Finestre in parti comuni (condominio)

Agevolazioni previste, documentazione richiesta, ecc.

Moderatore: Edilclima

Bloccato
Lomby
Messaggi: 272
Iscritto il: mer giu 06, 2007 15:38

Finestre in parti comuni (condominio)

Messaggio da Lomby »

Mi hanno chiesto se vale la pena fare la pratica del 55% per sostituire n° 4 finestre nel vano scale di una palazzina di cui l'amministratore non possiede praticamente nulla.
Dopo le ferie (devo aver resettato quelle poche informazioni che avevo incamerato...) mi sorge questo dubbio banale:
in pratica non ho ben chiaro se devo/posso fare l'AQE ed i calcoli (in qs caso vale la procedura semplificata?) per tutto l'edificio o se posso considerare solo il vano scale....

A maggior ragione se non posso/riesco ad usare la procedura semplificata e, per maggior tranquillità, devo fare la Relazione Tecnica (Legge 10), un conto è farla per il solo vano scale ed un conto è farla per l'intero edificio (di cui non esiste alcuna documentazione, nè planimetria nè capitolato per le stratigrafie...)
Il che equivale a dire non fare nulla, l'amministratore ovviamente si butta subito sul caro vecchio 36%....

Voi come fareste? Che consigli mi date?
Grazie.

Terminus
Messaggi: 8170
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: Finestre in parti comuni (condominio)

Messaggio da Terminus »

Lomby ha scritto:Mi hanno chiesto se vale la pena fare la pratica del 55% per sostituire n° 4 finestre nel vano scale di una palazzina di cui l'amministratore non possiede praticamente nulla.
Dopo le ferie (devo aver resettato quelle poche informazioni che avevo incamerato...) mi sorge questo dubbio banale:
in pratica non ho ben chiaro se devo/posso fare l'AQE ed i calcoli (in qs caso vale la procedura semplificata?) per tutto l'edificio o se posso considerare solo il vano scale....

A maggior ragione se non posso/riesco ad usare la procedura semplificata e, per maggior tranquillità, devo fare la Relazione Tecnica (Legge 10), un conto è farla per il solo vano scale ed un conto è farla per l'intero edificio (di cui non esiste alcuna documentazione, nè planimetria nè capitolato per le stratigrafie...)
Il che equivale a dire non fare nulla, l'amministratore ovviamente si butta subito sul caro vecchio 36%....

Voi come fareste? Che consigli mi date?
Grazie.
Il vano scale è riscaldato?
Se non lo è a rigore non potresti detrarre le finestre al 55%, essendo relative ad un volume non riscaldato.
In ogni caso, visto l'impegno per la redazione della documentazione necessaria e l'esiguità dell'intervento.....meglio il 36% (che è sicuro).

jerryluis
Messaggi: 2396
Iscritto il: mer apr 04, 2007 20:46
Località: Nella Regione delle Banane

Re: Finestre in parti comuni (condominio)

Messaggio da jerryluis »

Terminus ha scritto:
Lomby ha scritto:Mi hanno chiesto se vale la pena fare la pratica del 55% per sostituire n° 4 finestre nel vano scale di una palazzina di cui l'amministratore non possiede praticamente nulla.
Dopo le ferie (devo aver resettato quelle poche informazioni che avevo incamerato...) mi sorge questo dubbio banale:
in pratica non ho ben chiaro se devo/posso fare l'AQE ed i calcoli (in qs caso vale la procedura semplificata?) per tutto l'edificio o se posso considerare solo il vano scale....

A maggior ragione se non posso/riesco ad usare la procedura semplificata e, per maggior tranquillità, devo fare la Relazione Tecnica (Legge 10), un conto è farla per il solo vano scale ed un conto è farla per l'intero edificio (di cui non esiste alcuna documentazione, nè planimetria nè capitolato per le stratigrafie...)
Il che equivale a dire non fare nulla, l'amministratore ovviamente si butta subito sul caro vecchio 36%....

Voi come fareste? Che consigli mi date?
Grazie.
Il vano scale è riscaldato?
Se non lo è a rigore non potresti detrarre le finestre al 55%, essendo relative ad un volume non riscaldato.
In ogni caso, visto l'impegno per la redazione della documentazione necessaria e l'esiguità dell'intervento.....meglio il 36% (che è sicuro).
A rigore se io coibento il vano non riscaldato che confina con vani riscaldati l'intervento mi apporta comunque benefici da un punto di vista energetico..
Quel vano comunque è riscaldato per viaindiretta dai vani riscaldati..
Se fai uno schema a volumi di controllo ti accorgi di quanto detto..

P.S. di tutti gli interventi che avrebbero potuto accedere alle detrazioni (forse una decina) non ho fatto una solo pratica deduzione 55% per i condomini perchè c'erano persone che non avevano reddito a sufficienza per dedurre..il mio compenso per la pratica rappresentava un onere aggiuntivo... Bella silurata per chi non può!!

