Detrazione 65% Tetto Condominio

Normativa Europea, Nazionale e Regionale sulla classificazione e certificazione energetica degli edifici, accreditamento tecnici, ecc.

Moderatore: Edilclima

Rispondi
Domande76
Messaggi: 16
Iscritto il: mar set 04, 2018 05:11

Detrazione 65% Tetto Condominio

Messaggio da Domande76 » mer set 12, 2018 16:17

Salve in presenza di più unità abitative, nella fattispecie 4, 2 a piano terra (destinazione abitativa e riscaldate ) e 2 a primo piano sottotetto non riscaldato (destinazione C2 con progetto in itinere di cambio di destinazione d''uso ad abitazione), nel rifacimento del tetto è possibile usufruire della detrazione fiscale del 65% ? il concetto di volume riscaldato non dovrebbe riguardare l'intero edificio?

valelubosa
Messaggi: 21
Iscritto il: gio lug 07, 2016 11:18

Re: Detrazione 65% Tetto Condominio

Messaggio da valelubosa » mer set 12, 2018 18:04

Ciao,
la detrazione al 65 % deve riguardare ambienti riscaldati ed essendo C2, quindi una pertinenza non credo si possa...hai provato a mandare un quesito all'ENEA?

ponca
Messaggi: 643
Iscritto il: ven ott 22, 2010 18:22

Re: Detrazione 65% Tetto Condominio

Messaggio da ponca » gio set 13, 2018 09:23

sul portale enea c'è una faq in cui si risponde abbastanza chiaramente alla tua domanda

Domande76
Messaggi: 16
Iscritto il: mar set 04, 2018 05:11

Re: Detrazione 65% Tetto Condominio

Messaggio da Domande76 » gio set 13, 2018 11:38

E se invece l'immobile in questione è oggetto di una ristrutturazione che prevede cambio di destinazione d'uso e nuovo impianto di riscaldamento?

Avatar utente
NoNickName
Messaggi: 3669
Iscritto il: gio giu 17, 2010 12:17

Re: Detrazione 65% Tetto Condominio

Messaggio da NoNickName » gio set 13, 2018 17:05

Domande76 ha scritto:
gio set 13, 2018 11:38
E se invece l'immobile in questione è oggetto di una ristrutturazione che prevede cambio di destinazione d'uso e nuovo impianto di riscaldamento?
No, perchè un C2 non poteva avere un impianto di riscaldamento.
Un C2 può essere trasformato in una vera e propria abitazione, di classe A3 o A2, per farlo però sarà necessario redigere un progetto, presentare una DIA, o addirittura un permesso di costruire, pagare gli oneri al Comune e effettuare tutta una serie di lavori, per poi alla fine redigere una nuova scheda catastale.
Trattasi di nuova abitazione, non ristrutturazione.

Domande76
Messaggi: 16
Iscritto il: mar set 04, 2018 05:11

Re: Detrazione 65% Tetto Condominio

Messaggio da Domande76 » ven set 14, 2018 15:57

Perchè il C2 non può avere un impianto di riscaldamento/raffrescamento?
Si tratta di un immobile posto all'ultimo piano di un edificio residenziale, catastato come C2 perchè costiuito da un unico ambiente utilizzato come soffitta.
Ovviamente gli immobili sottostanti sono catastati come residenze e dotati sia di impainto di riscaldamento che di raffrescamento.
La detrazione del 65% non è usufruiibile da qualsiasi immobile a qualsiasi destinazione, purchè dotato di impianto di riscaldamento/raffrescamento?
Se ho un immobile alto più di 2.70 utilizzato a soffitta (C2) non può essere dotato di impianto di riscaldamento/raffrescamento?
Nello specifico ho una pompa di calore che viene utilizzata d'estate quando si entra ed esce dalla soffitta per non morire asfissiati dal caldo sottotetto (situazione reale).

Avatar utente
NoNickName
Messaggi: 3669
Iscritto il: gio giu 17, 2010 12:17

Re: Detrazione 65% Tetto Condominio

Messaggio da NoNickName » ven set 14, 2018 17:43

Domande76 ha scritto:
ven set 14, 2018 15:57
Perchè il C2 non può avere un impianto di riscaldamento/raffrescamento?
Perchè la classe C2, nel caso specifico, individua una pertinenza non abitabile.
Domande76 ha scritto:
ven set 14, 2018 15:57
La detrazione del 65% non è usufruiibile da qualsiasi immobile a qualsiasi destinazione, purchè dotato di impianto di riscaldamento/raffrescamento?
No
Guida ADE ha scritto:Sono considerati interventi di manutenzione straordinaria le opere e le modifiche
necessarie per rinnovare e sostituire parti anche strutturali degli edifici e per
realizzare ed integrare i servizi igienico/sanitari e tecnologici, sempre che non
vadano a modificare la volumetria complessiva degli edifici e non comportino
mutamenti delle destinazioni d’uso.

Rientrano tra gli interventi di manutenzione straordinaria anche quelli consistenti
nel frazionamento o accorpamento delle unità immobiliari con esecuzione di opere,
anche se comportano la variazione delle superfici delle singole unità immobiliari
nonché del carico urbanistico, a condizione che non sia modificata la volumetria
complessiva degli edifici e si mantenga l’originaria destinazione d’uso.
Però forse puoi godere della detrazione per ristrutturazione edilizia, attento anche in questo caso la detrazione spetta sull'edificio esistente, non sulla parte nuova, in quanto si tratterà in questo caso di "AMPLIAMENTO", che non gode dei benefici di legge.
Domande76 ha scritto:
ven set 14, 2018 15:57
Se ho un immobile alto più di 2.70 utilizzato a soffitta (C2) non può essere dotato di impianto di riscaldamento/raffrescamento?
In teoria, no, a meno che non vi siano beni che per loro natura abbiano la necessità di essere riscaldati o raffrescati, ma di certo per tale impianto non potrai godere delle detrazioni.
Domande76 ha scritto:
ven set 14, 2018 15:57
Nello specifico ho una pompa di calore che viene utilizzata d'estate quando si entra ed esce dalla soffitta per non morire asfissiati dal caldo sottotetto (situazione reale).
Solidarizzo, ma non servirà tentare di impietosire l'impiegato dell'agenzia delle entrate...

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti