ape per cabina elettrica?

Normativa Europea, Nazionale e Regionale sulla classificazione e certificazione energetica degli edifici, accreditamento tecnici, ecc.

Moderatore: Edilclima

Rispondi
ponca
Messaggi: 861
Iscritto il: ven ott 22, 2010 18:22

ape per cabina elettrica?

Messaggio da ponca » lun lug 15, 2019 19:07

per una cabina elettrica a servizio di un'industria può essere richiesto l'ape??

si tratta di un fabbricato (non isolato) con superficie pari a circa 10 mq di categoria catastale D/1

Avatar utente
NoNickName
Messaggi: 4183
Iscritto il: gio giu 17, 2010 12:17

Re: ape per cabina elettrica?

Messaggio da NoNickName » mar lug 16, 2019 08:13

Tra le esclusioni: gli edifici industriali e artigianali [...] quando il loro utilizzo e/o le attività svolte al loro interno non ne prevedano il riscaldamento o la climatizzazione
Chi si affida ad un professionista “legittimamente attende di ricevere una prestazione diligente, art. 1176 cc”. Non si può esigere che il cliente controlli il lavoro del professionista “quali che siano le sue competenze o qualifiche professionali”.

ponca
Messaggi: 861
Iscritto il: ven ott 22, 2010 18:22

Re: ape per cabina elettrica?

Messaggio da ponca » mar lug 16, 2019 10:37

giusto..
ma il problema è che quasi sempre per un edificio artigianale/industriale (D/1) i notai chiedono l'ape a prescindere dell'utilizzo dell'immobile e della presenza di un impianto di riscaldamento, mentre ammettono la mancanza dell'ape per depositi (C/2).
Mi sa che occorre chiedere conferma al notaio.

Avatar utente
NoNickName
Messaggi: 4183
Iscritto il: gio giu 17, 2010 12:17

Re: ape per cabina elettrica?

Messaggio da NoNickName » mar lug 16, 2019 11:08

ponca ha scritto:
mar lug 16, 2019 10:37
giusto..
ma il problema è che quasi sempre per un edificio artigianale/industriale (D/1) i notai chiedono l'ape a prescindere dell'utilizzo dell'immobile e della presenza di un impianto di riscaldamento, mentre ammettono la mancanza dell'ape per depositi (C/2).
Mi sa che occorre chiedere conferma al notaio.
Se la cabina elettrica è accatastata assieme all'attività artigianale, allora non è una cabina elettrica, bensì attività artigianale.
Chi si affida ad un professionista “legittimamente attende di ricevere una prestazione diligente, art. 1176 cc”. Non si può esigere che il cliente controlli il lavoro del professionista “quali che siano le sue competenze o qualifiche professionali”.

ponca
Messaggi: 861
Iscritto il: ven ott 22, 2010 18:22

Re: ape per cabina elettrica?

Messaggio da ponca » ven lug 19, 2019 10:33

La cabina elettrica è accatastata per conto suo, su una planimetria distinta da quella del complesso artigianale.
Il geometra mi dice che la prassi è che le cabine elettriche siano accatastate come D/1 "opificio".

Avatar utente
NoNickName
Messaggi: 4183
Iscritto il: gio giu 17, 2010 12:17

Re: ape per cabina elettrica?

Messaggio da NoNickName » ven lug 19, 2019 10:43

ponca ha scritto:
ven lug 19, 2019 10:33
La cabina elettrica è accatastata per conto suo, su una planimetria distinta da quella del complesso artigianale.
Il geometra mi dice che la prassi è che le cabine elettriche siano accatastate come D/1 "opificio".
Se la cabina elettrica serve solo un opificio, sì. Se invece la cabina elettrica serve una pluralità di opifici, oppure serva ad esempio anche l'illuminazione pubblica, allora è E/3.
In ogni caso, anche per D/1, vale l'esclusione citata, e il notaio deve tenerne conto.
Chi si affida ad un professionista “legittimamente attende di ricevere una prestazione diligente, art. 1176 cc”. Non si può esigere che il cliente controlli il lavoro del professionista “quali che siano le sue competenze o qualifiche professionali”.

Rispondi