Dubbio Conto Termico edificio pubblico - GSE

Obblighi legislativi, tipologie, prodotti

Moderatore: Edilclima

Rispondi
Seamew
Messaggi: 554
Iscritto il: mer dic 06, 2006 08:40

Dubbio Conto Termico edificio pubblico - GSE

Messaggio da Seamew » mar set 27, 2016 17:59

Buongiorno a tutti vi è capitato qualche conto termico per edifici pubblici?
Io ne sto valutando uno ma assieme all'amministrazione pubblica non riusciamo a capire bene il calcolo dell'incentivo.
Ho inviato anche una email al GSE per i quesiti....non hanno ancora risposto....ma intanto ve la riporto nella speranza che qualcuno mi illumini perchè a me non è molto chiara...

Intanto vi ringrazio per l'attenzione....

Buongiorno sono un termotecnico e vi espongo un caso concreto per avere la conferma di un eventuale incentivo conto termico.
Trattasi di una sostituzione generatore di calore esistente con nuova caldaia a condensazione:
- Edificio pubblico e quindi pubblica amministrazione (art. 4 comma 1 lettera c)
- Potenza termica 80 kW (> 35 kW)
A pagina 11 (Allegato II) trovo la seguente formula:

Incentivo totale = %spesa x C x Pnint
Il coefficiente C è pari a 130 €/kW (tabella 5)
Pnint = 80 kW
%spesa = 40 (tabella 5)

Il mio dubbio è il coefficiente %spesa pari al 40%....significa che l’importo effettivo che l’amministrazione pubblica riceve è pari al 40% di quello pieno?
Nella fattispecie risulterebbe

Incentivo totale = 0,4 x 130 x 80 = 4160 €
E’ corretto?

In attesa di un vs. riscontro, grazie e buona giornata.

girondone
Messaggi: 9912
Iscritto il: ven mar 16, 2007 09:48
Località: SV

Re: Dubbio Conto Termico edificio pubblico - GSE

Messaggio da girondone » mar set 27, 2016 23:41

Dipende anche dalla spesa ed é li che ho dubbi io
Tra contratti ribassi spese professionali sicurezza rup ecc
Il 40 per cento é un limite massimo

Seamew
Messaggi: 554
Iscritto il: mer dic 06, 2006 08:40

Re: Dubbio Conto Termico edificio pubblico - GSE

Messaggio da Seamew » mer set 28, 2016 06:57

girondone ha scritto:Dipende anche dalla spesa ed é li che ho dubbi io
Tra contratti ribassi spese professionali sicurezza rup ecc
Il 40 per cento é un limite massimo
prova a spiegarti meglio magari con un esempio numerico....
A me sembra che il calcolo (almeno nella formula) non tenga in considerazione quanto sia la spesa....dove andresti a inserirla nella formula?
Nell'esempio che ho fatto mettiamo che la spesa sia di 20000 €....il contributo a quanto dovrebbe ammontare secondo voi?
Secondo me quel 40% non è relativo alla spesa ma è il 40% dell'incentivo.
Mi piacerebbe sapere se qualcuno ha qualche caso pratico concluso e che mi confermi questa mia interpretazione.
grazie

Ronin
Messaggi: 3434
Iscritto il: sab giu 20, 2009 12:57

Re: Dubbio Conto Termico edificio pubblico - GSE

Messaggio da Ronin » mer set 28, 2016 07:07

130 €/kw e' il valore massimo.
Supponi che per il tuo generatore spendi 8000 € cioè 100 €/kw il cet ti eroga 4000.
Supponi di spenderne 16000 cioè 200 €/kw il cet ti eroga solo 4160

Seamew
Messaggi: 554
Iscritto il: mer dic 06, 2006 08:40

Re: Dubbio Conto Termico edificio pubblico - GSE

Messaggio da Seamew » mer set 28, 2016 07:32

Ronin ha scritto:Supponi che per il tuo generatore spendi 8000 € cioè 100 €/kw il cet ti eroga 4000.
dovrebbe essere 0,4x100x80 = 3200 €

cmq grazie Ronin....mi par di aver conferma di quello che pensavo...

girondone
Messaggi: 9912
Iscritto il: ven mar 16, 2007 09:48
Località: SV

Re: Dubbio Conto Termico edificio pubblico - GSE

Messaggio da girondone » mer set 28, 2016 09:08

Giusto lnes di Ronin

Io ho dubbi sulla spesa da considerare
Come dicevo prima

neni
Messaggi: 60
Iscritto il: mar nov 21, 2006 15:55

Re: Dubbio Conto Termico edificio pubblico - GSE

Messaggio da neni » ven apr 19, 2019 16:37

Ho dovuto un po' approfondire per un'amministrazione pubblica e non vedo grosse criticità.

