ape decreti nazionali volumi riscaldati

Normativa Europea, Nazionale e Regionale sulla classificazione e certificazione energetica degli edifici, accreditamento tecnici, ecc.

Moderatore: Edilclima

Rispondi
girondone
Messaggi: 9080
Iscritto il: ven mar 16, 2007 09:48
Località: SV

ape decreti nazionali volumi riscaldati

Messaggio da girondone » gio feb 23, 2017 14:23

chiedo se oltre alla definizne di sup utile che si trova nelle faq ci siano chiarimenti
sulla definiz della sul e o dei locali riscaldati

per es un corridoio interno che non ha il corpo scaldante
uno sgabuzzino ecc

nel caso specifico mi ritrovo dei locali accessori ad una palestra che hanno le tramezze che no arrivano a tetto e che quindi comunicano con il corriodio senza radiatore e con il vano scala che arriva dal piano sotto anche questo non riscaldato

che si fa?

Spd
Messaggi: 535
Iscritto il: lun giu 25, 2007 11:36
Località: Roma

Re: ape decreti nazionali volumi riscaldati

Messaggio da Spd » ven feb 24, 2017 11:50

E' un'altra delle situazioni non risolte della norma, questa.

Ti allego qualche scambio di commenti con il CTI sulla 11300,-1:2014 per inquadrare la situazione.

<Capitolo 3: Inserire tra le definizioni quelle di volume riscaldato e ridefinire quella di ambiente climatizzato. Nel 192, allegato C, il volume lordo V definito al momento è quello “delle parti di edificio riscaldate, definito dalle superfici che lo delimitano” Tale definizione ha valore di legge. Va specificata meglio, soprattutto ai fini estivi: il calcolo di EPe, si applica allo stesso volume di EPi? Direi di no, ma lo dovreste dire nella norma (o farlo dire al MiSE). [TALE PUNTO E' STATO POI RISOLTO CON LA 11300-5 E CON LA FAQ DEL MINISTERO]. Già presente tra l’altro al capitolo 7.1, pag. 19: da come è scritto sembra che il volume deve essere considerato climatizzato se c'è una temperatura di regolazione (coerente con la definizione 3,1 di ambiente climatizzato).
LE PROPOSTE DI MODIFICA DELLE DEFINIZIONI:
3.0 Volume lordo climatizzato: volume lordo degli ambienti climatizzati calcolato comprendendo tutte le superfici edilizie che lo delimitano verso altri spazi, indipendentemente dalla loro esposizione.
3.1 Ambiente climatizzato: Vano o spazio chiuso per il quale. ai fini del calcolo, è usata energia per mantenerlo a condizioni di temperature (ed eventualmente di umidità relativa) prefissate.
COMMENTO RESPINTO CON LA SEGUENTE MOTIVAZIONE:
"I termini definiti nella norma sono quelli che rilevano ai fini del calcolo del fabbisogno di energia e non quelli che rilevano ai fini della normalizzazione del fabbisogno per il calcolo dell’indice EP di prestazione energetica, che invece spetta al legislatore. Non serve inserire il volume lordo climatizzato. Per le altre definizioni ci si riferisce alla prEN 15603 Overarching Standard."
NUOVO COMMENTO SULLA RIEMISSIONE IN INCHIESTA PUBBLICA DELLA 11300-1:
"A proposito di questo punto, cui avevo già argomentato, mi è venuto in mente che la normalizzazione è presente anche a livello tecnico nella 15217:2007. Rilevo poi che, come nella precedente versione del 2008, il volume lordo riscaldato è presente nella specifica (pag. 18 paragrafo 6.1, pag. 20 paragrafo 20, ad esempio). L’aspetto importante è dare indicazioni tecniche che possano essere uniformi sul territorio: non è solo lo Stato che legifera, ma anche le Regioni! Avere un'unica, chiara e univoca definizione del volume, è fondamentale."
LE NUOVE PROPOSTE DI MODIFICA DELLE DEFINIZIONI:
3.0 Volume lordo climatizzato: volume lordo degli ambienti climatizzati calcolato comprendendo tutte le superfici edilizie che lo delimitano verso altri spazi, indipendentemente dalla loro esposizione
3.1 Ambiente climatizzato: Vano o spazio chiuso che, ai fini del calcolo, è considerato riscaldato o raffrescato a determinate temperature (ed eventualmente umidità) di regolazione, e per il quale è usata energia direttamente o indirettamente attraverso ambienti adiacenti comunicanti e facenti parte della stessa unità immobiliare.
COMMENTO NUOVAMENTE RESPINTO CON LA SEGUENTE MOTIVAZIONE:
I termini definiti nella UNI/TS 11300-1 sono solo quelli rilevanti ai fini del calcolo del fabbisogno di energia termica utile, non quelli per la normalizzazione del fabbisogno per il calcolo dell’indice EP di prestazione energetica, che invece spetta al legislatore o ad altra norma (es. la revisione della raccomandazione 14/2013).
Per quanto riguarda la definizione di ambiente climatizzato si precisa che l’attuale definizione è coerente con la UNI EN ISO 13790.>

Poi metterei nel calderone la definizione 50 dell'allegato A del 192:
- superficie utile = quella dei volumi interessati dalla climatizzazione

E soprattutto che noi dobbiamo calcolare i consumi di energia "erogata dai sistemi tecnici presenti all'intero del confine del sistema" (definizione l-sexies decies), dove il confine è "l'involucro dell'edificio che delimita un volume definito rispetto agli ambienti esterni, il terreno, altri edifici (estrapolata da varie definizioni).

Poi c'è da aggiungere la considerazione che per gli APE, e solo per quelli, la singola unità immobiliare è sempre considerata interamente riscaldata.

Detto questo, anche se permane un minimo contrasto con la definizione 3.1 della 11300-1 vigente, io direi che vanno considerati riscaldati e quindi sono da considerare nella Superficie di Calcolo (e nella normalizzazione) tutti gli ambienti racchiusi dall'involucro esterno della singola unità immobiliare indipendentemente dalla presenza di terminali, ma per i quali si possa presumere un flusso di calore permanente da altri ambienti dotati di terminali (e di sistemi di regolazione della temperatura/UR).
Quindi:
un corridoio di una unità (sia essa ufficio o residenza) non dotato di terminali DEVE ESSERE CONSIDERATO
il vano scale di un edificio condominiale NO
il vano scale di un edificio adibito a uffici occupato da un unico conduttore/propietario SI'
gli ambienti da te descritti, che prendono calore indirettamente dagli altri ambienti e che potrebbero un domani essere dotati di impianti SI' (è tecnicamente una forzatura, ma dal punto di vista della normalizzazione non lo è),
e così via.

Indubbiamente sarebbe auspicabile una definizione più stringente.

girondone
Messaggi: 9080
Iscritto il: ven mar 16, 2007 09:48
Località: SV

Re: ape decreti nazionali volumi riscaldati

Messaggio da girondone » ven feb 24, 2017 12:41

Grazie mille
Concordo

Poi il mio con locali interni non locali. É un caso parecchio particolare..
Metto tutto risc perché comunicano..
E cmq mi cambia poco il risultato..

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti