Valutazione risparmio emissioni co2

Obblighi legislativi, tipologie, prodotti

Moderatore: Edilclima

Rispondi
Avatar utente
jack66
Messaggi: 352
Iscritto il: mer gen 27, 2016 17:53

Valutazione risparmio emissioni co2

Messaggio da jack66 »

Ciao a tutti, questa non è una sezione in cui sono solito partecipare ma ho la seguente esigenza. Che voi sappiate esiste un modo sufficientemente corretto per correlare direttamente il kWh prodotto con una pompa di calore, alla quantità di anidride carbonica non emessa in atmosfera rispetto ad una produzione diciamo "tradizionale"?
Grazie per qualsiasi suggerimento

lbasa
Messaggi: 738
Iscritto il: ven giu 19, 2015 22:41

Re: Valutazione risparmio emissioni co2

Messaggio da lbasa »

... Che voi sappiate esiste un modo sufficientemente corretto per ...
In ambito certificazione energetica nazionale esiste un modo sufficientemente statistico, dato dal database SIAPE dell'Enea:
http://www.efficienzaenergetica.enea.it ... -della-co2
In altro forum ho espresso l'opinione personale che i fattori di emissione utilizzati da Enea non sono sufficientemente corretti (in quanto molto vecchi).

Avatar utente
jack66
Messaggi: 352
Iscritto il: mer gen 27, 2016 17:53

Re: Valutazione risparmio emissioni co2

Messaggio da jack66 »

Ok grazie. Per ora mi posso accontentare di poter citare una fonte autorevole più che dati corretti.

Ronin
Messaggi: 3644
Iscritto il: sab giu 20, 2009 12:57

Re: Valutazione risparmio emissioni co2

Messaggio da Ronin »

secondo l'elenco ue dei fattori di emissione il Sm3 di metano corrisponde a 1,956 kg CO2
secondo l'inventario ispra delle emissioni italiane il kWh termoelettrico corrisponde a 0,51 kg CO2 (circa, varia un po' negli anni a seconda delle percentuali di carbone e metano)
nel Sm3 di kWh ce ne stanno 9,59 a rendimento 100% da caldaia a condensazione (o 92% minimo da dpr 412, vedi tu).
in base allo SCOP della pdc ne consegue una riduzione di emissioni.
ad es. con SCOP=3,5 si avrebbe una riduzione pari a 1,956/9,59- 0,51/3,5= -28,6% circa rispetto alla caldaia a condensazione.

il valore è un po' più basso di quello che si otterrebbe con i dati enea, perchè l'enea espone per il kWh elettrico un valore medio (vecchio di 15 anni, quello aggiornato dall'ispra è circa 0,32), mentre invece in questo calcolo dal punto di vista logico si dovrebbe usare un valore termoelettrico (se accendiamo una nuova pompa di calore, non è che gli impianti fotovoltaici producono di più, girano più forte le turbine)

Rispondi