Bisogna stabilire la soglia dei 130 €/kW per l'intervento. Ad esempio una caldaia da 200 kW, ha il miglior "rendimento di conto termico" per una spesa di € 26.000,00 e quindi con un incentivo di € 10.400. (40%). Se la spesa è inferiore l'incentivo sarà proporzionalmente inferiore, se la spesa è superiore, l'incentivo sarà comunque di € 10.400,00.
Questa regola si applica per caldaie fino a 769,2 kW, ovvero per un incentivo massimo erogabile di € 40.000,00.

Io ho invece un dubbio sulla sostituzione di caldaie già a condensazione. Non mi pare ci sia mai citato il caso sul decreto, regole applicative o FAQ.
Vi è mai capitato di fare una pratica di Conto Termico simile? Non vorrei ci fossero sorprese in considerazione del fatto che il rendimento di generazione sostanzialmente rimane lo stesso.
Le caldaie verrebbero sostituite perché bucate, verrebbe inserito uno scambiatore e installate le valvole termostatiche con circolatori elettronici.

girondone
Messaggi: 9912
Iscritto il: ven mar 16, 2007 09:48
Località: SV

Re: Dubbio Conto Termico edificio pubblico - GSE

Messaggio da girondone » sab apr 20, 2019 17:15

nessun dubbio
devi sostituie un imp termico
per scrupolo che la nuova abbia rend maggiore della vecchia

girondone
Messaggi: 9912
Iscritto il: ven mar 16, 2007 09:48
Località: SV

Re: Dubbio Conto Termico edificio pubblico - GSE

Messaggio da girondone » sab apr 20, 2019 17:15

nessun dubbio
devi sostituie un imp termico
per scrupolo che la nuova abbia rend maggiore della vecchia

e magari che questa volta facciano le cose ben fatte così non si buca :-)

Maurizio1978
Messaggi: 1
Iscritto il: ven apr 19, 2019 08:04

Re: Dubbio Conto Termico edificio pubblico - GSE

Messaggio da Maurizio1978 » mar apr 23, 2019 09:50

Avete visto questo nuovo servizio di supporto del GSE per il conto termico?
https://supportogse.service-now.com
Io ho trovato le risposte che cercavo senza dover chiamare il callcenter. E rispondono in fretta se si scrive.
Bello!

girondone
Messaggi: 9912
Iscritto il: ven mar 16, 2007 09:48
Località: SV

Re: Dubbio Conto Termico edificio pubblico - GSE

Messaggio da girondone » mar apr 23, 2019 15:36

si certo alcune ok
altre invece contraddicono altre faq

neni
Messaggi: 60
Iscritto il: mar nov 21, 2006 15:55

Re: Dubbio Conto Termico edificio pubblico - GSE

Messaggio da neni » ven giu 21, 2019 10:41

neni ha scritto:
ven apr 19, 2019 16:37
Io ho invece un dubbio sulla sostituzione di caldaie già a condensazione. Non mi pare ci sia mai citato il caso sul decreto, regole applicative o FAQ.
Vi è mai capitato di fare una pratica di Conto Termico simile? Non vorrei ci fossero sorprese in considerazione del fatto che il rendimento di generazione sostanzialmente rimane lo stesso.
Le caldaie verrebbero sostituite perché bucate, verrebbe inserito uno scambiatore e installate le valvole termostatiche con circolatori elettronici.
Gentile dott. Cancian,
ai fini dell’ammissibilità al Conto Termico, le confermo che è possibile sostituire una vecchia caldaia a condensazione con una nuova, purché quella vecchia non sia alimentata a gasolio.
Cordiali saluti

Eleonora XXXXX
Gestore dei Servizi Energetici SpA - GSE
Viale Maresciallo Pilsudski, 92 – 00197 Roma
Tel.: +39 06 8011 4034


Mi hanno risposto... non ho capito perché mi chiamano dottore e la storia del gasolio, ma se non altro, nel mio caso, posso procedere.

a_brettyou
Messaggi: 538
Iscritto il: dom ago 16, 2009 08:41

Re: Dubbio Conto Termico edificio pubblico - GSE

Messaggio da a_brettyou » ven giu 21, 2019 11:03

Eleonora Egalini questa volta ha cappellato, ma non è suo costume.
Non vi sono restrizioni per la caldaia da disinstallare (come anche in CT 1)
Vi è la restrizione (introdotta nelle nuove Regole) di installare solo caldaie a gas naturale.
Tra l'altro è una restrizione che ritengo arbitraria perché non prevista nel DM.

girondone
Messaggi: 9912
Iscritto il: ven mar 16, 2007 09:48
Località: SV

Re: Dubbio Conto Termico edificio pubblico - GSE

Messaggio da girondone » ven giu 21, 2019 13:56

a_brettyou ha scritto:
ven giu 21, 2019 11:03
Eleonora Egalini questa volta ha cappellato, ma non è suo costume.
Non vi sono restrizioni per la caldaia da disinstallare (come anche in CT 1)
Vi è la restrizione (introdotta nelle nuove Regole) di installare solo caldaie a gas naturale.
Tra l'altro è una restrizione che ritengo arbitraria perché non prevista nel DM.
ESATTO SE LO SONO INVENTATO

Rispondi