legge 10 e valutazioni su impianti rinnovabili

Normativa Termotecnica, Impianti di riscaldamento, Legge 10/91, DLgs 192/05, ecc.

Moderatore: Edilclima

Rispondi
theken
Messaggi: 140
Iscritto il: lun nov 05, 2012 08:39

legge 10 e valutazioni su impianti rinnovabili

Messaggio da theken »

Buonasera a tutti, debbo fare una legge 10 per un appertamento in condominio per il solo rifacimento di impianto termico, devo ugualmente inserire una relazione dove valuto la possibilità di fonti rinnovabili? anche se il 28/2011 non è applicabile?
Vi ringrazio

girondone
Messaggi: 10156
Iscritto il: ven mar 16, 2007 09:48
Località: SV

Re: legge 10 e valutazioni su impianti rinnovabili

Messaggio da girondone »

Devi fare progetto e relaz legge10
E per nuovo imp in edifio esustente il 28 non chiede nulla

theken
Messaggi: 140
Iscritto il: lun nov 05, 2012 08:39

Re: legge 10 e valutazioni su impianti rinnovabili

Messaggio da theken »

girondone ha scritto:Devi fare progetto e relaz legge10
E per nuovo imp in edifio esustente il 28 non chiede nulla
Ti ringrazio, per quanto riguarda l'atto notorio? bisogna allegarla come nell'ape?

silvia
Messaggi: 184
Iscritto il: mar set 04, 2007 13:29

Re: legge 10 e valutazioni su impianti rinnovabili

Messaggio da silvia »

ho redatto un legge 10/91, datata maggio 2013 e presentata presso il comune il 7/6/2013. Trattandosi di "demolizione e ricostruzione" ho inserito, come richiesto dal Decreto 28/2011, incremento da fonti energetiche rinnovabili sia in riscaldamento che in produzione ACS (oltre al fotovoltaico).
Il comune non è soddisfatto, mi richiede:
[i]"a seguito della Legge 3/8/2013 n.90 (conversione DL 4/6/2013 n.63) la relazione L.10/91 deve essere integrata dalla documentazione di cui all'art.8, comma 1-bis del D.Lgs. 192/2005"[/i]

Visto che, siamo in attesa dei decreti che ci indichino le metodologie di calcolo di cui all'art. 4 del D.Lgs 192/05 modificato dal DL60/13 ,e quindi dobbiamo eseguire calcoli e verifiche come richiesto dal 59/2009 e dal 28/2011 per i quali le fonti energetiche rinnovabili risultano obbligatorie e quantificate per il tipo di intervento, secondo Voi cosa mi chiedono di valutare?

riporto il comma 1-bis, art. 8, D.Lgs 192/05 modificato dal DL60/1:
1-bis. In attuazione...della direttiva 2010/31/UE...è prevista una valutazione della fattibilità tecnica, ambientale ed economica per l'inserimento di sistemi alternativi ad alta efficienza, tra i quali sistemi di fornitura di energia rinnovabile, cogenerazione, teleriscaldamento e teleraffrescamento, pompe di calore e sistemi di monitoraggio e controllo attivo dei consumi. La valutazione di fattibilità tecnica di sistemi alternativi deve essere documentata e disponibile ai fini di verifica.

silvia
Messaggi: 184
Iscritto il: mar set 04, 2007 13:29

Re: legge 10 e valutazioni su impianti rinnovabili

Messaggio da silvia »

Visto che nessuno riporta esperienze, deduco che a voi nessun comune fa perdere tempo!

SuperP
Messaggi: 9385
Iscritto il: lun set 11, 2006 10:06

Re: legge 10 e valutazioni su impianti rinnovabili

Messaggio da SuperP »

silvia ha scritto:Visto che nessuno riporta esperienze, deduco che a voi nessun comune fa perdere tempo!
Il dlgs 28/2011 applica una direttiva UE, il dlgs 192 e smi un'altra. le due cose non vanno confuse. Anche per l'ambito di applicazione.

Il comune ti chiede un altra cosa.. una relazioncina i cui contenuti minimi sono ignoti. Non penso ci sia grande difficoltà nel dimostrare che le fonti rinnovabili che hai messo, a livello costi/benefici, sono efficaci. Viceversa avresti fatto una progettazione errata.

silvia
Messaggi: 184
Iscritto il: mar set 04, 2007 13:29

Re: legge 10 e valutazioni su impianti rinnovabili

Messaggio da silvia »

Scusa ma sono esasperata.

