UNI 10339 quando deve essere applicata

Normativa Termotecnica, Impianti di riscaldamento, Legge 10/91, DLgs 192/05, ecc.

Moderatore: Edilclima

Rispondi
Avatar utente
tutor7
Messaggi: 635
Iscritto il: ven lug 19, 2013 11:17

UNI 10339 quando deve essere applicata

Messaggio da tutor7 »

Buongiorno,
mi trovo alle prese con un ristorante, purtroppo sto seguendo la norma di cui in titolo la quale mi da grossi carichi da aggiungere alla potenza totale della mia caldaia.

Essendo una norma tecnica questa costituisce la regola dell'arte e quindi è come il Vangelo, vorrei chiedervi invece se è possibile aggirarla rimandendo all'interno della regola dell'arte.

Insomma: uno può far la ventilazione con le finestre aperte?


Grazie!

ingpignolo
Messaggi: 270
Iscritto il: lun ago 06, 2012 18:57

Re: UNI 10339 quando deve essere applicata

Messaggio da ingpignolo »

Guarda cosa dice il regolamento d'igiene e segui quello :wink:
a volte riprende proprio la 10339, ma non sempre

arkanoid
Messaggi: 2989
Iscritto il: ven ago 31, 2007 08:51

Re: UNI 10339 quando deve essere applicata

Messaggio da arkanoid »

il problema non è tanto quello: se ipotizzi di ottenere le portate di ventilazione pro capite per via naturale, non hai recupero e le verifiche energetiche non verranno mai.
redigere redigere redigere

enea
Messaggi: 81
Iscritto il: mer gen 28, 2009 16:30
Località: Firenze
Contatta:

Re: UNI 10339 quando deve essere applicata

Messaggio da enea »

UNI TS 11300 ti dice di considerare gli indici di affollamento della UNI 10339 ridotti al 40% se utilizzi aereazione naturale...

arkanoid
Messaggi: 2989
Iscritto il: ven ago 31, 2007 08:51

Re: UNI 10339 quando deve essere applicata

Messaggio da arkanoid »

fatti un conto col 40% e vedi dove vai a parare.
redigere redigere redigere

Ronin
Messaggi: 3675
Iscritto il: sab giu 20, 2009 12:57

Re: UNI 10339 quando deve essere applicata

Messaggio da Ronin »

arkanoid ha scritto:il problema non è tanto quello: se ipotizzi di ottenere le portate di ventilazione pro capite per via naturale, non hai recupero e le verifiche energetiche non verranno mai.
e perché non dovrebbero venire? con il 40% dei volumi da 10339 senza recupero per 4*5+10*2=40 ore su 168 (mica vorremo aprire le finestre quando i clienti non ci sono, no? è un ristorante), il tasso di ventilazione è 0,4*40/168=9% rispetto a quello da 10339: corrisponde a un recupero energetico del 91% (e senza consumi di ventilazione! :wink: )

mat
Messaggi: 3069
Iscritto il: lun gen 26, 2009 17:07

Re: UNI 10339 quando deve essere applicata

Messaggio da mat »

A parte che secondo uni ts i consumi per ventilazione naturale sono ridotti del 40% e non al 40%, chiaramente i calcoli energetici "di progetto" vanno sempre effettuati in regime continuato e non con gli orari reali di funzionamento. E questi ultimi casomai, andrebbero considerati tanto per la ventilazione naturale quanto per quella forzata.
Ma forse intendevi fare semplice umorismo: in tal caso fai come se non avessi letto niente :mrgreen:

Ronin
Messaggi: 3675
Iscritto il: sab giu 20, 2009 12:57

Re: UNI 10339 quando deve essere applicata

Messaggio da Ronin »

sì, giusto mat, avrei dovuto scrivere 60%.
(detto tra noi, al di là della battuta: tutto sommato metterci al posto della ventilazione teorica da norma quella reale potrebbe anche essere sostenibile, no? non ci credi? vieni a vedere che ti dimostro che nella realtà è così; si potrebbe anche sostenere che se metto un sensore di presenza come da uni 13779 si ottiene effettivamente quel risultato, anche con la ventilazione controllata; però lasciamo perdere, ovviamente ragionando a suon di commi e appendici non ci si vien fuori).

arkanoid
Messaggi: 2989
Iscritto il: ven ago 31, 2007 08:51

Re: UNI 10339 quando deve essere applicata

Messaggio da arkanoid »

mat ha scritto:A parte che secondo uni ts i consumi per ventilazione naturale sono ridotti del 40% e non al 40%, chiaramente i calcoli energetici "di progetto" vanno sempre effettuati in regime continuato e non con gli orari reali di funzionamento. E questi ultimi casomai, andrebbero considerati tanto per la ventilazione naturale quanto per quella forzata.
Ma forse intendevi fare semplice umorismo: in tal caso fai come se non avessi letto niente :mrgreen:
i calcoli di legge vanno fatti in condizioni standard non con i profili di funzionamento
redigere redigere redigere

mat
Messaggi: 3069
Iscritto il: lun gen 26, 2009 17:07

Re: UNI 10339 quando deve essere applicata

Messaggio da mat »

arkanoid ha scritto:
mat ha scritto:A parte che secondo uni ts i consumi per ventilazione naturale sono ridotti del 40% e non al 40%, chiaramente i calcoli energetici "di progetto" vanno sempre effettuati in regime continuato e non con gli orari reali di funzionamento. E questi ultimi casomai, andrebbero considerati tanto per la ventilazione naturale quanto per quella forzata.
Ma forse intendevi fare semplice umorismo: in tal caso fai come se non avessi letto niente :mrgreen:
i calcoli di legge vanno fatti in condizioni standard non con i profili di funzionamento
E io che ho detto di diverso ark?

Ronin: certo, la pratica è una cosa e la rigidità della legge un'altra. A supporto della seconda, c'è da dire che se per ogni legge 10 ciascuno effettuasse valutazioni in base alla situazione dell'attività contingente (tu pensi agli ospedali, ma immagina un edificio commerciale dove attività diverse si succedono nel tempo) non se ne uscirebbe vivi... consideriamo poi che siamo in Italia, figurati i teatrini che metterebbero su certi progettisti di quart'ordine...
Attendo comunque le nuove uni ts: dalle bozze che lessi a suo tempo mi pare abbiano messo mano pesantemente sull'aspetto ventilazione.

arkanoid
Messaggi: 2989
Iscritto il: ven ago 31, 2007 08:51

Re: UNI 10339 quando deve essere applicata

Messaggio da arkanoid »

hai detto la mia stessa cosa :D
avevo letto male, sorry
redigere redigere redigere

Rispondi