Terminus
Messaggi: 8170
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Messaggio da Terminus »

A rigore se io coibento il vano non riscaldato che confina con vani riscaldati l'intervento mi apporta comunque benefici da un punto di vista energetico..
Quel vano comunque è riscaldato per viaindiretta dai vani riscaldati..
Se fai uno schema a volumi di controllo ti accorgi di quanto detto..
Sarei anche daccordo con te, l'ho già detto anche in altro post.
Prendiamo un impianto centralizzato: l'intervento sul vano scale potrebbe farmi variare il FEP ed insieme ad altri interventi rientrare nel requisito del comma 344.............allora OK.
Per il comma 345 invece non vedo come si potrebbe detrarre l'intervento sul vano scale, in quanto il DM è chiaro che le strutture devono delimitare il volume riscaldato (direttamente).

Per interventi così limitati il 36% è meglio (a meno di non voler regalare tutta la pratica..... :) )

Avatar utente
ilverga
Messaggi: 1972
Iscritto il: gio ott 05, 2006 17:42
Località: prov. MI

Messaggio da ilverga »

Mmm...d'accordo in via di principio con jerryluis, ma non so come la pensano all' Agenzia delle Entrate e all'ENEA...lo stesso discorso potrebbe essere fatto per un sottotetto non riscaldato...
E' stato invece ribadito + volte nel forum che non è proprio possibile accedere agli incentivi in locali / zone sprovviste di impianto di riscaldamento....

megaing
Messaggi: 430
Iscritto il: mer giu 06, 2007 16:09

Messaggio da megaing »

Concordo pienamente (anche se non hanno certamente bisogno di conferme) con quanto esposto da Terminus e da ilverga.

Terminus
Messaggi: 8170
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Messaggio da Terminus »

megaing ha scritto:Concordo pienamente (anche se non hanno certamente bisogno di conferme) con quanto esposto da Terminus e da ilverga.
In questo marasma le conferme sono sempre ben accette.
Per quanto riguarda la coibentazione dei locali adiacenti non riscaldati (vano scale o sottotetto) beh, al fine del comma 344 io proverei a detrarre................

megaing
Messaggi: 430
Iscritto il: mer giu 06, 2007 16:09

Messaggio da megaing »

Terminus ha scritto:
megaing ha scritto:Concordo pienamente (anche se non hanno certamente bisogno di conferme) con quanto esposto da Terminus e da ilverga.
In questo marasma le conferme sono sempre ben accette.
Per quanto riguarda la coibentazione dei locali adiacenti non riscaldati (vano scale o sottotetto) beh, al fine del comma 344 io proverei a detrarre................
Complimenti per la cortesia, la competenza e la presenza costante in questo forum ed anche in altri lidi ..............

Lomby
Messaggi: 272
Iscritto il: mer giu 06, 2007 15:38

Messaggio da Lomby »

Terminus ha scritto:
A rigore se io coibento il vano non riscaldato che confina con vani riscaldati l'intervento mi apporta comunque benefici da un punto di vista energetico..
Quel vano comunque è riscaldato per viaindiretta dai vani riscaldati..
Se fai uno schema a volumi di controllo ti accorgi di quanto detto..
Sarei anche daccordo con te, l'ho già detto anche in altro post.
Prendiamo un impianto centralizzato: l'intervento sul vano scale potrebbe farmi variare il FEP ed insieme ad altri interventi rientrare nel requisito del comma 344.............allora OK.
Per il comma 345 invece non vedo come si potrebbe detrarre l'intervento sul vano scale, in quanto il DM è chiaro che le strutture devono delimitare il volume riscaldato (direttamente).

Per interventi così limitati il 36% è meglio (a meno di non voler regalare tutta la pratica..... :) )

Sono d'accordo con te, in caso il vano scale non sia riscaldato credo sia meglio il 36%, non mi arrischierei mai a fare tutta la pratica per avvalermi del comma 344 e se poi non rientro nel 20%????

Se invece il vano scale è riscaldato come mi devo comportare?

L'AQE (in Liguria non mi sembra sia già obbligatorio l'ACE per le pratiche 55% a differenza della Lombardia) va compilato solo per il vano scale o per tutto l'edificio? Ho il timore che vada esteso a tutto l'edificio....

Terminus
Messaggi: 8170
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Messaggio da Terminus »

Se invece il vano scale è riscaldato come mi devo comportare?

L'AQE (in Liguria non mi sembra sia già obbligatorio l'ACE per le pratiche 55% a differenza della Lombardia) va compilato solo per il vano scale o per tutto l'edificio? Ho il timore che vada esteso a tutto l'edificio
In un centralizzato fai l'AQE per tutto l'edificio.[/code][/quote]

Lomby
Messaggi: 272
Iscritto il: mer giu 06, 2007 15:38

Messaggio da Lomby »

In un centralizzato fai l'AQE per tutto l'edificio.[/code][/quote][/quote]

Ok, grazie mille! In pratica non faccio nulla in nessuno dei casi..... (scaldato o no, meglio defilarsi, il gioco non vale la candela.....)

Grazie ancora!

Bloccato