizzato smette di essere centralizzato?
4 utenti allacciati?
3?
2?

E uno solo???
---------------------------------------------
Consulenza energetica
http://www.ingmarcone.it
---------------------------------------------

Avatar utente
jack66
Messaggi: 352
Iscritto il: mer gen 27, 2016 17:53

Re: condomini staccati che non pagano e UNI 10200

Messaggio da jack66 »

Quelli che si vogliono distaccare oggi, ovvero post riforma del condominio e 102/2014, dovranno senz'altro contribuire alla involontarie (vedi non sbilanciamento e non aggravio di spesa derivante dal distacco).
Per quelli distaccati da prima, avendo acquisito ormai certi diritti, ci restano alle stesse condizioni.
Questo è il mio parere ma fin'ora ha sempre trovato tutti d'accordo

Terminus
Messaggi: 9031
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: condomini staccati che non pagano e UNI 10200

Messaggio da Terminus »

Stessa situazione.
Caldaia sostituita per servire solo quelli rimasti allacciati, con altri distaccati da molti anni.
Mi regolo come jack66, i diritti acquisiti non possiamo toccarli noi.
Poi se farenno altre delibere ci chiederanno di aggiornare i millesimi.

silvia
Messaggi: 184
Iscritto il: mar set 04, 2007 13:29

Re: condomini staccati che non pagano e UNI 10200

Messaggio da silvia »

Ho incontrato casi in cui senza delibere, alcuni condomini non pagavano quote su riscaldamento ed altri una percentuale. Gli allacciati protestano e sperano che con la contabilizzazione venga regolarizzata la situazione.
A mio avviso il calcolo corretto delle quote involontarie deve interessare tutte le unità immobiliari. Se poi esistono accordi diversi, purchè regolarmente deliberati, sarà l'amministratore che prenderà provvedimenti.

Avatar utente
Foxtrot
Messaggi: 376
Iscritto il: dom apr 03, 2016 00:43

Re: condomini staccati che non pagano e UNI 10200

Messaggio da Foxtrot »

silvia ha scritto:Ho incontrato casi in cui senza delibere, alcuni condomini non pagavano quote su riscaldamento ed altri una percentuale. Gli allacciati protestano e sperano che con la contabilizzazione venga regolarizzata la situazione.
A mio avviso il calcolo corretto delle quote involontarie deve interessare tutte le unità immobiliari. Se poi esistono accordi diversi, purchè regolarmente deliberati, sarà l'amministratore che prenderà provvedimenti.
Concordo con Silvia. Anche perchè la 10200 parla di fabbisogno ideale, quindi legato al solo involucro edilizio.

Avatar utente
jack66
Messaggi: 352
Iscritto il: mer gen 27, 2016 17:53

Re: condomini staccati che non pagano e UNI 10200

Messaggio da jack66 »

Tecnicamente parlando siamo tutti d'accordo che gli involontari dovrebbero pagarli tutti quanti. Il problema è di natura giuridica ... e le leggi non sono retroattive!

Avatar utente
Foxtrot
Messaggi: 376
Iscritto il: dom apr 03, 2016 00:43

Re: condomini staccati che non pagano e UNI 10200

Messaggio da Foxtrot »

jack66 ha scritto:Tecnicamente parlando siamo tutti d'accordo che gli involontari dovrebbero pagarli tutti quanti. Il problema è di natura giuridica ... e le leggi non sono retroattive!
Infatti non si chiede di estendere la sua efficacia a periodi precedenti ma a quelli futuri.
Per non retroattività si intende questo, non certo la possibilità di cambiare il modus operandi, altrimenti nulla cambierebbe mai. :D

Tom Bishop
Messaggi: 2030
Iscritto il: mar dic 30, 2008 17:13

Re: condomini staccati che non pagano e UNI 10200

Messaggio da Tom Bishop »

jack66 ha scritto:... e le leggi non sono retroattive!
Giusto, dall'entrata in vigore del D.Lgs102/2014 anche i distaccati devono pagare le involontarie e il passato è passato. Ma ora devono pagare.
Tom Bishop

Avatar utente
ingvalter
Messaggi: 302
Iscritto il: dom ott 12, 2008 20:48

Re: condomini staccati che non pagano e UNI 10200

Messaggio da ingvalter »

caso analogo con contenzioso in atto
alcuni condomini distaccatisi non vogliono pagare nulla ma il condominio si oppone

ma ritornando all'impianto centralizzato io credo che bisogna partire dalla definizione di abuso edilizio: attività effettuata senza titolo abilitativo

se i condomini, ed è il mio caso,
1) non hanno presentato DIA, SCIA, CILA, CEL, o altro,
2) e/o non hanno allegato relazione di L10,
3) e non hanno ottemperato all'obbligo di scarico oltre il colmo del tetto,
4) e non hanno modificato la pratica ISPESL INAIL dell'impianto rimasto dopo il distacco,
5) e hanno effettuato lavori su un impianto condominiale senza autorizzazione (lavori che dovevano essere fatti dal conduttore dell'impianto consistenti nella rimozione dei corpi scaldanti e nella sigillatura delle tubazioni derivate),

allora si configura l'abuso edilizio e il condominio può richiedere il ripristino ex-ante.
salvo regolarizzazione da effettuare oggi, ma soprattutto con la normativa di "oggi" ... pagando la sanzione pecuniaria e presentando quanto richiesto dalla legge.
---------------------------------------------
Consulenza energetica
http://www.ingmarcone.it
---------------------------------------------

jerryluis
Messaggi: 2396
Iscritto il: mer apr 04, 2007 20:46
Località: Nella Regione delle Banane

Re: condomini staccati che non pagano e UNI 10200

Messaggio da jerryluis »

Scusate ma i distaccati non fanno parte dell'impianto di riscaldamento centralizzato; devono solo concorrere alle spese per mantenere funzionante l'impianto. Dal primo ne deriva che non ci sono consumi involontari; dal secondo se non si fosse creata una uni 10200 idiota con i MM di fabbisogno si sarebbe potuto ragionare. Concludendo i distaccati non pagano un tubo salvo opere straordinarie fino al mantenimento del diritto di proprietà! Ma vi sembra logico ripartire la spesa di manutenzione, letture contatori sulla base dei MM di fabbisogno!? E in quali condizioni?
Ora diventerò un coso per usare la cosa+, domani la la cosa++ e chissà a quando la cosa super+ ....
ma a me interessa tutt'altra cosa .....

Rispondi