Prima certificazione dubbi!!!!!

Normativa Europea, Nazionale e Regionale sulla classificazione e certificazione energetica degli edifici, accreditamento tecnici, ecc.

Moderatore: Edilclima

Rispondi
labioarch
Messaggi: 7
Iscritto il: mar nov 04, 2014 15:36

Prima certificazione dubbi!!!!!

Messaggio da labioarch » mar apr 28, 2015 22:58

Buonasera a tutti, sono nuova nel forum e anche come certificatrice.
Mi trovo a produrre un APE per una villetta singola in Emilia Romagna. La casa è composta da 2 piani + sottotetto tutta dello stesso proprietario, ma è suddivisa in 2 sub che hanno, per ciascun piano, impianto di riscaldamento autonomo.
Preciso meglio :
piano terra Sub 6 - caldaia esterna 1
piano primo Sub 5 - caldaia esterna 2 + fotovoltaico + solare
sottotetto Sub 5 - caldaia interna 3 (attualmente non usata)

Ho alcuni dubbi:
1) va bene fare 2 APE separati, anche se il proprietario è lo stesso?
2) la caldaia del sottotetto è al momento inutilizzata come la dovrei considerare? La sommo a quella per il primo piano o non la considero?
3) Inoltre ci sono 2 camini al piano primo (uno attivo e l'altro no) in genere come si considerano?
4) il garage al piano terra (altro sub) non lo considero, giusto? C' è un muro da 10 cm che lo separa dall'appartamento Sub 6, nei calcoli lo spessore del muro lo conto 5 cm o 10 cm?

Grazie in anticipo

henry
Messaggi: 128
Iscritto il: mar set 13, 2011 14:30

Re: Prima certificazione dubbi!!!!!

Messaggio da henry » mer mag 06, 2015 10:57

Le ape da fare sono 3. non importa se al momento il sottotetto non è utlizzato, se è abitabile ed ha un impianto si certificato lo stesso.
il garage non viene considerato ovvio. :)

sergiob
Messaggi: 161
Iscritto il: mar apr 10, 2012 09:27

Re: Prima certificazione dubbi!!!!!

Messaggio da sergiob » ven mag 08, 2015 10:15

2 APE. Uno per ogni subalterno. Dove hai due generatori o li consideri in parallelo oppure se le zone impiantistiche sono ben distinte crei due zone ed associ i due generatori e poi fai l'APE relativo a tutto il subalterno.

GeomGC
Messaggi: 7
Iscritto il: lun mag 04, 2015 22:27

Re: Prima certificazione dubbi!!!!!

Messaggio da GeomGC » ven mag 08, 2015 10:34

A mio avviso sono 3 i certificati da fare.
Mi trovo anch'io in una situazione simile:
- Villa su due piani (subalterno 1)
- Appartamento custode (subalterno 2)
- Taverna indipendente (subalterno 1)
In questo caso la taverna, avente impianto ACS e Risc autonomo dalle altre proprietà, anche se ha lo stesso subalterno va certificata separatamente (quelli di IRE mi hanno confermato che è sufficiente specificare nelle note che i due immobili, pur avendo subalterno identico, hanno impianti indipendente e quindi vengono certificati separatamente).
Ho inoltre una condivisione tra la villa e appartamento per ACS (deriva dalla caldaia principale) ma anche i questo caso devo parametrare le potenze di ACS della caldaia alle singole porzioni (villa e appartamento) e generare due APE staccati.

labioarch
Messaggi: 7
Iscritto il: mar nov 04, 2014 15:36

Re: Prima certificazione dubbi!!!!!

Messaggio da labioarch » ven mag 08, 2015 10:51

Purtroppo avevo i tempi ristretti per presentare l'APE e, non avendo ricevuto pareri per tempo, ho presentato solo 2 APE.... :roll:
Grazie comunque per le vostre risposte!

sergiob
Messaggi: 161
Iscritto il: mar apr 10, 2012 09:27

Re: Prima certificazione dubbi!!!!!

Messaggio da sergiob » ven mag 08, 2015 15:08

2 APE vanno benissimo. Ad ogni subalterno corrisponde un'APE. Si può discutere sul concetto di edificio impianto, ma proviamo a fare qualche esempio.
Ufficio separato in 10 stanze, ogni stanza dotata di una pompa di calore ed un terminale di erogazione (griglia, split ecc.) ma unico subalterno per tutto l'ufficio. Cosa fai, 10 APE?
Capannone industriale dotato di 20 generatori di aria calda alimentati a metano indipendenti l'uno dall'altro. Cosa fai 20 APE?

labioarch
Messaggi: 7
Iscritto il: mar nov 04, 2014 15:36

Re: Prima certificazione dubbi!!!!!

Messaggio da labioarch » ven mag 08, 2015 19:10

sergiob ha scritto:2 APE vanno benissimo. Ad ogni subalterno corrisponde un'APE. Si può discutere sul concetto di edificio impianto, ma proviamo a fare qualche esempio.
Ufficio separato in 10 stanze, ogni stanza dotata di una pompa di calore ed un terminale di erogazione (griglia, split ecc.) ma unico subalterno per tutto l'ufficio. Cosa fai, 10 APE?
Capannone industriale dotato di 20 generatori di aria calda alimentati a metano indipendenti l'uno dall'altro. Cosa fai 20 APE?
Se mi trovassi in una situazione del genere, credo che farei la somma di tutti i generatori appartenenti allo stesso subalterno!
Anche perché il mio ragionamento è: se vendi o affitti lo fai per subalterni, se vendi e affitti una parte di subalterno la classe energetica, che compare nell'APE che alleghi, è quella del subalterno in generale.

Rispondi