Non è la prima lettera di richiesta integrazioni. Con la prima mi richiedevano (ma le richieste erano anche per tecnco arch., tecnico elettrico, acustico, strutturale) una dichiarazione del tipo "dichiaro che il progetto prevede la copertura energetica del 50% in ACS..." solo perchè il tecnico comunale fa molto prima a leggere una dichiarazione piuttosto che la Relazione energetica ed il progetto allegato.

Ma quante integrazioni può chiedere un comune?
Siamo sicuri che sia proprio tenuta a fare una relazione con riferimento ad un articolo integrativo al D.Lgs.192/05 uscito con la Legge 90/2013 ( e non con il DL 63/2013), cioè uscito dopo la presentazione del mio progetto?

SuperP
Messaggi: 9385
Iscritto il: lun set 11, 2006 10:06

Re: legge 10 e valutazioni su impianti rinnovabili

Messaggio da SuperP »

silvia ha scritto: cioè uscito dopo la presentazione del mio progetto?
azz... no no.. non avevo capito.
vale sempre la data di presentazione del progetto

mat
Messaggi: 3000
Iscritto il: lun gen 26, 2009 17:07

Re: legge 10 e valutazioni su impianti rinnovabili

Messaggio da mat »

silvia ha scritto:Siamo sicuri
Affatto! :) Anzi è proprio il contrario...

girondone
Messaggi: 10156
Iscritto il: ven mar 16, 2007 09:48
Località: SV

Re: legge 10 e valutazioni su impianti rinnovabili

Messaggio da girondone »

beh
se le date stanno così.. io insisterei...
mica puoi progettare prevedendo il futuro..

silvia
Messaggi: 184
Iscritto il: mar set 04, 2007 13:29

Re: legge 10 e valutazioni su impianti rinnovabili

Messaggio da silvia »

Oggi ho incontrato il tecnico comunale:
= intanto le integrazioni richieste, anche se sono su carta intestata del comune, sono state rilasciate in via confidenziale perchè non possono esser chieste integrazioni su una pratica piu' di una volta;
= la data di presentazione del progetto NON CONTA NULLA , perchè IL DIRITTO AMMINISTRATIVO dice che fin quando non ho iniziato i lavori il comune può intervenire come meglio crede. Mi è stato portato un esempio: se da domani il comune decide che gli edifici si costruiscono circolari, anche se ho presentato una pratica sei mesi fa, non posso fare l'edificio quadrato.
= se non presento la relazioncina, il committente può restare senza permesso di costruire!

COSI' A CALDO, FORSE E' MEGLIO SE NON COMMENTO

Avatar utente
tigers
Messaggi: 1040
Iscritto il: lun set 11, 2006 10:08

Re: legge 10 e valutazioni su impianti rinnovabili

Messaggio da tigers »

Il punto 1 è corretto: l'integrazione la possono chiedere (teoricamente) una volta sola. Certo se poi la pratica è mancante potrebbero in astratto rifiutare il permesso con una scusa.

Sul punto 2 secondo me dice baggianate: il diritto dice altro. Il permesso si rilascia sulla base delle leggi vigenti all'atto della presentazione della richiesta. Prova a pensare ad un permesso a costruire dove hai un anno per iniziare i lavori, e nel frattempo cambiano la norma. Che fanno, si rimangiano il permesso?

In ogni caso una relazione più o meno improvvisata di solito fa tacere i burocrati. Tu gliela fai, ci scrivi cose piuttosto vaghe ma vere.... Chi te la contesta?

claudio
Messaggi: 504
Iscritto il: mer feb 21, 2007 10:23

Re: legge 10 e valutazioni su impianti rinnovabili

Messaggio da claudio »

quello che conta è la data di protocollo. Ai tempi del dlg 192 e 311, uscì da qualche parte un chiarimento in tal senso. se lo trovo lo posto. Tu progetti in funzione delle norme esistenti ed una volta protocollato, il tuo lavoro è finito; non possono pretendere l'aggiornamento.
Altro esempio, se leggi il punto 9.1 della DGR 8745 p.es. parla di decorrenza per l'obbligo di ace ed anche qui si fa riferimento alla data in cui viene presentata la dia o il pdc, e non quando ottieni il permesso o addirittura quando cominci.

io ci andrei a muso duro; questi tecnici comunali sono ormai fuori controllo...fermiamoli :evil:
claudio

Rispondi