calcolo EPi

Normativa Europea, Nazionale e Regionale sulla classificazione e certificazione energetica degli edifici, accreditamento tecnici, ecc.

Moderatore: Edilclima

Rispondi
maltese
Messaggi: 21
Iscritto il: lun ago 20, 2007 12:26

calcolo EPi

Messaggio da maltese » mer nov 12, 2008 13:30

Salve,
sono stato incaricato di redigere la pratica per ottenere le detrazioni del 55% per un intervento di sostituzione infissi in un albergo.
La struttura ha un impianto termico centralizzato, con generatore di calore di potenza pari a 209 kW (>100 kW).
Vi chiedo:
Per il calcolo dell’EPi, (da dichiarare nell’Attestato di Qualificazione Energetica), è possibile utilizzare la procedura semplificata prevista dall’Allegato G al “decreto edifici” oppure si deve procedere ad un calcolo condotto secondo le prescrizioni dell’allegato I al D.lgs 192/2005?
In quest’ultimo caso, noto il valore dell’EPi, si devono anche eseguire tutte le verifiche prescritte dal comma 1 lettere a), b), c) dell’allegato I?
Io ritengo di no perché se si interviene soltanto sugli infissi, è evidente che molto probabilmente il valore dell’EPi calcolato sarà superiore del corrispondente valore limite, così come non è detto che il rendimento globale medio stagionale dell’impianto termico sia superiore a quello limite.
Gradirei vostre opinioni in merito.
Saluti.

Andrea_Diqui
Messaggi: 943
Iscritto il: gio ott 19, 2006 08:21

Re: calcolo EPi

Messaggio da Andrea_Diqui » mer nov 12, 2008 13:43

maltese ha scritto:Per il calcolo dell’EPi, (da dichiarare nell’Attestato di Qualificazione Energetica), è possibile utilizzare la procedura semplificata prevista dall’Allegato G al “decreto edifici” oppure si deve procedere ad un calcolo condotto secondo le prescrizioni dell’allegato I al D.lgs 192/2005?
La seconda
maltese ha scritto: In quest’ultimo caso, noto il valore dell’EPi, si devono anche eseguire tutte le verifiche prescritte dal comma 1 lettere a), b), c) dell’allegato I?
No
Andrea Diqui

gfrank
Messaggi: 1238
Iscritto il: ven set 15, 2006 12:57

Re: calcolo EPi

Messaggio da gfrank » mer nov 12, 2008 13:51

Non è più richiesto l'AQE : Vedi FAQ 31 Enea

gfrank

Andrea_Diqui
Messaggi: 943
Iscritto il: gio ott 19, 2006 08:21

Re: calcolo EPi

Messaggio da Andrea_Diqui » mer nov 12, 2008 13:58

Io non concordo tanto sul fatto che un albero sia una singola unità immobiliare... o mi sbaglio?
Andrea Diqui

gfrank
Messaggi: 1238
Iscritto il: ven set 15, 2006 12:57

Re: calcolo EPi

Messaggio da gfrank » mer nov 12, 2008 14:13

Se correttamente accatastato, l'albergo, è univocamente individuato in cat. D2, quindi univoca individuazione catastale = singola unità immobiliare (FAQ Enea n. 46)

gfrank

maltese
Messaggi: 21
Iscritto il: lun ago 20, 2007 12:26

Re: calcolo EPi

Messaggio da maltese » mer nov 12, 2008 16:20

I tecnici dell'ENEA mi hanno detto che per accedere alle detrazioni per un intervento di sostituzione infissi in un albergo occorre comunque redigere l'Attestato di Qualificazione Energetica. Tale documento non è richiesto solo nelle singole unità immobiliari.

tagio
Messaggi: 759
Iscritto il: ven nov 24, 2006 17:34

Re: calcolo EPi

Messaggio da tagio » gio nov 13, 2008 11:16

gfrank ha scritto:Se correttamente accatastato, l'albergo, è univocamente individuato in cat. D2, quindi univoca individuazione catastale = singola unità immobiliare (FAQ Enea n. 46)

gfrank
Sono daccordo.

cavallo
Messaggi: 244
Iscritto il: gio mar 29, 2007 18:52

Re: calcolo EPi

Messaggio da cavallo » gio nov 13, 2008 11:42

Chiedo un chiarimento in quanto non conosco le prodedure di accatastamento:
L'univoca individuazione catastale è intesa che ogni unità immobiliare deve essere provvista di foglio - mappale - subalterno oppure categoria?
mi spiego meglio, una palazzina uffici di 10 -12 piani dove, ogni singolo piano è individuato catastalmente con foglio, mappale e subalterno, è da intendersi una unica unità immobiliare o tante unità immobiliari?

grazie

Avatar utente
kira
Messaggi: 98
Iscritto il: mar nov 21, 2006 15:53

Re: calcolo EPi

Messaggio da kira » gio nov 13, 2008 13:53

Dalla visura catastale puoi vedere il n° di unità immobiliari che compongono l'edificio: ogni subalterno dovrebbe avere una categoria, una classe, una consistenza e soprattutto una rendita catastale autonoma.Per definizione l'unita' immobiliare consiste in una porzione di edificio ovvero fabbricato o da un insieme di edifici o anche da una superficie scoperta, non necessariamente al piano terreno, che nelle condizioni del censimento e in base alla possibile e piu' probabile utilizzazione, e' potenzialmente idonea a produrre un reddito in maniera autonoma
Patty


Punta sempre alla luna, male che vada avrai vagabondato fra le stelle..

gfrank
Messaggi: 1238
Iscritto il: ven set 15, 2006 12:57

Re: calcolo EPi

Messaggio da gfrank » gio nov 13, 2008 15:21

L'u.i.u. deve avere una rendita propria, generalmente individuata dal subalterno (oltre a foglio e mappale).
Tuttavia esistono anche u.i.u. individuate dal solo mappale (senza subalterni), oppure anche u.i.u. composta da più subalterni (anche giacenti su mappali diversi)
Un albergo generalmente è individuato quale u.i.u. dal solo foglio e mappale (o più mappali) senza subalterni, con unica rendita.

gfrank

cavallo
Messaggi: 244
Iscritto il: gio mar 29, 2007 18:52

Re: calcolo EPi

Messaggio da cavallo » gio nov 13, 2008 16:02

Io purtroppo ho solo le piantine e non la visura e nelle piantine , per ogni piano, c'e' specificato foglio, mappale e subalterno...è da intendersi unità immobiliare per ogni piano o per il singolo ediificio?

Avatar utente
kira
Messaggi: 98
Iscritto il: mar nov 21, 2006 15:53

Re: calcolo EPi

Messaggio da kira » gio nov 13, 2008 16:49

Ogni piano è costituito da un ufficio o un negozio a sè stante? secondo me in mancanza di altre informazioni se ci sono più subalterni devi identificare più uniità immobiliari (generalmente una per ogni subalterno)
Patty


Punta sempre alla luna, male che vada avrai vagabondato fra le stelle..

Andrea_Diqui
Messaggi: 943
Iscritto il: gio ott 19, 2006 08:21

Re: calcolo EPi

Messaggio da Andrea_Diqui » gio gen 29, 2009 14:17

C'è qualche esperto di catasto?

Mi trovo a valutare se adottare o meno la pratica semplificata per detrazione serramenti di un edificio ricettivo: visura camerale e mi dice

1° dato identificativo: Foglio 559, particella 126, nessun sub, zona 2, categoria D/2, consistenza nulla, altre informazioni corso italia P. s4-s3-s2-s1-t-1-2 n. 1 piano: 3-4-5-6-7-8

2° dato identificativo: Foglio 559, particella 1, nessun sub, zona 2, categoria B/1, consistenza 23594 mc, altre informazioni corso italia n. 1 piano: t-1

Dalla FAQ dell'Enea come abbiamo detto per singola unità immobiliare s'itende univocamente individuata tramite dati catastali.
Per cui direi che nel mio caso non è una unica unità immobiliare.. concordate???

Ma se supponiamo faccio degli interventi (sostituzione serramenti) in una delle due porzioni di edificio, può essere fatta la pratica semplificata?
Andrea Diqui

gfrank
Messaggi: 1238
Iscritto il: ven set 15, 2006 12:57

Re: calcolo EPi

Messaggio da gfrank » gio gen 29, 2009 15:06

Andrea_Diqui ha scritto:C'è qualche esperto di catasto?

Mi trovo a valutare se adottare o meno la pratica semplificata per detrazione serramenti di un edificio ricettivo: visura camerale e mi dice

1° dato identificativo: Foglio 559, particella 126, nessun sub, zona 2, categoria D/2, consistenza nulla, altre informazioni corso italia P. s4-s3-s2-s1-t-1-2 n. 1 piano: 3-4-5-6-7-8

2° dato identificativo: Foglio 559, particella 1, nessun sub, zona 2, categoria B/1, consistenza 23594 mc, altre informazioni corso italia n. 1 piano: t-1

Dalla FAQ dell'Enea come abbiamo detto per singola unità immobiliare s'itende univocamente individuata tramite dati catastali.
Per cui direi che nel mio caso non è una unica unità immobiliare.. concordate????
Si

Andrea_Diqui ha scritto: ... Ma se supponiamo faccio degli interventi (sostituzione serramenti) in una delle due porzioni di edificio, può essere fatta la pratica semplificata?
Si

Rispondi